Bitcoin PUMP nella notte, Svb bank crolla, USDC recupera– Crypto Summary w10 2023

In questo Crypto Summary della decima settimana dell’anno 2023 cerchiamo di riassumere le notizie più importanti che ci siamo lasciati alle spalle.

In questa settimana abbiamo assistito a Bitcoin che è crollato sotto i 20.000$ dopo le dichiarazioni di Powell, per poi chiudere sopra i 22.500 $. Tutte le principali altcoins più capitalizzate hanno chiuso con ribassi importanti spinte dai problemi per la stablecoin USDC che ha perso il peg col dollaro per poi recuperare poche ore fa.

I problemi sono nati dal fallimento di Silicon Valley Bank (SVB) una delle banche USA più vicine al mondo crypto in cui sono rimasti bloccati circa 3 miliardi di dollari di riserve di USDC. Nella notte è arrivata la notizia del bailout con le dichiarazioni di Powell e della Yellen che hanno messo sul piatto un piano di finanziamenti per prevenire il problema di liquidità delle Banche USA. Da qui il recupero del mercato con Bitcoin e Altcoins che recuperano.

In questo post riepilogativo iniziamo la settimana cercando di capire quali sono state le notizie più importanti del settore.

Crypto Summary - Week 10

Per iniziare ad investire in criptovalute, eToro è una piattaforma regolamentata con funzionalità di Copy Trading che consente di copiare le posizioni di altri trader.

L’attivazione di un conto richiede solo 50€ e offre un conto demo gratuito. La piattaforma permette di negoziare su più di 60 crypto asset, tra cui Bitcoin ed Ethereum.

Per maggiori informazioni, visita il sito ufficiale di eToro.
51% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando opera con questo fornitore di CFD. Dovreste valutare se potete permettervi di correre il rischio elevato di perdere il vostro denaro.

Analisi Bitcoin e principali altcoins

Notizie non proprio positive Bitcoin dopo il fallimento della banca Silvergate ed il caso di SVB Bank che ha causato un nuovo crollo del prezzo con Bitcoin che è sceso sotto i 20k per la prima volta dal mese di Gennaio 2023.

La chiusura delle attività di Silvergate, banca molto vicina al mondo crypto, e le paure su un possibile contagio hanno spinto BTC al ribasso dopo un Febbraio che sembrava aver dato nuova linfa al settore.

Sulle quotazioni delle criptovalute pesano anche le condizioni macroeconomiche che rimangono molto incerte. Sul futuro del settore pesano anche le recenti dichiarazioni di Biden che propone di tassare l’elettricità utilizzata dal mining di Bitcoin al 30% ed eliminare alcune sovvenzioni che porterebbero ad un risparmio consistente per le casse del Tesoro USA.

Arriva il Bailout inatteso: garantiti i depositi di SVB Bank

Anche la FED si sta muovendo ed il mercato si aspetta un altro pacchetto consistente di rialzi dei tassi nei prossimi mesi. E’ stata infatti convocata per lunedì una riunione straordinaria in cui si parlerà probabilmente anche del caso SVB Bank.

Come vedete nel grafico delle previsioni sui tassi di interesse fino a ieri pomeriggio:

Previsioni Tassi prima del bailout

la percentuale di un ipotetico rialzo di 50 punti base o più stava crescendo crescendo sempre di più man mano che ci avviciniamo alla data del prossimo FOMC.

Nella notte però è arrivata una notizia che ha stravolto tutto. Sono arrivate le dichiarazioni di Powell e della Yellen su un piano di bailout destinato a salvare le banche Statunitensi in crisi di liquidità.

Come vedete in questa dichiarazione sul Dipartimento del Tesoro:

Piano salvataggio Banche bailout

il segretario del Tesoro USA Yellen ha approvato un piano che consente alla FDIC di salvare la Silicon Valley Bank in modo da proteggere tutti i depositanti che potranno avere accesso al loro denaro. Nessuna perdita dunque sostenuta dai contribuenti.

Decidono poi di chiudere la Signature Bank di New York con i clienti che saranno risarciti e annunciano un piano di finanziamenti supplementari che aiuteranno le Banche a non incorrere in problemi di liquidità per evitare possibili bank run da parte dei clienti.

Questo ha portato Bitcoin a recuperare le perdite chiudendo la settimana a 22.500$ e USDC a risalire fino a 0,98$.Ecco come è cambiata ora la situazione dei tassi:

Interest Rate aggiornati al 13 Marzo 2023

Bitcoin recupera le perdite, volano le Altcoins

La Market Cap era scesa leggermente sotto ai 1000 miliardi di dollari, dopo la notizia del bailout è tornata a risalire sopra questo livello.

Pochissimi i nomi in positivo nella settimana se si escludono le eccezioni di Kawa (+17%) e Leo Token (+7,4%), subito dietro molte stablecoin che stanno soffrendo a causa della situazione di incertezza su USDC. In questo momento tutte sono però in recupero.

Coingecko: le coin migliori della settimana 10

Tra i peggiori della settimana troviamo AGIX (-22%), Huobi(-20%), Dash (-18%)

poi tutti gli altri. In calo anche Ethereum che perde il 7% anche per le accuse all’exchange KuCoin da parte dello Stato di New York, accusato di offrire titoli non registrati. Attualmente torna in positivo dopo le ultime notizie.

Coingecko: le coin peggiori della settimana 10

Fino a ieri sera, da un punto di vista tecnico il prezzo di Bitcoin ha retto mantenendosi comunque sopra il livello dei 20.000$. Come vediamo nel grafico di TradingView:

Grafico Bitcoin / Dollaro - 12 Marzo 2023

il prezzo rimane sopra la media mobile a 200 periodi che ha fatto da supporto. Purtroppo era stato perso un livello importante che è quello dei 21.300 dollari del precedente minimo.

Molti analisti sono convinti che la possibilità di toccare un nuovo minimo non sia ancora da escludersi.

Nella notte, però, è cambiato tutto con Bitcoin che ha recuperato i tutte le perdite accumulate e ha chiuso finalmente una settimana in positivo.

Grafico Bitcoin / Dollaro - 13 Marzo 2023

Se andiamo sul grafico weekly, notiamo che BTC stava per chiudere la terza settima consecutiva di calo.

Grafico Bitcoin / Dollaro - weekly (w10)

Ovviamente queste notizie come i crolli di queste banche (Silvergate ed SVB) unite agli attacchi del governo USA al settore crypto, non fanno altro che portare ancora incertezza sui mercati. Questa notizia di una ulteriore iniezione di liquidità, però, potrebbe cambiare tutto.

USDC depeg della stablecoin di Circle: cosa è successo

La notizia più importante di questo fine settimana è stata sicuramente quella della perdita del peg (rapporto 1:1) tra la stablecoin USDC ed il dollaro.

Ne abbiamo parlato qualche giorno fa in una news sul nostro sito. Circle ha infatti dichiarato di detenere quasi l’8% dei suoi 40 miliardi di riserve in Silicon Valley Bank. Questo ha causato grossi problemi alla stablecoin USDC che, per sua natura, dovrebbe essere scambiata a 1$.

Grafico USDC Coingecko - Settimana w10

Dopo il fallimento di SVB Bank sono intervenuti i regolatori e dunque i fondi non sono prelevabili e risultano attualmente bloccati.

Circle aveva circa 3,3 miliardi di dollari bloccati dunque le sue riserve non erano al 100% backed.

Circle sul caso USDC e i rapporti con SVB

Un brutto colpo per tutto il settore, sopratutto per la Defi che utilizza principalmente USDC nelle varie applicazioni. Circle aveva comunque dichiarato che avrebbe provveduto a trovare i fondi per coprire le riserve.

Come vedete in questo tweet, però ieri sera tutto è cambiato in positivo:

Il CEO di Circle rassicura sulla situazione di USDC

con il CEO di Circle, Jeremy Allaire, che ha annunciato come la decisione del governo e delle autorità finanziarie per mitigare i rischi del settore bancario siano una notizia positiva.

Ora quindi il 100% delle riserve USDC è sicuro e protetto e competeranno il trasferimento dei fondi ad una nuova banca.

Molti utenti, alla riapertura degli scambi,potevano infatti perdere fiducia in USDC arrivando alla decisione di vendere o scambiare le proprie dotazioni.

In questo fine settimana era arrivata a toccare i 0,87 $ per poi risalire domenica a 0,95$. Ecco quali sono le quotazioni attuali di USD Coin:

Cosmos Interchain Security arriva il 15 Marzo

Sta per arrivare la Replicated Security su Cosmos, ovvero la prima versione dell’Interchain Security, uno gli sviluppo più attesi del Cosmos Hub.

Ne avevamo già parlato in un precedente Crypto Summary. Come vedete in questo tweet:

In arrivo la Replicated Security su Cosmos

la proposta 187 denominata Lamda Upgrade è stata infatti approvata all’unanimità dalla community di Cosmos.

Con questa proposta sarà possibile utilizzare e condividere i meccanismi di convalida di Cosmos per una maggiore sicurezza. A questa funzionalità potranno accedere le cosiddette “consumer chain” tra le quali spicca Neutron come possibile nuovo protocollo.

In questo modo sarà possibile utilizzare i validatori di Cosmos per le chain Proof of Stake senza dover mettere in piedi un proprio set di validatori.

Grazie alla replicated security gli stakers di Cosmos avranno un incremento delle ricompense derivanti dalle comissioni delle consumer chain, una percentuale che può arrivare fino al 25%.

Come vediamo su Staking Rewards attualmente gli APR per lo staking sono aumentati:

Staking APR aggiornate su Cosmos - 13 Marzo 2023

Questo potrebbe portare più sviluppatori a creare nuovi progetti su Cosmos oltre ad aumentare l’adozione del token ATOM, fino ad ora poco utilizzato.

Ecco come sta reagendo il prezzo di ATOM:

In generale, ci sono tutti i presupposti per creare un ecosistema DeFi ben integrato in Cosmos.

Flash crash per il token di Huobi Exchange

In settimana si è verificata una situazione strana per il token di Huobi che è crollato in modo repentino arrivando ad una perdita di oltre il 90%.

Il token è infatti arrivato al prezzo di 0,31$ di dollaro per poi risalire sopra i 4$ causando panico generale tra i tokek holder. Si tratta di un evento curioso che generalmente indica una serie di liquidazioni a cascata che si innescano.

Secondo i dati di Coinglass, Huobi ha registrato una liquidazione totale di oltre $51 milioni nelle ultime 24 ore provocando il crash di HT, il token della piattaforma.

Come vediamo in questo tweet di Justin Sun, il fondatore di Tron e proprietario di Huobi:

Justin Sun chiede scusa per il flash crash su Huobi Token

si è scusato per l’impatto delle liquidazioni in leva che si sono verificate a cascata. Per migliorare il livello di liquidità della piattaforma creeranno un fondo di 100 milioni di dollari per prevenire queste situazioni.

Dopo poco tempo la situazione su Huobi Global è tornata alla normalità anche se a non convincerci sono le riserve di Huobi:

Riserve di Huobi - Dati Nansen

come vedete quasi il 30% delle riserve è nel token HT che come abbiamo visto può perdere di valore in modo repentino.

Hedera sotto attacco: bug su uno smart contract

Il team di Hedera Hashgraph ha subito un exploit sulla rete principale (mainnet) che ha causato un blocco della rete ed il crollo del TVL del network.

E’ stata scoperta una vulnerabilità in uno smart contract che ha portato alla sottrazione di fondi. L’attaccante avrebbe sfruttato una debolezza di un contratto intelligente che ha preso di mira pool di liquidità di DEX derivati da Uniswap che sono stati portati sul network di Hedera tramite Hedera Token Service.

I token sottratti erano stati portati su varie Dapp della rete come SaucerSwap che ha subito cali drastici nel TVL.

Il servizio Hedera Token Service, vi ricordo, consente agli utenti di gestire token fungibili e non fungibili (NFT) sulla piattaforma Hedera Hashgraph. Consente infatti alle applicazioni la possibilità di coniare nuovi token e gestirne la configurazione.

E’ possibile integrare qualsiasi token creato con Hedera Token Service in qualsiasi smart contract scritto in Solidity. Grazie a questo servizio è facilissimo creare un nuovo token e distribuirlo.

L’attaccante avrebbe quindi cercato di spostare i token tramite un bridge che è stato poi bloccato. Sono stati quindi bloccati tutti i proxy per correggere il bug e mettere in sicurezza la rete. Il team ha suggerito quindi di controllare le proprie dotazioni.

Come vedete in questo tweet:

Hedera: tweet su exploit smart contract

la mainnet è tornata a funzionare ed hanno spiegato in un documento molto tecnico gli interventi presi per risolvere l’exploit.

Ecco come sta andando attualmente la quotazione di HBAR, il token di Hedera:

che inizialmente ha perso il 7% del suo valore. Ora la situazione sembra essere tornata alla normalità.

Conclusioni

Continueremo ad aggiornarti sulle ultimi sviluppi e novità del settore crypto. Si ricorda che le previsioni degli analisti non costituiscono consigli finanziari e l’investitore deve fare le proprie valutazioni.

Puoi utilizzare gli exchange consigliati per acquistare criptovalute e usufruire degli sconti sulle fees,

EXCHANGE
CARATTERISTICHEVANTAGGI
Più grande exchangeNumerose criptovaluteISCRIVITI
In evidenza
Crypto IndexExchange EuropeoISCRIVITI
App facile da usareCarta VISAISCRIVITI
Criptovalute principaliFacile da usareISCRIVITI

oppure fare trading con il broker eToro, che offre anche strumenti di social trading e trading professionale.

Clicca qui per aprire un account demo su eToro..
51% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando opera con questo fornitore di CFD. Dovreste valutare se potete permettervi di correre il rischio elevato di perdere il vostro denaro.
Digital marketing specialist | Blockchain enthusiast | Mi occupo di temi legati alla finanza personale, investimenti e trading sulle criptovalute.