Investire nel Forex conviene ? Tutto quanto occorre sapere

Forex valute calcolo

Conviene investire nel Forex? Cos’è il Forex? Come investire nel Forex? Cosa occorre sapere per investire nel Forex? Sono domande alle quali molti trader cercano risposte adeguate, per non incappare in investimenti a perdere o in truffe.

Infatti, il trading online, nel Forex come in altri mercati, sta suscitando sempre più interesse da parte “dell’uomo della strada”. O anche di quanti hanno pure un discreto livello d’istruzione ma non hanno l’adeguata conoscenza di come investire nel Forex e nelle altre forme di trading online: criptovalute, azioni, indici azionari, materie prime, metalli preziosi. E c’è chi ne approfitta, mettendo su piattaforme truffaldine che abbiano come unico scopo quello di fregare il prossimo, incitando a mettere sempre più denaro sul conto ma poi non facendo vincere quanto promesso a chi ci casca.

Il quale, anche se esporrà denuncia, quasi sicuramente non otterrà neppure i soldi immessi sul conto. In quanto queste piattaforme poggiano su società che hanno la propria sede in Paradisi fiscali al fine di raggirare le leggi e il fisco, e a capo hanno prestanomi o gente con nomi fittizi. Infatti, nei nostri articoli, abbiamo sovente sgamato personaggi che cambiavano nome in base alla lingua diversa del sito.

Ecco che, come sempre diciamo quando parliamo di trading online e di Forex, dobbiamo affidarci a piattaforme che godano di regolare licenza da parte della Consob – la massima autorità italiana riguardo la vigilanza dei mercati finanziari – o il CySEC. Considerata la massima autorità a livello europeo. Ciò tutelerà i vostri dati sensibili (mail, numero di telefono, numero di carta, indirizzo, iban) nonché ovviamente i soldi che caricate sul conto.

Ecco le migliori piattaforme in Italia:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Vediamo dunque di seguito se conviene investire nel Forex.

Forex cosa significa

Cosa significa Forex? E’ l’acronimo che indica Foreign exchange market, ossia il Mercato dei cambi. Si indica in maniera ancora più abbreviata FX. In questo che è il mercato più grande del mondo si scambiano le valute internazionali, speculando sul cambio di prezzo. Le valute più tradate sono Euro contro Dollaro.

Forex cos’è

Cos’è il Forex? Il mercato dei cambi è il mercato in cui i partecipanti sono in grado di acquistare, vendere, scambiare e speculare sulle valute. I mercati dei cambi sono costituiti da banche, società commerciali, banche centrali, società di gestione degli investimenti, hedge fund e forex broker e investitori al dettaglio.

Il mercato dei cambi – chiamato anche forex, FX o mercato valutario – negozia le valute. È considerato il più grande mercato finanziario del mondo. Oltre a fornire un piano per l’acquisto, la vendita, lo scambio e la speculazione delle valute, il mercato forex consente anche la conversione di valuta per scambi e investimenti internazionali. Il mercato forex ha caratteristiche e proprietà uniche che lo rendono un mercato attraente per gli investitori che vogliono ottimizzare i loro profitti.

Forex come funziona

Come funziona Forex? Il mercato dei cambi, chiamato anche mercato valutario o forex (FX), è il più grande mercato finanziario del mondo, con un valore di oltre 4 trilioni di dollari di valore scambiato ogni giorno. Composto da banche, società commerciali, banche centrali, società di investimento, hedge fund e investitori al dettaglio, il mercato dei cambi consente ai partecipanti di acquistare, vendere, scambiare e speculare sulle valute.

Ci sono un certo numero di modi per investire nel mercato dei cambi, tra cui: Forex. Il mercato Forex è un mercato in contanti (spot) di 24 ore in cui vengono scambiate coppie di valute, come la coppia Euro / Dollaro USA (EUR / USD). Poiché le valute sono scambiate a coppie, gli investitori e i trader essenzialmente scommettono che una valuta salirà e l’altra andrà giù. Le valute vengono acquistate e vendute in base al prezzo corrente o al tasso di cambio.

Ecco i vari modi per investire nel Forex:

Futures in valuta estera

Si tratta di contratti futures su valute, che vengono acquistati e venduti in base a una dimensione e una data di regolamento standard. Il Gruppo CME è il più grande mercato a termine in valuta estera negli Stati Uniti e offre contratti futures su coppie di valute G10 nonché coppie di valute dei mercati emergenti e prodotti e-micro.

Opzioni in valuta estera

Laddove i contratti futures rappresentano un obbligo di acquistare o vendere una valuta in una data futura, le opzioni in valuta estera attribuiscono al detentore dell’opzione il diritto – ma non l’obbligo – di acquistare o vendere un importo fisso di una valuta straniera a un prezzo specifico o prima di una data specificata in futuro.

Fondi negoziati in borsa (ETF) e titoli negoziati in borsa (ETN)

Sono disponibili numerosi prodotti negoziati in valuta estera che offrono esposizione ai mercati dei cambi. Alcuni ETF sono in valuta unica, mentre altri comprano e gestiscono un gruppo di valute.

Certificati di deposito (CD)

I CD in valuta estera sono disponibili su singole valute o panieri di valute e consentono agli investitori di guadagnare interessi a tassi stranieri. Il CD di basket di “World Energy” di Everbank, ad esempio, offre esposizione a quattro valute da paesi non produttori del Medio Oriente (dollaro australiano, sterlina inglese, dollaro canadese e corona norvegese).

Fondi obbligazionari esteri

Questi soo fondi comuni di investimento che investono nelle obbligazioni dei governi stranieri. Le obbligazioni estere sono tipicamente denominate nella valuta del paese di vendita. Se il valore della valuta estera aumenta rispetto alla valuta locale dell’investitore, l’interesse guadagnato aumenta quando viene convertito.

CFD

CFD è l’acronimo di Contract for Difference, traducibile proprio in Contratto per Differenza. Il CFD è uno strumento derivato e può essere definito come un contratto tra due parti nel quale l’acquirente, a fronte di un pagamento di un tasso di interesse, riceve il rendimento di un attività finanziaria sottostante mentre il venditore del contratto, a fronte dell’incasso degli interessi, si impegna a pagare il rendimento dell’asset sottostante.

Le due parti si accordano per scambiarsi il flusso finanziario derivante dal differenziale tra i prezzi di un attività finanziaria sottostante rispettivamente al momento dell’apertura (accensione) del contratto e al momento della sua chiusura (conclusione).

Il vantaggio del CFD è quello di poter investire su qualsiasi tipo di asset senza possederlo direttamente. Inoltre, è possibile scommettere sia sulla sua salita che sulla sua discesa di prezzo.

Forex caratteristiche

Ecco le principali caratteristiche del mercato Forex:

1. Altamente liquido

Il mercato forex ha attratto i trader di valuta al dettaglio da tutto il mondo a causa dei suoi benefici. Uno dei vantaggi del trading di valute è il suo massiccio volume di scambi, che copre la più grande asset class a livello globale. Ciò significa che i trader di valute sono dotati di elevata liquidità.

2. Aperto 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana

Nel mercato forex, mentre un importante mercato del forex si chiude, un altro mercato in un’altra parte del mondo si apre per le imprese. A differenza delle azioni, il mercato forex opera 24 ore al giorno, tranne nei fine settimana. I trader trovano questo come uno dei motivi più convincenti per scegliere forex, dal momento che offre opportunità convenienti per coloro che sono a scuola o al lavoro durante i giorni e le ore di lavoro regolari.

3. Leva finanziaria

La leva fornita nel mercato forex è una delle più alte forme di leva finanziaria che i trader e gli investitori possono utilizzare. La leva è un prestito concesso a un investitore dal suo broker. Con questo prestito, gli investitori sono in grado di aumentare profitti e guadagni aumentando il controllo degli operatori e degli investitori sulle valute che stanno scambiando. Ad esempio, gli investitori che hanno un conto di mercato forex di $ 1.000 possono scambiare $ 100.000 di valuta con un margine dell’1% , con una leva 100: 1.

4. Il più grande nel mondo della finanza

Il mercato dei cambi è unico per diverse ragioni, principalmente a causa delle sue dimensioni. Il volume degli scambi nel mercato forex è generalmente molto ampio a causa del numero di persone che partecipano, della facilità di negoziazione e dell’accessibilità al mercato. Ad esempio, nel mese di aprile 2016 il trading sui mercati valutari ha registrato una media di $ 5 trilioni di dollari al giorno, secondo la Bank for International Settlements, che è di proprietà di 60 banche centrali, ed è abituata a lavorare in responsabilità monetaria e finanziaria.

Forex vantaggi

Quali sono i vantaggi di investire nel Forex? Ci sono alcuni fattori chiave che differenziano il mercato forex da altri come il mercato azionario. Ci sono meno regole, il che significa che gli investitori non sono soggetti a norme o regolamenti rigidi come quelli in altri mercati. Non ci sono stanze di compensazione e nessun corpo centrale che sorveglia il mercato forex. La maggior parte degli investitori non dovrà pagare le commissioni o le commissioni tradizionali che si farebbero su un altro mercato.

Poiché il mercato è aperto 24 ore al giorno, è possibile fare trading in qualsiasi momento della giornata, il che significa che è vietato il timeout per poter partecipare al mercato. Infine, se sei preoccupato per il rischio e la ricompensa, puoi entrare e uscire quando vuoi e puoi acquistare tutto il denaro che puoi permetterti.

Investire nel Forex conviene? Una premessa

Veniamo alla domanda cruciale: conviene investire nel Forex? Il Forex è l’abbreviazione di foreign exchange, ma la classe di attività effettiva a cui ci riferiamo sono le valute. Il cambio estero è l’atto di cambiare la valuta di un paese nella valuta di un altro paese per una serie di ragioni, di solito per il turismo o il commercio. A causa del fatto che gli affari sono globali, è necessario negoziare con gli altri paesi nella loro valuta particolare. Dopo l’accordo a Bretton Woods nel 1971, quando le valute potevano fluttuare liberamente l’una contro l’altra, i valori delle singole valute hanno variato, che ha dato origine alla necessità di servizi di cambio.

Questo servizio è stato utilizzato da banche commerciali e di investimento per conto dei loro clienti, ma ha contemporaneamente fornito un ambiente speculativo per la negoziazione di una valuta contro un’altra utilizzando Internet.

Le imprese commerciali che operano in paesi stranieri sono a rischio a causa di fluttuazioni del valore della valuta quando devono acquistare o vendere beni o servizi in un altro paese. Pertanto, i mercati dei cambi forniscono un modo per coprire il rischio fissando un tasso al quale la transazione sarà conclusa in un momento successivo. A tale scopo, un operatore può acquistare o vendere valute nei mercati forward o swap, a in quale momento la banca bloccherà una percentuale in modo che il trader conosca il tasso di cambio esatto al fine di mitigare il rischio della propria compagnia.

In una certa misura, il mercato dei futures può anche offrire un mezzo di copertura del rischio valutario, a seconda delle dimensioni del commercio e della valuta effettiva coinvolta. Il mercato dei futures è condotto in uno scambio centralizzato ed è meno liquido dei mercati a termine, che sono decentralizzati ed esistono all’interno del sistema interbancario in tutto il mondo.

Poiché vi è una costante fluttuazione tra i valori valutari dei paesi a causa di diversi fattori di domanda e offerta come tassi di interesse, flussi commerciali, turismo, forza economica e rischio geopolitico, esiste un’opportunità di scommettere contro questi valori cambiando comprando o vendendo uno valuta contro un’altra nella speranza che la valuta che acquisti aumenti o che la valuta che vendi si indebolirà rispetto alla sua controparte.

  • Ci sono due caratteristiche distinte di valuta come una classe di attività: puoi guadagnare il differenziale del tasso di interesse tra due valute
  • puoi ottenere un valore nel tasso di cambio

Perché possiamo negoziare le valute? Prima dell’avvento di internet, il commercio di valute era limitato alle attività interbancarie per conto dei loro clienti. A poco a poco, le banche stesse hanno istituito dei desk proprietari per il trading per i propri account, seguito da grandi multinazionali, hedge fund e high net worth individual. Con l’aiuto di Internet, è emerso un mercato al dettaglio rivolto ai singoli trader, fornendo accesso ai mercati dei cambi, attraverso le banche stesse o gli intermediari che realizzano un mercato secondario.

Conviene investire nel Forex? I rischi

Quali sono i rischi di investire nel Forex? Le valute di trading possono causare una certa confusione legata al rischio a causa delle sue complessità. Molto è stato detto che il mercato interbancario non è regolamentato e quindi molto rischioso a causa della mancanza di supervisione. Questa percezione non è del tutto vera, però. Un approccio migliore alla discussione sul rischio sarebbe quello di comprendere le differenze tra un mercato decentralizzato e un mercato centralizzato e quindi determinare dove la regolamentazione sarebbe appropriata.

Il mercato interbancario è costituito da diverse banche che commerciano tra loro in tutto il mondo. Le banche stesse devono determinare e accettare il rischio sovrano e il rischio di credito, e per questo hanno molti processi di controllo interno per mantenerli il più sicuri possibile. I regolamenti sono imposti dall’industria per il bene e la protezione di ogni banca partecipante. Dal momento che il mercato è costituito da ciascuna delle banche partecipanti che offrono offerte e offerte per una determinata valuta, il meccanismo del prezzo di mercato deriva dalla domanda e dall’offerta.

A causa degli enormi flussi all’interno del sistema, è quasi impossibile per qualsiasi trader rogue influenzare il prezzo di una valuta. Nell’odierno mercato ad alto volume, con tra 2 trilioni e 3 trilioni di dollari al giorno, anche le banche centrali non possono spostare il mercato per un certo periodo di tempo senza il pieno coordinamento e la cooperazione di altre banche centrali. (Per ulteriori informazioni sul sistema interbancario, leggi “Il mercato interbancario dei cambi”).

Si sta tentando di creare un Electronic Communication Network(ECN) per portare acquirenti e venditori in uno scambio centralizzato in modo che i prezzi possano essere più trasparenti. Questa è una mossa positiva per i trader al dettaglio che otterranno un vantaggio vedendo prezzi più competitivi e liquidità centralizzata. Le banche ovviamente non hanno questo problema e possono, quindi, rimanere decentrate. I negoziatori con accesso diretto alle banche forex sono anche meno esposti rispetto a quelli dei trader al dettaglio che si occupano di broker forex relativamente piccoli e non regolamentati, che possono (e talvolta fanno) -considerare i prezzi e persino commerciare contro i propri clienti.

Sembra che la discussione sulla regolamentazione sia emersa a causa della necessità di proteggere il trader fai-da-te (definiti anche trader al dettaglio) che è stato portato a credere che il forex trading sia un vero e proprio sistema di profitto.

Per i trader al dettaglio seri e istruiti, ora c’è l’opportunità di aprire conti presso molte delle principali banche o gli intermediari più grandi e più liquidi. Come con qualsiasi investimento finanziario, vale la pena ricordare la regola del caveat emptor: “l’acquirente faccia attenzione!”.

Conviene investire nel Forex? I pro e i contro

Quali sono i pro e i contro di investire nel forex ? Se intendi negoziare valute, oltre ai commenti precedenti riguardanti il rischio del broker, i pro e i potenziali svantaggi del trading forex sono i seguenti:

a) Pro: I mercati forex sono i più grandi in termini di volume scambiati nel mondo e quindi offrono la maggior parte della liquidità, rendendo così facile entrare e uscire da una posizione in una delle principali valute entro una frazione di secondo.

b) Contro: come risultato della liquidità e facilità con cui un operatore può entrare o uscire da uno scambio, banche e / broker offrono la leva, il che significa che un trader può controllare posizioni piuttosto grandi con relativamente pochi soldi. La leva nell’intervallo di 100: 1 è un rapporto elevato, ma non insolito. Ovviamente, un trader deve capire l’uso della leva e i rischi che la leva finanziaria può imporre su un account. La leva deve essere usata con giudizio e prudenza se si vuole fornire qualche beneficio.

Una mancanza di comprensione o saggezza in questo senso può facilmente cancellare il conto di un trader.

c) Pro: Un altro vantaggio dei mercati forex è il fatto che commerciano 24 ore su 24, iniziando ogni giorno in Australia e finendo a New York . I maggiori centri sono Sydney, Hong Kong, Singapore, Tokyo, Francoforte, Parigi, Londra e New York.

d) Contro: le valute commerciali sono uno sforzo “macroeconomico”. Un commerciante di valute deve avere una visione d’insieme delle economie dei vari paesi e delle loro interconnessioni al fine di cogliere i fondamenti che guidano i valori valutari. Per alcuni, è più facile concentrarsi sull’attività economica per prendere decisioni commerciali piuttosto che comprendere le sfumature e gli ambienti spesso chiusi che esistono nei mercati azionari e dei futures in cui è necessario comprendere le attività microeconomiche. Tuttavia, la comprensione delle capacità di gestione di una società, i punti di forza finanziari, le opportunità di mercato e le conoscenze specifiche del settore non sono necessarie nel forex trading.

Conviene investire nel Forex? Le tre strade per farlo al meglio

Per la maggior parte degli investitori o commercianti con esperienza nel mercato azionario, ci deve essere uno spostamento nell’atteggiamento verso la transizione o l’aggiunta di valute come un’ulteriore opportunità di diversificazione:

1. Il trading valutario è stato promosso come un’opportunità di “trader attivi”. Questo tipo di opportunità si adatta ai broker perché significa che guadagnano di più a causa della leggerezza che accompagna il trading attivo.

2. Il trading valutario è anche promosso come leva finanziaria, e quindi è più facile per un trader aprire un conto con una piccola somma di denaro di quanto sia necessario per fare trading nel mercato azionario.

3. Oltre al trading per profitto o rendimento, il trading in valuta può essere utilizzato per coprire un portafoglio azionario. Ad esempio, se qualcuno crea un portafoglio azionario in un paese in cui è possibile che il titolo aumenti di valore, ma esiste un rischio di ribasso in termini di valuta (ad esempio, gli Stati Uniti nella storia recente), un trader potrebbe possedere il titolo portafoglio e abbreviare il dollaro contro un’altra valuta come il franco svizzero o l’euro.

In questo modo, il valore del portafoglio aumenterà e l’effetto negativo del dollaro in calo sarà compensato. Questo è vero per quegli investitori al di fuori degli Stati Uniti che alla fine rimpatriano i profitti alla propria valuta. L’apertura di un conto forex e di scambi giornalieri o swing trading è più comune con questo profilo in mente. Un secondo approccio al trading delle valute è capire i fondamentali e il lungo benefici a lungo termine. È vantaggioso per un trader quando una valuta tende in una direzione specifica e offre un differenziale di interesse positivo che fornisce un ritorno sull’investimento più un apprezzamento del valore della valuta.

Questo tipo di commercio è noto come “carry trade”. Ad esempio, un trader può acquistare il dollaro australiano contro lo yen giapponese. Se il tasso di interesse giapponese è 0,05% e il tasso di interesse australiano è 4,75%, un trader può guadagnare il 4%.

Le migliori strategie

Per i trader – specialmente quelli con fondi limitati – il trading giornaliero o lo swing trading in piccole quantità possono essere un buon modo per investire nei mercati forex.

Lo swing trading tenta di acquisire guadagni in azioni (o qualsiasi strumento finanziario) in una riserva overnight a diverse settimane. I trader di oscillazioni utilizzano l’analisi tecnica per cercare azioni con una dinamica dei prezzi a breve termine. Questi operatori possono utilizzare il valore fondamentale o intrinseco delle azioni oltre ad analizzare le tendenze e i modelli dei prezzi.

Il trader deve agire rapidamente per trovare situazioni in cui un titolo abbia lo straordinario potenziale di muoversi in un lasso di tempo così breve. Pertanto, lo swing trading viene principalmente utilizzato da operatori a domicilio e giornalieri. Le grandi istituzioni commerciano in taglie troppo grandi per entrare e uscire rapidamente dalle scorte. Il singolo trader è in grado di sfruttare tali movimenti di borsa a breve termine senza dover competere con i principali trader.

Lo swing trading è una delle forme più popolari di trading attivo, dove i trader cercano opportunità a medio termine usando varie forme di analisi tecnica. Lo swing trading implica mantenere una posizione lunga o corta almeno durante la notte e fino a diverse settimane. L’obiettivo è quello di catturare un movimento di prezzo maggiore di quanto sia possibile su base intra-day. Lo swing trading presuppone una maggiore fascia di prezzo e movimento dei prezzi e pertanto richiede un attento dimensionamento della posizione per minimizzare il rischio di ribasso.

Lo swing trading può comportare un mix di analisi fondamentali e tecniche. Le rotte commerciali di solito si basano su grafici a più intervalli, inclusi i grafici di 15 minuti, 60 minuti, giornalieri e settimanali. Le operazioni di swing tendono a richiedere più tempo di attesa per generare la mossa di prezzo prevista.

Cos’è invece il day trading? Il day trading è definito come l’acquisto e la vendita di un titolo entro un giorno di negoziazione. Questo può accadere in qualsiasi mercato, ma è più comune nel mercato estero (forex) e nel mercato azionario. In genere, i trader giornalieri sono ben istruiti e ben finanziati. Utilizzano elevate quantità di leva finanziaria e strategie di trading a breve termine per sfruttare le piccole variazioni di prezzo in titoli o valute altamente liquidi. I trader svolgono due funzioni fondamentali nel mercato: mantengono i mercati efficienti in modo efficiente tramite arbitraggio e forniscono gran parte del liquidità dei mercati (soprattutto nel mercato azionario).Il day trading ha le seguenti caratteristiche:

a) Conoscenza ed esperienza nel mercato: gli individui che tentano di commerciare senza una comprensione dei fondamentali del mercato spesso finiscono per perdere denaro.

b) Capitale sufficiente: non ci si può aspettare di fare trading giorno-soldi. I day trader usano solo il capitale di rischio, che possono permettersi di perdere. Non solo li protegge dalla rovina finanziaria, ma aiuta anche a eliminare le emozioni dal loro trading. Una grande quantità di capitale è spesso necessaria per capitalizzare efficacemente i movimenti intraday dei prezzi.

c) Una strategia: un trader ha bisogno di un vantaggio rispetto al resto del mercato. Ci sono diverse strategie che i commercianti utilizzano, tra cui swing trading, arbitraggio e notizie di trading. Queste strategie sono raffinate fino a quando producono profitti consistenti e limitano efficacemente le perdite.

d) Disciplina: una strategia redditizia è inutile senza disciplina. Molti trader di giorno finiscono per perdere un sacco di soldi perché non riescono a fare scambi che soddisfano i propri criteri. Come si suol dire, “Pianifica il trader e scambia il piano”. Il successo è impossibile senza disciplina.

Per coloro che invece hanno orizzonti a lungo termine e pool di fondi più grandi, un carry trade può essere un’alternativa appropriata. In entrambi i casi, i trader devono sapere come pianificare la tempistica delle loro negoziazioni attraverso i grafici, poiché il buon tempismo è l’essenza del trading proficuo. In entrambi i casi, come in tutte le altre attività di trading, il trader deve conoscere i propri tratti della propria personalità abbastanza bene da non violare le buone abitudini di trading con schemi di comportamento cattivi e impulsivi.

Il carry trade è una strategia in base alla quale una valuta ad alto rendimento finanzia lo scambio con una valuta a basso rendimento. Un trader che utilizza questa strategia cerca di catturare la differenza tra i tassi, che spesso può essere sostanziale, a seconda della quantità di leva utilizzata.

Conviene investire nel Forex? Come scegliere il Broker

Come scegliere il miglior Broker per investire nel Forex? Oltre alla licenza da parte della Consob o del Cysec, un ottimo Broker è quello che consente la formazione del trader sia orale che pratica. Orale, mettendogli a disposizione vario materiale come ebook, corsi on demand, seminari dal vivo, webinar. Ma anche pratica, tramite un Conto demo fatto di soldi virtuali così da non perdere denaro reale nel fare esperienza. Il Conto demo può essere molto utile anche per chi è esperto ma vuole provare nuove strategie.

Attenzione però. Il Conto demo va utilizzato seriamente e mettendoci tutta l’emotività che metteremmo se i soldi fossero veri. Altrimenti, prendendolo come un gioco, non impareremo nulla e ce ne accorgeremo sulla nostra pelle una volta passati al trader con conto reale (detto in gergo anche Account live).

Un Broker che si rispetti deve anche fornire una assistenza clienti in italiano, raggiungibile via chat, mail o telefono. Nonché 24×7, visto che il Forex è praticamente sempre aperto. Ancora, deve lanciare segnali di trading efficaci per cogliere al volo le opportunità del Forex. Oltre a prevedere commissioni e spread vantaggiosi. Infine, nell’era del mobile, non deve ovviamente mancare una app che consenta il trading ovunque ci si trovi come si stesse utilizzando la piattaforma desk.

Conviene investire nel Forex? Quali sono i migliori Broker

A nostro avviso, i migliori Broker per investire nel Forex sono:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial tradingTrading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

LEAVE A REPLY