Goldman Sachs snocciola i dati del suo successo nel primo Open day

Per la prima volta nella sua storia lunga 151 anni, la banca Goldman Sachs, ha aperto le sue porte agli investitori per mostrare i suoi progetti futuri.

Una mossa di David Solomon, CEO della società da circa un anno e mezzo. Nel solco della nuova strategia della società di aprirsi alle masse, e influenzare così l’evoluzione del moderno sistema bancario.

Inoltre, per la prima volta l’azienda ha rilasciato obiettivi di utili e ha parlato apertamente e in dettaglio dei suoi piani e aspirazioni.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker ForexTB. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Il successo di Goldman Sachs

Ma la motivazione è anche un’altra: calmierare le intenzioni degli azionisti di vedere aumentare il prezzo delle azioni della società.

Due gli obiettivi cardine: raggiungere un minimo del 13% di rendimento del capitale proprio entro tre anni (lo scorso anno era del 10%) e un rapporto di efficienza del 60% (il quale più è basso, meglio è. Nel 2019 era del 68%).

Ancora, espandere la banca basata sui clienti di oltre 3 anni – Marcus, la quale ad oggi ne vanta già cinque milioni – a $ 60 miliardi in depositi e $ 7 miliardi in prestiti. Inclusi i saldi sulla sua carta di credito a marchio Apple.

Sebbene i numeri possano sembrare imponenti, in realtà sono molto ridotti rispetto ai volumi a livello globale. Nel 2020, la Banca Marcus introdurrà la gestione patrimoniale e le opzioni di investimento. Un bilancio sulle attività sarà effettuato nel 2021.

Infine, Goldman Sachs espanderà l’elaborazione dei pagamenti per aziende e altre grandi istituzioni. Nonché amplierà l’adozione di Marquee, uno strumento di analisi e dati online per gli investitori istituzionali.

Goldman sta assumendo centinaia di consulenti finanziari a livello globale, al fine di accelerare la propria attività di gestione del denaro.

Goldman Sachs non perde di vista il fattore ambientale, oggi molto in voga. L’investimento totale previsto in tal senso sarà di ben $ 750 miliardi, per una crescita economica sostenibile.

Il motto dell’open day della Banca è stato “One Goldman Sachs”, che Solomon ha così giustificato: “uno sforzo globale per semplificare il modo di interagire con i nostri clienti e fornire tutte le nostre capacità in modo più olistico”.

Alcuni analisti hanno chiesto al Ceo Solomon se collaborare con partner quali banche e quelli che puntano alle fusioni ed acquisizioni di altre società, aveva senso. Dato che GS è proprio leader del settore. Ma lui ha risposto che puntava a “entrate più costanti e durature”.

Poi ha aggiungo: “L’investment banking è veramente il front-end di Goldman Sachs. E un elemento chiave della nostra strategia aziendale è il miglioramento dell’accesso che il resto dell’azienda ha verso questo grande franchising aziendale”.

Un’altra domanda – indirizzata a un panel sulla sostenibilità – era come parlare di politiche illuminate al quadrato con lo scandalo della corruzione malese che l’anno scorso è costato denaro e reputazione all’azienda.

Solomon ha affermato in precedenza che il cosiddetto scandalo 1MDB lo ha reso “profondamente consapevole di come le azioni di pochi” potrebbero rovinare il marchio di un’azienda.

Quello che è emerso da questo evento, quindi, è che Goldman Sachs si impegna nella trasparenza, nella crescita a lungo termine e nel mettere i clienti al primo posto.

Del resto, la chiosa di Solomon è stata: “Il nostro scopo è far progredire la crescita economica sostenibile e le opportunità finanziarie. Siamo orgogliosi sostenitori del capitalismo”. Su questo non avevamo dubbi.

Le piattaforme regolamentate per investire in Goldman Sachs

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social trading
Social trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500
Servizio CFDDemoISCRIVITI
fxtb
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Trade.com
Forex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Goldman Sachs, i numeri del nuovo progetto

Detto in grandi linee sul piano di Goldman Sachs, vediamo meglio i numeri nel dettaglio.

La Banca ha in serbo di aumentare il numero dei suoi consulenti patrimoniali privati di 250 unità nei prossimi tre anni. Con un aumento del 20% nelle Americhe e del 50% in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico.

Il tutto mediante la formazione negli Stati Uniti, assunzioni laterali da altre parti della banca nel settore EMEA e l’assunzione di consulenti “esperti” in Asia.

Del resto, le sedi non gli mancano: GS conta 13 uffici privati di gestione patrimoniale negli Stati Uniti e uno in Brasile sul sito web della sua unità patrimoniale.

Goldman Sachs impiega 800 consulenti patrimoniali privati, che servono principalmente famiglie e individui con oltre 10 milioni di dollari di beni investibili. Fonti dell’azienda e dei reclutatori hanno affermato che il numero di consulenti statunitensi è di circa 475 produttori “autosufficienti”.

Goldman, che impone restrizioni minime di non concorrenza di tre mesi ai consulenti che lasciano, ha affermato che il mandato medio dei suoi broker è di 14 anni (compresi i “non autosufficienti”), mentre il suo broker autosufficiente medio produce più di $ 4 milioni annualmente. Numero ben più alti della media del settore.

Fino ad oggi, i consulenti hanno catturato circa il 3% del mercato globale tra i più ricchi e il 7% negli Stati Uniti.

Il settore dell’ “ultra-ricchezza” rappresenta $ 475 miliardi sui $ 560 totali del patrimonio gestito dall’unità di gestione patrimoniale. E produce $ 3,5 miliardi di entrate annue. Tuttavia, la Banca non disdegna il settore cosiddetto dell’ “high-net-worth”, che include le persone tra $ 1 a $ 10 milioni di attività investibili. Acquisiti la scorsa estate rilevando United Capital Financial Advisors.

La 600-advisor RIA, ribattezzata Goldman Sachs Personal Financial Management, ha $ 85 miliardi di attività sotto la supervisione di 40.000 clienti. Questo è meno dell’1% del mercato high-net-worth, secondo uno studio McKinsey citato proprio da Goldman.

Goldman prevede una “completa integrazione” di United Capital entro cinque anni, secondo le diapositive della presentazione. Ha inoltre fissato l’obiettivo di aggiungere 30 clienti aziendali Ayco e 300.000 dipendenti sul posto di lavoro ogni anno entro cinque anni. Ayco attualmente lavora con 435 aziende e 300.000 dipendenti, secondo la presentazione.

Su base pro-forma, la nuova divisione consumer & wealth, che comprende la divisione consumer e digital banking di Goldman Marcus, ha registrato un rendimento del capitale proprio dello scorso anno di appena il 5%.

Ciò tiene conto dei rendimenti del 18% e del 14% delle sue divisioni di investment banking e asset management, che riflettono i grandi investimenti che l’azienda sta facendo per diversificare i mercati degli investitori al dettaglio, secondo il direttore finanziario di Goldman Stephen Scherr.

La società prevede che il numero ROE per la divisione triplicherà a circa il 15% entro tre anni e raggiungerà il 20% una volta che la divisione consumatori e ricchezza raggiungerà la “scala” in circa cinque anni.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.