Cosmos (ATOM): come funziona l’Internet of Blockchains

In questa guida parliamo di Cosmos, che può essere considerato uno dei progetti più importanti nel panorama delle criptovalute.

Cosmos Network è un progetto che consente di sviluppare e costruire, tramite il Cosmos Sdk, altre blockchain. Per questo motivo è definita come Internet of blockchain, ovvero fa layer 0 per la costruzione di altri progetti e protocolli. Il suo token di governance è ATOM.

Con l’arrivo di Cosmos 2.0 è ritornata l’attenzione del mondo crypto per questo progetto che rivoluzionerà la sua tokenomics ed introdurrà novità interessanti come l’Interchain Security.

Cerchiamo di capire allora come funziona Cosmos, perché è importante per tutto il settore delle criptovalute e cos’è ATOM.

Se volete investire sulle criptovalute, la soluzione più conveniente è quella dei contratti CFD. Con i broker regolamentati si può, infatti, negoziare sull'andamento del prezzo. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute.

Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Che cos’è Cosmos?

Cosmos è una rete decentralizzata di blockchain parallele e indipendenti, un ecosistema di applicazioni e servizi interconnessi.

Il token di governance di Cosmos è ATOM, un token che consente di garantire la sicurezza della rete e di pagare anche le commissioni (fees) per le varie transazioni.

Cosmos Network

Sul sito ufficiale, Cosmos è definito come l’Internet delle Blockchain, cerchiamo di capire perché.

Un’ecosistema completo ed un universo fatto da applicazioni e servizi interconnessi.

Queste applicazioni e servizi comunicano tra loro e si connettono tramite IBC (Inter Blockchain Communication Protocol), un protocollo che consente di trasferire asset tra blockchain eterogenee in modo decentralizzato.

Come vedremo l’IBC gioca un ruolo fondamentale in quanto permette le transazioni cross chain a tutte le blockchain compatibili col mondo Cosmos.

Questa comunicazione è possibile grazie al cuore della rete che è Cosmos Hub, una blockchain fondamentale che fornisce i servizi base per l’interconnessione.

Cosmos è effettivamente un progetto che ha dei fondamentali e che ha senso di esistere in quanto ha una grande utilità.

👍 Cosa èRete decentralizzata di blockchain parallele e indipendenti, un ecosistema di applicazioni e servizi interconnessi.
✅ CaratteristicheCosmos SDK / Tendermint / IBC / Interchain Security
💰TokenATOM
🥇Migliori piattaforme per fare trading su cryptoeToro / ActivTrades
🥇Miglior exchange per comprare cryptoBitpanda

Migliori piattaforme per investire in criptovalute

Prima di vedere quelle che sono le caratteristiche principali di Cosmos vi segnaliamo alcune delle piattaforme certificate per investire sulle criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Trading Bitcoin, criptovalute

79% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

broker premiato
demo gratuita
Migliori spread del mercato
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificiale
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualità

Architettura di Cosmos

Cosmos è una blockcchain decentralizzata che consente di costruire blockchain parallele. Il centro di tutto ed è anche la blockchain principale è Cosmos Hub che funziona come una sorta di fulcro, un po’ come funziona Ethereum che fa da layer 1 per molti progetti.

Partiamo con l’architettura di base di Cosmos che si propone di superare di superare i limiti delle blockchain tradizionali.

Nella guida relativa alla blockchain, che trovate sul sito, abbiamo visto quelle che sono le fasi della costruzione di una chain.

Blockchain: architettura logica

Una blockchain concettualmente (livello logico) può essere divisa per livelli:

  • un livello applicativo
  • un livello di consenso
  • un livello di rete o networking vero e proprio.

La fase di costruzione richiede lo sviluppo della rete, un algoritmo di consenso e lo strato delle applicazioni.

Ethereum ha cercato di inserire un livello di astrazione per rendere la vita facile agli sviluppatori rilasciando la Ethereum Virtual Machine, una tecnologia che consente di sviluppare le applicazioni in modo decentralizzato.

Ci sono però ancora dei limiti che non sono stati superati. Ad esempio Ethereum consente di eseguire contratti intelligenti, ma ha un numero di transazioni basso e di conseguenza dei costi di transazione altissimi.

Per questo motivo sono nate quelle chain che si sono sempre proposte come Ethereum Killer come Solana ad esempio che ha aumentato il TPS (cioè il numero di transazioni per secondo).

Altro limite sta nella governance in quanto per fare una modifica è necessario il consenso della piattaforma sottostante.

Vediamo l’architettura di Cosmos in questa slide.

Cosmos Architettura

Cosmos, quindi, ha creato questa architettura modulare fatta da zone e hub:

  • zone: che non sono altro che blockchain eterogenee tradizionali
  • hub: cioè blockchain speciali che consentono di collegare le varie zone tra loro. Il primo hub lanciato per la costruzione della rete si chiama Cosmos Hub ed ATOM è il suo token.

Le comunicazioni tra queste componenti vengono ottimizzate attraverso connessioni IBC.

IBC sta per Inter Blockchain Communication Protocol ed è un protocollo cross chain che permette le transazioni a tutte quelle blockchain compatibili col mondo Cosmos. Cioè permette di trasferire fondi in modo semplice e trasparente da una blockchain ad un’altra.

Nell’architettura di Cosmos, ogni zona stabilisce delle connessioni limitate con pochi hub e dunque questo meccanismo consente la scalabilità, che come abbiamo detto era uno dei limiti delle blockchain tradizionali.

L’architettura di Cosmos è modulare, vediamo come si compone:

Partiamo dal basso:

  • A livello base abbiamo le componenti di rete e di consenso, ovvero i protocolli di comunicazione tra i diversi nodi. Cosmos, per superare i limiti delle blochain tradizionali, utilizza il framework Tendermint, una soluzione che tramite astrazione impacchetta le componenti di consenso e di rete in un motore generico e replicabile. In questo modo gli sviluppatori si possono concentrare sullo sviluppo di applicazioni senza impazzire con i complessi protocolli sottostanti
  • Nello strato centrale abbiamo un livello applicativo ovvero abbiamo l’Application Blockchain Interface
  • Cosmos SDK, un framework che permette lo sviluppo di applicazioni (è possibile usare i tradizionali linguaggi di programmazione come Java, C++, Go e così via)

Vediamo come funzionano nel dettaglio queste componenti.

Tendermint

Abbiamo detto che costruire una blockchain può essere suddivisa per livelli tra cui quelli relativi al networking.

Tendermint è un framework che impacchetta le componenti di consenso e di rete in un motore generico e replicabile. Permette quindi agli sviluppatori di concentrarsi sullo sviluppo delle applicazioni piuttosto che sui protocolli di rete sottostanti.

Dunque fa risparmiare moltissimo tempo nello sviluppo fornendo un framework replicabile ed utilizzabile

Cosmos Tendermint

Tendermint utilizza l’algoritmo di consenso Byzantine fault tolerant (BFT). Per semplificarlo richiamo il concetto in Informatica del famoso problema dei generali bizantini, in cui in un ipotetico conflitto, ogni generale ha il suo esercito e deve decidere se attaccare o ripiegare. Tutti devono arrivare ad un consenso ed eseguire la decisione in modo sincronizzato.

In buona sostanza,e nel contesto della blockchain, i generali sono i nodi della rete che devono mettersi d’accordo ed arrivare ad un consenso distribuito.

L’unico modo è arrivare alla maggioranza, cioè che i 2/3 dei nodi raggiungano il consenso.

In poche parole la rete funziona anche se 1/3 dei nodi fallisce o si comportano in modo malevolo o disonesto.

Per fare questo Tendermint BFT comunica tramite il protocollo che avevamo visto nello strato centrale ovvero l’Application Blockchain Interface.

Tendermint BFT è un blockchain engine, ovvero gestisce solo il networking e il consenso per una blockchain, cioè aiuta i nodi a propagare le transazioni e i validatori a concordare un insieme di transazioni da aggiungere alla blockchain.

Cosmos SDK

Nello strato superiore abbiamo il Cosmos SDK, cioè un framework che consente di creare blockchain indipendenti ed in grado di comunicare tra di loro.

Cosmos SDK

SDK sta ovviamente per Software Development Kit, ovvero un kit di sviluppo.

Il Cosmos SDK consente quindi di semplificare il processo di sviluppo.

Il Cosmos SDK:

  • è modulare e quindi consente di creare un ecosistema fatto di moduli riusabili che possono essere poi importati nella propria blockchain. Ad esempio su Ethereum si usa Solidity, qui possiamo usare anche altri linguaggi di programmazione e poi riusare il codice in altri moduli.
  • supporta la Proof of Stake quindi un modello di consenso basato sullo staking ovvero su quanti token possiede un validatore. Un nodo validatore è un nodo speciale che detiene un certo quantitativo di token delegati da altri utenti, e tramite questo, partecipa al consenso della rete contribuendo alla sicurezza e convalidando i blocchi.
  • è Open Source dunque chiunque può creare la propria blockchain e lanciare le sue applicazioni decentralizzate in pochissimo tempo.

Tutte queste caratteristiche hanno consentito di creare tante applicazioni e blockchain con questo framework.

Crypto.com e Osmosis, ad esempio sono stati realizzati proprio grazie al network di Cosmos. E dunque, come vedremo, è possibile per esempio trasferire fondi in modo instantaneo da Cronos a Cosmos per esempio.

IBC (Internet Communication Protocol)

Altro componente fondentale è il layer dedicato alla comunicazione, ovvero IBC che sta per Inter Communication Protocol ed è un protocollo che consente di trasferire token tra reti eterogenee.

Come comunicano i nodi della rete in due blockchain differenti? Attraverso IBC

Vediamo come avviene in questo grafico il trasferimento.

Cosmos IBC

Supponiamo che la chain A voglia inviare dei token alla chain B.

Avvengono questi passaggi:

  1. Le due chain si scambiano informazioni per tenere traccia del trasferimento in modo bidirezionale. Ogni chain diventa in buona sostanza un client “light” dell’altra chain
  2. Quando parte il trasferimento IBC avviene il bonding ovvero gli asset vengono bloccati sulla chain A
  3. Successivamente abbiamo una fase di proof of relay ovvero viene inviata una “prova di impegno” che i fondi sono in bonding sulla chain A alla chain B (cioè sono congelati sulla chain A)
  4. A questo punto la chain B effettua la validazione e se è valida vengono creati sulla chain B dei vouchers corrispondenti al corrispettivo bloccato sulla chain A. Se ad esempio la chain A vuole inviare 10 ATOM, sulla chain B viene creata una “rappresentazione” dei 10 ATOM
  5. Ora i fondi possono essere trasferiti sulla blockchain di destinazione e vengono sbloccati

Tra le altre cose, IBC viene utilizzato anche per ottimizzare le connessioni.

Se infatti Cosmos avesse collegato con IBC direttamente le blockchain senza l’architettura con hub e zone viste prima il numero di connessioni sarebbe enorme e dunque andrebbe contro il principio di scalabilità per cui è stato creato. Ogni nodo contiene dunque un light client delle chain adiacenti in modo da ottimizzare il tutto.

Ogni blockchain, infatti, sarebbe stata costretta ad avere connessioni IBC dirette con tutte le altre. Capite bene che è una situazione non sostenibile.

Riepilogando, quindi, le caratteristiche principali di IBC sono le seguenti:

  • è open source e consente la trasmissione di asset tra blockchain eterogenee
  • permette a blockchain indipendenti di scambiare token in modo trustless (ovvero senza preoccuparsi della fiducia). I dati vengono inviati tramite un canale dedicato (light client) ed autenticati una volta raggiunta la chain di destinazione
  • Le blockchain collegate non comunicano direttamente tra loro ma inviano pacchetti di informazioni tramite questi canali dedicati

Il token ATOM

Come anticipato, Cosmos prevede anche una coin nativa che si chiana ATOM.

La supply di ATOM attualmente è di circa 260 milioni di token, ma ci sono già proposte allo studio (quelle di ATOM 2.0) per modificarne la tokenomics.

Non c’è limite all’emissione di token ATOM e viene decisa in modo dinamico dalla rete, osservano le linee guida della governance del protocollo.

Atom Supply

Grazie al fatto di poter costruire blockchain autonome, ATOM non è stato molto impiegato in passato in quanto ogni rete utilizza i suoi token per la governance ed il pagamento delle gas fees.

D’altronde, la rete Cosmos è strutturata in modo da sfruttare il lavoro centinaia di validatori, che sono responsabili del processo di generazione e validazione dei blocchi all’interno della rete.Il lavoro dei validatori viene ricompensato appunto con i token ATOM.

Il token ATOM quindi funziona come meccanismo per prevenire l’uso improprio della rete, quindi per scoraggiare lo spam. Oltre ad evitare l’accesso ai servizi di rete ma anche come sistema di governance all’interno della rete. Infatti, i possessori di token ATOM possono esprimere voti in proporzione al loro possesso di ATOM.

Gli annunci fatti al CosmoVerse (la conferenza su Cosmos) portano a pensare che la tokenomics di ATOM verrà modificata per dare maggiore valore intrinseco al token.

Ad oggi è possibile solo partecipare alla governance mettendo in staking ATOM con percentuali APY di circa il 9,7% annuo.

ATOM può essere acquistato sui seguenti Exchange:

EXCHANGE
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Più grande exchangeNumerose criptovaluteISCRIVITI
In evidenza
Crypto IndexExchange EuropeoISCRIVITI
App facile da usareCarta VISAISCRIVITI
Criptovalute principaliFacile da usareISCRIVITI

Il Wallet Keplr

Sul sito del Cosmos Network possiamo trovare nella sezione Wallets, una serie di portafogli digitali che ci consentono di operare con i token di Cosmos Network.

I wallets sono utilizzabili anche da smartphone e sono disponibili sia per iOS Iphone che per Android.

Il wallet più utilizzato è sicuramente Keplr, che può essere utilizzato sia in versione desktop che come estensione di Chrome. Ovviamente è possibile utilizzarlo come Metamask, oppure collegarlo ad un hardware wallet come il Ledger.

Keplr Wallet: Dashboard

Come vedete i questa schermata abbiamo la Dashboard con le seguenti informazioni:

  • In alto a Sinistra una volta collegato il wallet possiamo vedere l’indirizzo del nostro portafoglio che inizia con ‘cosmos’ seguito da altri caratteri. Se cambiamo chain e andiamo su Osmosis avremo un indirizzo che inizia per ‘osmo’
  • Total Asset Value: ci indica il controvalore in dollari dei token depositati su Cosmos
  • Total Claimable Rewards: ci indica il controvalore dei token guadagnati tramite staking. Cliccando su una Chain possiamo vedere l’elenco dei validatori e l’APR dello staking disponibile
  • Sulla sinistra troviamo l’elenco delleblockchain Chain disponibili: vediamo Cosmos, Osmosis, Secret Network e così via.

Cliccando su una Chain, ad esempio Cosmos possiamo vedere questa schermata:

Keplr Wallet: Cosmos Hub Chain

che sintetizza varie informazioni come il Total Balance, i fondi messi in staking, i guadagni eventuali che possono essere reclamati (“claim”) e l’elenco dei validatori a cui delegare i fondi in staking.

Cliccando su una singola scheda di un validatore, ad esempio Stake.fish di apre una finestra in cui vediamo le commissioni ed un pulsante Delegate per mettere in Staking i nostri fondi.

Keplr: Staking Atom

Se avete dei fondi da mettere in staking inserite l’importo e cliccate su Delegate. Dopo 21 giorni circa è possibile sbloccarli e toglierli dallo staking.

Ricordiamo che si tratta di un vero staking e non di earning come avviene su Crypto.com o Binance. Cioè delegando i propri fondi si partecipa alla governance della rete e si può anche votare.

Infatti nella sezione Governance di ogni blockchain possiamo vedere le proposte di modifiche attualmente in corso di votazione.

Vantaggi di Cosmos

Cerchiamo allora di riepilogare dunque i vantaggi e le caratteristiche principali di Cosmos.

  1. Cosmos consente di sviluppare facilmente blockchain grazie a Tendermint BFT e Cosmos SDK
  2. Sicurezza garantita dal sistema sviluppato in quanto ogni blockchain costruita sfrutta meccanismi di sicurezza collaudati
  3. Garantisce l’interoperabilità tra blockchain che operano in maniera autonoma
  4. Permette di trasferire asset e dati tramite IBC
  5. Rende possibile la scalabilità grazie all’efficienza delle transazioni e grazie al fatto che ogni applicazione ha una sua blockchain

Cosmos dunque è un ecosistema completo costruito grazie a strumenti modulari ed intercambiabili che rendono la vita facile agli sviluppatori.

Questi strumenti sono la base per creare il sistema finanziario globale che ci aspettiamo tutti in futuro.

Cosmos: Video approfondimento

Abbiamo preparato un video che spiega come funziona la blockchain di Cosmos con tutte le sue componenti: da IBC fino a Cosmos Hub, Cosmos SDK. Una introduzione ai progetti migliori come Osmosis e Secret Network oltre alle novità di alcuni progetti Defi come Desmos e Evmos.

Cosmos (ATOM): blockchain, staking, Keplr Wallet, progetti Defi Osmosis e Secret Network
Cos’è Cosmos? Si tratta di una rete decentralizzata di blockchain parallele e indipendenti, un ecosistema di applicazioni e servizi interconnessi.Il token d…
Cosmos (ATOM): blockchain, staking, Keplr Wallet, progetti Defi Osmosis e Secret Network

The video was uploaded on 7/4/2022.

You can view the video here.

Cosmos (ATOM): le domande frequenti

Cos’è Cosmos?

Cosmos è una rete decentralizzata di blockchain parallele e indipendenti, un ecosistema di applicazioni e servizi interconnessi. Permette la costruzione di blockchain grazie al Cosmos SDK, un framework open source.

Cos’è Atom 2.0?

Si tratta di una proposta di modifica al protocollo di Cosmos che prevede una revisione della tokenomics di ATOM e l’introduzione di altre novità come Interchain Security.

Quali sono le migliori piattaforme per comprare Cosmos (ATOM)?

E’ possibile utilizzare broker come eToro e Capital.com oppure su exchange come Binance.

Cosmos Network: riepilogo

Conclusioni su Cosmos Network

Abbiamo visto in questa guida come funziona Cosmos e la sua importanza per l’intero settore crypto.

Si tratta di un progetto molto importante, un layer zero che fa da base per molti altri progetti che vogliono costruire una blockchain delegando gli aspetti di rete e sicurezza.

L’interoperabilità è uno degli aspetti che sarà sempre più importante in futuro e Cosmos da questo punto di vista è stato sempre in prima linea.

Seguiremo naturalmente lo sviluppo di ATOM e le novità che arriveranno su Cosmos sopratutto nella versione 2.0 che è in fase di sviluppo.

Il Cosmos Network dunque sembra essere destinato a diventare uno dei pilastri del mondo crypto grazie alle tecnologie che sta sviluppando e diventare sempre più importante.

Per investire in criptovalute potete sempre utilizzare gli exchange per comprare ATOM o fare trading sulle piattaforme regolamentate.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.