Investire in azioni: 3 titoli su cui fare trading nel 2020

Investire in azioni è una attività non semplice da affrontare, sopratutto quando si parla di portafoglio azionario ed investimenti a lungo termine.

Molto spesso chi fa trading sulle azioni si ritrova a fare investimenti nel breve termine. Ben diverso è possedere le azioni per decenni. Alcuni analisti hanno infatti dimostrato come il trading costante su alcuni titoli del mercato possano rendere molto nel tempo. Ci sono investitori che hanno avuto la fortuna e la bravura di fare investimenti costanti e tenere nel proprio portafoglio alcuni titoli che molti sottovalutano.

Ma come si investe in azioni? La ricerca del rendimento a tutti i costi costringe molti trader a fare le scelte sbagliate. Il crollo dei rendimenti, infatti, non rende più conveniente l’investimento classico del cassettista che teneva per anni un titolo nel proprio portafoglio titoli.

Oggi non è più così, chi vuole fare profitti deve assumersi dei rischi (calcolati e senza eccedere).

Moltissimi investitori hanno deciso che è il momento più conveniente per investire in azioni. Ma conviene davvero? E su quali titoli puntare in questa fine 2020?

Cercheremo di offrire una riposta seria in questo articolo con consigli utili per chi è agli inizi.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Conviene investire nel mercato azionario?

La risposta è sicuramente si ma dipende dal tipo e delle modalità di investimento. Ci sono dei titoli apparentemente profittevoli che però non convengono affatto. Chi possiede, ad esempio, azioni per molto tempo deve considerare che il mercato può cambiare molto in fretta generando delusione.

I titoli su cui si punta devono fare riferimento a società solide con prospettive di crescita solide. Azioni che probabilmente snobbate oggi potrebbero fare la fortuna degli investitori tra qualche anno. Bisogna solo decidere quali sono e agli aspetti da considerare.

Gli investimenti azionari sono ancora oggi in grado di fornire performance eccezionali, ma bisogna seguire alcuni consigli.

Il primo passo è ad esempio quello di usare solo piattaforme convenienti per investire sulle azioni. Alcuni esempi che vi consigliamo sono ad esempio eToro (clicca qui per aprire un conto) o Plus500 (clicca qui per aprire un conto). Si tratta di piattaforme molto semplici da usare (sopratutto eToro molto adatta ai principianti) che sono adatte a tutti e garantiscono soluzioni tecnologiche al passo con i tempi.

Grazie a questi strumenti è facile infatti investire sulle principali azioni in modo rapido, non per altro sono usati da milioni di trader nel mondo, ci sarà un perché.

Sia eToro che Plus500 sono piattaforme CFD ovvero operano con contratti per differenza sui principali titoli azionari. I CFD permettono di superare il problema che avevamo evidenziato all’inizio dell’articolo ovvero il fatto che i rendimenti fossero calati drasticamente nell’ultimo periodo.

Attraverso i derivati, infatti, si ha la possibilità di guadagnare anche quando i mercati scendono e non solo quando sono positivi. Questo garantisce un ampio spettro di soluzioni oltre che la possibilità di fare profitti in ogni situazione di mercato.

Chi acquista invece solo quando le azioni salgono con i metodi tradizionali guadagna solo in questa situazione. Ma che succede se un titolo crolla o i mercati sono in discesa? Il risultato è quello di perdere inesorabilmente i propri soldi

Non è dunque il momento ideale per acquistare azioni. Conviene invece usare i CFD che replicano esattamente il prezzo e l’andamento delle azioni. Queste piattaforme hanno anche il vantaggio di fornire una enorme varietà di asset su cui investire come ad esempio le criptovalute (bitcoin e altre), indici e materie prime.

Ma quali sono questi 3 titoli su cui puntare nel 2020? Sono degli autentici campioni nei loro settori.

Investire in azioni Amazon

Amazon (AMZN) è uno di quei titoli da considerare sempre. Oggi va di moda investire in azioni Amazon perché è una società solida che ha aumentato il suo fatturato in questo periodo storico. Col Covid le cose sono andate anche meglio tant’è che le azioni Amazon sono in crescita costante:

Molti trader stanno comprando azioni Amazon in questo momento? Fanno bene? Chi ha comprato nel passato azioni amazon a prezzi contenuti oggi è probabilmente ricco ma questo accadeva anni fa. Oggi dovete considerare il fatto che nessun titolo può salire per sempre sopratutto nelle condizioni di oggi.

Se seguite le notizie avrete anche letto che lo stesso Jeff Bezos (il fondatore di Amazon) non ha escluso cali di rendimento per la sua società nel futuro.

Tuttavia questi scenari non sono affatto un problema per chi decide di investire in titoli azionari Amazon anzi è proprio il contrario. Almeno per chi ha seguito i nostri consigli utilizzando le piattaforme di trading che permettono di operare sia al rialzo che al ribasso.

Per iniziare a investire sul titolo Amazon clicca qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Investire in Azioni Mastercard

Mastercard (NYSE:MA) è uno di quei titoli che spesso viene ignorato ma che è ormai una sicurezza per gli investitori.

Si tratta di una delle più grandi società finanziarie del mondo che permette i pagamenti digitali con carte, portafoglio digitali e mobile. Possiamo vedere l’andamento di queste azioni nel grafico:

L’ecommerce ha fatto crescere nel tempo questa societù ed il coronavirus potrebbe rivelarsi un grande stimolo, dato che sempre più persone nel mondo hanno iniziato ad usare gli strumenti di pagamento digitali.

E’ una tendenza da sfruttare e Mastercard insieme ad altre società è destinata a crescere.. Mastercard facilita le transazioni tra le parti come i consumatori, le banche e gli istituti finanziari e i commercianti attraverso la sua rete di elaborazione dei pagamenti. Ogni volta che qualcuno usa una carta Mastercard per effettuare un acquisto, l’azienda guadagna delle commissioni.

Si tratta di un modello di business sostenibile e ad alto margine di profitto,

Per questo motivo conviene utilizzare piattaforme che consentano di investire su questo titolo.

Per iniziare ad investire sul titolo Mastercard clicca qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Investire in Azioni Apple

Apple (AAPL) negli ultimi anni è diventata senza dubbio uno dei colossi nel campo della tecnologia. Dopo l’IPhone che di fatto ha rivoluzionato il mercato della telefonia, ha presentato tanti altri prodotti che l’hanno lanciata nell’olimpo delle Big Tech. Oggi l’azienda di Cupertino ha dei ricavi altissimi e grande liquidità da investire. E’ il momento di investire in azioni Apple?

Come vediamo nel grafico, l’andamento degli ultimi anni è sempre in crescita:

a testimoniare il fatto che parliamo di uno dei migliori titoli su cui puntare anche nel 2020.

Nonostante gli inevitabili dati in flessione sulle vendite tutti gli analisti concordano che è ancora conveniente fare trading sfruttando i contratti derivati sul titolo Apple.

La società infatti ha una reputazione ottima anche sui mercati asiatici non solo su quello Europeo o Statunitense e dunque ha un grande appeal per gli investitori.

Per questo motivo comprare e vendere azioni Apple tramite i CFD può risultare una scelta vincente.

Per iniziare a negoziare sul titolo Apple clicca qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.
Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.