Comprare azioni Hera (HER): analisi, come investire e previsioni [2021]

Hera SpA (acronimo di Holding Energia Risorse Ambiente) è un’azienda multiservizi italiana che opera prevalentemente in Emilia Romagna e nel Nord Est.

Fornisce servizi energetici (gas, energia elettrica), idrici (acquedotto, fognatura e depurazione) e ambientali (raccolta e smaltimento rifiuti). Con una utenza di circa 4 milioni di cittadini.

Hera ha sede a Bologna ed è quotata nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Vediamo se conviene comprare azioni Hera e quali sono i migliori broker per investirci.

Attualmente la soluzione migliore per investire in Borsa è quella di sfruttare i CFDs utilizzando broker come Capital.com. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi che permettono di orientare con successo le proprie operazioni.
Per saperne di più sui servizi di Capital.com clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Hera: chi è

Hera è nata nel 2002 dalla fusione di 11 aziende operanti nel settore della pubblica utilità emiliano-romagnola.

L’anno seguente è subito approdata in borsa, con una privatizzazione di quasi il 40% del capitale.

Nei 5 anni successivi, il Gruppo si è fuso con altre aziende italiane come Agea, Acosea, Meta, Geat Distribution Gas e Sat Inc.

Ciò gli ha anche consentito di operare con fornitori stranieri. Nel 2006 ha siglato un memorandum di intesa con Enel, Edison e Sonatrach, il quale ha fatto sì che portasse all’acquisto annuale di un miliardo di metri cubi di gas naturale. Trasportato attraverso il gasdotto del consorzio Galsi, di cui fa parte anche la stessa Hera.

Sempre in quell’anno, il Gruppo Hera ha acquisito una partecipazione del 49,79% nella multi-utility di Pesaro Aspes Multiservizi e il 46,5% di SAT (Multiutility operante nella provincia di Modena).

L’anno successivo è stata approvata la fusione tra Aspes e Megas (Urbino), la nascita di Marche Multiservizi (partecipazione di Hera 41,8%) e la fusione per incorporazione di SAT S.p.A.

Nel luglio 2008 Hera ha acquisito Megas Trade, una compagnia operante nella vendita di gas ed elettricità nell’area di Urbino e di proprietà di Marche Multiservizi. Portando alla nascita di Hera Comm Marche.

Il primo luglio 2014 Acegas-Aps e Amga Udine sono confluite in AcegasApsAmga, società del Gruppo Hera.

Nel 2017 ha perfezionato l’acquisto del primo 40% di Aliplast, azienda trevigiana con un giro d’affari sui 100 milioni di euro e eccellenza nazionale nella raccolta di rifiuti.

L’anno successivo ha acquistato un altro 40%. L’acquisto sarà completato entro giugno 2022, per un costo tale di 35,4 milioni di euro.

Nel maggio 2019 ha acquisito completamente le quote di Cosea Ambiente, azienda intercomunale dell’appennino tosco-emiliano, estesa su un territorio di 20 comuni (15 solo nella provincia di Bologna, i restanti 5 nella provincia di Pistoia).

❓Dati societariHera SpA (acronimo di Holding Energia Risorse Ambiente) è un’azienda multiservizi italiana che opera prevalentemente in Emilia Romagna e nel Nord Est.
🔋SettorePublic Utilities / Energia
🏢 SedeBologna
📊 QuotazioneBorsa di Milano sull’indice Ftse Mib.
👍 TickerHER
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro / OBRinvest
🥇Miglior broker per azioniPlus500

Broker per investire in azioni Hera

Se siete interessati agli investimenti in azioni potete utilizzare le seguenti piattaforme per investire in azioni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading, CFD azioni
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indiciConto demo illimitatoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFD azioniSegnali gratisISCRIVITI
CFD su azioni, demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di piattaforme registrate in Consob e dunque sono tra le più sicure da utilizzare.

Hera: dati societari

Ecco alcuni numeri principali di Hera spa:

  • cittadini serviti per raccolta e smaltimento rifiuti: 3,3 milioni
  • tonnellate di rifiuti trattati: 6,9 milioni
  • comuni serviti: 188
  • clienti ciclo idrico: 1,5 milioni
  • metri cubici di acqua venduti: 300 milioni
  • clienti rete gas: oltre 1,4 milioni
  • clienti servizio elettrico: 880.000
  • metri cubi di gas venduto: 3,9 miliardi
  • elettricità venduta (TWh): 9,6
  • Partecipazione al 77,36% in Acantho per la telecomunicazione

Questa la partecipazione dei Comuni in Hera S.P.A.

  • Comune di Bologna (12,599%)
  • Comune di Modena (6,863%)
  • Comune di Imola (7,375%)
  • Comune di Ravenna (6,470%)
  • Comune di Trieste (5,482%)
  • Comune di Padova (4,803%)
  • Comune di Udine (3,055%)

Quanto alla diffusione territoriale, al momento della scrittura la situazione è la seguente:

  • 265 comuni della Città metropolitana di Bologna, delle province di Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Padova, Pesaro-Urbino, Ravenna, Rimini, Trieste, Teramo
  • 6 comuni della provincia di Ancona
  • 5 comuni della provincia di Pistoia
  • 3 comuni della Città metropolitana di Firenze
  • 1 comune della provincia di Udine
  • 1 comune della Città metropolitana di Venezia
  • 1 comune della provincia di Gorizia

Settore

Si occupa di 5 divisioni: Gas, Elettricità, Ciclo Idrico Integrato, Ambiente e Altri Servizi. Per ambiente si intendono i servizi di raccolta, trattamento e smaltimento di rifiuti. Per Altri Servizi si intendono l’illuminazione pubblica, le telecomunicazioni e altri servizi minori.

Contatti

  • Indirizzo: Viale Carlo Berti Pichat nr. 2/4 Bologna, 40127, Italy
  • Telefono: 39 051 287111
  • Fax: 39 051 287525
  • Sito ufficiale: www.gruppohera.it

Management

  • Erwin Paul Walter Rauhe, età 66, dal 2017, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Erwin Paul Walter Rauhe, età 66, dal 2017, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Marina Vignola, 51 anni, dal 2017, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Federica Seganti, età 55, dal 2017, ruolo: Independent Non-Executive Director
  • Bruno Tani, età 72, dal 2020, ruolo: Independent Director
  • Stefano Venier, età 58 , dal 2004, ruolo: CEO & Executive Director
  • Antonio Gaiani, età 56, dal 2014, ruolo: Standing Statutory Auditor
  • Marianna Girolomini, età 51, dal 2014, ruolo: Standing Statutory Auditor
  • Gabriele Giacobazzi, età 72, dal 2020, ruolo: Independent Vice Chairman
  • Lorenzo Minganti, dal 2020, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Paola Gina Maria Schwizer , dal 2020, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Alessandro Melcarne, 37 anni, dal 2017, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Monica Mondardini, 61 anni, dal 2020, ruolo: Independent Director
  • Tomaso Tommasi di Vignano, età 74, dal 2002, ruolo: Executive Chairman & Group President
  • Fabio Bacchilega, dal 2020, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Manuela Cecilia Rescazzi, dal 2020, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Alice Vatta, dal 2020, ruolo: Independent Non Executive Director
  • Myriam Amato, età 47, dal 2017, ruolo: Chairman of Statutory Auditors
  • Danilo Manfredi, 52 anni, dal 2014, ruolo: Independent Non Executive Director

Come comprare azioni Hera

Il modo migliore per comprare le azioni Hera è con il trading CFD. contratti derivati che replicano il valore di un asset sottostante. Quindi non possederai direttamente le azioni Boeing e ciò porta il grande vantaggio che puoi investire anche al ribasso e guadagnare quando il titolo scende. Posizionandoti short.

Potrai beneficiare della Leva finanziaria, che consente di moltiplicare i profitti senza dimenticare che può moltiplicare le perdite.

Per effettuare il trading CFD devi registrarti su broker CFD. Di seguito ti diciamo quali sono i migliori.

Dove comprare le azioni Hera?

Vediamo quali sono i migliori broker per comprare e vendere azioni.

eToro

Vediamo le principali caratteristiche del broker eToro:

  • Deposito minimo: 50 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Commissioni e spread: bassi
  • Servizi principali: Copy trading, Social trading, exchange eToroX, CopyPortfolios
  • Licenze: CySEC, FCA, ASIC
Puoi iniziare a comprare e vendere azioni con eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com presenta le seguenti caratteristiche:

  • Deposito minimo: 20 euro
  • Conto demo: da verificare
  • Commissioni e spread: bassi
  • Servizi principali: +70 oscillatori ed indicatori di trading, +3.000 asset disponibili, intelligenza artificiale integrata al sito
  • Licenze: CySEC, FCA
Puoi iniziare a comprare e vendere azioni con Capital.com cliccando qui.
67.7% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Ecco cosa porta in dote per i trader Plus500:

  • Deposito minimo: 100 euro
  • Conto demo: 40mila euro virtuali che si ricaricano quando si sta esaurendo
  • Commissioni e spread: bassi
  • Servizi principali: +2.500 asset disponibili, Live chat, +30 lingue disponibili, alert mail che ti avvisano se un asset sta performando
  • Licenze: CySEC, FCA
Puoi iniziare a comprare e vendere azioni con Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

OBRinvest

Ecco invece le caratteristiche del broker OBRinvest:

  • Deposito minimo: 250 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Commissioni e spread: bassi
  • Servizi principali: ebook gratis, webinar gratis, segnali di trading, intelligenza artificiale Buzz
  • Licenze: CySEC
Puoi iniziare a comprare e vendere azioni con OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Modello di business di Hera

Il business model di Hera si basa su 3 direttrici strategiche

Crescita industriale

Fondata su uno stretto rapporto con il territorio che per noi rappresenta un elemento distintivo e un vero e proprio asset.

Risk Management

La corretta gestione dei rischi a lungo termine, tra cui il cambiamento climatico e la cyber-sicurezza, diventa un elemento sempre più importante della strategia resiliente di un operatore come Hera.

Economia Circolare

Hera ha intuito l’esigenza del futuro di passare da un modello economico di tipo lineare (usa e getta) a un nuovo modello di sviluppo sostenibile in cui materie prime e risorse naturali non concludono la loro vita utile dopo il primo utilizzo. Ma vivono un ciclo più lungo attraverso il riciclo, il riuso, una maggiore durata dei prodotti.

Valore condiviso

Aspetto collegato al precedente, creando valore condiviso per integrare il suo approccio strategico alla responsabilità sociale d’impresa (Csr) e alla sostenibilità.

Si tratta di un percorso avviato nel 2016 per generare valore economico e produrre un impatto positivo su società e ambiente tenendo conto delle priorità a livello globale.

Qualità e sicurezza

Il sistema Qualità, Sicurezza e Ambiente di Hera spa rappresenta uno strumento integrato di miglioramento continuo che ci permette di rispondere alle esigenze dei clienti e di adattarci ai mutamenti degli scenari in cui operiamo. Facilita la pianificazione, l’attribuzione di risorse, l’individuazione di obiettivi e la valutazione dell’efficacia complessiva dell’organizzazione.

Diversificazione settoriale

Abbiamo visto come il gruppo Hera operi su 5 fronti settoriali, pur restandone 3 quelli principali. La diversificazione per una società è fondamentale giacché equilibra le eventuali perdite e aumenta i profitti.

Diversificazione territoriale

Il gruppo Hera si concentra soprattutto in Emilia Romagna ma si è espanso negli anni anche nel Nord est, nelle Marche ed in Toscana. Oltre ad aver avviato collaborazioni anche con partner stranieri.

Competitors di Hera

Quali sono i principali concorrenti di Hera spa? Vediamoli di seguito.

Gruppo Enel

Enel, Ente Nazionale per l’Energia Elettrica, è stato l’azienda statale di elettricità fino al 1999 quando è stata privatizzata. Ad oggi Enel è ancora il principale produttore di energia del paese ed è inoltre diventato un gruppo multiservizi che offre al tempo stesso elettricità, gas e acqua.

Si tratta inoltre di uno dei giganti mondiali della produzione di elettricità con oltre 280 TWh di elettricità e circa 8 miliardi di m3 di gas venduti ogni anno. Enel è anche il più grande produttore mondiale di energia geotermica che realizza ormai da un secolo.

L’impresa possiede anche le più grandi centrali fotovoltaiche italiane.

Per approfondimenti puoi leggere l’articolo su come comprare azioni Enel.

Eni

Eni, Ente Nazionale Idrocarburi, una società italiana specializzata negli idrocarburi fondata nel 1953. L’impresa è stata privatizzata nel 1998 (dopo vari tentativi fin dall’inizio, come dimostra il caso Mattei) ma lo Stato italiano ne conserva ancora un terzo del capitale.

La società svolge le proprie attività in differenti settori fra cui in particolare quelli del petrolio, del gas naturale, della petrolchimica, della produzione di elettricità e dell’ingegneria.

Eni è presente in 71 paesi ed impiega 32.000 dipendenti con un volume d’affari di oltre 67 miliardi di euro l’anno.

È la prima società italiana in termini di capitalizzazione borsistica.

Per approfondimenti puoi consultare l’articolo su come investire in azioni Eni.

Edison S.p.A

La società Edison S.p.A. è specializzata nella produzione e nella fornitura di energia elettrica. L’azienda svolge inoltre delle attività di produzione e vendita di gas naturale.

Energit

Fondata nel 2000, ha sede in Sardegna. Attualmente, l’impresa è specializzata nella vendita di elettricità e gas sul mercato libero a privati e imprese.

Altri concorrenti da tenere d’occhio sono:

  • Iberdrola
  • Edison
  • Sorgenia
  • Italgas

Conviene investire su Hera?

Hera costituisce un gruppo solido, con una crescita costante nel tempo che l’ha portato a diventare un’azienda piuttosto capitalizzata con oltre 5 miliardi di Euro di capitalizzazione di mercato.

Il titolo in borsa sta andando bene, sebbene il Covid-19 non abbia risparmiato anche questo titolo.

La società deve fare i conti con colossi internazionali quali Enel ed Eni, ma anche tante altre solide realtà italiane.

Andamento e grafico Hera in tempo reale

Ecco la quotazione in tempo reale delle azioni Hera:

Previsioni e target Price Hera

Le azioni Hera fanno fatica a tornare al valore pre-pandemia, che sfiorava i 4.50 euro per azione. Non riuscendo a sfondare con decisione la resistenza di 3.70 euro per titolo.

Le recenti acquisizioni e una proiezione all’allargamento territoriale lasciano ben sperare. Sebbene, come detto, la geolocalizzazione resta limitata soprattutto all’Emilia Romagna e al Nord Est.

Il titolo potrebbe comunque chiudere il 2021 a 4 euro per azione e nel 2022 tentare la strada verso i 5 euro per azione, magari viaggiando mediamente sul prezzo che aveva prima del Covid-19.

Azioni Hera: le domande frequenti

Cos’è Hera S.P.A.?

Fornisce servizi energetici (gas, energia elettrica), idrici (acquedotto, fognatura e depurazione) e ambientali (raccolta e smaltimento rifiuti). Con una utenza di circa 4 milioni di cittadini. Concentrati soprattutto tra Emilia Romagna e Nord Est Italia.

Hera SpA (acronimo di Holding Energia Risorse Ambiente) è un’azienda multiservizi italiana che opera prevalentemente in Emilia Romagna e nel Nord Est.

Conviene acquistate azioni Hera S.P.A.?

Come tutti quelli legati al settore dell’erogazione dei servizi primari, il titolo non è mai stato volatile e viaggi da tempo in un range tra i 3 e i 4 euro di quotazione.
Può convenire per chi cerca titoli più stabili per il proprio portafoglio.

Dove comprare azioni Hera?

Puoi provare su eToro e OBRinvest che offrono moltissimi titoli su cui investire e soluzioni come il copy trading ed i segnali che possono facilitare la vita.

Comprare azioni Hera

Conclusioni

Hera S.P.A. è una società italiana che fornisce servizi energetici (gas, energia elettrica), idrici (acquedotto, fognatura e depurazione) e ambientali (raccolta e smaltimento rifiuti). Con una utenza di circa 4 milioni di cittadini. Concentrati soprattutto tra Emilia Romagna e Nord Est Italia.

Nata nel 2002 per concentrare 11 società operanti in Emilia Romagna, nel tempo si estesa anche verso il Nord Est, Abruzzo, Marche e Toscana. Dal 2003 è quotata sulla Borsa di Milano.

Il titolo può essere interessante per chi cerca asset più stabili nel proprio portafoglio e si sta riprendendo dalla batosta subita col Covid-19.

Puoi comunque approfittare delle oscillazioni delle azioni Hera SPA sia al rialzo che al ribasso col trading online.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.