Migliori Broker Forex: come sceglierli e quali sono

Come scegliere il migliore Forex Broker? Quali sono i migliori Broker Forex? Il mercato valutario Forex è il più grande in assoluto e anche il più prestigioso, dato che vi operano grossi colossi della finanza, governi ed istituzioni. Mentre i trader “comuni” sono una netta minoranza e possono accedervi solo tramite Broker appunto o banche. Quindi intermediari. Diventa quindi importante, al fine di investire al meglio nel Forex, scegliere un Broker con tanti vantaggi e servizi in favore dell’utente iscritto.

Come diciamo sempre, diffidate da Broker che millantano facili ed immediati guadagni senza una preparazione teorica e pratica di base. Essi ci propongono famigerati software basati sul trading automatico, capaci di farci guadagnare mentre noi siamo a spasso a godercela. Le pubblicità che utilizzano sono accattivanti e puntano a colpire l’utente medio nel suo desiderio più inconscio: fare tanti soldi senza fare nulla. Ma è davvero così? Ovviamente no, visto che il povero malcapitato non solo scopre che non ha guadagnato praticamente nulla, ma non può più recuperare neanche i soldi che ha investito sul conto. Pure dietro denuncia alle autorità competenti. In quanto le società che stanno dietro questi Broker hanno la loro sede in Paradisi fiscali e organizzativamente si perdono dietro mille rivoli. Tanto che spesso è pure impossibile risalire ai proprietari responsabili.

Dunque, con questa guida vogliamo aiutarvi a scegliere in modo adeguato un ottimo Broker Forex. Partendo da cos’è il Forex.

Sommario

Migliori forex broker

Prima di entrare nel dettaglio del mercato Forex vi segnaliamo quelli che sono i forex broker più affidabili del mercato italiano:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Forex cos’è

Cos’è il Forex? Il mercato dei cambi (Forex FX, o mercato valutario ) è un mercato globale decentralizzato, o over-the-counter (OTC), per il trading di valute. Questo mercato determina il tasso di cambio. Comprende tutti gli aspetti dell’acquisto, della vendita e dello scambio di valute a prezzi attuali o determinati. In termini di volume degli scambi, è di gran lunga il più grande mercato del mondo, seguito dal mercato del credito.

Il moderno mercato dei cambi iniziò a formarsi negli anni ’70. Seguirono tre decenni di restrizioni governative alle transazioni in valuta estera con il sistema di gestione monetaria di Bretton Woods , che stabiliva le regole per le relazioni commerciali e finanziarie tra i principali stati industriali del mondo dopo la seconda guerra mondiale . I paesi gradualmente passarono ai tassi di cambio fluttuanti dal precedente regime di cambio , che rimase fisso per il sistema di Bretton Woods.

I principali partecipanti a questo mercato sono le maggiori banche internazionali. I centri finanziari di tutto il mondo fungono da ancore di commercio tra una vasta gamma di molteplici tipi di acquirenti e venditori, 24 ore su 24, ad eccezione dei fine settimana. Poiché le valute sono sempre scambiate a coppie, il mercato dei cambi non fissa il valore assoluto di una valuta, ma piuttosto ne determina il valore relativo impostando il prezzo di mercato di una valuta se pagato con un altro. Es .: 1 USD vale X CAD, o CHF, o JPY, ecc.

Il mercato dei cambi funziona attraverso istituzioni finanziarie e opera su più livelli. Dietro le quinte, le banche si rivolgono a un numero minore di società finanziarie conosciute come “concessionarie”, che sono coinvolte in grandi quantità di commercio di valuta estera. La maggior parte dei commercianti di valuta estera sono banche, quindi questo mercato dietro le quinte è a volte chiamato il ” mercato interbancario” (sebbene siano coinvolte alcune compagnie di assicurazione e altri tipi di società finanziarie). Le transazioni tra i commercianti di valuta estera possono essere molto grandi, coinvolgendo centinaia di milioni di dollari. A causa della questione della sovranità quando coinvolge due valute, il Forex ha una piccola (eventuale) entità di vigilanza che regola le sue azioni.

Il mercato dei cambi aiuta gli scambi e gli investimenti internazionali consentendo la conversione di valuta. Ad esempio, consente a un’impresa negli Stati Uniti di importare beni dagli Stati membri dell’Unione europea , in particolare i membri della zona euro , e di pagare gli euro , anche se il suo reddito è in dollari statunitensi . Supporta anche la speculazione diretta e la valutazione relativa al valore delle valute e alla speculazione del carry trade , basata sul tasso di interesse differenziale tra due valute.

Forex: come funziona ?

Come funziona il Forex? In una tipica operazione di cambio, una parte acquista una certa quantità di una valuta pagando con una certa quantità di un’altra valuta.

Secondo la Banca dei Regolamenti Internazionali, i risultati preliminari globali dell’Indagine sui mercati valutari triennali delle divise estere e dei mercati derivati OTC mostrano che il trading sui mercati valutari ha registrato una media di $ 5,09 trilioni al giorno ad aprile 2016. Si tratta di $ 5,4 trilioni in dollari in Aprile 2013, ma da 4,0 trilioni di dollari nell’aprile del 2010. Misurati in base al valore, gli scambi di valute estere sono stati scambiati più di ogni altro strumento ad aprile 2016, a $ 2,4 trilioni al giorno, seguiti da scambi spot a $ 1,7 trilioni.

La suddivisione di questi $ 5,09 trilioni è la seguente:

  • $ 1.654 trilioni di transazioni a pronti
  • $ 700 miliardi in avanti a titolo definitivo
  • $ 2,33 trilioni di cambi in valuta estera
  • Swap di valute da $ 96 miliardi
  • $ 254 miliardi in opzioni e altri prodotti

Forex caratteristiche

Quali sono le caratteristiche del Forex? Il mercato dei cambi è unico per le seguenti caratteristiche:

  • il suo enorme volume di scambi, che rappresenta la più grande asset class al mondo che porta ad alta liquidità
  • la sua dispersione geografica
  • il suo funzionamento continuo: 24 ore al giorno tranne i fine settimana, vale a dire il commercio dalle 22:00 GMT di domenica (Sydney) alle 22:00 GMT del venerdì (New York);
  • la varietà di fattori che influenzano i tassi di cambio
  • i bassi margini del profitto relativo rispetto ad altri mercati del reddito fisso
  • l’uso della leva per aumentare i margini di profitto e perdita e in relazione alla dimensione del conto

Il Forex viene considerato il mercato più vicino all’ideale della concorrenza perfetta, malgrado l’ intervento valutario da parte delle banche centrali.

Forex Broker, qual è il cambio più importante

Qual è il cross valutario più importante sul Forex? Senza dubbio il cross valutario Eur/Usd. Infatti, l’andamento del cambio Euro-Dollaro interessa milioni di trader, ma anche milioni di cittadini europei e americani. Vale a dire, quanti speculano sul mercato Forex, ma anche aziende import ed export, viaggiatori, professionisti che per lavoro si spostano continuamente tra il vecchio continente e gli Stati Uniti. Un cambio che incide sulle vite di centinaia di milioni di persone.

Gli scambi su queste due monete rappresentano quasi un terzo di tutti quelli che avvengono sul Forex. Del resto, parliamo della valuta di 19 Stati da un lato e della potenza più influente a livello mondiale. I fattori principali che influenzano sul cambio Euro Dollaro sono:

  • la situazione economica delle rispettive aree
  • la forza finanziaria delle rispettive economie
  • le politiche monetarie impostate da entrambe le parti
  • i tassi di interesse
  • le possibili instabilità economiche delle due rispettive regioni

Le due economie pesano oltre il 40% del PIL mondiale, ed un terzo degli scambi commerciali a livello internazionale. Mettiamoci poi il fatto che la valuta statunitense è quella più usata a livello mondiale. Anzi, alcuni paesi preferiscono collegare il valore della propria valuta a quello del dollaro americano. Come il caso di Panama, che usa il Dollaro americano addirittura come propria valuta. E c’è pure una criptovaluta, il Tether, che è agganciata al Dollaro. Molte materie prime, tra cui il petrolio, sono espresse in dollari americani.

Per quanto concerne l’Euro, stiamo parlando della moneta unica di 19 Paesi, utilizzata quindi da un totale di 338,6 milioni di persone, con un Pil complessivo di circa 13 miliardi di dollari.

Come operare sul Forex

Ci sono tre tipi di modi per operare sul Forex:

Scalping

Lo scalping è il tipo di trading forex più veloce, che consente di avere maggiori probabilità di guadagno, soprattutto se si considera un capitale di partenza inferiore ai 10.000€. In cosa consiste lo scalping? Nel prevedere l’apertura e la chiusura di posizioni veloci, l’operatività può variare da qualche minuto a pochi secondi. In virtù di questo, è facile intuire che è possibile aprire e chiudere tantissime posizioni durante l’arco della giornata, sfruttando le più piccole oscillazioni di prezzo.

Per poter operare in scalping risulta molto utile utilizzare un indicatore ben preciso come l’RSI. L’RSI indica le fasi di ipervenduto e di ipercomprato, la regola base è vendere nell’ipercomprato e acquistare nell’ipervenduto. Un’altro modo di operare in scalping consiste nel tenere d’occhio le candelstick, i grafici a candela, e valutare con attenzione le particolari formazioni che indicano un’inversione di tendenza nel breve o brevissimo periodo.

Le operazioni in scalping possono portare profitti molto elevati, anche del 1.200%. Pertanto, si può operare partendo da capitali molto bassi, pure tra i 200 e i mille euro. Moltiplicando il valore in poche settimane.

Lo scalping non va di certo minimizzato, anzi. Il trader che sceglie questo modo di operare deve essere infatti molto preparato e disciplinato, dato che entrare e uscire dal mercato moltissime volte al giorno presuppone una dose di autocontrollo e di stress molto maggiore rispetto ad investimenti che hanno come riferimento un arco di tempo più lungo.

Trading intra-day

Il trading intra-day consiste nell’aprire e chiudere tutte le posizioni nell’arco della giornata. Si differenzia dal precedente scalping dal fatto che le posizioni possono restare aperte anche per molte ore, senza però superare il limite delle 24 ore. Per la sua natura, il trading intra-day è una pratica che permette un attento e costantemente monitoraggio del proprio portafoglio. Inoltre, presenta il vantaggio di non poter essere colti di sorpresa da oscillazioni nel corso della notte. senza contare che non si può essere sorpresi da una oscillazione improvvisa durante la notte.

Gli svantaggi del trading intra-day è che occorre monitorare tutto il giorno i mercati. Anche il trading intra-day consente performance del 1200% in poche settimane, dato che si possono sfruttare le oscillazioni dei prezzi nell’arco della giornata.

Anche nel trading intra-day risulta molto utile l’indicatore RSI, unito però al MACD, un altro indicatore che fornisce informazioni riguardanti la prosecuzione del trend. Combinando questi 2 indicatori si riesce ad avere un quadro ben chiaro della situazione e si può operare, con una certa cautela, anche quando il mercato è tendenzialmente laterale (con ciò si intende che non segue né un trend ribassista né rialzista).

Inoltre nel trading intra-day risulta utile l’utilizzo delle trend line per indicare i supporti e le resistenze dei prezzi che, rispetto allo scalping, tendono a mantenere una certa proporzione.

Trading di medio-termine

Nel trading di medio-termine, invece, si aprono posizioni considerando la tendenza principale di medio periodo. Intendendo per esso un lasso di tempo che va da qualche settimana a qualche mese. Questo tipo di operatività consente molta più libertà al trader, ed è possibile operare con tranquillità, monitorando per soli 10 minuti al giorno il mercato.

In questo tipo di trading è possibile utilizzare gli stessi indicatori descritti prima ma ovviamente con settaggi diversi. Risulta utile tenere d’occhio i dati fondamentali. Supporti e resistenze e formazioni di prezzo risultano poi fondamentali per monitorare e decidere quando sia il momento di entrare o uscire da una posizione.

Gli svantaggi del trading di medio termine riguardano il capitale investito, il quale deve essere almeno superiore ai 10mila euro. Capitali investiti inferiori porterebbero infatti guadagni troppo bassi.

Come scegliere miglior Broker Forex, la regolamentazione

Come scegliere il miglior Broker Forex? Il primo aspetto da considerare è la regolamentazione. Un Broker regolamentato, infatti, è un Broker che deve sottostare a tutta una serie di norme e controlli riguardanti la tutela della privacy e del conto degli utenti iscritti. Quindi, prima di vedere l’estetica di una piattaforma, i servizi che offre e quanto sia user friendly il suo sito, meglio vedere se ci possiamo fidare del Broker Forex in questione. Potremmo trovarci dinanzi ad una piattaforma per il trading online colorata, simpatica e funzionale, ma che poi ci sta fregando dei soldi.

Occorre dire che non tutti i Paesi regolamentano allo stesso modo il mercato e i requisiti per diventare Broker.

E’ necessario sapere, infatti, quali sono i Paesi in cui i Broker hanno una regolamentazione rigida e una stretta sorveglianza. Gli Stati che hanno un organo di vigilanza che regola i requisiti dei Broker sono i seguenti:

  • USA
  • Regno Unito
  • Eurozona
  • Giappone
  • Australia
  • Svizzera

Come scegliere Broker Forex migliore, la fruibilità della piattaforma

Altro aspetto importante nello scegliere un Broker Forex riguarda la fruibilità della piattaforma. Naturalmente, su ciò pesa anche la scelta personale dell’utente. Dipende infatti se egli preferisce una versione web-based, scaricare un software da tenere sul pc o fare trading tramite app per smartphone o tablet. Ancora, dipende dal suo tasso elevato o basso di trading giornaliero. Se cioè utilizza molto la piattaforma o lo fa sporadicamente.

La cosa più importante è cercare una piattaforma che non subisca rallentamenti o che possa andare incontro a crash sistemici frequenti.

Ancora, la piattaforma del Broker Forex deve essere user friendly, intuibile e la selezione di questa o quella opzione non deve essere una caccia al tesoro. Deve altresì offrire grafici in real-time che permettano comparazioni con grafici di altri strumenti. O la possibilità di piazzare ordini ad orari o livelli di prezzo prestabiliti.

Come scegliere miglior Forex Broker, il Conto demo

Come scegliere Forex Broker migliore? A parte la licenza, un altro aspetto importante è il conto demo. Il Conto demo è un conto fatto di soldi virtuali, che consente ai trader neofiti di fare pratica senza mettere a rischio i propri soldi veri. Ma anche ai trader più esperti di provare nuove strategie senza mettere a rischio il proprio conto reale. Come suggeriamo sempre quando parliamo di Conto demo, dobbiamo utilizzarlo mettendo in atto tutta la nostra emotività. Come se si trattasse di soldi veri. Se lo prendiamo come un gioco, finiremo per non imparare nulla da esso. E ce ne accorgeremo amaramente sulla nostra pelle e su quella del conto, quando passeremo alla realtà. Facendo scelte troppo leggere, che in tal caso pagheremo con soldi veri.

I Broker Forex offrono vari tipi di Conto demo: ci sono Conto demo Forex con soldi illimitati ma da utilizzare entro un determinato arco temporale computato a partire dall’iscrizione; ci sono Conto demo Forex che invece offrono pratica illimitata ma un tetto di denaro virtuale disponibile; ci sono Conto demo Forex che offrono entrambi illimitati; infine, ci sono Conto demo Forex che offrono un tetto sia temporale che monetario.

Un’ultima differenza riguarda l’obbligo o meno di versare una prima somma di denaro sul Conto reale per accedere al proprio Conto demo oppure se esso viene offerto subito previa iscrizione alla piattaforma. Valutate quindi tutti questi aspetti. Il Conto demo è molto importante perché vi consente di fare pratica oltre alla teoria.

Migliore Broker Forex, la capitalizzazione della società

Per scegliere il miglior Forex Broker, dobbiamo valutare anche la capitalizzazione della società che è alle sue spalle. Alias, la sua solidità economica. Occorre sapere che i Broker regolamentati devono rispettare una soglia minima di capitalizzazione (ad esempio negli USA è di 10 milioni di dollari). E questa informazione ci dà una idea sulla grandezza del Forex Broker e di conseguenza la sua solidità.

Più alta sarà la capitalizzazione e più il Broker Forex sarà affidabile. Diffidate dunque anche di quelle società che tengono nascosti i propri bilanci. Ma ciò accade solo per quei Forex Broker che non sono regolamentati, in quanto la trasparenza è una priorità per conseguire una licenza.

Scegliere miglior Forex Broker, differenza tra Broker e Dealer

Qual è la differenza tra Broker e Dealer? Vediamola di seguito:

Forex Broker

Un Broker è una società che funge da intermediario tra il cliente ed il market maker/dealer. Il Broker manda l’ordine del cliente al dealing desk del market maker che provvederà a processarlo.

Il Broker riceve commissioni sull’operazione caricando il compenso sul market maker o variando il prezzo della commissione in base alla grandezza monetaria dell’ordine. O, ancora, possono essere utilizzati sistemi più dinamici.

Forex Dealer

Ogni market maker ha un dealing desk, il metodo più tradizionale utilizzato da banche e operatori istituzionali. I market maker offrono due tipi di pricing:

  • fisso, quando il market maker aggiorna le quotazioni durante il giorno a orari prefissati
  • quotazioni prezzate in continuo aggiornamento in base alla variazione di liquidità su un particolare cambio

I market maker si interfacciano tra loro nel tentativo di bilanciare il rischio derivante dalle loro posizioni Forex. E ciò comporta nei market maker più abili ottimi ricavi.

Broker Forex migliori, l’importanza di una assistenza clienti efficiente

Quali sono i migliori Forex Broker? Ovviamente quelli che, oltre ad avere una licenza rilasciata dagli organi predisposti al controllo del mercato finanziario, e un Conto demo per fare pratica, offrano agli utenti iscritti anche una assistenza clienti efficiente. Dato che come visto il Forex è sempre aperto visto che qui si fa trading su tutte le valute del Mondo, quindi anche di quelle che hanno un fuso orario diametralmente opposto al nostro (pensiamo ai paesi asiatici o quelli dell’Oceania), allora va da sé che anche l’assistenza clienti deve essere sempre operativa. 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ovviamente in italiano.

Importante poi che sia facilmente raggiungibile tramite una chat integrata al sito, via mail o via telefono (anche se in questo caso potreste avere problemi coi costi della chiamata). Gli operatori di una assistenza clienti ideale di un Broker Forex ideale, devono essere cordiali e disponibili, oltre che chiari nelle loro risposte.

Broker Forex migliori? Occhio a costi e commissioni di trading

Come scegliere i migliori Forex Broker? Anche le commissioni, e quindi i costi, fanno la loro parte. Le commissioni si basano sul numero di trade o sulla performance di alcune statistiche. Abbiamo 3 tipi:

  • spread fissi
  • spread variabili
  • commissioni basate su una percentuale dello spread

Cos’è lo spread? Si tratta della differenza, calcolata in pips, tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita. Teoricamente, si è indotti a pensare che lo spread fisso sia la scelta migliore in quanto si sa a cosa si va incontro una volta concluso un trade. Ma può essere ritenuto conveniente pagare ovviamente una commissione variabile se si fanno spread più bassi.

Anche qui subentra il fattore capitalizzazione. Un Forex Broker che vanti alta capitalizzazione avrà sicuramente relazioni più forti con le banche e quindi riesce a reperire la liquidità da far utilizzare al trader in maniera più semplice. Ancora, il peso delle commissioni va considerato nelle strategie di trading che possono variare proprio in base alle commissioni che vengono richieste dal Forex Broker.

Certi Broker Forex non richiedono commissioni sui trade poiché il loro guadagno è collegato agli spread che vengono generati. Minore sarà lo spread minimo da conseguire per evitare la commissione, maggiore sarà il profitto generato per il trader.

Occorre poi considerare il fenomeno del “requote”, a cui si rischia di andare incontro in caso di commissioni variabili. Ciò avviene quando il Broker ha difficoltà a piazzare l’ordine a causa di una mancanza di liquidità o ad un aumento della volatilità. A causa del requote si rischia di pagare più pips di quanti ci si aspettasse, dato che l’ordine piazzato può essere spostato di qualche pip. Si può ovviare a ciò tramite un regime di spread fissi dato che, pure se solitamente è più oneroso, previene questo genere di fenomeni frequenti specie nel trading di brevissimo periodo o di trading su news.

Pertanto, per la serie “patti chiari, amicizia lunga” meglio sempre chiedere al Broker Forex cosa esso prevede al verificarsi di queste evenienze. O, al limite, scegliere un Broker Forex che consenta l’uso sia di spread variabili che di spread fissi. Almeno si avrà maggiore possibilità di districarsi tra i costi.

Scegliere un Forex Broker con più tipi di account

Come scegliere un Broker Forex conveniente? Altro aspetto da tenere in considerazione è la scelta di più account a disposizione. Almeno due. La grandezza degli account dipende dai lotti che vengono tradati. I lotti considerati “grandi” e chiamati lotti standard sono i lotti con 100.000 unità di sottostante, i mini-lotti sono quelli da 10.000 unità e i micro-lotti sono quelli da 1.000 unità.

Ci sono Forex Broker che mettono a disposizione un solo account ed altri anche 4. valutate bene quello che fa per voi. Tenete a mente però che gli account basati sul trading di micro e mini lotti, richiedono una liquidità alquanto bassa. Mentre gli account basati sul trading di lotti standard richiedono un capitale iniziale elevato.

Migliori Broker Forex, leva finanziaria e requisiti di margine

Tra i servizi da valutare per scegliere i migliori Forex Broker, in tanti danno priorità alla flessibilità della leva finanziaria. Ma come sempre preferiamo ricordare, una leva finanziaria flessibile può portare tanto ad alti profitti quanto a grosse perdite.

Alcuni Forex Broker lasciano la leva fissa mentre altri la rendono più flessibile a seconda del tipo di cambio valutario.

Anche in questo caso, la scelta è alquanto vasta: ci sono Broker che preferiscono il metodo “Fifo” (acronimo di first in first out) o “Lifo” (acronimo di last in first out), che differiscono per il fatto di essere procedure di chiusura dei trade una volta che non siano stati raggiunti i requisiti di liquidità. O, semplicemente, si chiudono i trade in maniera automatica se non sono raggiunte delle soglie minime di capitale.

Come scegliere migliori Forex Broker, i segnali di trading

Come scegliere i migliori Broker Forex? Occhio anche ai segnali di trading. Si tratta di suggerimenti che gli esperti del Broker che si è scelto (o avvalendosi di società esterne) invia ai propri utenti iscritti. I segnali di trading vengono generalmente inviati tramite alert sms o via mail. E possono essere inviti a muoversi subito nel prendere una determinata posizione oppure a segnarsi sul proprio calendario economico determinati eventi importanti.

Broker Forex migliori, l’offerta formativa

Non trascurate poi l’offerta formativa dei migliori Forex Broker. Ogni piattaforma di trading online può mettere a disposizione i seguenti prodotti formativi:

  • Ebook
  • Manuali
  • Blog
  • Forum
  • Video lezioni
  • Webinar
  • Incontri annuali vis a vis nelle principali città italiane

I migliori Forex Broker, l’importanza delle news

Per scegliere i migliori Broker Forex, occorre prediligere anche quelli che tengono costantemente informati i propri utenti iscritti tramite news e approfondimenti su quelle notizie che possono influenzare il mercato Forex. Ossia, quelle notizie di natura politica ed economica, trattandosi di valute, che possono comportare un oscillazione di valore di una moneta. Ad esempio, riguardo il cambio più tradato, ossia EUR/USD, molto attenzionate sono state due news relative al 4 marzo 2018: le elezioni politiche italiane e il referendum socialista in Germania sul sostegno o meno alla Cdu della Merkel per la formazione di un nuovo governo.

Entrambe queste notizie poteva pesare non poco sulla tenuta dell’Ue e, di riflesso, dell’Euro. Le notizie più negative per entrambi erano la vittoria delle forze anti-europee in Italia e la vittoria del No dei socialisti. Alla fine, le elezioni politiche italiane si sono concluse male per chi sperava nella vittoria di un altro vassallo dell’Ue, dato che hanno vinto M5S e Lega. Ma a controbilanciare, e anche di più. questa brutta notizia ci ha pensato la vittoria del Sì socialista.

Questo per dire che nel Forex notizie come elezioni, referendum colpi di stato, disoccupazione, recessioni, inflazioni, aumento occupazione, ripresa industriale, e quant’altro, pesano non poco sul valore di una valuta. E quindi su un cross valutario.

Il Forex Broker divulga le notizie appannaggio dei suoi utenti iscritti o tramite sms alert, o tramite newsletter o mediante video di pochi minuti che riassumono le notizie giornaliere salienti.

Lista migliori Forex Broker

Viste le principali caratteristiche che un Forex Broker deve avere, vediamo una lista dei migliori Broker Forex in circolazione:

Markets.com

Questo Forex Broker si caratterizza per la sua sicurezza ed estrema attenzione alle linee guida e alle richieste provenienti dagli enti di controllo nazionali ed internazionali. Il broker è controllato dalla Playtech Plc, compagnia quotata alla Borsa di Londra e componente dell’indice FTSE 250 e con una capitalizzazione di mercato di 2,6 miliardi di sterline. Tra i servizi peculiari troviamo il Trend dei traders, dove è possibile vedere cosa fa la maggioranza dei traders ed eventualmente prendere questa posizione come esempio di investimento.

→ Clicca qui per visitare il sito ufficiale di Markets.com

eToro

Questo Forex Broker consente di fare trading solo con dollari USA perché l’utilizzo di un’unica moneta permette di fornire ai clienti un alto grado di trasparenza. Si possono effettuare i depositi nella propria valuta locale, ma il conto deposito verrà convertito in USD prima di fare trading.

Il deposito minimo consentito è di 50 dollari attraverso carte di credito o debito, Paypal, Neteller, 1-Pay, Skrill, Webmoney e GiroPay. Il deposito minimo attraverso bonifico bancario è invece di $500. e’ possibile utilizzare anche le piattaforme di money trasfer più popolari, come Paypal. I trader sono soggetti a spese di prelievo. La commissione massima è di 25 dollari (per i ritiri oltre i $500), e il prelievo verrà completato entro cinque giorni lavorativi.

Etoro si contraddistingue per il suo Social trading, servizio più avanzato tra quelli presenti. Non solo mette a disposizione una community dove scambiarsi opinioni e suggerimenti, ma anche il servizio di Copy trading. Grazie al quale è possibile seguire i trader più esperti e di successo, copiandone le gesta e guadagnando a propria volta. Molto interessante anche la funzione CopyFunds, dove si punta non su singoli trader ma su panieri di asset.

→ Clicca qui per visitare il sito ufficiale di etoro

Plus500

Questo Broker Forex si differenzia dagli altri razie all’offerta di una sola piattaforma di trading per i propri clienti, ma altamente user friendly. Offre altresì app per tutti i sistemi operativi. La critica più diffusa mossa a Plus500 è la mancanza di una sezione grafici avanzata. Quindi occorre riferirsi ad altri siti esterni per questo. La piattaforma ha comunque messo in atto un profondo restyling ascoltando le opinioni e i suggerimenti dei suoi clienti.

→ Clicca qui per visitare il sito ufficiale di Plus500

Avatrade

Broker Forex controllato da Ava Capital Markets Ltd con sede a Dublino. A controllarla è dunque la Banca Centrale d’Irlanda. Attraverso la direttiva Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) emanata dal Parlamento Europeo, AvaTrade possiede la licenza ad operare all’interno dell’Unione europea (UE). AvaTrade è autorizzato ad operare come broker finanziario anche dalla Australian Securities & Investments Commission (ASIC), Financial Services Agency (FSA) e alla Financial Futures Association del Giappone e alla Commodities Futures Association e dalle Isole Vergini Britanniche (BVI). Dunque, oltre che in Europa, Avatrade opera anche in Giappone, Australia e Gran Bretagna.

AvaTrade assicura ai clienti europei che i conti siano completamente separati dai conti del cliente.

→ Clicca qui per visitare il sito ufficiale di AvaTrade

Iq Option


Attenzione, il capitale potrebbe essere a rischio

Il Forex Broker IQ Option è ideale per una prima scelta d’investimento online con un conto reale, poichè a differenza di altri broker del settore, richiede solo un versamento iniziale di soli 10 euro.

Imperdibili, anche i servizi gratuiti da poter ottenere su IQ Option, come un conto demo gratuito, le nuovissime opzioni di Borsa Classiche per il trading sui 500+ migliori asset azionari del segmento USA, o i tornei di trading di IQ Option.

Il broker, presenta anche due nuovi prodotti finanziari come le opzioni digitali con una redditività flessibile e tanti vantaggi operativi come la chiusura anticipata anche prima della scadenza effettiva e le crypto.

→ Clicca qui per visitare il sito ufficiale di IQ Option

24Option

Broker Forex nato nel lontano 2010, inizialmente solo in grado di offrire ai suoi clienti soltanto la possibilità di fare trading sulle opzioni. Poi però, confermandosi nel settore come uno dei broker più diffusi e di maggiore successo, il gruppo è stato in grado di ingrandirsi a tal punto di poter iniziare ad offrire a tutti i suoi clienti la possibilità di negoziazione su forex attraverso i contratti per differenza (Cfds). Dopo aver rimosso le opzioni binarie dalla propria offerta al trading, 24option ha integrato gli assets disponibili nella multipiattaforma di proprietà aggiungendo etf, criptovalute, materie prime, indici e azioni.

24option ha conseguito numerosi premi e ottenuto vari riconoscimenti.

→ Clicca qui per visitare il sito ufficiale di 24option

BDSwiss


Forex Broker noto in Italia ed Europa con oltre 700.000 clienti attivi ed in possesso di regolare licenza europea (Sede in Germania, Francoforte – LICENZA CYSEC N° 199/13) che gli consente di operare in tutto il territorio italiano ed europeo. Questo broker, che in Italia era ancora semi-sconosciuto fino a qualche anno fa ma già molto famoso in Svizzera e in Germania, ha guadagnato la fiducia dei clienti italiani ed è ad oggi uno dei brokers di trading online più scelti sul nostro territorio.

Il successo crescente di questa piattaforma lo si deve ai tanti servizi professionali offerti agli investitori e alla vasta gamma di strumenti di informazione appannaggio dei trader meno esperti. Con BDSwiss è possibile operaresuiprincipali mercati finanziari come il mercato forex, quello delle materie prime, l’azionario etc.

→ Clicca qui per visitare il sito ufficiale di BdSwiss

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY