Broker indici azionari: quali sono i migliori [2020] ?

Quali sono i migliori Broker per investire negli Indici azionari? Cosa sono gli indici azionari? Come investire negli Indici azionari?

In questo articolo ci occuperemo degli Indici azionari e di come investire in tutta sicurezza sui Broker.

Infatti, gli Indici azionari non sono solo indici delle borse racchiudono le società quotate in quella borsa con maggiore capitalizzazione di mercato. E quindi di riflesso anche uno specchio dell’andamento di un determinato settore. Ma sono anche un ottimo asset sul quale investire.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading online è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker ForexTB. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie attività di trading on line ed essere più profittevoli. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Indici azionari: cosa sono

Cosa sono gli indici azionari? Essi misurano una determinata sezione del mercato azionario. Si calcola in base ai prezzi delle azioni selezionate, generalmente mediante il calcolo di una media ponderata.

Sono molto utili per investitori e gestori finanziari in quanto permette di descrivere il mercato, ma anche confrontare il rendimento di investimenti specifici.

Gli indici azioni possono essere di tipo “mondiale” o “globale” – si veda per esempio gli indici MSCI World o S&P Global 100 – in quanto includono titoli azionari provenienti da più parti del mondo. Scelte per area geografica o livelli di industrializzazione o reddito.

Un indice azionario di tipo “nazionale”, come dice il nome stesso, rispecchia l’andamento del mercato azionario di una determinata nazione. E, quindi, rispecchia anche l’andamento della sua economia.

Tuttavia, ci sono anche indici azionari particolari come l’indice Wilshire 5000, il quale rappresenta le azioni di quasi tutte le società quotate negli Stati Uniti.

Poi ci sono indici azionari che tengono traccia della performance di settori specifici del mercato. Si pensi al Wilshire US REIT che traccia più di 80 fondi di investimento immobiliari americani e il Morgan Stanley Biotech Index che comprende 36 aziende americane nel settore delle biotecnologie.

Vediamo dunque quali sono le tipologie principali di questi indici.

Indici azionari: come funzionano

Come funzionano gli Indici azionari? In generale, gli Indici azionari si possono suddividere in 3 grandi famiglie:

a) Indici value weighted: ogni titolo azionario ha un peso proporzionale alla capitalizzazione della società emittente stessa. In virtù del fatto che la capitalizzazione cambia ogni volta si verifica un evento come i frazionamenti azionari, di conseguenza subisce una variazione pure l’importanza del titolo sull’indice. Si tratta della tipologia più diffusa, giacché è quella che meglio rispecchia l’andamento di un settore

b) Indici equally weighted: non tiene presente la capitalizzazione delle diverse società in essi inclusi. Tutte le azioni hanno eguale valore, quindi hanno tutti medesimo peso

c) Indici price weighted: ogni singola azione ha un suo peso in base a ciò che è il suo prezzo. Non fornisce una rappresentazione realistica delle varie società quotate

Indici azionari più importanti

Quali sono gli indici azionari più importanti? A livello globale, sono considerati i seguenti:

  • Italia: FTSE MIB
  • Germania Dax 30
  • Regno Unito: FTSE 100
  • Spagna: Ibex 35
  • Francia: Cac 40
  • Hong Kong: Hang Seng
  • Giappone: Nikkei 225
  • Europa: Euro Stoxx 50
  • Stati Uniti d’America: Nasdaq
  • Stati Uniti d’America: Dow Jones
  • Stati Uniti d’America: S&P 500

Come investire

Come investire negli Indici azionari? Il modo migliore per investire negli Indici azionari sono i Contract for difference, strumenti finanziari definiti derivati in quanto riflettono il valore di un asset sottostante.

I CFD sono molto comodi in quanto consentono di investire su una pluralità di asset, delle categorie più disparate:

  • indici azionari
  • azioni
  • materie prime
  • metalli preziosi
  • Forex
  • criptovalute

Si pensi quindi al vantaggio di investire nelle azioni di una società senza essere suo azionista. Oppure di investire su un indice azionario. O, ancora, su metalli preziosi senza doverli possedere materialmente. Così come di investire in materie prime come petrolio o gas, il cui possesso è alquanto scomodo è improbabile.

Come funzionano i CFD? Puoi investire in 2 modi:

  • Mediante una Posizione Long (acquisto): in questo caso guadagni se l’indice è in rialzo, viceversa perdi denaro
  • Mediante Posizione Short (vendita): guadagni se l’indice è in ribasso, viceversa perdi denaro

Sebbene in questa sede siano stati spiegati con estrema semplicità, i CFD sono strumenti complessi. Tanto che si calcola che i trader retails che incassano perdite sono tra il 74 e l’89 percento sul totale.

Oltre alla posizione da prendere, devi pure scegliere ovviamente l’importo che vuoi investire e la leva finanziaria.

Per fortuna, ci sono degli strumenti in difesa dei trader retails. Intendendo per essi quei trader che investono basse somme di denaro rispetto ai grandi investitori come Banche, istituzioni, ecc.

Si pensi all’ESMA, che + un organismo dell’Unione europea utile proprio per emettere direttive a tutela degli investitori. Oppure il Conto demo, un conto fatto di denaro virtuale che consente ai trader alle prime armi di fare pratica senza incassare perdite. Ma è molto utile anche per i trader esperti che vogliono provare nuove strategie.

Naturalmente, occorre sempre affidarsi a Broker che abbiano una regolare licenza per operare. E che quindi, in virtù di ciò, sono sottoposti a controlli severi. L’organismo di controllo più importante a livello europeo viene considerato la CySEC, con sede a Cipro. L’equivalente della nostra Consob.

Di seguito vediamo tre Broker sui quali investire in totale sicurezza sugli Indici azionari.

Investire sugli indici con eToro

Il primo Broker che vi suggeriamo per investire sugli Indici azionari è eToro (clicca qui per il sito ufficiale). Con sede a Limassol, ormai conta quasi 11 milioni di utenti iscritti grazie alle sue condizioni molto vantaggiose (commissioni e spread altamente competitivi) e i suoi tanti servizi (Social trading, CopyTrader e Copyportfolios su tutti).

Su eToro puoi investire sui principali indici azionari di questi Paesi:

  • Australia
  • Germania
  • Cina
  • Dow Jones (USA)
  • Spagna
  • Europa (Euro Stoxx)
  • Francia
  • Hong Kong
  • Giappone
  • Nasdaq (USA)
  • S&P 500 (USA)
  • Regno Unito

Ancora, è possibile trovare l’indice del dollaro, il quale riflette l’andamento del dollaro contro un paniere di sei valute.

Per aprire un account su eToro gratuito clicca qui.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Investire sugli Indici azionari con Investous

Un secondo Broker che vi suggeriamo è Investous (clicca qui per aprire il sito ufficiale), che ha sede a Cipro ed è nato nel luglio 2018.

A differenza del primo, offre 4 tipi di account diversi – ciascuno portatore di condizioni finanziarie peculiari – ha tra i suoi punti di forza il servizio dei segnali di trading offerti da Trading Central.

Società leader nel settore, che sul proprio portale offre vari servizi, ma soprattutto, appunto i segnali di trading. I quali sono suggerimenti inviati a chi ne fa richiesta, su quando è il momento di entrare sul mercato e in che modo.

Per ricevere gratuitamente i segnali di trading su Investous clicca qui.

Investire sugli Indici azionari con Plus500

Anche questo Broker ha sede a Cipro e quindi è sottoposto ai controlli della CySEC. Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale) si fa apprezzare per:

  • piattaforma di trading semplice e intuitiva
  • spread competitivi
  • facile prelievo dei propri fondi
  • alto numero di strumenti negoziabili
  • basso deposito minimo richiesto per aprire un conto

Questi gli indici azionari presenti su Plus500:

  • Germania 30
  • Indice di volatilità VIX
  • Italia 40
  • Giappone 225
  • US-TECH 100
  • Europa 50
  • USA 500
  • Spagna 35

Per aprire un account gratis demo su Plus500 clicca qui.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.