Elon Musk: storia del fondatore di Tesla Motors che ispirò Iron Man

elon musk

Chi è Elon Musk? Qual è la storia di Elon Musk? Quando Elon Musk ha fondato Tesla Motors? Se la storia di Elon Musk ti incuriosisce, anche perché magari ami la mitica casa automobilistica Tesla, allora sei capitato nell’articolo giusto. Del resto, Elon Musk è ad oggi considerato una delle menti più brillanti in circolazione e i suoi progetti imprenditoriali, con Tesla e SpaceX in primis, sono la prova delle sue capacità imprenditoriali. Nonché della sua visione del futuro.

Non a caso, Forbes lo ritiene tra i giovani miliardari più influenti al mondo. Le sue imprese, peraltro, hanno creato delle analogie con un personaggio cinematografico (e ancor prima dei fumetti): Iron Man.

Sarà vero? Scopriamo di seguito chi è Elon Musk colui che ha creato Tesla Motors, Paypal, Spaxe X ed altri avveniristici progetti.

Sommario

Elon Musk chi è

Elon Reeve Musk è nato il 28 giugno 1971, ed è un magnate canadese d’affari di origine sudafricana, investitore, ed ingegnere. Anche con cittadinanza americana. È fondatore, CEO e lead designer di SpaceX; co-fondatore, CEO e product architect di Tesla, Inc.; e co-fondatore e CEO di Neuralink. Nel dicembre 2016, si è classificato al 21 ° posto nella lista di Forbes mondiale tra le persone più potenti del mondo. A febbraio 2018, ha un patrimonio netto di $ 20,8 miliardi ed è quotato da Forbes come la 53° persona più ricca del mondo.

Nato a Pretoria, Musk è autodidatta dall’età di 12 anni. Si è trasferito in Canada quando aveva 17 anni per frequentare la Queen’s University. Si è trasferito all’Università della Pennsylvania due anni dopo, dove ha conseguito una laurea in economia alla Wharton School e una laurea in fisica al College of Arts and Sciences. Ha iniziato il dottorato in fisica applicata e scienze dei materiali presso la Stanford University nel 1995, ma dopo due giorni ha abbandonato la carriera imprenditoriale.

Successivamente ha co-fondato Zip2, una società di software web, acquisita da Compaq per $ 340 milioni nel 1999. Musk ha quindi fondato X.com, una società per i pagamenti online. Si fonde con Confinity nel 2000 e diventa PayPal, che è stata acquistata da eBay per $ 1,5 miliardi nell’ottobre 2002. Nel maggio 2002 Musk ha fondato SpaceX, un’azienda aerospaziale e società di servizi di trasporto spaziale, di cui è amministratore delegato e lead designer. Ha co-fondato Tesla, Inc., un produttore di veicoli elettrici e pannelli solari, nel 2003, e opera come CEO e product architect.

Nel 2006 ha ispirato la creazione di SolarCity, una società di servizi di energia solare che è ora una controllata di Tesla, e opera come presidente. Nel 2015 Musk ha co-fondato OpenAI, una società di ricerca senza fini di lucro che mira a promuovere l’intelligenza artificiale per tutti. Ha co-fondato Neuralink, una società di neurotecnologie focalizzata sullo sviluppo di interfacce cervello-computer, a luglio 2016 ed è il suo CEO.

Ancora Elon Musk ha fondato The Boring Company, una società di infrastrutture e costruzione di tunnel a dicembre 2016 e ricopre attualmente il ruolo di CEO. Oltre alle sue principali attività, Musk ha immaginato un sistema di trasporto ad alta velocità noto come Hyperloop e ha proposto un sistema di sollevamento ed atterraggio di aerei elettrici supersonici a propulsione elettrica, noto come il jet elettrico Musk.

Elon Musk ha dichiarato che gli obiettivi di SpaceX, Tesla e SolarCity ruotano attorno alla sua visione di cambiare il mondo e l’umanità. I suoi obiettivi includono la riduzione del riscaldamento globale attraverso la produzione e il consumo di energia sostenibile e la riduzione del “rischio di estinzione umana” stabilendo una colonia umana su Marte.

Origini di Elon Musk

Quali sono le origini di Elon Musk? Musk è nato il 28 giugno 1971 a Pretoria, Transvaal, Sud Africa, figlio di Maye Musk (nata Haldeman), modella e dietista di Queen, Saskatchewan, Canada, e Errol Musk, un Ingegnere elettromeccanico sudafricano, pilota e marinaio. Ha un fratello minore, Kimbal (nato nel 1972) e una sorella minore, Tosca (nata nel 1974). Sua nonna paterna era britannica, e ha anche origini olandesi in Pennsylvania. Il nonno materno era americano, originario del Minnesota.

Dopo che i suoi genitori divorziarono nel 1980, Musk viveva principalmente con suo padre nella periferia di Pretoria, che Musk scelse due anni dopo la separazione dei suoi genitori, ma ora dice che “non fu una buona idea”. Da adulto, Musk ha rotto i rapporti con suo padre. Ha una sorellastra e un fratellastro.

Durante la sua infanzia è stato un avido lettore. All’età di 10 anni, ha sviluppato un interesse per l’informatica con il Commodore VIC-20. Ha insegnato a se stesso la programmazione di computer all’età di 12 anni, ha venduto il codice di un videogioco basato su BASIC che ha creato chiamato Blastar, a una rivista chiamata PC e Office Technology, per circa $ 500. Una versione web del gioco è disponibile online.

La sua lettura dell’infanzia comprendeva la serie della Fondazione Isaac Asimov da cui trasse la lezione che “dovresti provare a prendere l’insieme di azioni che possono prolungare la civiltà, minimizzare la probabilità di un’età oscura e ridurre la lunghezza di un’età oscura se c’è”. Musk fu duramente vittima di bullismo durante la sua infanzia, e una volta fu ricoverato in ospedale quando un gruppo di ragazzi lo gettò giù da una rampa di scale e poi lo picchiò fino a perdere conoscenza.

Musk ha partecipato alle Waterkloof House Preparatory School e Bryanston High School, prima di diplomarsi alla Pretoria Boys High School. Si è trasferito in Canada nel giugno 1989, poco prima del suo 18 ° compleanno, dopo aver ottenuto la cittadinanza canadese attraverso la madre canadese.

Elon Musk studi

Quali studi ha fatto Elon Musk? All’età di 17 anni, Musk è stato ammesso alla Queen’s University di Kingston, in Ontario, per uno studio universitario. Nel 1992, dopo aver trascorso due anni alla Queen’s University, Musk si è trasferito all’Università della Pennsylvania, dove nel maggio 1997 ha conseguito il Bachelor of Science in fisica presso il College of Arts and Sciences, e un Bachelor of Science in economia dal suo Wharton School of Business. Musk ha esteso i suoi studi per un anno per finire il secondo diploma di laurea.

Mentre era all’Università della Pennsylvania, Musk e l’altro studente della Penn, Adeo Ressi, affittarono una casa di fraternità da 10 camere, usandola come nightclub non ufficiale. Nel 1995, all’età di 24 anni, Musk si trasferì in California per iniziare un dottorato in fisica applicata e scienza dei materiali alla Stanford University, ma ha lasciato il programma dopo due giorni per perseguire le sue aspirazioni imprenditoriali nelle aree di internet, energie rinnovabili e Spazio.

Nel 2002, è diventato un cittadino degli Stati Uniti.

Elon Musk creazioni

Ecco tutto quanto realizzato da Elon Musk:

Zip2

Nel 1995, Musk e suo fratello, Kimbal, hanno avviato Zip2, una società di software web, con denaro raccolto da un piccolo gruppo di “angel investors”. L’azienda ha sviluppato e commercializzato una “guida della città” su Internet per l’industria dell’editoria di quotidiani. Musk ottenne contratti con il New York Times e il Chicago Tribune e persuase il consiglio di amministrazione ad abbandonare i piani per una fusione con CitySearch.

Mentre a Zip2, Musk voleva diventare CEO; tuttavia, nessuno dei membri del consiglio l’avrebbe permesso. Compaq ha acquisito Zip2 per $ 307 milioni in contanti e US $ 34 milioni in opzioni su azioni nel febbraio 1999. Musk ha ricevuto $ 22 milioni per la sua quota del 7% dalla vendita.

PayPal e X.com

Nel marzo 1999, Musk ha cofondato X.com, una società di servizi finanziari online e di pagamento tramite posta elettronica, con $ 10 milioni dalla vendita di Zip2. Un anno dopo, la società si fuse con Confinity, che aveva un servizio di trasferimento di denaro chiamato PayPal. La società unita si è concentrata sul servizio PayPal ed è stata rinominata PayPal nel 2001.

La crescita iniziale di PayPal è stata guidata principalmente da una campagna di marketing virale in cui sono stati reclutati nuovi clienti quando hanno ricevuto denaro tramite il servizio. Musk è stato estromesso nell’ottobre 2000 dal suo ruolo di CEO (anche se è rimasto nel consiglio di amministrazione) a causa di disaccordi con la leadership di altre società, in particolare per il suo desiderio di spostare l’infrastruttura basata su Unix di PayPal su Microsoft Windows. Nell’ottobre 2002, PayPal è stata acquistata da eBay per un valore di $ 1,5 miliardi di dollari, di cui Musk ha ricevuto $ 165 milioni.

Prima della sua vendita, Musk, che era il maggiore azionista della società, possedeva l’11,7% delle azioni di PayPal. Nel luglio 2017, Musk acquistò il dominio x.com da PayPal per un importo non dichiarato, affermando solo che ha “un grande valore sentimentale” per lui.

Space X

Nel 2001, Elon Musk concettualizza “Mars Oasis”; un progetto per l’atterraggio di una serra sperimentale in miniatura su Marte, contenente colture alimentari che crescono su regolite marziana, nel tentativo di riguadagnare l’interesse pubblico nell’esplorazione spaziale.

Nell’ottobre 2001, Elon Musk si recò a Mosca con Jim Cantrell (un riparatore di forniture aerospaziali), e Adeo Ressi (il suo migliore amico del college), per acquistare i missili balistici intercontinentali Dnepr intercontinentali (ICBM) che potevano inviare nello spazio i carichi previsti. Il gruppo ha incontrato aziende come NPO Lavochkin e Kosmotras; tuttavia, secondo Cantrell, Musk fu visto come un novizio e fu conseguentemente sputato da uno dei principali progettisti russi, e il gruppo tornò negli Stati Uniti a mani vuote.

Nel febbraio 2002, il gruppo è tornato in Russia per cercare tre ICBM, portando con sé Mike Griffin. Griffin aveva lavorato per il braccio di venture capital della CIA, In-Q-Tel, così come il Jet Propulsion Laboratory della NASA, e stava appena uscendo da Orbital Sciences, un produttore di satelliti e veicoli spaziali. Il gruppo si è nuovamente incontrato con Kosmotras e gli è stato offerto un missile per US $ 8 milioni; tuttavia, questo è stato visto da Musk come troppo costoso. Di conseguenza, quest’ultimo uscì dall’incontro. Sul volo di ritorno da Mosca, Musk si rese conto che avrebbe potuto avviare una società in grado di costruire i razzi a prezzi accessibili di cui aveva bisogno. Secondo il primo investitore di Tesla e SpaceX Steve Jurvetson, Musk calcolò che le materie prime per la costruzione di un razzo in realtà erano solo il 3% del prezzo di vendita di un razzo al momento. Si è concluso che teoricamente, applicando l’integrazione verticale e l’approccio modulare dall’ingegneria del software, SpaceX poteva ridurre il prezzo di lancio di un fattore dieci e avere ancora un margine lordo del 70%.

Alla fine, Musk finì per fondare SpaceX con l’obiettivo a lungo termine di creare una “vera civiltà spaziale”. Con 100 milioni di dollari della sua fortuna iniziale, così Musk fondò Space Exploration Technologies, o SpaceX, nel maggio 2002.

Musk è Chief Executive Officer (CEO) e Chief Technology Officer (CTO) della Hawthorne, società con sede in California. SpaceX sviluppa e produce veicoli di lancio nello spazio con particolare attenzione all’avanzamento dello stato della tecnologia missilistica. I primi due veicoli di lancio della compagnia sono i razzi Falcon 1 e Falcon 9 (un cenno del Millenium Falcon di Star Wars), e il suo primo veicolo spaziale è Dragon.

In sette anni, SpaceX ha progettato la famiglia di veicoli di lancio Falcon e il veicolo spaziale multifunzione Dragon. Nel settembre 2008, il razzo Falcon 1 di SpaceX è diventato il primo veicolo a combustibile liquido finanziato da privati a mettere un satellite nell’orbita terrestre. Il 25 maggio 2012, il veicolo SpaceX Dragon ormeggiava con la ISS, facendo della storia la prima compagnia commerciale a lanciare e attraccare un veicolo alla Stazione Spaziale Internazionale.

Nel 2006, SpaceX ottenne un contratto dalla NASA per continuare il sviluppo e test del veicolo di lancio SpaceX Falcon 9 e del veicolo spaziale Dragon per il trasporto di merci verso la Stazione Spaziale Internazionale seguito da un contratto del programma di rifornimento commerciale della NASA da 1,6 miliardi di dollari USA il 23 dicembre 2008 , per 12 voli del suo razzo Falcon 9 e del veicolo spaziale Dragon alla Stazione Spaziale, in sostituzione dello Space Shuttle USA dopo il suo ritiro nel 2011.

Il trasporto di astronauti verso la ISS è attualmente gestito esclusivamente dalla Soyuz, ma SpaceX è una delle due società aggiudicatrici di un contratto dalla NASA come parte del programma di sviluppo dell’equipaggio commerciale, che è destinato a sviluppare una capacità di trasporto di astronauti negli Stati Uniti entro il 2018.

Il 22 dicembre 2015, SpaceX ha piazzato con successo il primo stadio del suo razzo Falcon sulla rampa di lancio. Questa è stata la prima volta nella storia che un’impresa di questo tipo è stata realizzata da un razzo orbitale ed è un passo significativo verso la riutilizzabilità dei missili riducendo i costi di accesso allo spazio.

Questa prima fase di recupero è stata replicata più volte nel 2016 atterrando su una nave drone spaziale autonoma, una piattaforma di recupero oceanica, e alla fine del 2017 SpaceX era atterrato e aveva recuperato la prima tappa in 16 missioni di fila dove sono stati tentati un atterraggio e una ripresa, compresi tutti e 14 i tentativi nel 2017.

Nell’ultimo anno 2017, SpaceX ha lanciato 18 voli Falcon 9 di successo, più che raddoppiando il loro più alto anno precedente di 8. Il 6 febbraio 2018 SpaceX ha lanciato con successo il Falcon Heavy, il razzo con la quarta potenza più alta di sempre costruito (dopo Saturno V, Energia e N1) e il più potente missile in funzione a partire dal 2018. La missione inaugurale ha trasportato una Tesla Roadster appartenente a Musk come carico fittizio.

SpaceX è sia il più grande produttore privato di motori a razzo nel mondo e sia il detentore del record per il più alto rapporto di spinta-peso per un motore a razzo (Merlin 1D). SpaceX ha prodotto oltre 100 motori Merlin 1D operativi. Ogni motore Merlin 1D può sollevare verticalmente il peso di 40 auto di famiglia medie.

In combinazione, i 9 motori Merlin nel primo stadio Falcon 9 producono ovunque da 5,8 a 6,7 MN (da 1,3 a 1,5 milioni di libbre) di spinta, a seconda dell’altitudine. Musk è stato influenzato dalla serie della Fondazione Isaac Asimov e viste l’esplorazione dello spazio come un passo importante nel preservare ed espandere la coscienza della vita umana.

Elon Musk ha detto che la vita multiplanetaria può servire da copertura contro le minacce alla sopravvivenza della specie umana. Un asteroide o un super vulcano potrebbero distruggerci, e affrontiamo rischi che i dinosauri non hanno mai visto: un virus ingegnerizzato, la creazione involontaria di un micro buco nero , un riscaldamento globale catastrofico o una tecnologia ancora sconosciuta potrebbero significare la fine di noi.

L’umanità si è evoluta per milioni di anni, ma negli ultimi sessanta anni le armi atomiche hanno creato il potenziale per estinguerci. Prima o poi, dobbiamo espandere la vita oltre questa sfera verde e blu, o estinguerci. L’obiettivo di Musk è di ridurre il costo del volo spaziale umano di un fattore di 10.

In un’intervista del 2011, ha detto che spera di mandare gli umani sulla superficie di Marte entro 10-20 anni. Nella biografia di Ashlee Vance, Elon Musk dichiarò che voleva fondare una colonia su Marte entro il 2040, con una popolazione di 80.000 persone. Musk ha dichiarato che, poiché l’atmosfera di Marte manca di ossigeno, tutti i trasporti dovrebbero essere elettrici (auto elettriche, treni elettrici, Hyperloop, aerei elettrici).

Musk ha dichiarato nel giugno 2016 che il primo volo senza equipaggio della navicella più grande Mars Colonial Transporter (MCT) è finalizzato alla partenza per il pianeta rosso nel 2022, seguito dal primo volo MCT su Marte con equipaggio in partenza nel 2024. A settembre 2016, Musk ha rivelato dettagli della sua architettura per esplorare e colonizzare Marte.

Entro il 2016, la fiducia privata di Musk detiene il 54% delle azioni di SpaceX, pari al 78% delle azioni con diritto di voto. Alla fine del 2017, SpaceX ha presentato il progetto per il suo sistema di lancio e veicolo spaziale di nuova generazione, BFR, che supporterebbe tutto SpaceX lanciare funzionalità di service provider con un unico set di veicoli molto grandi: orbita terrestre, orbita lunare, missioni interplanetarie e persino il trasporto intercontinentale di passeggeri sulla Terra e sostituire totalmente i veicoli Falcon 9, Falcon Heavy e Dragon negli anni 2020.

Il BFR avrà un diametro del nucleo di 9 metri (30 piedi). Lo sviluppo significativo dei veicoli è iniziato nel 2017, mentre il nuovo sviluppo dei motori a razzo è iniziato nel 2012.

Tesla Inc.

Tesla, Inc. (originariamente Tesla Motors) è stata incorporata nel luglio 2003 da Martin Eberhard e Marc Tarpenning, che ha finanziato la società fino al round di finanziamenti di Serie A. Entrambi hanno svolto ruoli attivi nel primo sviluppo della società prima di Elon Musk coinvolgimento.

Musk ha guidato la serie A di investimenti nel febbraio 2004, entrando a far parte del consiglio di amministrazione di Tesla come presidente. Elon Musk ha assunto un ruolo attivo all’interno dell’azienda e ha supervisionato il design dei prodotti Roadster a un livello dettagliato, ma non è stato coinvolto nelle attività commerciali quotidiane.

A seguito della crisi finanziaria del 2008, Musk ha assunto la guida dell’ azienda come CEO e product architect, posizioni che detiene tuttora. Tesla Motors ha costruito per la prima volta un’auto sportiva elettrica, la Tesla Roadster nel 2008, con vendite di circa 2.500 veicoli in 31 paesi. Tesla ha iniziato la consegna della sua berlina Model S a quattro porte il 22 giugno 2012. Ha presentato il suo terzo prodotto, il Modello X, destinato al mercato SUV / minivan, il 9 febbraio 2012; tuttavia, il lancio del Modello X è stato ritardato fino a settembre 2015. Oltre alle proprie auto, Tesla vende sistemi di trasmissione elettrica a Daimler per Smart EV, Mercedes Classe B elettrica e Mercedes Classe A, e Toyota per RAV4 EV. Musk è stato in grado di portare in entrambe le società investitori a lungo termine in Tesla.

Musk ha favorito la costruzione di un modello Tesla da 30.000 dollari, sotto-US $, e la costruzione e la vendita di componenti di powertrain per veicoli elettrici in modo che altre case automobilistiche possano produrre veicoli elettrici a prezzi accessibili senza dover sviluppare i prodotti internamente; questo ha portato al Modello 3 che prevede un prezzo base di US $ 35.000. Diverse pubblicazioni tradizionali lo hanno paragonato a Henry Ford per il suo lavoro sulle trasmissioni di veicoli avanzati.

In un’intervista del maggio 2013 con All Things Digital, Musk ha detto che per superare i limiti di autonomia delle auto elettriche, Tesla sta “accelerando drammaticamente” la sua rete di stazioni di sovralimentazione, triplicando il numero sulle coste est e ovest degli Stati Uniti a giugno, con piani di espansione in tutto il Nord America, incluso il Canada, per tutto l’anno.

A partire dal 29 gennaio 2016, Elon Musk possiede circa 28,9 milioni di azioni Tesla, pari a circa il 22% della società. A partire dal 2014, il salario annuale di Musk è di un dollaro, simile a quello di Steve Jobs e altri amministratori delegati; il resto del suo compenso è sotto forma di bonus azionari e basati sulle prestazioni.Nel 2014, Musk annunciò che Tesla avrebbe permesso ai suoi brevetti tecnologici di essere usati da chiunque in buona fede nel tentativo di invogliare i produttori di automobili accelerare lo sviluppo di auto elettriche. “La sfortunata realtà è che i programmi di auto elettriche (o programmi per qualsiasi veicolo che non brucia idrocarburi) presso i principali produttori sono piccoli o inesistenti, costituendo una media di molto meno dell’1% delle loro vendite totali di veicoli”, ha detto Elon Musk.

Nel febbraio 2016, Musk annunciò che aveva acquisito il nome di dominio Tesla.com da Stu Grossman, che lo possedeva dal 1992, e cambiò la homepage di Tesla in quel dominio. Nel gennaio 2018, Musk ottenne un un premio di $ 2,6 miliardi da parte della società, che gli ha assegnato 20,3 milioni di azioni e potrebbe aumentare il valore di mercato di Tesla a $ 650 miliardi. In attesa dell’approvazione dell’azionista di maggioranza. La sovvenzione era anche finalizzata a porre fine alla speculazione sulla potenziale partenza di Musk da Tesla per dedicare più tempo alle sue altre attività imprenditoriali.

Solarcity

Elon Musk ha fornito il concetto iniziale e il capitale finanziario di SolarCity, che è stata co-fondata nel 2006 dai suoi cugini Lyndon e Peter Rive. Entro il 2013, SolarCity è stato il secondo più grande fornitore di sistemi di energia solare negli Stati Uniti. SolarCity è stata acquisita da Tesla, Inc. nel 2016 ed è attualmente una consociata interamente controllata da Tesla.

La motivazione alla base del finanziamento sia di SolarCity che di Tesla era di aiutare a combattere il riscaldamento globale. Nel 2012, Musk ha annunciato che SolarCity e Tesla stanno collaborando per utilizzare le batterie dei veicoli elettrici per attenuare l’impatto del tetto solare sulla rete elettrica, con il programma in funzione nel 2013.

Il 17 giugno 2014, Musk si è impegnata a costruire un Stabilimento di produzione avanzato di SolarCity a Buffalo, New York, che triplicherebbe la dimensione del più grande impianto solare negli Stati Uniti. Elon Musk ha dichiarato che l’impianto sarà “uno dei più grandi impianti di produzione di pannelli solari al mondo”, e sarà seguito da uno o più impianti ancora più grandi negli anni successivi.

Hyperloop

Elon Musk ha presentato un concetto per un sistema di trasporto ad alta velocità che incorpora tubi a pressione ridotta in cui le capsule pressurizzate viaggiano su un cuscino d’aria azionato da motori a induzione lineare e compressori d’aria.

Il meccanismo per il rilascio del concetto era un documento di design alfa che, oltre a definire la tecnologia, delineava un percorso teorico in cui un tale sistema di trasporto poteva essere costruito: tra la Greater Los Angeles Area e la San Francisco Bay Area. Dopo aver immaginato Hyperloop, Musk assegnò una dozzina di ingegneri di Tesla e SpaceX che lavorarono per nove mesi, stabilendo le basi concettuali e creando i progetti per il sistema di trasporto.

Un primo progetto per il sistema è stato quindi pubblicato su un whitepaper pubblicato sui blog di Tesla e SpaceX. La proposta di Elon Musk, se tecnologicamente fattibile ai costi che ha citato, renderebbe Hyperloop più economico di qualsiasi altro modo di trasporto per così lunghe distanze. Il design alfa è stato proposto di utilizzare un vuoto parziale per ridurre la resistenza aerodinamica, che si teorizza consentirebbe una corsa ad alta velocità con potenza relativamente bassa, con alcune altre caratteristiche come sci ad aria e un compressore di ingresso per ridurre il flusso del freestream.

Il documento di Alpha Design stimava il costo totale di un sistema Hyperloop da LA a SF a 6 miliardi di dollari, ma questa cifra è speculativa. Nel giugno 2015, Musk annunciò un concorso di design per studenti e altri per costruire i pod Hyperloop per operare su una pista chilometrica sponsorizzata da SpaceX in una gara pod Hyperloop 2015-2017. La pista è stata utilizzata a gennaio 2017, e Musk ha anche iniziato a costruire un tunnel.

Hyperloop One, una società non affiliata a Musk, aveva annunciato di aver eseguito il suo primo test di successo sul suo circuito DevLoop in Nevada il 13 luglio 2017. Era il 12 maggio 2017 alle 12:02 ed era durato 5,3 secondi, raggiungendo una velocità massima di 70 miglia orarie. Il 20 luglio 2017, Elon Musk annunciò che aveva ottenuto “l’approvazione verbale del governo” per costruire un hyperloop da New York a Washington DC, che si ferma a Philadelphia e Baltimora.

Tuttavia, la New York City Transit Authority, la Southeastern Pennsylvania Transportation Authority, la Washington Metropolitan Area Transit Authority, la Maryland Transit Administration, la United States Department of Homeland Security, così come i sindaci di New York, Philadelphia, Baltimora e Washington DC hanno dichiarato che non sono a conoscenza di alcun accordo di questo tipo.

OpenAI

Nel dicembre 2015, Elon Musk ha annunciato la creazione di OpenAI, una società di ricerca di intelligenza artificiale (IA) senza fini di lucro. OpenAI mira a sviluppare l’intelligenza generale artificiale in un modo che sia sicuro e benefico per l’umanità.

Rendendo l’IA accessibile a tutti, OpenAI vuole “contrastare le grandi società che possono guadagnare troppa energia possedendo sistemi di superintelligenza dedicati ai profitti , così come i governi che possono usare l’intelligenza artificiale per ottenere potere e persino opprimere i loro cittadini “.

Elon Musk ha dichiarato che vuole contrastare la concentrazione del potere. Nel 2018 Musk ha lasciato la commissione OpenAI per evitare “potenziali conflitti futuri” con il suo ruolo di CEO di Tesla, in quanto Tesla diventa sempre più coinvolta nell’IA.

Neuralink

Nel 2016, Elon Musk ha co-fondato Neuralink, una startup di neurotecnologie, per integrare il cervello umano con l’intelligenza artificiale. L’azienda, che è ancora nelle prime fasi dell’esistenza, è incentrata sulla creazione di dispositivi che possono essere impiantati nel cervello umano, con l’obiettivo finale di aiutare gli esseri umani a fondersi con il software e tenere il passo con i progressi dell’intelligenza artificiale. Questi miglioramenti potrebbero migliorare la memoria o consentire un interfacciamento più diretto con i dispositivi informatici.

Musk vede Neuralink e OpenAI come correlati: “OpenAI è un’organizzazione no-profit dedicata a ridurre al minimo i pericoli dell’intelligenza artificiale, mentre Neuralink sta lavorando per impiantare la tecnologia nel nostro cervello per creare interfacce mente-computer. (…) Neuralink consente al nostro cervello di mantenere la corsa all’intelligenza, le macchine non possono superarci in astuzia se disponiamo di tutto ciò che le macchine hanno e di tutto ciò che abbiamo. Almeno, questo è se si assume che ciò che abbiamo è in realtà un vantaggio”.

The Boring company

Il 17 dicembre 2016, mentre era bloccato nel traffico, Elon Musk ha scritto su Twitter “Costruirò una scavatrice per tunnel e inizierò a scavare …” La società è stata nominata “The Boring Company”. Il 21 gennaio 2017, Musk ha twittato “Emozionanti progressi sul fronte della galleria.”Il primo tunnel inizierà nel campus SpaceX, e probabilmente andrà in un vicino Garage per il parcheggio.

A partire dal 26 gennaio 2017, sono iniziate le discussioni con gli organismi di regolamentazione, ma nessuna richiesta di permesso di scavare nell’area di Los Angeles è stata presentata al Dipartimento dei trasporti della California entro la fine di gennaio 2017. Nel febbraio 2017, la società ha iniziato a scavare una “fossa di prova” di 30 piedi di lunghezza, 50 piedi di profondità e 15 piedi di profondità negli uffici degli uffici di Space X a Los Angeles, poiché la costruzione non richiede permessi.

Elon Musk ha affermato che per la fattibilità economica della rete di tunnel proposta è necessaria una riduzione di 10 volte del costo per chilometro del tunnel.

Thud

Elon Musk ha annunciato una nuova avventura mediatica comica, Thud, sulla sua pagina Twitter. Musk è stato oggetto di titoli da parte del sito di notizie satiriche The Onion dopo che l’imprenditore aveva assunto ex membri dello staff di Onion. Nel 2014, Musk ha manifestato interesse ad acquistare The Onion prima dell’acquisizione da parte di Univision.

Elon Musk e gli extraterrestri

Cosa pensa Elon Musk degli extraterrestri? Sebbene Musk crede che “ci siano buone possibilità che ci sia vita semplice su altri pianeti”, “si domanda se ci sia un’altra vita intelligente nell’universo conosciuto”.

Musk in seguito chiarì la sua “speranza che ci sia un’altra vita intelligente nell’universo conosciuto” e affermò che è “probabilmente più probabile che no, ma è un’ipotesi completa”. Musk ha anche considerato l’ipotesi di simulazione come un potenziale soluzione al paradosso di Fermi: “l’assenza di una vita apprezzabile può essere un argomento a favore del fatto che siamo in una simulazione (…) Come quando stai giocando ad un gioco di avventura, e puoi vedere le stelle sullo sfondo, ma tu non potrai mai arrivarci”.

Poi ha aggiunto: “Se non è una simulazione, allora forse siamo in un laboratorio e c’è qualche civiltà aliena avanzata che sta solo guardando come sviluppiamo, per curiosità, come la muffa in una capsula di Petri (…) Se guardi al nostro attuale livello tecnologico, qualcosa di strano deve accadere alle civiltà, e intendo strano in un modo sbagliato (…) E potrebbe essere che ci siano un sacco di civiltà morte e un pianeta ancora sconosciuto”.

Elon Musk e la filantropia

Elon Musk è presidente della Musk Foundation, che concentra i suoi sforzi filantropici sulla fornitura di sistemi di energia solare nelle aree disastrate. Nel 2010, la Musk Foundation ha collaborato con SolarCity per donare un sistema di energia solare da 25 kW al centro di risposta agli uragani della South Bay Community Alliance a Coden, in Alabama.

Nel luglio del 2011, la Musk Foundation ha donato 250.000 dollari USA per un progetto di energia solare a Sōma, in Giappone, una città che era stata recentemente devastata da uno tsunami. Nel luglio 2014, Musk è stato chiesto dal vignettista Matthew Inman e William Terbo, il pronipote di Nikola Tesla, per donare 8 milioni di dollari USA per la costruzione del Tesla Science Center a Wardenclyffe.

Alla fine, Musk accettò di donare 1 milione di dollari USA per il progetto e si impegnò inoltre a costruire un Tesla Supercharger nel parcheggio del museo. Musk donò 10 milioni di dollari al Future of Life Institute nel gennaio 2015 per gestire un programma di ricerca globale mirato a mantenere l’intelligenza artificiale benefica per l’umanità.

A partire dal 2015, Musk è un fiduciario della Fondazione X Prize e un firmatario di The Giving Pledge.

Elon Musk vita privata

Anche la vita privata di Elon Musk è alquanto sui generis. Musk incontrò la sua prima moglie, l’autrice canadese Justine Wilson, mentre entrambi erano studenti della Queen’s University dell’Ontario. Si sposarono nel 2000 e si separarono nel 2008.

Il loro primo figlio, Nevada Alexander Musk, morì di sindrome da morte improvvisa infantile (SIDS) all’età di 10 settimane. Più tardi hanno avuto cinque figli attraverso la fecondazione in vitro: prima due gemelli nel 2004, seguiti da altri 3 gemelli nel 2006. Condividono la custodia di tutti e cinque i figli. Nel 2008, Elon Musk ha iniziato a uscire con l’attrice inglese Talulah Riley, e nel 2010, si sposano.

Nel gennaio 2012, Musk ha annunciato di aver concluso la sua relazione di quattro anni con Riley, twittando con Riley, “Sono stati quattro anni incredibili. Ti amerò per sempre”. Nel luglio 2013, Musk e Riley si risposarono. Nel dicembre 2014, Musk ha presentato un secondo divorzio da Riley; tuttavia, l’azione è stata ritirata. I media hanno annunciato a marzo 2016 che erano in corso le procedure di divorzio, questa volta con Riley che ha chiesto il divorzio da Musk. Il divorzio è stato finalizzato alla fine del 2016.

Musk ha iniziato a frequentare l’attrice americana Amber Heard nel 2016, ma i due si sono separati dopo un anno a causa dei loro programmi di vita diversi.

Elon Musk partito

Di che partito è Elon Musk? Politicamente, Musk si è definito “mezzo democratico, mezzo repubblicano”. Come egli stesso disse: “Sono da qualche parte nel mezzo, socialmente liberale e fiscalmente conservatore”.

Nel dicembre 2016, Musk divenne membro di due delle allora commissioni consultive presidenziali elette del presidente Donald Trump (il Forum strategico e politico e Manufacturing Jobs Initiative) ma si è dimesso da entrambi nel giugno 2017, in segno di protesta per la decisione di Trump di ritirare gli Stati Uniti dall’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici.

Musk si è descritto come “nauseantemente filo-americano”. Secondo Musk, gli Stati Uniti sono “il più grande paese che sia mai esistito sulla Terra”, descrivendolo come “la più grande forza per il bene di ogni paese che sia mai stato”. Musk crede apertamente che “non ci sarebbe democrazia nel mondo se non fosse per gli Stati Uniti”, sostenendo che c’erano “tre diverse occasioni nel ventesimo secolo in cui la democrazia sarebbe caduta con la prima guerra mondiale, la seconda guerra mondiale e la guerra fredda, ma ciò non è accaduto grazie agli Stati Uniti.”

Musk ha anche affermato che pensa che “sarebbe un errore dire che gli Stati Uniti sono perfetti, certamente non lo sono: ci sono state molte cose sciocche che gli Stati Uniti hanno fatto e cose cattive che gli Stati Uniti hanno fatto”. Musk ha espresso il suo sostegno per un reddito di base universale.

Prima dell’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti, Elon Musk ha criticato il candidato Trump dicendo: “Sento con forza che probabilmente non è il tipo giusto, non sembra avere quel tipo di carattere che si riflette bene negli Stati Uniti”. Dopo l’inaugurazione di Donald Trump, Musk espresse l’approvazione della scelta di Trump di Rex Tillerson come segretario di stato e ha accettato un invito a comparire in un pannello che consiglia il presidente Trump. Per quanto riguarda la sua collaborazione con Trump, Musk ha successivamente commentato: “Più voci ragionevoli il Presidente senza, meglio è”.

LEAVE A REPLY