Come investire in crypto partendo da zero

In questa guida vedremo cosa significa investire in criptovalute partendo da zero. Col termine “investire” si indica l’attivia di compravendita di criptovalute con l’obiettivo di approfittare dei movimenti di prezzo (rialzista o ribassista) per ottenere un guadagno.

Investire in criptovalute è una attività che ha come asset di riferimento le crypto, dunque strumenti molto volatili e rischiosi. Molti investitori hanno fatto nel passato profitti con le crypto ma questo non significa che si tratta di un settore semplice in cui muoversi. Molte persone infatti perdono soldi o li hanno persi in passato.

Conviene quindi investire in crypto? In questo articolo cercheremo di capire alcuni aspetti basilari:

  • Cosa vuol dire investire
  • I rischi dell’investimento in criptovalute
  • Come iniziare a muoversi nel mercato partendo da zero e quindi dalle basi
  • Quali piattaforme e strumenti utilizzare
  • Su quali criptovalute investire

Bisogna come prima cosa sfatare il mito del guadagno facile e cercare di capire che esistono svariati metodi per investire nelle criptovalute. Ad esempio non tutti sanno che oltre a detenere le monete digitali in un portafoglio (wallet) esistono anche altri strumenti regolati come i derivati, i perpetual, le opzioni.

Ci sono poi piattaforme che permettono di fare investimenti più “speculativi” approfittando delle oscillazioni del prezzo. Pensiamo ad esempio ad eToro, una delle piattaforme di investimento più apprezzate.

Si tratta di una piattaforma che offre numerosi crypto asset oltre alla possibilità di copiare le operazioni dei migliori investitori. Ovvero si possono selezionare in base ai risultati raggiunti (che non sono garanzia di profitti futuri) e copiarne le operazioni.

Puoi iniziare ad investire in crypto su eToro partendo da qui.

Cosa vuol dire investire in criptovalute

Prima di capire come iniziare cerchiamo di capire cosa vuole dire investire.

Con il termine investimento si fa riferimento ad una attività finanziaria che ha come obiettivo quello di far crescere il capitale dell’investitore attraverso l’acquisizione di asset, la vendita o la creazione di nuovi asset. Dalla definizione siamo portati a pensare dunque ad una attività che ha un’orizzonte temporale lungo.

Quindi siamo portati a pensare che investire in criptovalute significa solo una cosa: acquistare delle crypto su un exchange, lasciarle parcheggiate in un wallet o su un exchange per poi sperare che un giorno si apprezzino di valore.

Investire in crypto partendo da zero

Non è affatto così. Oggi il semplice buy and hold (compra e detieni) non ha alcun senso perché i mercati finanziari sono molto cambiati nell’ultimo decennio.

Se fino a quache anno fa questa strategia ha funzionato per molti, non è detto che funzioni nel futuro. Ad esempio se ricordate nel 2017 ci fu una grande bull run per le criptovalute con Bitcoin che raggiunse uno dei suoi massimi per poi crollare inesorabilmente nel 2018. Molti principianti hanno perso o venduto in perdita, altri investitori più esperti invece sono stati in grado di gestire i rischi e coprirsi.

E cosa è successo a chi ha comprato crypto nel Novembre 2021? Ha visto inevitabilmente crollare il proprio investimento.

Come hanno fatto? Semplice hanno utilizzato i tanti strumenti messi a disposizione dalla finanza. Questi investitori hanno studiato le basi e sanno che comprare criptovalute non è l’unico metodo per guadagnare.

Oggi ci sono numerosi strumenti che possiamo usare sia in finanza tradizionale che nelle crypto:

  • Strumenti derivati per investire sia al rialzo che al ribasso
  • Staking di crypto
  • Funzionalità di earning degli exchange
  • Perpetual e strumenti in leva

Sono strumenti semplici? Assolutamente no perciò è bene conoscerli per sapere che ci sono tante opportunità per investire in crypto partendo da zero, anche alla portata dei principianti.

👍 Cosa significaComprare e vendere criptovalute con l’obiettivo di approfittare dei movimenti di prezzo (rialzista o ribassista) per ottenere un profitto.
✅ StrumentiExchange / Piattaforme CFD / Opzioni / Staking
👥 Chi può farloTutti
🥇Migliori piattaforme per fare trading su cryptoeToro / Capital.com
🥇Migliori exchange per comprare cryptoFTX / Binance

Investire in criptovalute: come iniziare?

Fatte le dovute premesse e capito che le criptovalute sono uno strumento di investimento molto affascinante cerchiamo di capire come si investe in criptovalute perché è fondamentale capire da dove dobbiamo partire.

In generale un investitore può iniziare scegliendo tra due opzioni:

  1. Comprare criptovalute su un Exchange centralizzato
  2. Comprare e vendere crypto (trading) su piattaforme CFD regolamentate

in realtà anche nell’opzione 1 e cioè quella degli exchange si può fare trading ma lo vedremo con calma più tardi.

Quello che dobbiamo valutare è l’Exchange da utilizzare in quanto non sono tutti uguali. In generale per queste piattaforme dovremmo valutare:

  • se ha una regolamentazione per operare in Italia
  • quali servizi offre
  • qual è la sua reputazione online
  • quali criptovalute consente di acquistare
  • quali volumi di scambio ci sono ogni giorno

approfondiremo meglio questi aspetti in seguito. Per iniziare è sufficiente iscriversi e fare la procedura di riconoscimento di identità (KYC) allegando la carta di identità e la prova di residenza.

Fatto questo potremo iniziare a depositare e ad acquistare le nostre crypto.

Uno dei vantaggi degli exchange è la grande liquidità che hanno a disposizione, pensiamo ad esempio a Binance, tra gli svantaggi quello che possono fallire o ci possono essere truffe che ci portano a perdere denaro.

La seconda opzione prevede invece di utilizzare il trading CFD, iscrivendosi ad una delle piattaforme di trading che permettono di negoziare sulle crypto. In questo secondo caso si cercherà l’investimento che riguarda l’andamento o il movimento del prezzo da sfruttare per aprire ordini di acquisto e vendita.

Questa seconda modalità è apprezzata dagli investitori in quanto segue meglio l’andamento dei mercati tenendo conto anche delle fasi ribassiste. In più richiede dei capitali minimi per poter iniziare.

Lo svantaggio principale sta nel fatto di non detenere l’asset in quanto non c’è l’acquisto diretto della criptovaluta, ma una negoziazione sul prezzo. Quella dei contratti per differenza e di altri strumenti derivati rimane comunque una opzione valida che permette di cavalcare i trends del mercato.

Come si investe in criptovalute ?

Abbiamo visto quali sono le modalità principali per iniziare. Ma come si investe in criptovalute?

Ci sono molte piattaforme di investimento apprezzate per il fatto di consentire alcuni tipi di operazioni:

  • L’acquisto di criptovalute per poter fare profitti quando aumentano di prezzo e dunque di valore
  • La vendita allo scoperto, per guadagnare quando il valore scende e dunque diminuisce il prezzo

Da un punto di vista pratica basta capire che è possibile negoziare anche quando il valore diminuisce, non solo quando sale. Quindi è possibile comprare criptovalute quando stanno per salire mentre si può vendere allo scoperto o utilizzare strumenti di copertura quando si pensa che il prezzo scenderà.

Dove investire in Criptovalute: le piattaforme CFD

Per procedere con il trading di criptovalute tramite CFD bisogna come prima cosa selezionare un broker.

Rispetto agli exchange, i broker sono regolamentati da enti di controllo. Ad esempio hanno regolamentazioni europee e devono essere registrati in Consob per poter operare. Inoltre seguono le regole finanziarie dell’ESMA.

Non tutte queste piattaforme sono uguali. Molte ad esempio non supportano la vendita allo scoperto, altre sono complesse da utilizzare. Per aiutare coloro che iniziano a investire in criptovalute per la prima volta, abbiamo cercato di analizzare e selezionare alcune delle piattaforme più semplici per iniziare, adatte ad ogni tipo di utenza.

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Trading Bitcoin, criptovalute

79% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

broker premiato
demo gratuita
Migliori spread del mercato
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificiale
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualità

Vediamole nello specifico.

eToro

eToro è una delle soluzioni principali per investire in crypto, adatta anche ai principianti. Una delle funzionalità di spicco è sicuramente il Copy Trading, ovvero la possibilità d copiare le operazioni degli iscritti alla piattaforma.

Come funziona? Il tutto è molto semplice, grazie al software si può cercare nella piattaforma l’elenco degli utenti che si vogliono copiare, filtrandoli ed ordinandoli per performance e per numero di followers. Fatto questo si decide il capitale da investire (anche minino) attivando la copia.

In questo modo si ha un doppio vantaggio: è possibile iniziare subito a investire in crypto anche se si è agli inizi e si può anche imparare dai migliori.

Per iscriverti su eToro vai qui ed inizia subito.

Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri.

Capital.com

Capital.com è un altro broker molto famoso. Si caratterizza per l’offerta all’avanguardia, varia e ricca, nonché composta esclusivamente da CFD. Capital.com presenta alcune peculiarità. In primo luogo, l’offerta di conti è molto corposa, e si adatta alle caratteristiche del trader, che ha la sensazione che gli venga cucita addosso.

Soprattutto, Capital.com propone il deposito minimo iniziale più basso del mercato. Bastano solo 10 euro per poter iniziare a fare trading! Sullo sfondo, un approccio ai costi di trading comunque accomodante: le commissioni sono azzerate, al loro posto i “soliti” spread, che però sono molto bassi.

Per iscriverti su Capital vai qui ed inizia subito.
83.45% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

XTB

XTB è un altro broker ideale per chi vuole cominciare a investire in criptovalute partendo da una piattaforma affidabile.

Parliamo infatti di un software tra i più semplici da usare oltre alla possibilità di farsi seguire da esperti di criptovalute che offono segnali e indicazioni sull’andamento dei mercati.

Un altro grande vantaggio sta nella possibilità di scaricare in modo gratuito uno dei migliori corsi di trading disponibili nel mercato. Il corso di XTB è adatto anche ai principianti e comprende molto materiale formativo con cui iniziare a studiare i mercati, non solo le criptovalute.

Puoi scaricare gratis il corso di XTB cliccando qui.

Investire in criptovalute attraverso gli exchanges

L’altra soluzione di investimento crypto di cui abbiamo parlato in precedenza è quello degli Exchange.

Un Exchange è una piattaforma centralizzata ovvero è gestita da società (generalmente con sede fuori dell’Europa) e non opera in modo decentralizzato. Ciò significa che può fallire e portare alla perdita del proprio patrimonio crypto. E’ comunque il punto di accesso per molti al settore.

Un Exchange Cefi permette di scambiare criptovalute in fiat (euro, dollari) oppure in altre criptovalute. Per iniziare, dopo essersi registrati, basta depositare con carta di credito o Bonifico ed iniziare ad acquistare le proprie criptovalute.

C’è da dire che exchange come Binance (clicca qui per aprire un account) si sono evoluti nel tempo offrendo la possibilità anche di fare trading.

Supportano infatti sia l’inserimento di ordini market (a mercato) oppure la possibilità di operare con ordini limit. Per un approfondimento di questi concetti consulta la nostra recensione su Binance.

Tra i vantaggi degli exchange ci sono le commissioni basse, la possibilità di depositare direttamente in crypto se si ha già un portafoglio crypto, la possibilità di avere un wallet integrato.

Ecco le principali soluzioni exchange per investire in crypto:

EXCHANGE
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Più grande exchangeNumerose criptovaluteISCRIVITI
In evidenza
Crypto IndexExchange EuropeoISCRIVITI
App facile da usareCarta VISAISCRIVITI
Criptovalute principaliFacile da usareISCRIVITI

Rischi dell’investimento in crypto

Fin qui sembra tutto bello ma non bisogna commettere l’errore di pensare che l’investimento in criptovalute sia un modo per guadagnare soldi facili.

La storia insegna che ci sono molti che sono riusciti a guadagnare con Bitcoin ad esempio o con altre crypto, ma ci sono anche molte persone che hanno perso soldi.

Ci sono dunque dei rischi che vanno considerati e che dipendono sopratutto da alcuni aspetti:

  1. il fatto di investire in qualcosa che non si conosce
  2. una mancata gestione delle emozioni che spesso portano a scelte sbagliate come vendere in perdita o comprare in piena FOMO
  3. l’affidarsi a piattaforme truffa solo perché attratti da rendimenti elevati
  4. l’investire in token dal valore basso per poi sperare un giorno di diventare ricchi finendo per perdere soldi

Tutte queste cose sono un rischio per l’investimento in criptovalute ed bene conoscere tutti i singoli aspetti. Ad esempio ci sono sistemi che promettono di fare guadagni facili ma che si rivelano poin in realtà truffe.

Per evitare questo basta come prima cosa usare piattaforme per criptovalute che siano regolamentate a livello europeo in modo da essere tutelati come investitori.

Le criptovalute stanno diventando sempre più popolari tra gli investitori ma la maggior parte di essi vogliono solo speculare. Il valore di Bitcoin ad esempio può oscillare anche del 10% o più in una singola giornata, che è tanto per i mercati finanziari. E così capita di vendere quando il prezzo scende in preda all’ansia solo perché non si conosce il settore.

Altri rischi da considerare sono dovuti a fattori esogeni:

  • Rischio delle regolamentazioni da parte delle autorità: come sappiamo in Europa sono allo studio normative sulle stablecoin, sugli NFT e l’imposizione di regole agli exchange che possono essere anche bloccati dalle autorità
  • Impatto dei criteri ESG: molte criptovalute sono controllate nell’ottica dei criteri Environmental, Social and Governance (ESG) di cui si parla molto. Questo potrebbe portare alcune criptovalute più energivore (es: Bitcoin?) a soffrire nel corso degli anni
  • Malfunzionamenti, hacking degli exchange e piattaforme Defi: eventuali attacchi agli exchange (già avvenuti in passato) o crollo di piattaforme Defi potrebbero mettere al rischio i soldi degli investitori

E’ anche vero che spesso queste grandi piattaforme hanno delle assicurazioni e sono così grandi che riescono a far fronte agli attacchi ed hanno dei sistemi molto sicuri. Inoltre sarà sempre più difficile per i governi bloccare con regolamentazioni un settore ormai in crescita esponenziale.

Tuttavia sono dei rischi che devono essere considerati.

Investire in criptovalute conviene?

Ci chiediamo quindi ora quali sono i motivi che possono rendere l’investimento in crypto conveniente per il futuro.

Il mercato delle criptovalute è stato sempre attaccato dai media e definito come bolla speculativa. Durante il corso di quest’anno abbiamo assistito al crollo di tutti i mercati con titoli azionari insospettabili che hanno fatto anche un -15% in una sola giornata e non sono stati mai etichettati come bolla.

Sparare a zero su un settore che NON si conosce è facile. Fortunatamente il mercato crypto è diventato sempre più autorevole e negli ultimi tre anni ha raggiunto una notevole maturità. Il suo futuro dipenderà da alcuni aspetti fondamentali:

  • L’adozione e la crescente domanda
  • La nascita di progetti utili ad una massa di persone sempre più ampia e non solo agli addetti ai lavori
  • La maggiore adozione della blockchain come tecnologia
  • L’ingresso nel mercato di grandi investitori istituzionali

Se questi fattori saranno rispettati probabilmente possiamo aspettarci degli investimenti in criptovalute che daranno grosse soddisfazioni ai fortunati e che non faranno altro che incrementare la ricchezza degli investitori.

Bitcoin sta diventando sempre di più un asset da conservare, Ethereum porta sempre alla nascita di nuovi progetti e tante altre blockchain vogliono diventare una alternativa concreta ai tradizionali sistemi di pagamento.

Nonostante il mercato ribassista del 2022 molti investitori hanno visto nelle criptovalute un buon modo per diversificare e proteggersi dall’inflazione e dalla perdita di valore del loro capitale.

Non bisogna correre però nel classico errore che commettono molti quando utilizzano frasi: se nel 2010 avessi investito in Bitcoin oggi avresti milioni di dollari.

La frase corretta è Se avessi investito in Bitcoin e NON Avessi venduto”. Perchè diciamo la verità, molti investitori vendono non appena il prezzo delle criptovalute sale, figuriamoci se riescono a detenere un asset per oltre 10 anni.

Da un punto di vista economico però le criptovalute hanno un potenziale enorme, grazie all’interesse che portano e alla tecnologia che ne è alla base. Crediamo che potrà essere un asset su cui investire nel futuro.

Vi ricordiamo come sempre di fare le vostre analisi e valutazioni personali prima di investire in crypto o in qualunque asset.

Su quali criptovalute investire nei prossimi anni

Se avete seguito questa guida fino a questo punto avrete capito che investire in crypto significa anche mettere da parte alcuni luoghi comuni come il fatto che le crypto siano una truffa o una bolla.

Le criptovalute sono una asset class al pari di altri strumenti finanziari. Ma c’è di più. Rappresentano una attività di investimento che merita rispetto e attenzione. Le grandi aziende si sono accorte delle crypto e vediamo che ogni giorno nascono nuovi progetti, nuove criptovalute e partnership strategiche che mirano a far crescere l’intero settore.

In tal senso ci sono delle criptovalute emergenti, che stanno facendo parlare molto di sé e che continuano a sviluppare i loro progetti. Su quali criptovalute conviene investire?

Vi segnaliamo alcuni progetti che seguono le nostre convinzioni personali e non devono essere considerate un consiglio finanziario. Abbiamo valutato solo gli sviluppi e le potenzialità future.

Bitcoin (BTC)

Pur essendo stata la prima criptovaluta ad aver dato principio a tutto, Bitcoin ancora oggi è la criptovaluta più importante per capitalizzazione di mercato. Capace di regalare montagne russe incredibili in termini di valore.

Da Bitcoin è partito tutto con lo sviluppo della tecnologia blockchain. Molte crypto devono la loro esistenza proprio a Bitcoin che è stata una delle prime coin. Ha subito grossi processi di sviluppo e affrontato errori che gli altri progetti non hanno sperimentato. Senza Bitcoin molta della tecnologia che conosciamo non esisterebbe.

E’ per questo che la inseriamo stabilmente tra le crypto sui cui investire anche nel futuro.

Per approfondimenti puoi consultare la nostra guida come comprare Bitcoin.

Ethereum (ETH)

Ethereum è la seconda più capitalizzata, da anni stabilmente al secondo posto del market cap delle criptovalute e negli ultimi tempi ha consolidato la propria importanza grazie al fatto di aver acquisito una certa importanza nella Finanza decentralizzata. Grazie a smart contract e alla tecnologia ERC-20.

Con il recente update Ethereum Merge, questa blockchain ha posto le basi per la scalabilità futura passando ad un livello di consenso Proof of stake.

Grazie a questo e all’implementazione dei layer 2 e dello sharding, Ethereum potrà dire la sua futura diventando sempre più efficiente e veloce. E’ dunque un progetto da seguire anche in futuro.

Per approfondimenti puoi consulare la nostra guida su come comprare Ethereum.

Cosmos (ATOM)

Cosmos è una blockcchain decentralizzata che consente di costruire blockchain parallele. Il centro di tutto ed è anche la blockchain principale è Cosmos Hub che funziona come una sorta di fulcro, un po’ come funziona Ethereum che fa da layer 1 per molti progetti.

Le diverse blockchain sono collegate alla blockchain principale tramite l’hub. E quindi anche le applicazioni Defi possono essere costruite su Cosmos Hub.

Si tratta dunque di una blockchain unica nel suo genere che si sta prendendo la scena alla luce dei problemi che molte altre blockchain hanno. Cosmos fa dell’interoperabilità il suo mantra.

Permette infatti di mettere in comunicazione blockchain eterogenee grazie al suo protocollo IBC (Internet Blockchain Communication), cosa che la rende unica nel panorama crypto.

Nell’ecosistema Cosmos il token di riferimento è ATOM che può essere utilizzato per vari scopi. Cosmos è costruita anche per l’esecuzione di Smart Contract e dunque si presta bene allo sviluppo di applicazioni decentralizzate.

Per saperne di più potete consultare la nostra guida su come comprare Cosmos.

Solana (SOL)

Solana è una delle maggiori criptovalute per capitalizzazione. Solana si presenta come la blockchain più veloce al mondo e l’ecosistema con la crescita più rapida nelle cripto, con oltre 400 progetti tra DeFi, NFTs, Web3 ed altri.

Questo è lo slogan usato sul sito ufficiale: “Potente per gli sviluppatori. Veloce per tutti”

SOL è il token nativo, con una market cap di oltre 47 miliardi di dollari (il 2,25% del totale). Si piazza al settimo posto nel primo 99,9% della classe di asset.

A livello di performance, di recente Solana (SOL) ha superato sia Bitcoin che Ethereum.

Ma il vero segreto del suo successo è la scelta di bruciare i token in giacenza, così da sollecitare sempre al rialzo il prezzo dei token.

Per approfondimenti: come comprare Solana.

Polygon (MATIC)

Polygon è il principale layer 2 costruito su Ethereum. E’ un progetto nato con lo scopo di superare i limiti di Ethereum, progetto inizialmente innovativo ma ora risultante lento e articolato.

Polygon fornisce una tecnologia scalabile per elaborare le transazioni al di fuori della blockchain principale, per poi utilizzare la sicurezza della rete Ethereum. Le commissioni di Polygon sono estremamente basse.

Il token di Polygon si chiama MATIC.

Inoltre il progetto è stato inserito nel programma di accelerazione per startup di Disney e sta sviluppando progetti interessanti e collaborazioni innovative.

Per approfondimenti potete consultare la nostra guida su come investire su Polygon.

Come investire in crypto partendo da zero: le FAQ

Che cosa significa investire in criptovalute?

Significa acquisire un asset dal potenziale enorme e sfruttare i suoi movimenti (oscillazioni di prezzo) per cercare di ottenere un profitto. Significa inoltre far crescere il capitale dell’investitore attraverso l’acquisizione o vendita di crypto asset.

Quali sono le modalità per investire in crypto partendo da zero?

E’ possibile comprare crypto sfruttando gli exchange centralizzati, detenere le proprie crypto su un portafoglio digitale o negoziare sul prezzo tramite strumenti derivati.

Quali sono le criptovalute su cui investire?

Il modo più semplice è partire analizzando su Coinmarket cap le crypto più capitalizzate come Bitcoin ed Ethereum. Tuttavia bisogna studiare il mercato per capire quali saranno quelle crypto emergenti che potranno ottenere buoni risultati a medio e lungo termine.

Investire in crypto partendo da zero

Conclusioni

Investire in criptovalute è una attività che può diventare estremamente redditizia ma deve essere affrontata nel modo giusto: studiando il mercato ed utilizzando piattaforme e strumenti professionali per poter operare con successo.

Impariamo ad inquadrare l’investimento in crypto nel contesto giusto evitando considerazioni banali come il fatto che possa essere un metodo per fare soldi facili o addirittura una truffa.

Per iniziare ad investire in crypto da zero, è fondamentale formarsi ed utilizzare piattaforme regolamentate come quelle che abbiamo proposto per cercare di ridurre al massimo i rischi. Una delle strategie più efficaci è quella di diversificare, investendo in più criptovalute in modo da aumentare poi l’investimento a piccoli passi per gestire le fasi di volatilità che caratterizzano questo mercato.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.