Bitcoin toccherà quota 80K dollari? La previsione degli esperti

Tra settembre e ottobre, il prezzo del Bitcoin sta di nuovo facendo sognare gli appassionati di criptovalute. Essendo aumentato di 20mila dollari nel giro di un mese: da 41mila dollari a 66mila dollari facendo registrare un nuovo ATH.

Secondo un campione di 50 esperti intervistato dalla società finanziaria australiana Finder, il prezzo del Bitcoin dovrebbe toccare 80.021$ nel 2021, per poi chiudere l’anno a 71.415$.

La previsione è dunque più alta di quasi un decimo (8%) rispetto a quella dello scorso Luglio e di oltre un terzo (37%) di quanto fecero a fine 2020.

Gli esperti intervistati da Finder si spingono anche oltre: entro la fine del 2025 e del 2030, si parla di una media di 249.578$ e 5.237.082$ rispettivamente.

Sebbene le cifre sembrino astronomiche, è anche vero che quella per il 2025 è più bassa del 20% rispetto a quella proposta a Luglio.

Vediamo meglio la previsione nel dettaglio.

Bitcoin è la principale criptovaluta per capitalizzazione che è possibile trovare anche sulla popolare piattaforma di eToro (clicca qui per attivare un conto demo gratuito).

E’ un broker che può essere utilizzato anche sfruttando la funzionalità di Copy Trading, cosa che permette di copiare le posizioni di altri trader automaticamente. Per attivare un conto demo sono poi sufficienti 50€ per iniziare subito.

Per saperne di più sulle criptovalute su eToro vai qui sul sito ufficiale.

Prezzo Bitcoin previsioni

Alcuni esperti – tra cui il fondatore e consigliere capo di CoinFlip Daniel Polotsky, il quale crede che BTC chiuderà l’anno a 80.000$ – attribuiscono le loro previsioni rialziste al BTC che sta lentamente detronizzando l’oro come riserva di valore.

Il fondatore di Finder.com founder Fred Schebesta ritiene che BTC chiuderà l’anno a 87.000$ grazie al clamore circostante.”

Il COO di First Digital Trust Gunnar Jaerv, che ha una previsione di 70.000$ per la fine dell’anno, concorda con Schebesta sul fatto che BTC continuerà a crescere con il supporto del mercato.

Riguardo il da farsi sul BTC, il 46% degli esperti si posiziona su Buy. Un altro 46% si posiziona sul trattenerlo in portafoglio e l’8% ritiene che è meglio andare all’incasso.

Il CEO di Morpher Martin Fröhler ritiene che è meglio comprare Bitcoin per 4 ordini di fattori:

  1. le banche centrali stampano denaro a piacimento
  2. vi sono solidi fondamentali on-chain
  3. si sta verificando una larga adozione istituzionale
  4. il lancio di un ETF con sottostante il futures Bitcoin negli Stati Uniti

Il marketing manager di BuyUcoin Dhananjay Lochave fa parte del gruppo degli “hold”, ma aggiunge che in futuro, alcune altcoin potrebbero fornire rendimenti maggiori rispetto a BTC. Tra le altre cose, egli ritiene che “Comprare bitcoin in questo momento ti darà un rendimento massimo del 100% rispetto ad altre altcoin che stanno superando il 200%”.

Tra i pochi che suggeriscono invece di vendere il bitcoin, troviamo il docente dell’Università di Canberra John Hawkins. Egli ci vede una mera bolla speculativa e afferma che i prezzi alla fine crolleranno.

Ecco la quotazione attuale di BTC:

ETF sul Bitcoin sono già una realtà

Un ETF è un tipo di investimento (fondo) che consente di replicare il prezzo di un asset o indice sottostante, senza la necessità di detenere effettivamente l’asset stesso.

Per Bitcoin, un ETF significa che gli investitori possono investire e speculare sul prezzo del Bitcoin senza che sia necessario comprare BTC, il che potrebbe risultare complicato per alcuni investitori.

In realtà, proprio martedì 19 ottobre sulla Borsa di New York è comparso il primo exchange-traded fund (etf) sui bitcoin. Lanciato dalla società ProShares, che ha chiuso la giornata di contrattazioni al +4,85%. Diventando già il secondo Etf più scambiato di sempre al debutto.

ProShares è un gruppo attivo dal 2006 che offre circa 130 exchange-traded fund (etf), fondi d’investimento a gestione passiva. La richiesta di lanciare un ETF alla SEC è arrivata lo scorso agosto, proprio al fine di quotare sulla Borsa di New York un nuovo prodotto che segue l’andamento dei contratti futures sul bitcoin. Nome: ProShares Bitcoin Strategy Etf (Bito).

Come tutti gli ETF, anche esso esprime le sue variazioni di prezzo attraverso derivati già esistenti sul mercato. Ovvero, sui contratti che speculano sul prezzo futuro del bitcoin. Quindi, non è detto che il valore sia poi quello reale.

La Sec aveva 75 giorni per esprimere eventuali obiezioni, che però non sono arrivate. Aveva invece bocciato almeno dieci soluzioni di investimento di questo tipo. La guida della SEC è passata a Gary Gensler, che ha fatto subito capire la sua direzione rispetto alle crptovalute e ai relativi strumenti finanziari che possono replicarne il valore.

In realtà, l’ETF è risultato essere anche il primo in termini di scambi superiori a un miliardo di dollari di valore per un prodotto di questa categoria.

Ora si attende che anche il gestore di asset VanEck segua a ruota ProShares. Dovrebbe farlo entro la prossima settimana.

Ecco gli ETF approvati attualmente:

La maggioranza (60%) degli esperti di Finder è favorevole ad un ETF sul BTC, mentre il 22% è contrario e il 18% è indeciso.

Tra i favorevoli interpellati da Finder su un ETF Bitcoin troviamo: la fondatrice di Unblocked Helen Disney, il CEO di CoreLedger AG Johannes Schweifer e l’editore globale di criptovalute di Finder.com Keegan Francis.

Il CEO di CryptoQuant Ki Young Ju afferma che non c’è da chiedersi perché un ETF sul Bitcoin dovrebbe essere approvato, è solo una questione di quando.

Tuttavia, il 22% degli intervistati da Finder non è d’accordo su un ETF Bitcoin. Tra questi troviamo il docente di diritto dell’Università di Liverpool Lecturer Matthew Shillito, osservando che farlo sarebbe incoerente con i principi della criptovaluta. Questa la sua posizione:

Anche se potrebbe sembrare di offrire un modo comodo per un utente esperto di interagire con il mondo delle crypto, fondamentalmente è un modo per l’industria finanziaria di fare soldi. Se una persona crede nelle criptovalute, dovrebbe sviluppare la sua strategia di investimento (avendo la proprietà delle criptovalute) piuttosto che limitarsi a investire in un ETF”.

Bitcoin, cosa aspettarsi nei prossimi mesi

Come noto, Bitcoin è un progetto open-source ed in virtù di ciò non prevede una roadmap ufficiale. Per l’immediato futuro, però, ci sono almeno due grandi novità in arrivo.

Il primo è l’aggiornamento Taproot, il suo primo importante aggiornamento tecnologico in quasi 4 anni. Il lancio di Taproot è in programma a Novembre 2021 e introdurrà gli smart contract nella rete.

Taproot apporterà anche modifiche al funzionamento delle transazioni, con l’obiettivo di introdurre un elemento di privacy e di migliorare l’efficienza complessiva.

La seconda grande novità è Lightning Network le cui transazioni stanno crescendo sempre di più. Esso è progettato per risolvere due problemi:

  • la lentezza delle transazioni
  • le commissioni alte

È una rete di pagamento a livelli in cima alla blockchain Bitcoin e potrebbe potenzialmente avere una grossa influenza sull’utilizzo di Bitcoin, ma gli effetti esatti restano da vedere poiché l’adozione è ancora bassa.

In realtà, è più simile ad una parte di infrastruttura di supporto, anziché ad un vero e proprio aggiornamento della blockchain di Bitcoin.

Come investire in Bitcoin

Le previsioni prima elencate vanno sempre preso col giusto beneficio del dubbio. I mercati sono mutevoli e ciò vale ancor di più per un asset volatile come il Bitcoin.

Fatta questa doverosa premessa, resta da chiedersi: come sfruttare appieno questi possibili rialzi del bitcoin? In due modi su tutti.

O comprando direttamente il Bitcoin con Exchange come:

EXCHANGE
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Più semplice da usarePrincipali criptovaluteISCRIVITI
Più grande exchangeNumerose criptovaluteISCRIVITI
App facile da usareCarta VISAISCRIVITI

Oppure col trading CFD su broker come:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading
*67% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovaluteISCRIVITI
CFD su Bitcoin e CriptovaluteSocial trading e AutotradingISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.