Comprare azioni Netflix: analisi, come investire e previsioni [2021]

Come comprare Azioni Netflix? Conviene investire in questa azienda?

Prima di investire in azioni Netflix, è giusto porsi queste ed altre domande. In quanto, investire i propri risparmi, è sempre un fatto delicato. E va eseguito con oculatezza e massima attenzione.

Tante, troppe, sono le piattaforme che promettono guadagni esorbitanti col minimo sforzo. Il che è praticamente impossibile. In quanto, secondo conclamate statistiche, fino all’89% dei trader retail subisce delle perdite. Pertanto, più che pensare di arricchirsi illimitatamente, occorre mettere in campo delle strategie per limitare le perdite.

Certo, quando si parla di Netflix, si parla di un colosso in ascesa dello streaming. Ma anche di una nuova realtà cinematografica, visto che sta iniziando anche a produrre serie Tv e film in proprio.

Vediamo dunque se conviene investire in azioni Netflix, come e dove farlo, e se si rischia una truffa.

Se ti interessa fare trading in modo sicuro puoi utilizzare le piattaforme regolamentate come ad esempio quella del broker eToro.

  1. Registrati su eToro
  2. Fai pratica con il conto demo
  3. Deposita denaro sul tuo account
  4. Prova il copy trading

Netflix chi è

Chi è Netflix? Netflix, Inc. è un fornitore di servizi di media americani con sede a Los Gatos, in California. Fondato nel 1997 da Reed Hastings e Marc Randolph a Scotts Valley, in California.

L’attività principale dell’azienda è il servizio di streaming OTT basato su abbonamento che offre streaming online di una libreria di film e programmi televisivi, compresi quelli prodotti internamente. A partire da gennaio 2019, Netflix ha registrato oltre 139 milioni di abbonamenti a pagamento in tutto il mondo, tra cui 58,49 milioni negli Stati Uniti e oltre 148 milioni di abbonati, inclusi i trial gratuiti. È disponibile quasi in tutto il mondo tranne che in Cina, Siria, Corea del Nord, Iran e Crimea. La società ha uffici anche in Paesi Bassi, Brasile, India, Giappone e Corea del Sud.

Netflix è membro del Motion Picture Association of America (MPAA). Il modello di business iniziale di Netflix includeva vendite e noleggio di DVD via posta, ma Hastings ha abbandonato le vendite circa un anno dopo che la società si era concentrata sul noleggio di DVD.

Netflix ha ampliato la propria attività nel 2007 con l’introduzione di streaming media mantenendo il servizio di noleggio di DVD e Blu-ray. L’azienda si è espansa a livello internazionale nel 2010 con lo streaming disponibile in Canada, seguito dall’America Latina e dai Caraibi.

Netflix è entrata nel settore della produzione di contenuti nel 2012, presentando la sua prima serie Lilyhammer.Netflix ha ampliato notevolmente la produzione e la distribuzione di film e serie televisive dal 2012 e offre una varietà di contenuti “Netflix Original” attraverso la sua libreria online. A gennaio 2016, i servizi Netflix hanno funzionato in oltre 190 paesi. Netflix ha pubblicato 126 serie e film originali stimati nel 2016, più di qualsiasi altro canale di rete o via cavo.

I loro sforzi per produrre nuovi contenuti, garantire i diritti per contenuti aggiuntivi e la diversità attraverso 190 paesi hanno portato la società ad accumulare miliardi di debiti: $ 21,9 miliardi a settembre 2017, da $ 16,8 miliardi rispetto all’anno precedente. $ 6,5 miliardi di questo è il debito a lungo termine, mentre il rimanente è in obbligazioni a lungo termine.

Nell’ottobre 2018, Netflix ha annunciato che avrebbe raccolto altri $ 2 miliardi di debito per contribuire a finanziare nuovi contenuti.

❓Dati societariNetflix, Inc. è un fornitore di servizi di media americani L’attività principale dell’azienda è il servizio di streaming OTT basato su abbonamento che offre streaming online di una libreria di film e programmi televisivi, compresi quelli prodotti internamente .
📺 SettoreTV / Streaming / Entertainment
🏢 SedeLos Gatos, in California
📊 QuotazioneNYSE sull’indice NASDAQ.
👍 TickerNFLX
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro / OBRinvest
🥇Miglior broker per azioniPlus500

Broker per investire in azioni Netflix

Per iniziare ad operare con gli investimenti in azioni potete utilizzare le seguenti piattaforme per negoziare azioni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading, CFD azioni
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
CFD su azioni, demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Corso trading gratis, CFD azioniSocial tradingISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indiciConto demo illimitatoISCRIVITI
Trade.com
Forex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di piattaforme registrate in Consob e dunque sono tra le più sicure da utilizzare.

Netflix: dati societari

Vediamo i principali dati societari di Neflix.

Settore

Netflix, Inc. fornisce servizi di intrattenimento in streaming in abbonamento. Conta abbonamenti in streaming in oltre 190 paesi e consente ai membri di guardare una varietà di serie televisive (TV), documentari e lungometraggi in un’ampia varietà di generi e lingue.

Prevede vari tipi di abbonamento. Gli utenti possono guardare i contenuti di Netflix tramite qualsiasi dispositivo connesso a Internet che offre l’applicazione Netflix.

La Società acquisisce, concede in licenza e produce contenuti, inclusa la programmazione originale.

Contatti

  • Indirizzo: Los Gatos, CA 95032-1815, United States
  • Telefono: +1-408-5403700
  • Fax: 302-6555049
  • Sito web ufficiale: www.netflix.com

Management

  • Theodore A. Sarandos: 56 anni, dal 2000, ruolo: Co-CEO, Chief Content Officer & Director
  • Wilmot Reed Hastings: 61 anni, dal 1997, ruolo: Co-Founder, Chairman, President & Co-CEO
  • Anne Marie Sweeney, 63 anni, dal 2015, ruolo: Independent Director
  • Bradford L. Smith: 62 anni, dal 2015, ruolo: Independent Director
  • Strive T. Masiyiwa: 60 anni, dal 2020, ruolo: Independent Director
  • Leslie J. Kilgore: 56 anni, dal 2000, ruolo: Independent Director
  • Ann Mather: 61 anni, dal 2010, ruolo: Independent Director
  • Richard N. Barton: 53 anni, dal 2002: ruolo: Independent Director
  • Rodolphe Belmer: 52 anni, dal 2018, ruolo: Independent Director
  • Mathias Dopfner: 58 anni, dal 2018, ruolo: Independent Director
  • Jay C. Hoag: 63 anni, dal 1999, ruolo: Lead Independent Director
  • Timothy M. Haley: 65 anni, dal 1998, ruolo: Independent Director

Come comprare azioni Netflix

Come comprare azioni Netflix? Il modo migliore è quello di farlo tramite i CFD. Acronimo di Contract for Difference. Contratti finanziari che permettono di investire su una pluralità di asset diversi senza possederli in modo diretto.

Tramite i CFD è possibile scommettere sul rialzo o il ribasso di un asset.

Dove comprare le azioni Netflix?

Vediamo i migliori broker per comprare le azioni Netflix

eToro

Il broker eToro è ideale per investire sulle azioni Netflix. Infatti, il deposito minimo è stato ridotto a 50 per gli utenti europei (prima era di 200 euro) e le commissioni e lo spread imposti sono particolarmente bassi.

Parliamo di un broker con 3 licenze per operare: CySEC, FCA e ASIC.

Riguardo i servizi offerti, potrai copiare cosa fanno i trader migliori, chiamati Popular Investors, tramite il copy trading.

Potrai poi interagire con tutti quelli iscritti come fossi in un Social network tramite il Social trading.

Ed ancora, potrai investire su interi pacchetti di azioni di società come Netflix con i CopyPortfolios.

Il conto demo offerto da eToro è di 100mila euro virtuali.

Iscriviti ora su eToro per investire in azioni cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Il broker OBRinvest è un broker con licenza CySEC e commissioni e spread al di sotto della media di mercato.

Se sei un trader alle prime armi, potrai scaricare un manuale di trading in formato ebook e visionare comodamente da casa delle videolezioni in formato webinar.

OBRinvest prevede un deposito minimo di 250 euro. E potrai scegliere su 4 account diversi, salendo la soglia del deposito minimo.

Potrai anche beneficiare dei segnali di trading di Trading central, così da ottenere ottimi suggerimenti su come e quando aprire un trend.

OBRinvest ti offre anche l’aiuto dell’intelligenza artificiale entrando nel servizio Buzz.

Conto demo come quello di eToro: 100mila euro virtuali.

Iscriviti ora su OBRinvest per investire in azioni cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com ti mette alla scelta tra 3 account diversi, con il deposito minimo fissato a 20 euro per l’account più basso.

Capital.com conta spread e commissioni molto competitive, che per alcune coppie Forex arriva a 0.0 pips.

Capital.com prevede anche la app di investimenti Investmate. E ti permette di fare delle approfondite analisi tecniche sfruttando oltre 70 tra indicatori ed oscillatori di trading.

Le sue piattaforme ricevono spesso dei riconoscimenti per la tecnologia che supportano. Come l’intelligenza artificiale integrata.

Licenze possedute: CySEC e FCA. Capital.com prevede oltre 3mila asset tra cui scegliere.

Iscriviti ora su Capital.com per investire in azioni cliccando qui.
67.7% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Il broker Plus500 prevede un deposito minimo di 100 euro e spread e commissioni convenienti.

Le licenze sono le stesse di Capital.com: CySEC e FCA.

Tra i servizi più interessanti di Plus500 troviamo la live chat integrata alla piattaforma e un sistema di alert mail per essere avvisati quando l’asset che ci interessa performa.

Plus500 dona al trader tutti gli strumenti per svolgere al meglio la propria attività, nonché la possibilità di diversificare il proprio portafoglio titoli con oltre 2.500 asset.

Per esercitarti, puoi contare su un conto demo da 40mila euro virtuali che si ricarica automaticamente quando si sta esaurendo.

Iscriviti ora su Plus500 per investire in azioni cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Modello di business di Netflix

A partire dal 2017 i ricavi di Netflix sono stati di oltre $ 11 miliardi, con una crescita sbalorditiva rispetto al solo 2013, quando i ricavi hanno superato i $ 4 miliardi.

Se osserviamo il quadro globale, puoi vedere come Netflix abbia più di 117K abbonati in tutto il mondo.

L’azienda ha tre settori di attività:

  1. Streaming internazionale: entrate derivanti dalle quote associative mensili per servizi costituiti esclusivamente da contenuti in streaming per i nostri membri al di fuori degli Stati Uniti
  2. Streaming nazionale: entrate derivanti dalle quote associative mensili per servizi costituiti esclusivamente da contenuti in streaming per i nostri membri negli Stati Uniti
  3. DVD domestici: ricavi da quote associative mensili per servizi costituiti esclusivamente da DVD-by-mail


Il numero totale di membri di Netflix negli Stati Uniti è cresciuto da 44.738 nel 2015 a 54.750. Questa crescita ha significato anche un aumento dei costi.

Come spiegato nel rapporto annuale di Netflix:

L’aumento del costo dei ricavi in streaming domestico è dovuto principalmente a un aumento di $ 335,4 milioni nelle spese per i contenuti relativi ai nostri contenuti in streaming esistenti e nuovi, inclusa la programmazione più esclusiva e originale.

Un aspetto interessante da considerare è il margine di contribuzione. In breve, questo è dato dai ricavi al netto di tutti i costi variabili (i costi che variano a seconda della produzione).

Questo concetto è essenziale per valutare il successo finanziario di prodotti specifici. In questo caso si vede come il margine di contribuzione sia del 37% nel 2017.

Preso singolarmente, questo numero è relativamente significativo. Se invece lo confrontiamo con gli altri segmenti di business, possiamo avere una panoramica di chi ha più successo (almeno nel breve termine) finanziariamente.

Il segmento internazionale è diventato grande quasi quanto il segmento internazionale a partire dal 2017. Infatti, con oltre $ 5 miliardi di ricavi, questo è cresciuto a un ritmo sempre più veloce anche grazie al piano di espansione internazionale che Netflix ha avviato nel 2015.

Come ha spiegato la stessa Netflix:

L’aumento del costo internazionale dei ricavi è dovuto principalmente a un aumento di $ 998,5 milioni nelle spese per i contenuti relativi ai nostri contenuti in streaming esistenti e nuovi, inclusa la programmazione più esclusiva e originale. Gli altri costi sono aumentati di $ 132,5 milioni principalmente a causa degli aumenti delle nostre spese di consegna in streaming, dei costi associati ai call center del nostro servizio clienti e delle commissioni di elaborazione dei pagamenti, tutti guidati dalla nostra crescente base di membri, parzialmente compensati dalle diminuzioni derivanti dalle fluttuazioni dei tassi di cambio.

Infatti, se guardiamo al margine di contribuzione, possiamo vedere come nel 2017 sia stato positivo del 4%, mentre nel 2016 era negativo.

Per ora, questo è un processo normale. Infatti, dove Netflix ha già consolidato la sua presenza negli Stati Uniti, con l’espansione internazionale l’azienda sta investendo risorse per guadagnare terreno in nuovi paesi.

La competizione internazionale non è così facile come potresti pensare. Infatti, se teniamo conto del fatto che Netflix è una media company, entrare in un nuovo mercato non è solo una questione di distribuzione ma anche di comprensione delle differenze culturali nella loro programmazione.


Tutto è iniziato con quel modello di business a pagamento per noleggio di DVD. Oggi diamo per scontato il modello di business on demand di Netflix. Eppure, in passato, si potevano avere film “on demand” solo con il modello di business pay per rental. Con l’evoluzione della tecnologia, il modello on-demand è stato possibile anche per le società di media.

L’aspetto interessante dei dati finanziari è che il segmento DVD ha un margine di contribuzione molto elevato.

In effetti, delle tre parti (domestica, internazionale e DVD) sembra la più redditizia. È vero, è solo una piccola frazione dei ricavi complessivi. Eppure ad oggi è un segmento redditizio.

Competitors di Netflix

Vediamo quali sono i principali competitors di Netflix:

  1. Altice Usa
  2. ViaComCBS
  3. NBCUniversal
  4. DirectTv
  5. Youtube
  6. HBO
  7. Amazon Video
  8. Now
  9. Tim Vision
  10. Disney +
  11. Hulu

Andamento azioni Netflix in tempo reale

Ecco il grafico della quotazione in tempo reale delle azioni Netflix:

Previsioni e target Price Netflix

Quali sono le previsioni sulle azioni Netflix? Le azioni Neflix stanno vivendo un ottimo periodo da ottobre 2019, quando hanno intrapreso un rally rinforzato dalla Pandemia esplosa nel 2020 e ancora in corso.

Covid-19 che ha costretto a ripetute restrizioni mondiali alla mobilità, e molti hanno scoperto i servizi Netflix o sono diventati clienti ancora più fedeli. Lo dimostra anche il fatto che, appena si è tornati un po’ alla normalità, il titolo è sceso sotto il supporto dei 500 dollari. Per poi riprendere a crescere.

Al momento della scrittura, le azioni Netflix puntano ai 600 dollari di valore e potrebbero anche spingersi oltre entro la fine del 2021. Anche perché, causa varianti, il Covid-19 sembra destinato a segnare negativamente le nostre vite ancora per inizio 2022. E ciò non può che andare appannaggio dei titoli tecnologici e che offrono servizi in streaming.

Dunque, volendo formulare una previsione per il periodo 2021-2022, riteniamo che è possibile posizionarsi long sulle azioni Netflix, pur facendo attenzione a fisiologici ritracciamenti. Che però riteniamo di breve durata almeno fino alla metà del 2022.

Con il trading CFD è comunque possibile investire long o short, quindi anche approfittare di brevi cambiamenti di prezzo significativi e conseguire un profitto.

Netflix target price

Possiamo ipotizzare un target price per le azioni Netflix di 600 dollari per fine 2021 e di 650 dollari per azione entro fine 2022.

Azioni Netflix: le domande frequenti

Cos’è Netflix?

Netflix, Inc. è un fornitore di servizi di media americani con sede a Los Gatos, in California. Fondato nel 1997 da Reed Hastings e Marc Randolph a Scotts Valley, in California.

L’attività principale dell’azienda è il servizio di streaming OTT basato su abbonamento che offre streaming online di una libreria di film e programmi televisivi, compresi quelli prodotti internamente. La piattaforma è in forte ascesa per numero di abbonati, accelerata anche dalla Pandemia Covid-19.

È disponibile quasi in tutto il mondo tranne che in Cina, Siria, Corea del Nord, Iran e Crimea. Paesi quasi tutti sotto dittatura o in guerra.

Conviene investire in Netflix?

Il titolo Netflix è cresciuto da ottobre 2019 ad agosto 2021 di oltre il doppio (circa 270 dollari a 570 dollari) e dovrebbe continuare a crescere tra il 2021 e il 2022.

Col trading CFD è comunque possibile posizionarsi anche short, approfittando di eventuali ritracciamenti che sono sempre fisiologici.

Dove investire sulle azioni Netflix?

Prova broker come eToro e OBRinvest, che hanno numerosi strumenti e servizi innovativi.

Comprare azioni Netflix

Conclusioni

Netflix è una grande realtà mondiale dello streaming, nata nel 1997 come società di noleggio DVD. Dal 2013 ha iniziato anche a produrre film e serie Tv in proprio, acquisendo anche un certo potere in questo.

Le azioni Netflix hanno beneficiato enormemente della Pandemia Covid-19, complici i lockdown che hanno spinto molti ad avvicinarsi ai suoi servizi o incrementare i propri abbonamenti.

Il titolo dovrebbe conoscere ancora dei rialzi tra il 2021 e il 2022, vista la situazione di incertezza legata al nuovo coronavirus. Stando però attenti a ritracciamenti che le azioni Netflix non hanno disdegnato di registrare in questi due ultimi anni di crescita.

Puoi investire sulle azioni Netflix con broker con conto demo gratuito.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.