Comprare azioni Coinbase: IPO, come investire, previsioni e broker [2021]

Conviene investire sulle azioni Coinbase? Coinbase è uno degli Exchange più importanti in circolazione, sia per sicurezza sia per la discreta offerta in termini di commissioni. Non a caso, questo Exchange americano ha superato i 40 milioni di utenti. Tra i quali vi rientrano anche clienti istituzionali e Hedge fund. Quindi non solo trader retails.

Il volume di scambi nel 2020 ha invece sfiorato i 200 miliardi di dollari.

Con questi ed altri numeri, l’Exchange Coinbase si presenta alla prova del Nasdaq con una Ipo. Vediamo quando avverrà e altre info utili.

In attesa che avvenga la quotazione di Coinbase è possibile registrarsi su broker regolamentati che permetteranno di negoziare sulle azioni. Uno di questi è eToro, uno dei broker più utilizzati che permette di fare copy trading ovvero copiare dai migliori investitori.

Per maggiori informazioni cliccate qui per il sito ufficiale.

Cos’è Coinbase?

E’ un Exchange di criptovalute nato nel 2012 da una idea di Brian Armstrong e Fred Ehrsam, che lo hanno fondato a San Francisco, nello stato della California.

Coinbase: l’exchange di criptovalute più famoso

Oltre allo scambio tra moltissime criptovalute, è possibile anche effettuare scambi con le valute FIAT. Nonché effettuare lo scambio al dettaglio di 4 criptovalute:

  1. bitcoin
  2. bitcoin cash
  3. ether
  4. litecoin

Tra le caratteristiche principali di Coinbase troviamo:

  • commissioni più basse della media di mercato
  • piattaforma intuitiva
  • cybersecurity molto sofisticata e costantemente aggiornata
  • API per personalizzare l’uso della piattaforma
  • transazioni crypto/crypto e crypto/valute FIAT

Imponenti anche i numeri che riguardano questo Exchange, che snoccioleremo quando affronteremo il tema se conviene o meno comprare le sue azioni.

Migliori piattaforme per negoziare sulle criptovalute

Prima di approfondire l’argomento vi segnaliamo alcuni delle migliori piattaforme per fare trading di criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading
*67% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovaluteISCRIVITI
CFD su Bitcoin e CriptovaluteSocial trading e AutotradingISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

IPO Coinbase: cosa sapere

Il nulla osta per la Ipo di Coinbase da parte della Securities and Exchange Commission (meglio nota con l’acronimo SEC) è arrivato la scorsa settimana.

Quando avverrà la Ipo di Coinbase? Segnatevi questa data: approferà sulla borsa Nasdaq il 14 aprile, con il ticker COIN.

Le azioni quotate da Coinbase sono in totale 114.850.769 unità, ma non è ancora chiaro quante sono precisamente disponibili per la vendita. Oltre al fatto che non è ancora noto il prezzo per ogni azione. Ma si preannuncia un grande successo.

L’Exchange Coinbase, infatti, ha un valore di circa 68 miliardi di dollari sui mercati privati. Tuttavia, la cifra supera i 100 miliardi includendo nel calcolo anche le azioni del tutto diluite dall’Exchange.

In realtà, però, più che una IPO si tratta di una Dpo, acronimo di offerta pubblica diretta (DPO). Cosa significa? Che le società che optano per una DPO praticamente assumono banchieri di investimento per gestire l’offerta pubblica. Quindi si servono di intermediari con gli investitori istituzionali, fissando il prezzo delle azioni, determinando ciò che poi gli investitori pagheranno in concreto per le azioni.

Si intraprende la cosiddetta road show, ovvero una serie di presentazioni finanziarie rivolte agli investitori. Nello stessa si presentano:

  • il modello di business della società
  • la sua storia operativa
  • le opportunità future che essa offre
  • una stima del suo mercato di riferimento

Chi opta per una DPO non cerca nuovi capitali per finanziare le operazioni in corso, ma vuole agevolare i primi investitori e ai collaboratori dell’azienda di incassare subito alcuni dei loro investimenti. In virtù del fatto che possono vendere azioni il primo giorno di negoziazione, senza dover attendere per il cosiddetto periodo di blocco. Inoltre, è utile per prevenire la diluizione che si verifica con le IPO.

In realtà, con la DPO rispetto alla Ipo l’azienda si assume una parte maggiore della preparazione e del rischio dell’operazione.

Di contro, però la società che opta per una DPO in luogo di una Ipo può risparmiare centinaia di milioni di dollari.

Dove comprare azioni Coinbase

Quali sono le migliori piattaforme di trading online per investire su Coinbase? Eccone 2:

eToro

Il broker eToro sicuramente non si farà sfuggire di avere tra le azioni previste nel suo parco asset, anche il titolo Coinbase.

Con eToro puoi esercitarti sul trading grazie ad un Conto demo molto generoso, di 100mila euro virtuali.

Oltre a ciò, potrai copiare cosa fanno i trader migliori col servizio CopyTrader, meglio noto come copy trading. I trader che puoi copiare si chiamano Popular investors, e puoi sceglierli tra i seguenti parametri:

  • Nickname
  • Foto
  • Percentuale di trades vincenti negli ultimi 6 mesi
  • Biografia con descrizione delle strategie utilizzate e degli asset preferiti
  • Livello di rischio
  • Post che pubblicano
  • Numero di followers
  • ecc.

Se ami i Social network, allora ti farà piacere sapere che con eToro puoi interagire con tutti i trader iscritti proprio come se stessi in un normale Social.

Il servizio si chiama Social trading e per visualizzare cosa pubblicano gli altri trader devi andare nella sezione Feed.

Se ti interessano le azioni di Coinbase, allora in generale ti interessano anche le criptovalute. Anche qui c’è una buona notizia per te: oltre ad essere un broker per il trading Cfd, eToro è anche un Exchange di criptovalute con tanto di wallet. Quindi, puoi anche usare questa piattaforma per comprarle e venderle direttamente.

Etoro è un broker con 3 licenze per operare:

  • CySEC, avendo sede a Cipro
  • FCA, avendo sede in Gran Bretagna
  • ASIC, avendo sede in Australia

Molto interessanti anche le commissioni e gli spread proposti da eToro, difficilmente riscontrabili altrove.

Per iniziare a fare trading con eToro sulle azioni e criptovalute clicca qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Il broker OBRinvest è la migliore alternativa ad eToro. Il broker, infatti, ha anche esso un Conto demo di 100mila euro.

Ma se sei interessato anche alla formazione teorica, puoi scaricare gratuitamente i suoi manuali in formato eBook. Puoi inoltre seguire comodamente online i corsi offerti dal broker in formato webinar.

Ppuoi anche consultare un Glossario per comprendere al meglio le definizioni afferenti al trading.

Il broker OBRinvest vanta anche la licenza CySEC, la più diffusa tra i broker essendo questo paese un ex paradiso fiscale e avendo il vantaggio che, pur attenendosi alle direttive ESMA, è meno severo e stringente di altre commissioni.

Tra i servizi più interessanti offerti dal broker OBRinvest, troviamo i segnali di trading generati da una società leader del settore: Trading central.

Quest’ultima per i servizi che offre (anche come broker, di consulenza, coaching, ecc.) ha ricevuto molti premi. Riceverai i segnali di trading di OBRinvest comodamente via sms, mentre il quantitativo beneficiato dipenderà dal tipo di account scelto.

Molto interessante anche il servizio Buzz, il cui nome rievoca qualcosa di ludico, ma in realtà si basa sull’intelligenza artificiale. La quale ti aiuterà a non ripetere certi errori mentre operi.

Completano il quadro commissioni e spread convenienti.

Per aprire il tuo conto demo gratis su OBRinvest clicca qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Conviene investire su Coinbase

Detto del fatto che Coinbase non emetterà azioni ex novo, ma si limiterà ad offrire agli investitori il suo stock privato, è anche vero che stiamo parlando di una operazione che potrebbe perfino superare il lancio in Borsa di Facebook del 2012. La più grande Ipo tecnologica ancora oggi.

Secondo alcune stime, Coinbase vale tra i 50 e i 100 miliardi di dollari.

Del resto, i numeri di questo Exchange californiano parlano chiaro.

Nel 2020, generato un profitto di 1.322 milioni di dollari, numeri in costante crescita. In buona parte generati anche grazie al nuovo rally innescato dal Bitcoin. Non a caso, quest’ultima conta da sola il 70 percento delle operazioni che avvengono sulla piattaforma. Mentre la restante fetta del 30 percento, vede primeggiare soprattutto Ethereum.

Il fatturato del 2020 è stato di 1,28 miliardi di dollari. Un +130% rispetto al 2019. Ancora meglio ha fatto sulle commissioni incassate, pari a 1,09 miliardi di dollari nel 2020 (+150%).

Prima accennavamo dei 40 milioni di utenti provenienti da tutto il mondo e di come tra questi non ci siano solo i trader retails, che comunque costituiscono la stragrande maggioranza (il 95%), ma anche clienti di peso come:

  • istituzionali
  • Hedge fund
  • family office
  • società finanziarie
  • ecc.

I clienti di Coinbase sono cresciuti rispetto al 2019 di oltre un terzo. Il volume di scambi ha sfiorato i 200 miliardi di dollari.

Ma c’è un altro dato da tenere in mente: Coinbase muova da solo oltre il 10% del mercato delle criptovalute (11,1%). Un dato praticamente più che triplicato, visto che l’anno precedente era di circa il 3%.

Come fare per investire in azioni Coinbase

Se sei un trader retail ti conviene attendere che i principali broker, come quelli prima descritti, o comunque i broker con regolare licenza per fare trading finanziario, tanti servizi in tuo aiuto e commissioni e spread bassi, inseriscano Coinbase tra gli asset previsti.

Infatti, potrai investire sulle azioni Coinbase col trading CFD, acronimo di Contract for difference.

Si tratta di contratti derivati, poiché ti consentono di investire in modo indiretto su un asset giacché ne replicano il prezzo. Dunque, nel caso delle azioni, di non sobbarcarti gli oneri di un azionista diretto. Ma pensa anche ai vantaggi per le materie prime e al fatto che si ovvi alla necessità di possederle direttamente.

Oltre a ciò, i CFD sono contratti standardizzati, in quanto prevedono un format standard e ciò li rende uno strumento semplice per operare.

Il più grande vantaggio dei CFD è però quello di consentire di posizionarsi anche short su un titolo, cioè venderlo allo scoperto quando è previsto un calo del suo prezzo.

In questo modo, anche nel caso in cui le azioni Coinbase dovessero crollare, potrai sempre guadagnare. Diventa comunque importante fare la previsione giusta sul titolo.

Ancora, i CFD ti permettono di sfruttare le potenzialità della Leva finanziaria, che ti ricordiamo, ti permetteranno di moltiplicare i tuoi profitti. Pur stando attento al fatto che in caso di previsione errata, moltiplicherà pure le tue perdite. E sarai costretto a chiudere anzitempo la posizione o a coprire il tuo conto.

Comprare le azioni Coinbase con il trading CFD ti permette anche di beneficiare di commissioni basse.

Per ottenere tutti questi vantaggi, iscriviti a uno dei seguenti broker:

IPO Coinbase: effetti e scenari sulle criptovalute

Quali effetti avrà la Ipo Coinbase? Premesso che, come detto, non si tratta di una Ipo ma di una Dpo, molti analisti ritengono che la quotazione in borsa di questo Exchange possa avere importanti effetti anche sul prezzo delle criptovalute.

Forse non è un caso che il prezzo del Bitcoin stia di nuovo impennando dopo che Paypal abbia deciso di introdurre le criptovalute. Elon Musk abbia deciso di far pagare le sue auto elettriche a marchio Tesla in criptovalute. La più grande banca al mondo, JPMorgan, abbia fatto outing positivo su Bitcoin e co. O che sulla borsa di Francoforte sia arrivato un ETP anche su Ethereum, oltre al già esistente sul Bitcoin da parte di 21Shares.

Insomma, tutto questo per dire che ogni notizia del genere porta nuova acqua al mulino delle criptovalute ed è segno di ulteriore credibilità.

Inoltre, dopo Coinbase, altri importanti Exchange potrebbero seguire l’esempio. Come Binance, Poloniex, e gli altri.

Azioni Coinbase: le domande frequenti (FAQ)

Cos’è Coinbase?

Si tratta di un Exchange di criptovalute americano, nato nel 2012, ad oggi con oltre 40 milioni di clienti (95% di trader retail, il resto tra istituzionali, Hedge funds, società finanziarie, ecc.).

Oltre allo scambio tra molte criptovalute, prevede anche quello tra criptovalute e valute Fiat. Nonché la possibilità di scambiare al dettaglio 4 criptovalute.

Conviene investire su azioni Coinbase?

I numeri di Coinbase parlano da soli. Oltre ai tanti clienti succitati, parliamo di un Exchange che nel 2020 ha mosso da solo l’11,1 percento del volume di affari delle criptovalute.

Macina inoltre sempre più incredibili. Nel 2020, ha generato un profitto di 1.322 milioni di dollari, mentre il fatturato è stato di 1,28 miliardi di dollari (+130% rispetto al 2019). Le commissioni incassate sono state del +150%. E i numeri del Q1 2021 già viaggiano positivamente.

Dove investire su azioni Coinbase?

Si può aspettare che i broker con regolare licenza mettano in lista le azioni Coinbase per il trading CFD criptovalute. Così potrai guadagnare anche nel caso in cui le azioni Coinbase vadano male.

Prova broker come eToro o OBRinvest.

Comprare azioni Coinbase

Conclusioni

L’exchange Coinbase sta per quotarsi in Borsa. Non lo farà tramite Ipo come ci si aspettava, ma tramite Dpo. Un procedimento diverso, mediante il quale una società non affida le sorti delle proprie azioni alla classica legge della domanda e dell’offerta, ma praticamente guida la vendita.

Coinbase sta macinando numeri incredibili, grazie anche al risveglio di prezzo del Bitcoin. Ha superato ormai quota 40 milioni di clienti, numeri destinati a crescere.

Per comprare le azioni Coinbase ci si può registrare a Broker regolamentati come quelli che trovate su Webeconomia.