PayPal, arrivano 2 importanti novità: si preannuncia rialzo in borsa?

PayPal, tra i più popolari siti per le transazioni online, è quasi inutilizzabile in Africa. Pare soprattutto per problemi di regolamentazione insufficiente e una scarsa sicurezza bancaria in tali paesi. Soprattutto perché PayPal viene troppo spesso utilizzata per le frodi bancarie che partono da questi stati africani.

Fortunatamente però, in questi giorni la società di pagamenti africana Flutterwave ha annunciato una collaborazione con PayPal per consentire ai clienti PayPal di tutto il mondo di pagare i commercianti africani attraverso la sua funzione “Paga con PayPal”.

Grazie a questa partnership, le aziende africane possono connettersi con gli oltre 377 milioni di account PayPal a livello globale e superare le sfide presentate dall’infrastruttura bancaria e di pagamento altamente frammentata e complessa nel continente.

Secondo il CEO Olugbenga “GB” Agboola, ciò avverrà tramite l’integrazione di Flutterwave con PayPal in modo che i commercianti possano aggiungere PayPal come opzione di pagamento quando ricevono denaro al di fuori del continente.

Il servizio, che è già disponibile per i commercianti con account aziendali registrati su Flutterwave, sarà operativo in 50 paesi africani e in tutto il mondo, afferma la società. Flutterwave spera di distribuire questo servizio anche ai singoli commercianti sulla piattaforma.
“In poche parole, stiamo portando più di 300 milioni di utenti PayPal alle aziende africane in modo che possano accettare pagamenti in tutto il continente” ha affermato fieramente Agboola.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale .

67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

L’importanza dell’accordo di PayPal con Flutterwave

Ad oggi, del resto, solo 12 paesi africani possono inviare e ricevere denaro sulla piattaforma, ma in misura diversa. E cioè Algeria, Botswana, Egitto, Kenya, Lesotho, Malawi, Mauritius, Marocco, Mozambico, Senegal, Seychelles e Sud Africa.

Gli utenti in paesi a cui non è concesso il lusso di farlo devono fare affidamento sull’utilizzo dell’account PayPal di un amico o di una famiglia, con sede in paesi in cui è possibile ricevere i pagamenti. Successivamente, richiedono i fondi tramite bonifico bancario, portando a costi più sostenuti o utilizzano altre piattaforme di denaro transfrontaliere come WorldRemit.

Questo è un punto dolente per queste imprese, in particolare in Nigeria. PayPal è finalmente arrivato nel paese più popoloso dell’Africa nel 2014 e un anno dopo è diventato il secondo mercato della società nel continente.

Ma nonostante il suo rapido tasso di adozione e il grande appetito fintech, i commercianti non possono ancora ricevere pagamenti da altri paesi sulla piattaforma. Diverse fonti hanno accennato alla decisione di PayPal di non rendere questo servizio disponibile al paese a causa della sua storia con le frodi su Internet. Frode o no, l’e-commerce della Nigeria e quello del continente in generale continuano a crescere a un ritmo mozzafiato.

Nel 2017, l’Africa ha generato entrate per 16,5 miliardi di dollari e entro il 2022 si prevede che raggiungerà i 29 miliardi di dollari. Con numeri come questi, non è difficile capire perché PayPal vuole entrare in azione, anche se non completamente. Da qui la partnership con Flutterwave.

Dal lancio nel 2019, la società di pagamenti africana ha collaborato con diverse realtà globali: Visa per lanciare Barter; Alipay offrirà pagamenti digitali tra Africa e Cina; e Worldpay FIS per i pagamenti in Africa.

Ma questa con PayPal è probabilmente la sua più grande collaborazione fino ad ora. Ora, le aziende africane avranno così più accesso per vendere a clienti globali che utilizzano PayPal per ricevere e inviare pagamenti online.

In un certo senso, Flutterwave assorbe la maggior parte del rischio che PayPal pensa di incorrere se rende la sua piattaforma più aperta ai commercianti in questi paesi. Ma allo stesso tempo, consolida la posizione di Flutterwave agli occhi delle multinazionali che cercano di entrare nel mercato africano.

Un bel colpo dunque questo messo a segno da PayPal, che consentirà all’azienda di crescere ancora dopo la decisione di utilizzare Bitcoin come sistema di pagamento. Che fanno da contraltare alla decisione di Amazon, già da qualche anno, di non usarla più. Alla quale dovrebbe presto seguire pure eBay.

Quotazione Paypal in Borsa

Possiamo vedere nel grafico seguente le quotazioni delle azioni Paypal in Borsa:

Per approfondimenti: Come comprare azioni Paypal.

PayPal sarà integrato in Elementor

Ma non solo Africa. Altre buone notizie per PayPal arrivano da Elementor, la principale piattaforma di creazione di siti Web WordPress, la quale ha annunciato che con la sua nuova versione 3.2 Pro, sviluppatori web, designer e operatori di marketing utilizzeranno funzionalità aggiuntive come un nuovo widget per pulsanti PayPal e invii di moduli. Consentendo esperienze di e-commerce fluide per i clienti e migliorare il flusso di lavoro per i professionisti del marketing.

COVID-19 ha costretto milioni di aziende a operare esclusivamente online. Elementor V3.2 aiuta le aziende a costruire, sostenere e sviluppare queste relazioni. Il suo nuovo widget per i pulsanti PayPal consente agli utenti Pro di raccogliere pagamenti singoli (ad esempio, per singoli prodotti), pagamenti ricorrenti (ad esempio, per servizi basati su abbonamento) e donazioni, il tutto con il clic di un singolo pulsante personalizzabile.

Ciò è particolarmente importante per le piccole imprese giovani che operano sotto costante stress e all’ombra di ordini casalinghi senza precedenti.

Questo nuovo widget allarga le basi dei clienti a coloro che sono meno a loro agio nel condividere i dettagli della carta di credito online, semplificando la raccolta dei pagamenti con uno dei sistemi di pagamento online più affidabili al mondo. Consentendo pagamenti e donazioni singoli e ricorrenti, Elementor V3.2 rimuove un importante vincolo per le aziende, offrendo essenzialmente a qualsiasi sito il potenziale per diventare esperto di e-commerce.

“La nostra comunità vuole progettare siti che promuovano cicli di vita sani dei clienti. L’e-commerce è una componente essenziale di questo”, ha affermato Yoni Luksenberg, CEO di Elementor. “PayPal è lo standard del settore quando si tratta di trasferimenti di denaro istantanei, quindi siamo entusiasti di offrirlo ai nostri utenti. Questo widget dà il via a uno sforzo mirato per rafforzare le nostre capacità di e-commerce, migliorare l’esperienza utente e consentire alle aziende di vendere online come mai prima.”

La V3.2 introduce anche una scheda Invio di moduli conforme al GDPR, che offre agli operatori di marketing una piattaforma all-in-one per la gestione degli invii di moduli. Gli utenti Pro non dovranno più fare affidamento su plug-in di terze parti per raccogliere i contributi e potranno archiviarli, accedervi, gestirli ed eseguirne il backup in modo sicuro in un’unica posizione sulla dashboard di WordPress.

Gli esperti di marketing possono ora raccogliere più facilmente approfondimenti e analizzare i dati delle campagne, esportare invii di moduli da condividere con clienti e colleghi e rimanere aggiornati su dove si trovano gli invii in un dato momento.

Cos’è Elementor? Si tratta della principale piattaforma per la creazione di siti Web su WordPress.

Con oltre 7 milioni di siti Web, la piattaforma open source priva di codice di Elementor offre ai professionisti del Web, tra cui sviluppatori Web, designer e professionisti del marketing in 155 paesi. La missione di Elementor è consentire ai professionisti e alle agenzie del web di liberare il loro potenziale creativo e di business.

Altre piattaforme per investire in Paypal

Concludiamo con una serie di piattaforme ideali per poter investire sul titolo Paypal:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.