Top 5 Trends nelle criptovalute e previsioni per il 2023

Il mercato delle criptovalute è in costante evoluzione e si sta rapidamente trasformando in un settore di rilevanza globale. Il 2022 è stato caratterizzato da una crisi profonda in cui abbiamo assistito al fallimento di molti progetti Defi, exchange e anche banche legate al settore crypto.

Ma quali sono le tendenze e le previsioni per il 2023? Il valore di Bitcoin e delle criptovalute cresce costantemente e sempre più persone iniziano a comprenderne l’importanza.

E’ fondamentale quindi rimanere informati sui trend emergenti sulle criptovalute per essere aggiornati in questo settore in rapida evoluzione.

In questo articolo, esploreremo cinque importanti trends nel mondo delle criptovalute per il 2023. Queste informazioni vi aiuteranno a capire meglio le opportunità di investimento che potreste incontrare nel prossimo futuro.

Se ti interessa fare trading in modo sicuro puoi utilizzare le piattaforme regolamentate come ad esempio quella del broker eToro.

  1. Registrati su eToro
  2. Fai pratica con il conto demo
  3. Deposita denaro sul tuo account
  4. Prova il copy trading
Il 51% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando opera con questo fornitore di CFD. Dovreste valutare se potete permettervi di correre il rischio elevato di perdere il vostro denaro.

Previsioni criptovalute 2023

Quali sono i progetti in grado di emergere quest’anno? Quali porteranno tecnologie utili per il futuro? In questa guida parleremo delle principali tendenze che stanno emergendo nel settore per capire quali sono i settori da seguire e monitorare costantemente nel 2023.

Piccola premessa. Non parliamo dei prezzi di token né di criptovalute che esploderanno, anche perché in questo momento nessuno può fare previsioni o stimare quale saranno le quotazioni future.

Top 5 Tendenze Crypto del 2023

Anzi ci auguriamo che in questo 2023 si faccia una bella pulizia di tanti progetti inutili e che emergano veramente quelle tecnologie realmente utili e destinate ad avere un impatto positivo sul settore.

Primo Trend: Bitcoin

Come primo trend citiamo Bitcoin e questo farà storcere il naso a molti. Bitcoin ha dimostrato nel corso del tempo di avere valore oltre al fatto di aver reso popolare la tecnologia blockchain che utilizzeremo tutti nel futuro.

E’ di fatto una hard money, una moneta che nessuno può censurare o bloccare ed in molti se ne stanno accorgendo in questo inizio di 2023.

Bitcoin Trend

Nonostante le mille difficoltà, il fatto di essere poco “green” e per alcuni versi poco scalabile, Bitcoin ha comunque reagito molto bene in questo momento storico molto difficile per l’economia.

Bitcoin non è lento nelle transazioni perché ha una tecnologia obsoleta, Bitcoin è stato appositamente progettato e costruito in questo modo.

Non sorprende il fatto che il prezzo della sua coin stia salendo così tanto proprio in corrispondenza del fallimento di alcuni istituti finanziari e colossi della finanza. Proveranno a censurarlo, a dire che è una truffa, che inquina, ma Bitcoin ha dimostrato una grande resistenza come alternativa ad un sistema finanziario che di solido ha ben poco.

Possiamo stare le ore a discutere del ruolo che avrà Bitcoin in futuro, se è una riserva di valore o una moneta. Bitcoin è un po’ tutte queste cose.

Per questo motivo riteniamo che dovrebbe essere integrato nelle riserve delle Banche centrali come asset strategico. Purtroppo questo non accadrà mai per ovvie ragioni, per questo motivo appare inevitabile la costruzione di un sistema finanziario e di una infrastruttura che consentirà di operare digitalmente con stablecoin. Questo per portare l’economia verso una maggiore gestione decentralizzata.

Abbiamo visto, infatti, come il ruolo delle Banche centrali sia diventato troppo invadente ed autoritario, ed è probabile che con il crollo di alcuni istituti finanziari, il settore delle criptovalute sia destinato ad essere apprezzato sempre di più.

E quale moneta sarà al centro di tutto se non Bitcoin? Ecco perché riteniamo che Bitcoin sarà una delle tendenze da seguire anche in questo 2023.

Se volete approfondire Bitcoin e la blockchain vi segnaliamo questo video sul nostro canale:

Blockchain: cos’è e come funziona [Funzionamento ed con esempi pratici]
Cos’è la Blockchain? Una Blockchain, traducibile in “catena di blocchi”, è un elenco in continua crescita di record, chiamati blocchi, che sono collegati e p…
Blockchain: cos'è e come funziona [Funzionamento ed con esempi pratici]

The video was uploaded on 3/3/2022.

You can view the video here.

The video lasts for 26 minutes and 43 seconds.

Secondo Trend: Ethereum ed i Layer 2

Un altro trend del 2023 riguarda sicuramente tutta la narrativa legata ad Ethereum e ai layer2 .

Come sapete Ethereum ha rivoluzionato il settore delle criptovalute grazie alla sua capacità di supportare applicazioni decentralizzate (dApps) e smart contract.

Negli ultimi anni, la rete Ethereum ha dovuto affrontare problemi di scalabilità e congestione, con costi di transazione (gas fees) sempre più elevati e tempi di conferma più lunghi. Per risolvere questi problemi, sono iniziate ad arrivare le soluzioni di Layer 2 per la scalabiità.

Ethereum Scaling
Scalabilità con i layer 2 per Ethereum

Durante questo 2023 abbiamo visto degli importanti sviluppi per quanto riguarda i rollups.

Fondamentalmente abbiamo due tipi di rollup:

  • Optimistic Rollup: è un modello che presuppone che le transazioni siano valide “a priori”. Se un validatore ritiene che un potenziale blocco sia non valido si torna indietro e si analizza nello specifico fino a trovare l’errore. La sicurezza dunque viene offerta grazie alla possibilità di eseguire prove su potenziali errori nel caso in cui si sospetti una transazione non valida.
  • ZK Rollups: questo tipo di rollup detto Zero Knowledge Rollup (a conoscenza zero) pressupone invece che i calcoli vengano eseguiti off chain e successivamente venga inviata una prova di validità alla chain senza rivelare niente su questa informazione. Cioè utilizza le prove di validità al di fuori della chain principale comprimendo le transazioni prima di inviare la prova definitiva alla blockchain di Ethereum. Da qui il termine a conoscenza zero.

Ci sono moltissimi progetti che arriveranno su Ethereum. Dopo l’aggiornamento Shangai di Aprile che consentirà di sbloccare gli Ether in staking, i prossimi aggiornamenti potrebbero far decollare questa blockchain.

Uno dei più attesi è sicuramente l’implementazione degli zk Rollups compatibili con il mondo EVM. Due principali concorrenti si stanno contendendo il mercato dei rollups Zero Knowledge e sono Polygon zkEVM e zkSync che stanno provando a fare una versione ZK che sia EVM compatibile.

Da seguire anche Starkware che dal punto di vista tecnologico Starkware utilizza una tecnologia di sicurezza chiamata zk-STARK, acronimo di (Zero-Knowledge Scalable Transparent Arguments of Knowledge). Il progetto di Starkware non ha ancora un token che probabilmente verrà rilasciato con un aidrop e si preannuncia come uno dei progetti più attesi.

Polygon è sicuramente uno dei progetti da seguire col lancio del suo rollup Polygon zkEVM, di fatto il primo zk-Rollup open source ad essere compatibile con la Ethereum Virtual machine.

La seconda narrativa da seguire riguarda gli Optimistic Rollups. Progetti come Optimism e Arbitrum che sta rilasciando il suo token ARB con un airdrop potranno sicuramente crescere in questo 2023.

Attualmente, Arbitrum e Optimism sono i due più grandi optimistic rollup e rappresentano circa l’80% del TVL totale sui layer 2 se si esclude Polygon.

Tutti questi aggiornamenti su Ethereum come i rollups di fatto stanno creando una nuova industria e una serie di progetti innovativi. Resta da capire come si posizioneranno nel mercato e quali saranno i casi d’uso reali.

C’è poi da fare una riflessione finale. Nel momento in cui le soluzioni zk-evm cominciassero a diventare popolari, che senso avrebbero alcuni layer 1 che sono di fatto solo più veloci?

Capirete dunque che non si tratta solo di aggiornamenti che impattano su Ethereum, ma secondo noi anche sull’intera industria crypto.

Probabilmente molti layer 1 si dovranno “specializzare” in qualche compito. Ad esempio Solana, secondo noi, si sta muovendo bene e sta spingendo verso la creazione di una nuova generazione di applicazioni legate al mobile.

Il rilascio di strumenti di sviluppo come il Solana Mobile Stack e l’arrivo dello smartphone Saga, potrebbe risultare una scelta vincente per differenziarsi dalla concorrenza.

Ma cosa faranno gli altri layer 1 quando Ethereum diventerà anche veloce? E’ una domanda che tutti dovrebbero iniziare a porsi.

Per approfondimenti vi rimandiamo a questo video realizzato poco tempo fa sugli updates su Ethereum e le soluzioni di scaling con i layer 2:

Ethereum Scaling: le soluzioni LAYER 2 per la scalabilità (Rollup, Channels, Sidechain)
In questa guida parliamo di soluzioni di scaling per Ethereum. I concetti che andremo a trattare si applicano anche alle blockchain in generale.Il grande uti…
Ethereum Scaling: le soluzioni LAYER 2 per la scalabilità (Rollup, Channels, Sidechain)

The video was uploaded on 1/9/2022.

You can view the video here.

The video lasts for 17 minutes and 15 seconds.

Terzo Trend: Intelligenza Artificiale

L’intelligenza artificiale (AI) sta diventando un trend sempre più rilevante nel mondo delle criptovalute, grazie al suo potenziale di migliorare e ottimizzare diversi aspetti del settore. L’adozione dell’AI nel campo delle criptovalute può portare a innovazioni in termini di sicurezza, efficienza delle transazioni e analisi dei dati, tra gli altri.

Uno degli ambiti in cui l’AI può avere un impatto significativo è la sicurezza delle reti blockchain. Grazie all’apprendimento automatico e all’analisi dei dati, l’AI può aiutare a identificare e prevenire potenziali attacchi informatici, proteggendo le reti blockchain e le criptovalute da minacce esterne. Ad esempio, l’AI può rilevare schemi di comportamento sospetti nelle transazioni e segnalare attività fraudolente.

Ci sono tantissimi altri casi d’uso, in vari ambiti come ad esempio quello dei modelli previsionali o della costruzione di sistemi di trading più intelligenti. Oppure la costruzione di interfacce utente personalizzate a seconda del comportamento dell’utente nelle applicazioni Defi.

Insomma ci potrebbero essere in futuro numerose applicazioni che potrebbero superare il classico concetto della semplice automazione e tendere a modelli sempre più orientati alle analisi predittive.

Abbiamo parlato di criptovalute e intelligenza artificiale in un video che trovate qui sotto:

Criptovalute e Intelligenza artificiale (AI): top 3 progett da seguire nel 2023 (🚀 Potenziale 100x)
Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale e le criptovalute hanno guadagnato un’attenzione sempre maggiore da parte di investitori e sviluppatori in tutt…
Criptovalute e Intelligenza artificiale (AI): top 3 progett da seguire nel 2023 (🚀 Potenziale 100x)

The video was uploaded on 17/2/2023.

You can view the video here.

The video lasts for 17 minutes and 55 seconds.

Quarto Trend: Gaming e NFT

Altro trend da seguire nel 2023 è quello del Gaming e di quei progetti che ricadono sotto la categoria “GameFi“. Fino a questo momento abbiamo visto molto poco in questo settore.

Gli NFT come sapete stanno rivoluzionando il concetto di proprietà digitale, permettendo agli utenti di acquistare, vendere e scambiare beni digitali unici su varie piattaforme blockchain. E i giochi sembrano uno dei settori di maggiore applicazione di questi token.

Il settore dei videogiochi sta rapidamente adottando le tecnologie blockchain e gli NFT per offrire esperienze di gioco innovative e coinvolgenti. Giochi come Axie Infinity, Decentraland e The Sandbox stanno dimostrando il potenziale delle criptovalute e degli NFT nel gaming, consentendo agli utenti di guadagnare criptovalute, partecipare a economie virtuali e interagire con altri giocatori in mondi persistenti e decentralizzati.

Se si riuscirà a raggiungere un numero di giocatori elevato, questi vorranno acquistare e vendere oggetti (NFT), e può emergere un’economia di gioco meno “tradizionale“.

Fino ad oggi però ci sono stati dei problemi. Abbiamo assistito al rilascio di giochi molto diversi da quelli che si aspettano gli appassionati.

Giochi come Axie Infinity per citarne uno, possono essere considerati divertenti e affascinanti secondo voi ?

Quello che ci aspettiamo in questo 2023 è una maturazione di tutto il settore. Vogliamo in poche parole titoli paragonabili a “The Last Of Us” o “Call of Duty” per citare due titoli famosi tra i video giocatori. Per creare questo tipo di giochi servono però investimenti sia di tempo che di denaro. E l’integrazione anche di NFT potrebbe risultare complessa.

Capiamo che ci voglia tempo, ma ricordiamoci che il mercato dei giochi è enorme ed ha tutte le potenzialità per tirare fuori dei progetti più interessanti di un semplice Play To Earn.

Questo trend è comunque destinato a rimanere, magari progetti come Star Atlas (se verrà rilasciato), progetto anche gradevole dal punto di vista della grafica e dell’esperienza di gioco, potranno dare una spinta a tutto il settore.

Il 2023 quindi potrebbe essere un anno di svolta magari con l’affermarsi di giochi in cui le crypto potranno essere realmente utili e non solo portare dei token inutili su cui speculare.

Quinto Trend: Regolamentazioni e Stablecoin

Un altro trend da monitorare nel 2023 è, purtroppo per molti, quello legato alle regolamentazioni e alle stablecoin. Questo trend è guidato dalla necessità di garantire la sicurezza degli investitori, combattere il riciclaggio di denaro, ma anche dalla volontà di promuovere l’innovazione e la crescita economica.

Si combatte su due fronti: in Europa e negli Stati Uniti.

Uno degli sviluppi più significativi in questo ambito è stata l’adozione, da parte dell’Unione Europea, del pacchetto legislativo MiCA (Markets in Crypto-Assets). Questa proposta di regolamentazione mira a creare un quadro normativo armonizzato per le criptovalute, stabilendo requisiti comuni per gli emittenti di crypto-asset e i fornitori di servizi. L’obiettivo è di garantire un elevato livello di protezione degli investitori, promuovere l’integrità del mercato e prevenire rischi sistemici.

Probabilmente la partita più importante si gioca negli Stati Uniti in cui ci sono più progetti ed aziende legate al mondo crypto. Per questo motivo la sfida è quella di attuare un processo di regolamentazione che si il più possibile equo e non sconfini troppo in un settore che vuole essere sempre più decentralizzato.

Abbiamo visto quanto è ingombrante la presenza della SEC negli USA che sta attuando delle politiche troppo aggressive e restrittive paragonando molti progetti crypto alle security e bloccando con multe salate i servizi di prestiti e staking dei principali Exchange.

Una buona regolamentazione dovrebbe portare a normative chiare e alla protezione degli utenti finali. Il settore delle criptovalute non ha, infatti, bisogno di censura e misure aggressive ma di regole certe che favoriscano l’adozione e risolvano il problema di fiducia che c’è nella maggioranza delle persone.

Per raggiungere questi obiettivi occorre definire delle regole di trasparenza sui bilanci degli Exchange o certificare le riserve in modo “univoco” senza che ogni azienda si faccia le sue certificazioni come più le conviene.

Anche in Italia qualcosa abbiamo fatto. E’ arrivata nella legge di Bilancio una vera e propria normativa che fa chiarezza su alcuni aspetti legati alla dichiarazione della detenzione, alle plusvalenze e alla tassazione delle criptovalute.

Le regolamentazioni delle criptovalute rappresentano una sfida per il settore, poiché possono limitare la libertà e la decentralizzazione che lo caratterizzano. Tuttavia, un quadro normativo più chiaro può anche portare a una maggiore adozione di queste tecnologie, rafforzando la fiducia degli investitori e promuovendo la stabilità del mercato. Pertanto, il trend delle regolamentazioni sarà un fattore cruciale per il futuro delle criptovalute e della loro integrazione nel sistema finanziario globale.

Il bisogno di privacy nelle criptovalute

Negli ultimi anni, la privacy è diventata una preoccupazione crescente per gli utenti di criptovalute. La natura decentralizzata e la trasparenza delle blockchain tradizionali, come quella di Bitcoin, consentono infatti di tracciare le transazioni e, in alcuni casi, di associarle a persone reali. Questo ha portato al sorgere di soluzioni legate alla privacy, che cercano di garantire un maggiore livello di anonimato per gli utenti..

Molti progetti hanno iniziato a integrare funzionalità di privacy nei loro ecosistemi. Ad esempio, Ethereum sta lavorando sull’introduzione di meccanismi di privacy tramite i Rollup zero-knowledge (zk-rollups) e altri protocolli di layer-2.

La crescente importanza della privacy nelle criptovalute è dovuta a diversi fattori, tra cui la necessità di proteggere la propria identità e le proprie transazioni finanziarie da malintenzionati, e il desiderio di evitare la sorveglianza governativa.

Sta aumentando sempre di più la consapevolezza sulla necessità di avere transazioni sicure e private.

Bonus Possibile Trend: Modularità

Nel settore crypto si inizia sempre di più a parlare di blockchain modulari.

Le blockchain tradizionali sono costruite tramite un approccio “monolitico” in cui ogni chain fa un po’ di tutto: dall’esecuzione delle transazioni fino alla convalida dei blocchi.

Una blockchain modulare, invece, cerca di costruire dei componenti specializzati in un compito o task. In particolare una blockchain modulare separa il livello di esecuzione da quello di consenso.

Ne abbiamo parlato in questo articolo in cui abbiamo spiegato la differenza tra i due approcci.

Cosmos è stato il primo progetto a lavorare su questo concetto di rete modulare di blockchain. Con l’arrivo della Interchain Security e le novità introdotte da ATOM 2.0 è probabile che questa narrativa continui e si rafforzi.

Blockchain Monolitica vs Modulare

Cosmos offre agli sviluppatori la possibilità di creare le proprie chain indipendenti personalizzando vari aspetti come le transazioni, i linguaggi di programmazione, i modelli di emissione dei token, e dunque potrebbe consentire la creazione di un ecosistema di applicazioni molto interessanti.

Grazie alla Replicated Securityi nuovi progetti potranno utilizzare la sicurezza offerta dal Cosmos Hub, quindi i validatori stessi di Cosmos Hub. La Replicated Security quindi non è altro che un modello di sicurezza condiviso in cui è l’Hub di Cosmos ad offrire la sicurezza, un aspetto molto importante sopratutto per i nuovi progetti anche in termini economici.

Basti pensare a dYdX (una delle applicazioni di margin trading e perpetual) che di fatto ha deciso di passare a Cosmos realizzando la sua blockchain completamente “sovrana“. Cioè la blockchain non dipende da un’altra o da fattori esterni. Quindi una chain può di fatto controllare completamente il suo protocollo tramite il suo token, creare funzionalità aggiuntive per costruire la migliore esperienza utilizzo possibile per le applicazioni.

Ci sono quindi già applicazioni che stanno migrando su Cosmos che sta costruendo un sistema in cui la modularità e la sovranità saranno gli aspetti fondamentali.

Blockchain modulare

Per approfondimenti su questi temi potete consultare un video su Celestia, uno dei progetti di Cosmos che racchiude questi concetti:

Celestia: la prima blockchain modulare su Cosmos e l’airdrop più atteso del 2023
In questa video parliamo di Celestia, una blockchain modulare che verrà lanciata all’inizio del 2023 nell’ecosistema di Cosmos Network.Si tratta uno dei lanc…
Celestia: la prima blockchain modulare su Cosmos e l'airdrop più atteso del 2023

The video was uploaded on 13/1/2023.

You can view the video here.

The video lasts for 21 minutes and 2 seconds.

Top 5 Crypto Trends: le domande frequenti (FAQ)

Quali sono le principali criptovalute da tenere d’occhio nel 2023?

Premesso che non è possibile fare previsioni accurate, è probabile che le criptovalute da monitorare saranno quelle più capitalizzate come Bitcoin ed Ethereum e quelle che stanno sviluppando più tecnologie come Solana, Polygon e Cosmos.

Come posso individuare criptovalute emergenti e promettenti?

Per individuare criptovalute emergenti, è importante analizzare vari fattori come la tecnologia sottostante, il team di sviluppo, il supporto della comunità e le partnership strategiche. Seguire notizie e gli account twitter ufficiali può aiutare a scoprire progetti promettenti.

È sicuro investire in nuove criptovalute?

Investire in nuove criptovalute comporta rischi, poiché alcune potrebbero non avere successo a lungo termine. È importante fare ricerche approfondite e diversificare il proprio portafoglio per ridurre i rischi associati all’investimento in criptovalute emergenti.

Cinque tendenze crypto per il 2023

Conclusioni

In questa guida abbiamo visto quali potrebbero essere i trend emergenti del 2023 nel settore crypto. Sono dei settori molto interessanti da monitorare in quanto potrebbero portare tecnologie e maggiore adozione.

Quest’anno potrebbe essere l’anno della svolta in cui finalmente molte persone riusciranno a capire il valore di alcuni progetti. In particolare Bitcoin sta emergendo come una tecnologia in grado di fare la differenza, non solo un asset su cui investire, ma una vera alternativa alla finanza tradizionale sempre più in crisi e sotto il controllo stringente delle Banche centrali.

Si stanno sviluppando varie narrative nel settore, da Bitcoin ai layer 2 su Ethereum, all’intelligenza artificiale e tante altre tendenze.

Vogliamo sapere naturalmente anche il tuo parere, commentate qui sotto e fateci sapere cosa ne pensate e quali saranno secondo voi i trends da seguire nel 2023.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.

Digital marketing specialist | Blockchain enthusiast | Mi occupo di temi legati alla finanza personale, investimenti e trading sulle criptovalute.