SPDR Dow Jones Industrial Average (DIA): cos’è e come investire [2021]

Il Dow Jones è un indice azionario americano, il più longevo della storia. Si può anche dire che sia stato il primo a nascere, dato che il suo genitore era di fatto ispirato alla stessa idea.

Come accade per altri indici azionari, anche il Dow Jones Industrial Average (DIA) può essere oggetto di trading. O investendoci direttamente con i CFD oppure tramite gli ETF.

Tra questi, il più importante è lo SPDR Dow Jones Industrial Average (DIA).

In questa guida completa sullo SPDR Dow Jones Industrial Average (DIA) vedremo come investire e se conviene.

ETF: cosa sono

Acronimo di Exchange Traded Funds, si tratta di particolari fondi d’investimento (o Sicav) a gestione di tipo passiva.

Quando si acquista un ETF azionario, di fatto si acquista un paniere di titoli in esso contenuti. E il valore finale sarà dato dal risultato medio di tutti i singoli strumenti su cui il fondo investe.

Il vantaggio è quindi quello di poter diversificare discretamente il proprio portafoglio con un solo asset. Inoltre, essendo a gestione passiva, va incontro a dei costi più contenuti rispetto ad uno a gestione attiva.

Altro vantaggio di un ETF è che il capitale che esprime l’investimento, sia slegato a quello della società emittente. Quindi, nel caso dovesse fallire, l’ETF non sarà intaccato.

Tra le società più importanti che emettono ETF, troviamo iShare (di proprietà di BlackRock) e The Vanguard Group.

Gli ETF sono quotabili come se fossero azioni e offrono anche una discreta liquidità.

SPDR Dow Jones : cos’è

DIA è l’ETF per gli investitori che cercano di replicare la performance del Dow, che tiene traccia delle azioni di alcune delle più grandi società dell’economia statunitense.

Il fondo potrebbe non essere diversificato come la maggior parte degli ETF perché detiene solo 30 titoli, ma questi titoli appartengono a società con fondamentali e finanze solidi.

Conviene investire sul SPDR Dow Jones?

Questi fattori conferiscono loro una maggiore capacità rispetto alla maggior parte delle aziende di resistere a eventi economici e di mercato estremamente avversi.

Sebbene questi titoli siano relativamente sicuri, i loro giorni di rapida crescita sono in gran parte alle spalle e molti investitori li apprezzano per i pagamenti di dividendi affidabili.

La DIA rimane quindi una scelta popolare per gli investitori che cercano un’esposizione relativamente sicura alle azioni statunitensi a grande capitalizzazione.

Broker per investire sugli indici

Tra i broker consigliati per investire sugli indici ve ne segnaliamo alcuni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading, CFD azioni
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indiciConto demo illimitatoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFD azioniSegnali gratisISCRIVITI
CFD su azioni, demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

sono tutti regolamentati e sicuri da utilizzare.

Come funzionano gli ETF

Oltre a tutto quanto già detto prima, ricordiamo che gli ETF vengono creati con lo scopo di replicare l’andamento di un determinato indice o il prezzo di una determinata asset class.

Per fare ciò, i gestori di un ETF acquistano quote di titoli degli indici di riferimento – detti tecnicamente benchmark – in quantità proporzionale rispetto alle risorse disponibili.

Rispetto ai fondi attivi, dove il gestore ha un’ampia discrezionalità, quando si acquista un ETF i titoli su cui si investe sono già noti e predefiniti.

Quindi, in sostanza, la performance dell’ETF dipenderà solo in parte dal gestore. Perché poi il resto lo farà l’andamento dell’indice scelto.

Piattaforme CFD per investire su SPDR Dow Jones

Vediamo quali sono i migliori broker per il trading CFD.

Trading ETF con Plus500

Partiamo da Plus500. Vediamo cosa offre:

  • Deposito minimo: 100 euro
  • Servizi offerti: alert mail, assistenza clienti in Live chat, oltre 2500 asset disponibili per il trading
  • Numero account: 1
  • Conto demo: 40mila euro ricaricabili
Per iniziare a negoziare su azioni e indici con Plus500 clicca qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Investire in ETF eToro

Ecco invece il trading ETF su eToro cosa prevede:

  • Deposito minimo: 200 euro
  • Servizi offerti: copy trading, social trading, eToroX, CopyPortfolios
  • Numero account: 1
  • Conto demo: 100mila euro
Per iniziare a negoziare su azioni e indici con eToro clicca qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading ETF con Capital.com

Passiamo ora al broker Capital.com, uno dei migliori per investire in azioni:

  • Deposito minimo: 20 euro
  • Servizi offerti: intelligenza artificiale integrata alla piattaforma, +70 indicatori di trading, app Investmate per fare pratica
  • Numero account: 3
  • Conto demo: 100mila euro
Per iniziare a negoziare su azioni e indici con Capital.com clicca qui.
67.7% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading sugli ETF con OBRinvest

Ecco invece le caratteristiche di un broker che sta facendo parlare molto di sé ovvero OBRinvest:

  • Deposito minimo: 250 euro
  • Servizi offerti: ebook scaricabili, webinar da seguire da remoto, intelligenza artificiale, segnali di trading di Trading central
  • Numero account: 4
  • Conto demo: 100mila euro ricaricabili
Per iniziare a negoziare su azioni e indici con OBRinvest clicca qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

SPDR Dow Jones Industrial Average: come funziona

Gli investitori che cercano di capitalizzare sul Dow senza acquistare singole azioni possono considerare di investire in un fondo negoziato in borsa (ETF).

Questi fondi detengono panieri di titoli al fine di fornire efficienza e diversità di portafoglio come mezzo per ridurre il rischio.

L‘ETF SPDR Dow Jones Industrial Average (DIA) è attualmente l’unico ETF senza leva che segue il Dow. A partire dal 6 maggio 2021, il Dow ha leggermente sottoperformato l’S&P 500 negli ultimi 12 mesi con un rendimento totale rispettivamente del 49,1% rispetto al 50,0%.

Di seguito, esaminiamo l’unico ETF che segue il Dow.

Tutte le cifre seguenti sono aggiornate al 10 maggio 2021.

  • SPDR Dow Jones Industrial Average ETF (DIA)
  • Performance su 1 anno: 45,5%
  • Rapporto di spesa: 0,16%
  • Rendimento annuale del dividendo: 1,60%
  • Volume medio giornaliero di 3 mesi: 4.278.473
  • Patrimonio in gestione: $ 30,4 miliardi
  • Data di lancio: 14 gennaio 1998
  • Emittente: State Street SPDR

Perché investire in ETF

Ecco i principali vantaggi offerti da un ETF:

  • Estremamente liquidi: ciò è dovuto al fatto che sono strumenti quotati. Ciò significa che è facile comprare o vendere nuove quote senza correre il rischio di vederne scendere il valore.
  • L’elevato grado di trasparenza: l’investitore sa in anticipo varie informazioni, come l’esposizione valutaria, il merito creditizio, le masse gestite, la tipologia di replica.
  • Accessibili anche al piccolo risparmiatore, che non si vede costretto a comprare tutti i titoli presenti nel paniere.
  • Patrimonio investito in ETF separato da quello della società emittente, dunque sarà restituito anche in caso di fallimento di quest’ultima
  • Costi di gestione molto ridotti: generalmente, ETF difficilmente supera lo 0,5%. Il che è praticamente solo un quarto rispetto a quanto prevede un fondo attivo (oltre il 2%).
  • Semplice e conveniente elaborare strategie multi-asset che sfruttino le tendenze di crescita di medio periodo dei mercati.

SPDR Dow Jones Industrial Average: quotazione in tempo reale

Ecco il grafico in tempo reale dello SPDR Dow Jones Industrial Average

ETF SPDR Dow Jones Industrial Average: composizione

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA), creato da Charles Dow nel 1896, è uno dei più antichi indici di mercato degli Stati Uniti.

Viene comunemente chiamato “il Dow” e si trova accanto all’S&P 500 e al Nasdaq Composite come uno dei tre principali indici che seguono le azioni statunitensi.

Ma a differenza degli altri due, il Dow è di dimensioni relativamente ridotte, composto da 30 titoli blue-chip, ed è ponderato in base al prezzo anziché al limite ponderato.

Queste differenze, tuttavia, non impediscono al Dow di essere utilizzato da molti investitori come indicatore della salute della più ampia economia statunitense.

La valutazione dell’indice viene spesso eseguita per sostituire le società che non soddisfano più i criteri di quotazione corretti.

La composizione dell’indice è cambiata circa 60 volte dal lancio delle prime 30 componenti.

Il primo importante cambiamento si ebbe nel 1932, quando furono ben 8 i componenti sostituiti.

Complice la pandemia del 2020, il 24 agosto si è avuto questo avvicendamento: le società Salesforce, Amgen e Honeywell hanno sostituito Exxon Mobil, Pfizer e Raytheon Technologies.

Al momento della scrittura, sono queste le azioni che compongono il Dow Jones Industrial Average:

  1. 3M MMM
  2. American Express
  3. Amgen
  4. Apple Inc.
  5. Boeing
  6. Caterpillar
  7. Chevron
  8. Cisco Systems
  9. The Coca Cola Company
  10. Dow Inc.
  11. Goldman Sachs
  12. House Warehouse
  13. Honeywell
  14. IBM
  15. Intel
  16. Johnson and Johnson
  17. JPMorgan Chase
  18. McDonald’s
  19. Merck & Co.
  20. Microsoft
  21. NIKE
  22. Procter & Gamble
  23. Salesforce
  24. Travel
  25. United Health Group
  26. Verizon
  27. Visa
  28. Walmart
  29. Walgreens Boots Alliance
  30. The Walt Disney Company

SPDR Dow Jones Industrial Average: domande frequenti

Cos’è SPDR Dow Jones Industrial Average?

DIA è l’ETF indicato per gli investitori che cercano di replicare la performance del Dow Jones. Il quale tiene traccia delle azioni di 30 tra le più grandi società dell’economia statunitense per capitalizzazione di mercato.

Conviene investire nel SPDR Dow Jones Industrial Average?

Il fondo potrebbe non essere diversificato come la maggior parte degli ETF perché detiene solo 30 titoli, ma questi titoli appartengono comunque a società con fondamentali e finanze solidi.

Inoltre, un ETF porta già con sé diversi vantaggi insiti. Come i minori costi di gestione rispetto ad un fondo attivo, il rischio ridotto e l’alta liquidità.

Dove investire sul SPDR Dow Jones Industrial Average?

Su broker con regolare licenza per operare e molto convenienti come eToro, OBRinvest e Capital.com.

SPDR Dow Jones Industrial Average

Conclusioni

Gli ETF sono strumenti finanziari molto vantaggiosi per più motivi. Replicano diversi tipi di asset, tra cui gli indici azionari.

Tra questi, troviamo il Dow Jones, che contiene 30 tra i titoli societari americani con maggiore capitalizzazione di mercato.

La sua limitatezza lo ha reso meno attraente di altri titoli, come Nasdaq 100 o S&P 500. Tuttavia, resta comunque molto interessante per la selettività dei titoli azionari contenuti.

Puoi provare ad investire sul ETF SPDR Dow Jones Industrial Average su broker con regolare licenza per operare.