TradingView e MetaTrader: come funzionano e differenze per fare analisi grafica di trading online

Cos’è TradingView? Cos’è MetaTrader? Quale differenza c’è tra TradingView e MetaTrader? Cos’è l’analisi grafica nel trading online? Partiamo proprio da quest’ultimo punto. Ogni volta che parliamo di Broker per il trading online, diciamo che uno dei punti più importanti e irrinunciabili per una piattaforma benfatta sia la proposta di grafici che indichino come stanno andando gli strumenti finanziari quotati in borsa.

L’analisi grafica nel trading online è quindi proprio la rappresentazione tramite grafici del trading e consente al trader di ottenere un quadro più semplificato della situazione. Soprattutto, gli consente di vedere lo storico di un asset, quindi come si è comportato nei mesi precedenti. D’altronde, è conoscendo il passato che si può prevedere il futuro.

Un buon broker che si rispetti, già prevede sulla propria piattaforma la presenza di grafici da consultare. Tuttavia, per chi non si accontenta, sono previste soluzioni professionali che consentono una maggiore personalizzazione del proprio grafico di trading. Trattasi delle due piattaforme TradingView e MetaTrader 4. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Sommario

TradingView cos’è

TradingView nasce come vera e propria alternativa al ben più famoso MetaTrader 4. TradingView consente di analizzare i grafici di trading online, di qualsiasi mercato e in qualsiasi timeframe. TradingView non nasce in origine come un servizio di trading, ma offre semplicemente il servizio di grafici di trading. Quindi, nasce con lo scopo di consentire a chi decide di affidarsi ai suoi servizi, di visualizzare, creare e condividere con la community grafici in real-time di ogni tipo di mercato finanziario (che si tratti di azioni, indici, materie prime, forex e molto altro ancora). Il tutto in maniera gratuita, basta andare sul sito internet TradingView.com e aprire un account gratuito.

TradingView, quindi, nasce principalmente come un servizio di charting online con lo scopo di studiare i mercati finanziari attraverso i grafici. Cosa distingue TradingView dalle altre piattaforme di grafici online? E’ il suo aspetto social. È possibile infatti seguire (e farsi seguire) gli altri utenti, visualizzando e commentando le loro analisi. Una sorta di Community al pari di Facebook e Twitter insomma. Perché TradingView è utile? Per studiare i grafici gratuitamente, imparando però al contempo pure dagli altri proprio grazie al suo aspetto Social. Distinguendosi al contempo dal servizio di grafici offerti in default dai broker. Infatti, TradingView offre un’informazione più completa e dettagliata e graficamente più nitida. Il tutto, come detto, gratuitamente.

TradingView come funziona

Come funziona TradingView? Su questa piattaforma sono disponibili, come detto, vari tipi di grafici. Tra questi non può mancare il classico grafico a candele giapponesi o “grafico Candlestick”, proprio perché fatto da barre che somigliano proprio alle classiche candele.

Pur se apparentemente semplici, i grafici a candela offrono tante informazioni sull’andamento del prezzo di un asset. L prima cosa da fare sarà quella di selezionare il periodo del grafico (che chiameremo pure “timeframe”).

Il periodo invece è l’intervallo della scala dei tempi che viene aggiornato sul grafico. Se la timeline è fissata a 24 ore, qualsiasi candela sul grafico rappresenta la variazione di prezzo nelle 24 ore di trading. Così come 5 minuti, un’ora, 16 ore, ecc. In base al lasso di tempo che vogliamo passare in esame.

Tradingview offre diverse timeline da selezionare per ottenere i grafici: da un minuto a un mese. Il tutto selezionabile con estrema facilità grazie alla semplicità dell’interfaccia utente.

Cosa esprime la candela giapponese?

  • Massimo raggiunto dal prezzo (high)
  • Minimo raggiunto dal prezzo (low)
  • apertura (open)
  • chiusura (close)

In caso di una candela rialzista (che sarà di colore verde, blu o bianco a seconda del grafico utilizzato), il prezzo di apertura (open) si trova in basso mentre il prezzo di chiusura (close) si troverà in alto.

Nel caso opposto di una candela ribassista (di colore rossoro a seconda del grafico utilizzato), il prezzo di apertura (open) si troverà in alto mentre il prezzo di chiusura (close) invece in basso.

Il corpo della candela invece, che è incluso tra prezzo di apertura e di chiusura (espresso da un “rettangolo colorato”), rappresenta la variazione di prezzo per quel periodo. Più lunga sarà la candela, vorrà dire che più alta sarà la variazione di prezzo. Mentre più corta sarà la candela, vuol dire che minore sarà stata la variazione di prezzo. Infine, le due asticelle poste agli estremi della candela sono definite ombre (o in inglese “shadows”). Esse rappresentano il prezzo massimo (asticella superiore) e il prezzo minimo (asticella inferiore) raggiunti nel corso del timeframe che abbiamo scelto.

Tradingview esempi

Facciamo un esempio di utilizzo di Tradingview, passando al setaccio tutta la Home della piattaforma divisa per settori. Partiamo proprio dalla parte posta più in alto del grafico, dove troveremo:

  • Gli asset: nel primo box a sinistra possiamo selezionare l’asset da visualizzare sul grafico: si potrà trattare di titoli azionari, indici azionari, valute del forex e materie prime
  • Il timeframe: come già detto, è possibile scegliere pure il timeframe per il grafico, da un minuto a un mese
  • Tipo di grafico: di base troveremo il grafico a candele (dato che è il migliore), ma è possibile pure selezionare altri tipi di grafici: grafico a barre, grafico a linea, grafico Heiken Aishi, grafico a area, grafico Renko, grafico Kagi e grafico punto e figura (point&figure).
  • Impostazioni grafico: opzione rappresentata dalla classica rotellina delle impostazioni. In questa sezione potremo modificare il colore delle candele, le loro dimensioni, le dimensioni del grafico, il fuso orario da prendere in considerazione per il grafico ed altre funzioni
  • Strumenti dell’analisi tecnica: nel riquadro riportante la parola “Indicators” accederemo a una gamma ampia di strumenti dell’analisi tecnica (definiti indicatori e oscillatori) applicabili sul grafico con un semplice click. E’ possibile comunque cambiare le impostazioni per tutti gli strumenti che applicheremo al grafico
  • Livelli di allerta: per accedere a questa funzione, dobbiamo cliccare sull’icona a forma di sveglia. Qui sarà possibile aggiungere dei livelli di allerta che riguardano il prezzo. Il quale, se saranno raggiunti, Tradingview ci manderà una notifica tramite e-mail o SMS a seconda della opzione scelta
  • Sezione Idee: sarà possibile accedervi nell’icona a forma di lampadina che si illumina. Sul grafico ci appariranno diversi pallini di vario colore vicino alle candele. Cosa rappresentano questi pallini? L’opinione o l’analisi fatta da un trader della community di Tradingview, che successivamente ha pubblicato sul sito. Cliccando su uno di questi pallini, si aprirà la relativa analisi con tanto di grafico fatta dall’utente in questione
  • Ingrandimento: qui invece dovremo cliccare sul simbolo delle 4 frecce e potremo espandere il grafico a schermo intero (un po’ come facciamo quando vogliamo aprire a schermo intero un video)
  • Cloud: le ultime icone sono quelle a forma di nuvola che ci consentono di salvare e caricare i nostri grafici. Così non perderemo tutto il lavoro fatto sul grafico stesso

Un altro grafico che sottoponiamo in analisi è posto sulla destra. In questo settore potremo scegliere:

  • asset finanziari che più ci interessano
  • notizie di ogni singolo asset da noi selezionato

Otterremo così notizie aggiornate e messe in ordine per ogni asset che stiamo seguendo

Nella parte estrema sinistra, troviamo gli strumenti che ci serviranno per:

  • tracciare linee e trend line
  • disegnare a mano libera
  • scrivere commenti o note sul grafico
  • indicare i vari pattern che si sono venuti a creare sui grafici
  • possibilità di applicare sul grafico gli strumenti di Fibonacci, Gann e Pitchfork
  • zoommare sul grafico
  • utilizzare lo strumento righello

Nel settore posto in basso, potremo invece:

  • Fare uno screenshot al grafico
  • Condividere il proprio grafico sui Social Network
  • Condividere il proprio grafico con la community di TradingView (abbiamo infatti detto quanto questa piattaforma funga anche da Social)

Infine, nel settore più a destra, potremo consultare:

Livelli di allerta impostati

  • Calendario economico per rimanere aggiornati su news e dati macroeconomici
  • Chat di tradinggview, dove partecipano gli utenti iscritti alla community
  • “Hotlist”, vale a dire gli asset più scambiati al momento
  • Sezione Idee

Dunque, da quanto detto fino ad ora, si evince quando TradingView sia molto semplice da usare ma anche molto funzionale alle esigenze diverse del trader.

TradingView Versione Pro

Abbiamo detto che TradingView è completamente gratuita. Tuttavia, per chi non si accontenta dei servizi in default, è disponibile anche una versione Pro a pagamento. Essa però offre le seguenti funzioni aggiuntive:

TradingView svantaggi

Quali sono gli svantaggi di TradingView. Dopo aver visto i tanti vantaggi di utilizzarlo, è giusto anche sottolineare lo svantaggio principale: la piattaforma è interamente in lingua inglese e non modificabile. Tuttavia, oltre al fatto che si tratta di brevi termini tecnici che potrete tradurre facilmente con un traduttore online (si pensi al comodo Google traduttore), ben presto li imparerete a memoria. Anche perché ad aiutarvi ci sono le icone che esprimono al meglio la funzione che un dato termine assolve. Come abbiamo visto in precedenza. Fermo restando che, volendo fare trading, in teoria si presuppone che l’inglese lo mastichiate già. Dato che incontrerete sulla vostra strada tanti termini in lingua anglosassone. La difficoltà più importante, forse, sarà quando utilizzerete le chat e la sezione Idee, in quanto lì dovrete parlare in inglese con altri utenti. Non fate l’errore di soffermarvi solo a quegli italiani. Conoscere il punto di vista di trader di tanti altri Paesi è estremamente formativo.

TradingView vantaggi

  • Piattaforma gratuita (con funzionalità PRO a pagamento per chi vuole per i più esigenti)
  • Quotazioni e Grafici in tempo reale su una pluralità di asset: forex, azioni, indici, etf, etc, materie prime, metalli preziosi, ecc.
  • Possibilità di interagire con tutti gli user tramite chat, commenti ai grafici e webinar didattici
  • Possibilità di pubblicare proprie idee di trading da condividere col resto della community e verificare nel tempo come si è evoluto il segnale di trading
  • è possibile fare trading in modalità demo (il cosiddetto paper trading)
  • utilizzare indicatori e oscillatori di default
  • creare o utilizzare script, indicatori e oscillatori mediante apposita funzionalità di programmazione

MetaTrader 4 o MT4 cos’è

Cos’è MetaTrader 4? Conosciuta anche con l’acronimo MT4, è adatta a chi cerca una soluzione ancora più professionale. Sebbene, rispetto alla precedente manca ancora ad oggi la funzione “social”. MetaTrader 4 è una piattaforma per la negoziazione nel mercato del Forex, che consente di analizzare i mercati finanziari utilizzando anche veri e propri robot di trading: i cosiddetti Expert Advisors. Su MetaTrader 4 è possibile analizzare le negoziazioni mobili, i segnali di negoziazione e il mercato.

MetaTrader come funziona

MetaTrader 4 ormai vanta milioni di utenti e non è un caso. MT4 fornisce grandi opportunità di trading per tutti i livelli di esperienza del cliente. Si pensi a:

  • analisi tecnica avanzata
  • sistema di trading flessibile
  • trading algoritmico e Expert Advisor
  • applicazioni di trading mobile.

Non manca poi in MetaTrader 4 il servizio Segnali, il quale permette di copiare gli scambi di altri commercianti. Marketplace mette invece a disposizione degli utenti iscritti vari expert advisor ed indicatori tecnici da scaricare sul proprio dispositivo (Pc, smartphone o tablet in base a quale state usando).

MT4 quali grafici offre

Quali sono i grafici offerti da MetaTrader 4? Diversi, ecco quali:

1. Grafici a Linee

Mostra al trader i prezzi di chiusura di ogni intervallo di trading selezionato, collegando tra loro ogni periodo da linee rette. Il trader può impostare la lunghezza dell’intervallo di trading in base a giorni, ore oì minuti. Basta pigiare il pulsante grafici > grafico a linee

2. Grafico a Barre

Nella fattispecie, ogni intervallo di trading viene rappresentato tramite una barra. Il prezzo massimo è rappresentato quindi dalla parte superiore della barra, il prezzo minimo invece è rappresentato dalla parte inferiore della barra. Basta pigiare il pulsante grafici > grafico a barre

3. Candlesticks

E’ probabilmente il grafico può esauriente di tutti. Tramite i Candlesticks (chiamate in italiano anche candele giapponesi, per la loro forma) è possibile visualizzare la domanda e l’offerta, mostrando quindi l’equilibrio tra i tori e gli orsi. La candela raffigura così il prezzo di apertura e chiusura, mentre le ombre superiori e inferiori mostrano rispettivamente il prezzo più alto e il prezzo più basso. Basta pigiare il pulsante grafici > candlestick

MetaTrader 4 quali sono indicatori

Quali sono gli indicatori offerti da MT4? Tanti. Ma cosa sono gli indicatori? Trattasi di funzioni matematiche che vengono applicate sui grafici al fine di poter fare analisi ed interpretazioni sui movimenti dei prezzi all’interno del mercato. Per poter visualizzare i numerosi indicatori, basta andare su Inserisci > Indicatori. Gli indicatori disponibili su MT4 sono:

  • Trend
  • Oscillatori
  • Volumi
  • Bill Williams
  • Personalizza

In ognuno di queste categorie potremo ritrovare raggruppati per genere tanti indicatori tecnici. Che ci consentiranno così di avere un quadro della situazione più chiaro.

MetaTrader 4 integrati ai Broker

MT4 viene spesso fornita dai broker stessi, i quali ormai sanno bene che questa piattaforma sia diventata quasi irrinunciabile per i trader più esperti. Si pensi al caso di Markets.com, broker che vanta regolare licenza presso la Consob; massima autorità italiana di vigilanza sui mercati finanziari, e presso il CySec; massima autorità europea con sede a Nicosia, Cipro. Non manca poi la regolare licenza presso la FCA, autorità con sede a Londra. Per poter usufruire della piattaforma MetaTrader 4 mediante Markets.com dobbiamo:

  • Aprire un conto gratuito su Markets.com (iscrivendosi inserendo i propri dati personali, una mail e una password, come si fa normalmente per altri siti)
  • Fare login sul conto con Username e Password scelti
  • Cliccare sul menu “Il Mio Conto”
  • Selezionare “Conti MT4”

Metatrader e TradingView differenze

Quali sono le differenze tra Metatrader e TradingView? Diciamo che, se il nostro asset sono le opzioni binarie, Metatrader presenta alcuni limiti, come il fatto che non è possibile scegliere timeframe diversi da quelli offerti in Default. Invece, TradingView offre la possibilità di scegliere dei timeframe diversi da quelli di Metatrader: 3 minuti, 45 minuti e così via. E ciò ci tornerà molto utile quando dobbiamo impostare determinate strategie di trading. Vale poi la pena sottolineare come TradingView sia la piattaforma di riferimento per OptionWeb e ciò ci rende franchi da ogni discrepanza tra i grafici.

Resta però il fatto che Metatrader è da considerarsi la migliore piattaforma di trading che ci sia, anche perchè in un’unica schermata consente all’utente iscritto di gestire il conto di trading e aprire e chiudere le posizioni. Invece con TradingView è possibile analizzare il grafico, ma saremo comunque sempre costretti ad aprire le posizioni sempre tramite un Broker sul quale dovremo aprire un conto. Quindi, Metatrader offre il vantaggio di poter fare tutto lì direttamente, mentre TradingView deve essere usato solo per reperire informazioni. Ma dovremo comunque operare su un broker.

Metatrader e TradingView alternative

Quali sono le alternative a Metatrader e TradingView? Se è vero che queste due piattaforme si lasciano preferire per le tante cose dette fino ad ora, non sono le uniche presenti sul web. Ecco quali sono le piattaforme per ottenere grafici migliori alternative a queste due:

1. ProRealtime

Si lascia preferire da molti trader perché semplice, intuitiva, completa. Si possono elaborare sistemi, indicatori e screener personalizzati in modo molto semplice. E’ possibile ottenere resoconti grafici gratuiti sui dati di fine giornata di una moltitudine di asset presenti su tutte le principali borse mondiali. E’ possibile anche sottoscrivere abbonamenti per i prezzi intraday sui vari mercati, nonché realizzare i propri indicatori (i cosiddetti probuilder), codici di screening (proscreener), propri sistemi automatici e fare i backtest sui dati storici (porbacktest e proorder).

2. Trade Interceptor

Altra piattaforma che offre una pluralità di servizi, consente di fare trading simulato gratis sui mercati di 4 importanti brokers: FXCM, OANDA, SWISSQUOTE e 24OPTION. Nonché di collegarsi su questa piattaforma se avete un conto con i brokers partners. Non manca poi il vantaggio che se avete aperto un conto trading con questi 4 brokers partner, potete chiedere di poter accedere alla piattaforma con il conto in reale. Estremamente semplice e intuitiva, utilissima per fare esperienza con la modalità GYM. Possibilità di testare le strategie su periodi passati. Infine, il conto demo non ha un limite. Insomma, oltre che per ottenere grafici, Interceptor può essere usata anche come vero e proprio Broker.

3. Incredible charts

Anche questa piattaforma è gratuita. Semplice ed intuitiva, offre una vasta selezione di mercati e di indicatori oltre che ad un comodissimo stock screener. Anche qui non manca poi una versione Premium per chi non si accontenta dei servizi offerti in default.

4. StockCharts

Considerato uno dei siti di trading più famosi al mondo, consente di visualizzare in maniera gratuita i grafici dei più importanti mercati e titoli azionari a livello mondiale. Una vera chicca è il fatto che non bisogna registrarsi, se si vuole ottenere semplici grafici su dati giornalieri e settimanali. Una volta entrati sulla Home, basta digitare su enter a symbol, la valuta od il titolo che vogliamo visionare.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY