Hedera Hashgraph (HBAR): cos’è e come funziona

In questa guida parliamo di Hedera Hashgraph, un network open source che ha l’obiettivo di fornire un ambiente decentralizzato e sicuro per lo sviluppo di applicazioni distribuite.

Con Hedera si identifica la rete, mentre Hashgraph è il suo algoritmo di consenso che permette transazioni veloci e sicure, garantendo allo stesso tempo la trasparenza e la scalabilità della rete

Hedera Hashgraph mira a diventare una piattaforma leader per la creazione di applicazioni decentralizzate ponendosi come soluzione per startup e imprese. Hedera è un progetto particolare in quanto non è una vera e propria blockchain ma utilizza altre strutture dati per operare in maniera decentralizzata e sicura.

Il token di questo network è HBAR che consente di mantenere in sicurezza la rete ed operare con le applicazioni.

In questa guida analizziamo il funzionamento di Hedera Hashgraph, la sua architettura vediamo come fare per comprare la sua coin HBAR.

Se volete investire sulle criptovalute, la soluzione più conveniente è quella dei contratti CFD. Con i broker regolamentati si può, infatti, negoziare sull'andamento del prezzo. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute.

Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Che cos’è Hedera Hashgraph?

Hedera è un network open source che utilizza la tecnologia DLT (distributed ledger technology) ed una struttura diversa dalle blockchain tradizionali. E’ una rete decentralizzata che sfrutta algoritmi di sicurezza e validazione più efficienti rispetto a quelli che utilizzano le tradizionali blockchain.

Hedera utilizza database distributo su più nodi a cui è possibile accedere in modo decentralizzato da parte di più partecipanti che mantengono e aggiornano una copia sincronizzata dei dati.

Hedera Hashgraph

E’ quindi progettata in modo alternativo alle reti basate su blockchain ma è in grado ugualmente di condividerne gli stessi principi e di supportare una criptovaluta. Utilizza però tecnologie e strutture differenti.

Alla base di Hedera abbiamo la tecnologia Hashgraph che consente di gestire le transazioni in modo efficiente. Hedera è infatti un network carbon negative, estremamente veloce e con costi di transazioni nettamente inferiori rispetto ad altre blockchain.

Hedera dunque funziona, da un punto di vista strutturale, come un grafo piuttosto che una blockchain. Hashgraph utilizza una struttura dati chiamata DAG (Direct Acyclic Graph) e funziona essenzialmente come una rete Proof of Stake con un algoritmo di consenso asincrono di tipo Byzantine Fault Tolerance (aBFT). Nel network i nodi validatori detengono una certa quantità di token e mettono in sicurezza la rete,

Questa tecnologia basta su DAG permette alla rete di raggiungere velocità elevatissime fino a 10.000 transazioni al secondo (TPS) e commissioni ridotte pari a soli 0,0001 dollari per transazione.

Hedera è un progetto finanziato e supportato da grandi investitori del calibro di Google, IBM, LG, Boeing e da altre aziende che fanno parte dell’Hedera Governing Council, un consorzio decentralizzato di cui fanno parte anche progetti web3 e Università. Per diventare dei validatori bisogna ottenere il permesso dal consiglio.

👍 Cosa èE’ un network basato su Distributed Ledger, open source, proof of stake che utilizza l’algoritmo di consenso aBFT. Hashgraph è una tecnologia che sfrutta strutture dati DAG per raggiungere velocità elevatissime nel processare le transazioni.
✅ CaratteristicheVelocità / Hashgraph consesus / Carbon negative
💰TokenHBAR
🥇Migliore piattaforma per fare trading su cryptoeToro
🥇Miglior exchange per comprare cryptoBitpanda

Migliori piattaforme per investire in criptovalute

Prima di vedere quelle che sono le caratteristiche principali di Hedera Hashgraph vi segnaliamo alcune delle piattaforme certificate per investire sulle criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Trading Bitcoin, criptovalute

79% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

broker premiato
demo gratuita
Migliori spread del mercato
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificiale
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualità

Come funziona Hedera Hashgraph

Hedera Hashgraph utilizza un algoritmo di consenso basato sull’hashgraph, che consente di raggiungere il consenso in modo rapido ed efficiente sullo stato delle transazioni all’interno della rete.

In pratica, i nodi della rete mantengono un registro di tutte le transazioni effettuate e utilizzano l’algoritmo di hashgraph per determinare l’ordine cronologico esatto delle transazioni e raggiungere il consenso sullo stato corrente della rete.

Architettura della rete Hedera

Hedera è una rete pubblica, completamente open source e basata sulla tecnologia Ditributed Ledger. Opera in modalità Proof of Stake ed offre agli sviluppatori vari servizi.

Il suo algoritmo di consenso è Hashgraph, una tecnologia che rende Hedera estremamente veloce, efficiente dal punto di vista dell’energia consumata e sicura.

In questo schema possiamo vedere un’architettura di alto livello per quanto riguarda il network Hedera:

Architettura Hedera

Vedete qui che abbiamo vari casi d’uso e la rete di Hedera che è in grado di soddisfarli attraverso una architettura di questo tipo.

Possiamo raggruppare gli elementi principali di Hedera Hashgraph in questi:

  • Hashgraph consensus: è un innovativo algoritmo di consenso che permette di verificare in maniera estremamente efficiente le transazioni grazie a protocolli innovativi
  • Network Nodes: il registro pubblico viene memorizzato su una rete composta da due tipi di nodi (Nodi Consensus e Mirror). I nodi di consenso sono “permissioned” ovvero è necessario avere l’autorizzazione del consiglio direttivo per poter operare. Negli sviluppi futuri è prevista l’introduzione di nodi permissionless che potranno essere gestiti da chiunque
  • Network Services: Hedera mette a disposizione numerosi servizi a cui è possibile accedere tramite API. Ogni chiamata ad una API ha una fee che viene pagata in HBAR.

Cerchiamo di analizzarli nello specifico.

Directed Acyclic Graph (DAG)

I nodi della rete Hedera memorizzano una struttura dati chiamata Directed Acyclic Graph (DAG) o grafo aciclico direto.

I grafi aciclici diretti sono delle strutture dati composte da vertici (o nodi) e archi. Come vedete qui sotto nel diagramma:

Dag: Directed Acyclic Graph

non abbiamo la struttura a blocchi tipica della blockchain. In questo caso le transazioni sono rappresentate da vertici che si sovrappongono.

In un grafo di questo tipo, ogni transazione deve fare riferimento alle transazioni precedenti per essere inclusa nella rete proprio come nella blockchain un blocco deve essere collegato al precedente.

I DAG sono impiegati in molte strutture in Informatica ed impiegati in algoritmi in cui ci sono ad esempio compiti che devono essere ordinati o eseguiti prima di altri. Un grafo può avere infatti una direzione. Oppure per rappresentare sequenze che si sovrappongono.

I grafi di questo tipo sono detti aciclici se comunque scegliamo un nodo o vertice non possiamo tornare indietro percorrendo gli archi del grafo, cioè non presenta dei cicli diretti.

Hedera Hashgraph utilizza una struttura di questo tipo che è estremamente efficiente. Affinchè una transazione venga confermata, questa deve essere referenziata da un’altra transazione.

Hashgraph consensus

L’algoritmo di consenso di Hedera si chiama Hashgraph e sfrutta delle strutture dati molto efficienti

Le blockchain tradizionali, come sapete, utilizzano degli algoritmi di consenso distribuito ovvero devono arrivare ad un accordo sulla validità delle transazioni, sull’ordine con cui vengono impresse sul ledger in modo da garantirne l’immutabilità.

Parliamo dunque di un sistema basato sulla fiducia. In un sistema di questo tipo la maggioranza dei nodi deve mettersi d’accordo per arrivare ad una versione di blockchain condivisa, ad uno stato consistente.

Nella blockchain tradizionali le transazioni vengono inserite nei blocchi che vengono validati e propagati a tutta la rete distribuita. In questo modo si forma la “catena” e si evita che due blocchi vengano aggiunti contemporaneamente. Cioè i nodi della rete sceglieranno in quale catena continuare per evitare che si generi un “fork” o biforcazione.

Perchè invece Hashgrahph funziona in modo diverso?

Nell’algoritmo di Hashgraph ogni contenitore di transazioni (lo distinguiamo dal concetto di blocco perché è tipico delle blockchain), viene incorporato nel registro distribuito. Tutti vengono collegati ed intrecciati a formare una struttura diversa, a grafo come abbiamo detto poco fa.

Qui sotto vedete come si presenta una struttura di questo tipo:

Blockchain vs Hashgraph

che fa in modo che in Hashgraph non ci siano rallentamenti dovuti a processi come il mining e la struttura dati può crescere anche in modo rapido senza problemi.

Hashgraph tiene traccia di tutte le informazioni che i vari nodi inviano e/o ricevono.

La rete Hashgraph è in grado di raggiungere il consenso tramite due meccanismi:

  1. Un algoritmo Gossip about Gossip che consente di raggiungere il consenso sulla validità delle transazioni
  2. Un meccanismo di Virtual Voting che consente di raggiungere il consenso anche sul timestamp di ogni transazione.

Se la transazione è valida e nel tempo appropriato, lo stato del ledger verrà aggiornato per includere la transazione finalizzata con una sicurezza del 100%

Hashgraph utilizza un consenso basato su Asynchronous Byzantine Fault Tolerance (aBFT) e quindi riesce ad essere molto veloce, efficiente e poco costoso.

Vediamo quali sono quindi le caratteristiche principali di Hashgraph Consensus.

Protocollo Gossip about Gossip

Cerchiamo di capire con un esempio come funziona Hashgraph.

Hedera utilizza un protocollo chiamato Gossip about Gossip. Proprio come nella vita reale, gossip significa spettegolare e diffondere una informazione ad altre persone che non ne sono a conoscenza.

Supponiamo di avere una rete in cui ci sono degli utenti che vogliono inviare transazioni.

Come vediamo in questo schema supponiamo che l’utente Marco voglia fare una transazione con Alice. Crea un messaggio e invia le informazioni ad Alice.

Marco poi fa un’altra transazione con Giuseppe. Tutte le informazioni sulle transazioni di Marco vengono comunicate anche a Chiara. Tutte le informazioni vengono poi trasferite ad Alice, proprio come si fa nel Gossip. Ogni nodo in pratica sa tutto quello che sanno gli altri nodi.

Anche gli altri analogamente possono inviare messaggi casualmente agli altri utenti sulle proprie transazioni o quelle degli altri partecipanti. Arriviamo quindi in uno stato in cui tutti hanno le informazioni sulla transazione.

Per cercare di tenere traccia sull’ordine il protocollo memorizza un timestamp per ogni messaggio, ovvero tiene traccia dell’istante di tempo in cui ogni persona riceve ogni messaggio.

Possiamo quindi ordinare in ordine temporali tutti i messaggi contrassegnati col colore rosso, blu e verde prendendo il tempo medio in modo da sapere quando quel tipo di messaggio raggiunge la maggioranza dei nodi.

Possiamo rappresentare questo scambio di messaggi (transazioni) in un grafo:

Protocollo Gossip

ogni nodo del grafo possiamo rappresentarlo con un evento chiamato “Gossip”. Questo Evento può essere rappresentato da un vertice del grafo, un messaggio che contiene:

  • Timestamp: identifica il tempo in cui la transazione è stata aggiunta al registro
  • Transazione: la transazione stessa o più transazioni
  • Firma: una firma digitale
  • Hash dell’ultimo messaggio creato dal nodo
  • Hash dell’ultimo messaggio ricevuto

Le informazioni sui dati delle transazioni vengono dette “Gossip about Gossip”, proprio perché queste vengono sincronizzate sulla rete Hashgraph tramite un evento chiamato “Gossip Sync”. In questo modo i dati non possono essere alterati o manomessi.

Come fanno le informazioni a propagarsi sulla rete? In questo modo:

  1. Ogni nodo contiene due hash legati agli ultimi due nodi con cui è stata instaurata la comunicazione
  2. Ogni nodo propaga le informazioni sulle nuove transazioni e su quelle ricevute ai nodi vicini in modo casuale (random)
  3. I nodi adiacenti scelti a caso combinano questi eventi con le informazioni ricevute dagli ultimi nodi e creano un nuovo evento
  4. Questo ciclo di ripete finché i nodi dell’hashgraph non ricevono le stesse informazioni

Virtual Voting

A questo punto il grafo finale risultante può essere così memorizzato da ogni nodo o computer della rete.

Ogni nodo quindi conosce il timestamp di ogni nodo che ha ricevuto ogni messaggio. Quindi non ha bisogno di comunicare con nessuno né di inviare ulteriori informazioni.

Per capire se una transazione è valida i nodi votano. Se una transazione raggiunge il consenso di almeno 2/3 della rete allora viene considerata valida. Il voto viene pesato in base alla quantità di stake di HBAR posseduti dunque Hedera può essere considerata una sorta di network Proof of Stake.

La votazione avviene su 4 round ed il sistema continua a funzionare grazie al suo meccanismo di consenso basato su Asynchronous Byzantine fault tolerance. Questo meccasnismo si rende necessario in quanto un sistema di voto completo richiederebbe una larghezza di banda enorme.

Vediamo come funziona allora l’algoritmo ABFT.

Asynchronous Byzantine fault tolerant

Questo algoritmo viene utilizzato anche da altre blockchain in varie versioni. Il termine aBFT sta ad indicare il fatto che nessun nodo o gruppo di nodi può impedire all rete di raggiungere un consenso distribuito o modificarlo successivamente. Ogni evento è connesso ad un altro tramite hash crittografico.

Asynchronous Byzantine fault tolerant

Per come è progettato Hashgraph ogni nodo arriverà in uno stato in cui conosce perfettamente che è stato raggiunto il consenso sulla rete. Su una blockchain tradizionale questo non è possibile, in quanto un nodo non può sapere se il consenso è stato raggiunto.

Su Bitcoin, ad esempio, i miners possono arrivare a creare più fork in contrasto tra loro per quanto riguarda l’ordine delle transazioni.

Altre blockchain come Cosmos utilizzano Byzantine Fault Tolerant” (BFT) come meccanismo di consenso, ma in Hashgraph questo viene eseguito in maniera asincrona. Rispetto ad un blocco di una chain in cui c’è un “block time”, qui non abbiamo questa informazione e dunque la validazione avviene in maniera “sequenziale”.

Per il resto è il classico algoritmo in cui è necessario che i 2/3 dei nodi siano d’accordo per poter validare le transazioni. Hashgraph si definisce come l’algoritmo di consenso più sicuro al mondo, in quanto anche nel caso in cui gli attaccanti arrivassero a controllare la rete, finché avranno meno di 1/3 della quota totale dei token HBAR in circolazione non saranno in grado di alterare il consenso, né l’ordine delle transazioni.

Efficienza

Hashgraph richiede pochissima energia per funzionare. Le aziende che intendono entrare nel consorzio per gestire dei nodi hashgraph non dovranno acquistare hardware costosi o ultra efficienti.

E’ anche un algoritmo estremamente efficiente in quanto richiede pochissima larghezza di banda per raggiungere il consenso sull’ordine delle transazioni grazie ad un meccanismo di timestamping. C’è poi un algoritmo di voto che consente di inviare messaggi aggiuntivi per consentire ai nodi di votare la convalida delle transazioni.

Nel momento in cui avviene una transazione tutti i nodi della rete saranno in grado in pochi secondi di sapere dove questa sarà inserita.

Sicurezza e crittografia

Tutte le comunicazioni che avvengono sulla rete di Hedera sono sottoposte a processo di crittografia. Le transazioni sono firmate in maniera digitale ed Hashgraph è basato sugli hash crittografici.

Gli standard utilizzati sono quelli richiesti per la protezione delle informazioni utilizzate da vari governi, come quello degli Stati Uniti.

Ordine delle transazioni e timestamp

Hashgraph funziona in modo equo in quanto il timestamp delle transazioni viene calcolato con un processo di voto automatico. I nodi della rete Hedera stabiliscono con il voto in maniera equa come avviene il consenso.

In particolare bisogna evidenziare alcune caratteristiche dell’algoritmo:

  1. Nessun nodo può impedire che una transazione entri nel sistema. Grazie all’algoritmo di Gossip, questa verrà aggiunta comunque all’hashgraph
  2. Hashgraph assegna a ogni transazione un timestamp di consenso basato sul momento in cui la maggior parte dei nodi della rete ha ricevuto la transazione. Ad ogni transazione si assegna un timestamp facendo la media degli orari in cui ogni nodo dichiara di averla ricevuta. Se i 2/3 dei nodi sono onesti, il timestamp è considerato affidabile in quanto generato da un nodo affidabile grazie all’algoritmo aBFT.
  3. Le transazioni sono ordinate in base al loro timestamp in modo equo. Non c’è quindi modo per un nodo di influenzare l’ordine di consenso.

Ad esempio due utenti potrebbero voler cercare di acquistare un asset nello stesso tempo e con un prezzo stabilito. Chi decide qual è l’ordine corretto? Se in processi come il mining, un miner potrebbe privilegiare una transazione inserendole in un blocco con Hashgraph questo non può avvenire. La transazione più veloce, in base alla rete che utilizzano quei due utenti, avverrà prima.

Network Nodes

Come abbiamo visto nell’architettura Hedera è composta da nodi che si occupano della gestione della rete. In particolare possiamo avere due tipi di nodi:

  • Nodi consensus (di consenso)
  • Nodi mirror (“specchio”)

Si tratta di noti che attualmente sono gestiti ed autorizzati dal consiglio direttivo di Hedera. Come sapete per poter diventare dei nodi della rete bisogna entrare a far parte della governance gestita dal Hedera Global Governing Council.

I prossimi aggiornamenti del protocollo prevedono l’introduzione di nodi “permissionless” ovvero nodi che potranno essere gestiti da chiunque senza approvazione.

I nodi di consenso sono delegati al raggiungimento del consenso sulla validità e sull’ordine delle trandazioni. Essi sono in grado di memorizzare lo stato più recente della rete.

I nodi mirror invece consentono agli sviluppatori di poter archiviare ed interrogare la rete per ottenere dei dati storici e/o per fare analisi a costi contenuti.

Network Services

Hedera offre dei servizi per consentire di connettersi con le applicazioni del network.

Ecco i principali servizi di rete offerti da Hedera Hashgraph.

Hedera Consensus Service (HSC)

Consente a siti web e reti di sfruttare l’algoritmo di consenso Hashgraph. Chi utilizza la rete può inviare messaggi, criptarli e garantire così alle applicazioni di preservare la privacy degli utenti (ad esempio nei trasferimenti di denaro). HCS consente inoltre di crittografare il contenuto dei messaggi sensibili.

Hedera Consensus Service

Come vedete in questo schema molte applicazioni possono sfruttare i servizi di Hedera Consensus Service (HCS) per creare registri decentralizzati e verificabili di eventi immutabili con data e ora.

Chi utilizza la rete riceve così timestamp affidabili ed ordinati. Questo servizio è usato in varie applicazioni come la tracciabilità dei trasferimenti di asset tra blockchain, il conteggio dei voti in una DAO, il monitoraggio di dispositivi IoT ed è impiegata in molti casi d’uso.

Hedera Token Service

Il servizio Hedera Token Service agli utenti di gestire token fungibili e non fungibili (NFT) sulla piattaforma Hedera Hashgraph.

Consente infatti alle applicazioni la possibilità di coniare nuovi token e gestirne la configurazione. Sulla rete Hedera i token possono processati in transazioni che arrivano a 10.000 al secondo.

Trasferire un token su rete Hedera costa circa 0,0001 dollari e le fees vengono pagate nel token nativo che è HBAR. E’ possibile integrare qualsiasi token creato con Hedera Token Service in qualsiasi smart contract scritto in Solidity.

Grazie a questo servizio è facilissimo creare un nuovo token e distribuirlo.

Hedera Smart Contract

Su Hedera è facilissimo creare smart contract. Gli sviluppatori, infatti, possono creare facilmente le loro applicazioni decentralizzate (Dapp) sul network.

Hedera supporta anche la Ethereum Virtual Machine dunque è possibile sfruttare Solidity per programmare i contratti intelligenti. Gli smart contract su rete Hedera sono ottimizzati per hashgraph. Quindi possono essere eseguiti velocemente con commissioni irrisorie.

Inoltre è possibile all’interno degli smart contract usare Hedera Token Service per scambiare asset in modo efficiente. Sul sito è possibile trovare tutta la documentazione con esempi di codice per creare uno smart contract

Un network efficiente e Carbon Negative

Hedera utilizza il consenso Hashgraph, una tecnologia in grado di consumare appena 0,00017 kWh per transazione. Questo consente alla rete di Hedera di diventare carbon negative grazie all’acquisto di crediti di carbonio in compensazione.

Vedete qui sotto il confronto con altri network come Ethereum e Cardano che consumano molta energia in più:

Hedera Carbon Negative

Anche dal punto di vista dell’efficienza parliamo di uno dei network con le migliori prestazioni, in grado di fare concorrenza a circuiti di pagamento veloci come VISA e Mastercard. Hedera infatti è in grado di processare più di 10.000 transazioni al secondo. Come vedete in questo riepilogo:

Hedera Statistiche Rete

è una rete molto più veloce di blockchain come Bitcoin ed Ethereum che fanno parte delle chain di vecchia generazione.

HBAR e tokenomics

HBAR è la criptovaluta (coin) nativa della rete Hedera. E’ utilizzata nella rete per pagare le commissioni di transazione (fees) e come staking dai nodi della rete che possono utilizzare il meccanismo di voto per convalidare le transazioni.

Hedera è infatti una rete proof-of-stake. Gli HBAR utilizzati in stake dai nodi, possono essere utilizzati per votare in modo ponderato e partecipare al consenso per la convalida delle transazioni. Questo meccanismo rende difficile e costoso ogni tipo di attacco per influenzare il consenso (dovrebbe avere a disposizione 1/3 delle coin circolanti).

Le fees su Hedera sono estremamente basse, dell’ordine di pochi centesimi di dollaro. Non variano in base a parametri come traffico e stato della rete.

HBAR viene poi impiegata dagli sviluppatori per i servizi di rete, per gli smart contract e la creazione di NFT. Le commissioni vengono pagate ai nodi validatori al 90% mentre una parte va a finanziare le riserve della Foundation.

Qui vedete la tokenomics di HBAR:

Tokenomics HBAR

la rete di Hedera prevede una massima suppy di 50 miliardi di token HBAR. Questa non può essere modificata senza il consenso del consiglio.

Buona parte come vedete è stata allocata per il team e per gli sviluppatori o per operazioni di governance. Questi incentivi destinati agli sviluppatori potrebbero aumentare la pressione in vendita sul token che è comunque inflattivo. Attualmente ci sono circa 25 miliardi di token in circolazione.

Casi d’uso di Hedera Hashgraph

Ci sono numerosi casi d’uso di applicazione della rete Hedera:

  • Finanza e Pagamenti: grazie ad Hedera Token Service le organizzazione possono sfruttare la rete per i micropagamenti coniando il proprio token. Le transazioni con stablecoin, HBAR ed altre crypto possono essere processate in modo efficiente. I trasferimenti di token infatti costano molto meno di reti come VISA
  • Asset tokenizzati: molti DLT per tokenizzare gli asset richiedono commissioni elevate. Hedera Token Service consente di configurare, creare e gestire token con grande facilità senza dover implementare smart contract. E possono essere trasferiti come meno di 1 centesimo di dollaro.
  • Prevenzione frodi (Fraud mitigation): molte applicazioni sono controllate da autorità centralizzate e dunque sono a rischio di manomissione. Hedera consente di registrare transazioni velocemente e verificarle utilizzando lo standard W3C Decentralized Identifier (DID). Questo garantisce ai vari partecipanti della rete di avere una visione in tempo reale delle transazioni per rilevare eventuali attività fraudolente
  • Conformità dei dati (data compliance): le normative e le regolamentazioni sono uno degli argomenti con cui le nuove tecnologie si scontreranno sempre di più nel futuro. Garantire che i dati vengano trattati in modo appropriato non è semplice. Hedera mette a disposizione la sua tecnologie per verificare in modo pubblico tramite un registro quali azioni sono state prese fornendo ai clienti la possibilità di verificare i propri dati, o semplificare i processi di auditing
  • Gestione credenziali (Identity): un altro caso d’uso consiste nella gestione dei dati relativi all’identità, alle credenziali di accesso alle applicazioni che possono essere gestite tramite Hedera Consensus Service per aggiungere maggiore trasparenza
  • Salute (Healthcare): le tecnologie impiegate da Hedera tramite i ledger distribuiti possono migliorare il modo in cui si gestiscono i dati dei pazienti, quelli diagnostici e relativi alle cure nel settore salute
  • Reti e blockchain private: molte blockchain che operano nel contesto di reti private ed utilizzano framework come Corda o Hyperledger possono sfruttare Hedera Consensus Service per ottenere un servizio di consenso e timestamp verificato senza esporre i propri dati. La rete garantisce che le transazioni rimangano private pur essendo verificabili.

Vantaggi e svantaggi di Hedera Hashgraph

Abbiamo capito che la rete Hedera è ultra efficiente, costa poco in temini di fees ed è anche green. Dunque offre solo vantaggi nel suo utilizzo?

Cerchiamo di elencare infine quali sono i vantaggi e gli svantaggi nell’utilizzare una rete di questo tipo.

Tra i vantaggi possiamo elencare questi:

  • Hedera Hashgraph è una rete molto più veloce di qualunque altra rete blockchain esistente
  • I costi di transazione sono bassi e nell’ordine $0.001, inoltre sono fissi e non si basano su altri fattori come accade ad esempio ad Ethereum
  • Hedera supporta smart contract compatibili con EVM e linguaggi molto diffusi tra gli sviluppatori come Solidity
  • Grazie ai suoi servizi fornisce un grande livello di sicurezza a qualunque rete e fornisce servizi di consensus ai quali si possono appoggiare varie applicazioni web2 e web3

Possiamo elencare però alcuni svantaggi:

  • Hedera Hashgraph fornisce una tecnologia brevettata e dunque non offre piena autonomia in quanto non consente ad esempio di fare un fork
  • E’ una rete abbastana centralizzata in quanto è governata da un consorzio di aziende (per il momento 39 grandi big tech)
  • Non è possibile mettere in piedi il proprio nodo validatore in quanto si deve chiedere il permesso al consiglio

Hedera Hashgraph: video sul funzionamento

Per concludere qui sotto trovate un video che abbiamo realizzato sul funzionamento della rete Hedera e sul suo consenso Hashgraph. Affronta gli argomenti principali di questo network, dalla sua architettura fino al funzionamento di HBAR:

Hedera Hashgraph (HBAR): il network per aziende e istituzioni
Hedera Hashgraph (HBAR): il network per aziende e istituzioni In questo video parliamo di Hedera Hashgraph, un network open source che ha l’obiettivo di forn…
Hedera Hashgraph (HBAR): il network per aziende e istituzioni

The video was uploaded on 20/1/2023.

You can view the video here.

Hedera Hashgraph: le domande frequenti

Cos’è Hedera Hashgraph?

La rete Hedera Hashgraph è una rete open source, efficiente e carbon-negative che funziona come registro distribuito (DLT) e con strutture dati a grafo piuttosto che blockchain. Numerosi sono i suoi casi d’uso come pagamenti in-app, micropagamenti, prevenzione di frodi. Il suo token nativo è HBAR.

Cos’è l’Hashgraph Consensus?

Hashgraph è il nome dell’algoritmo di consenso della rete Hedera. Consente di raggiungere un consenso distribuito in una rete in modo più efficiente. E’ disponibile anche come servizio su richiesta che è possibile integrare anche con DLT private (es: HyperLedger) per fornire servizi di timestamping e verifica assicurando la privacy.

Cosa è HBAR?

HBAR è la criptovaluta (coin) nativa della rete Hedera. E’ utilizzata nella rete per pagare le commissioni di transazione (fees) e come staking dai nodi della rete che possono utilizzare il meccanismo di voto per convalidare le transazioni.

Conclusioni

Hedera Hashgraph è una rete di nuova generazione che sfrutta la tecnologia DLT (distributed ledger technology) ed una struttura differente dalla blockchain tradizionale.

E’ un network decentralizzato ed open source che fa dell’efficienza e della velocità il proprio cavallo di battaglia. Si basa su algoritmi di consenso e di sicurezza molto innovativi ed efficienti come Hashgra, molto più efficienti di quelli utilizzati nelle reti blockchain.

E’ una rete per il momento molto adatta ad un utilizzo enterprise ed aziendale ma ci sono già numerosi casi d’uso in cui è stata impiegata. Il suo token HBAR potrebbe rivelarsi anche un ottimo investimento nel lungo periodo.

E’ quindi uno di quei progetti da monitorare e seguire nel suo sviluppo in questo 2023.

Se volete investire in criptovalute o acquistare HBAR potete utilizzare i servizi che trovate qui sotto.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.