Trading online demo: cos’è e come funziona

Grazie alle moderne tecnologie, investire in Borsa è diventato accessibile a tutti. Almeno dal punto di vista degli strumenti, visto che è possibile farlo tramite un Pc, uno smartphone o un tablet, ovunque e dovunque. Avendo a disposizione una normale connessione web. Naturalmente, l’accessibilità non è tutto.

Occorre grande formazione e preparazione, perché fare investimenti comporta mettere a rischio i propri soldi. Fare trading online, quindi, implica essere pratici e preparati nel fare investimenti. Per poterlo fare serve anche una piattaforma (broker) affidabile e tra i servizi che esso deve offrire vi è appunto anche la possibilità di avere un conto demo. Così da fare pratica senza mettere a rischio i propri soldi. Almeno inizialmente, quando si è poco esperti.

Dunque vediamo meglio di seguito cos’è il trading online demo e come funziona. Prima però facciamo qualche chiarimento sul trading online.

Sommario

Cos’è il trading online

Vediamo prima brevemente in cosa consiste il trading online. Fare trading online significa praticamente speculare sui mercati finanziari utilizzando i servizi di un broker, ovvero di una piattaforma online. Fare trading online significa tentare di guadagnare dalla variazione delle quotazioni degli asset presenti sui mercati finanziari.

I quali possono essere vari: forex, borsa, materie prime, bitcoin, titoli di stato o obbligazionari, indici, e così via. Trattandosi di investimenti, l’obiettivo principale è quello di ottenere il massimo lucro, rischiando il minimo e in breve tempo.

Il rischio è minimo perché un margine bisogna sempre metterlo in conto. Vanno controllati e minimizzati quindi, non evitati. Evitarli significa investire su operazioni poco lucrose e che non portano a niente.

Come funziona il trading online

Il trading online si fa acquistando un asset finanziario e aspettando che questo aumenti di prezzo. Ogni operazione può essere di breve, medio e lungo periodo. La scelta però dipende sempre dalle nostre ambizioni, dal nostro carattere. Se vogliamo ad esempio puntare su operazioni che nascano e terminino in un giorno, allora sceglieremo l’intraday trading. Che implica uno stress molto alto, dato che tutto si svolge nel giro di poche ore ma magari anche guadagni meno lauti.

Oppure posizioni nel medio termine, che sono quelle preferite dalla pluralità dei trader in quanto non si piazza tra gli investimenti secchi giornalieri ma neanche tra quelli troppo lunghi, che potrebbero portare un’inversione di tendenza dell’andamento dell’azione. Si parla quindi di swing trading. Se infine si preferiscono posizioni di lungo termine, allora si opta per il buy e hold trading.

Gli strumenti per fare trading online appartengono a due famiglie: azioni e derivati.

Azione

Adatto ad un investimento di lungo periodo

Prevede la distribuzione di dividendi

Prevede le assemblee

Genera un profitto quando il prezzo sale

Derivato

Adatto ad investimenti a breve periodo

Non prevede la distribuzione di dividendi

Non prevede le assemblee

Genera sempre profitto quando si prevede correttamente

Mettendo a confronto le due tipologie di investimento, capiamo che se si vuole operare nel breve termine ed ottenere guadagni alti, conviene investire in derivati. Si pensi al caso delle materie prime e specificamente del petrolio. Chi compra e vende derivati del petrolio non ha certo una raffineria, ma scambia derivati e poi provvede al trasferimento solo tra i soggetti che si occupano davvero di raffinazione o distribuzione del petrolio.

Come fare trading online

Gli strumenti derivati più adatti sono i CFD (Contract For Difference) e le opzioni binarie. Il primo è uno strumento molto flessibile e che lascia ampio margine al trader. Il prezzo del CFD replica in maniera esatta il prezzo del titolo sottostante, tuttavia, questo strumento è consigliato a coloro che hanno esperienza, in quanto non solo occorre individuare qual è il trend di mercato, ma anche capire qual è il punto migliore per entrare e uscire dal mercato stesso. Per gli utenti meno esperti invece sono consigliabili le opzioni binarie. Si chiamano così in quanto le opzioni sono due: successo o fallimento. Azzecco la previsione oppure l’ho sbagliata. a seconda che la previsione sull’andamento del prezzo sia corretta o meno. Se ho indovinato che esso stia salendo o che esso stia scendendo.

Il broker più indicato per i CFD viene considerato Plus500. Mentre per le opzioni binarie IqOption.

Il primo è autorizzato e regolamentato dalla autorevolissima Financial Conduct Authority britannica (acronimo di FCA); pertanto garantisce una sicurezza e una affidabilità probabilmente senza pari.

La seconda ha invece una interfaccia completamente intuitiva. E’ altresi l’unica piattaforma che consente di iniziare ad operare con soldi veri con solo 10 euro di deposito.

Per capire come fare trading online con CFD o opzioni binarie, facciamo due esempi di seguito.

Come funzionano CFD

Abbiamo detto che con i CFD, entriamo in possesso di uno strumento che replica il titolo dell’azione e pertanto per ottenere il massimo profitto dobbiamo essere capaci nel capire quando entrare ed uscire dal mercato. Dobbiamo impostare un trading system al fine di decidere quando chiudere la posizione, perché abbiamo raggiunto un livello soddisfacente di profitto (il cosiddetto take profit) o perché, di contro, purtroppo abbiamo realizzato delle perdite (in gergo si parla di stop loss). Prevedere il trend, pertanto, diventa essenziale. Può accadere che per paura di uno stop loss, finiamo per chiudere una posizione troppo anticipatamente sebbene sia potenzialmente ottima. Se invece è troppo largo, rischiamo di contro di subire troppe perdite.

Come funzionano opzioni binarie

Se invece intendiamo sfruttare le opzioni binarie, allora sarà sufficiente indicare qual è il trend del prezzo. In poche parole se esso sale o scende, entro la scadenza prefissata. Quindi, se la nostra previsione è azzeccata, allora alla scadenza incassiamo il rendimento (in genere pari o superiore all’85% del capitale investito, qualora si tratti di una operazione che si chiude in the money). Se la previsione non è azzeccata, allora alla scadenza incasseremo una perdita.

Trading online: come scegliere broker

Fondamentale diventa anche affidarsi a broker affidabili e che mettano a disposizione dei trader una pluralità di servizi. Nonché un’assistenza clienti che sia sempre pronta a soddisfare le richieste degli utenti. E ovviamente, essere un broker conveniente. Vale a dire non deve prevedere costi fissi o commissioni sulle operazioni. Riguardo al profitto, dipende se si sceglie di operare con opzioni binarie o CFD. Nel primo caso, il trader riceve un rendimento che varia da broker a broker e ciò deve essere un fattore per sceglierlo. Invece, nel caso dei CFD subentrano gli spread. Ossia la differenza tra il prezzo a cui è possibile vendere e quello a cui è possibile comprare. Lo spread è tanto conveniente quanto è più basso.

Ancora, ci sono broker che offrono anche bonus omaggio, una sorta di premio a chi si iscrive alla piattaforma. Il che può aiutare a fare pratica, in quanto si sfrutta del denaro virtuale non proprio. Si ottengono così anche profitti più elevati perché si azzarda di più. E si impara dagli errori.

A parte la convenienza economica, un broker va scelto anche per i servizi che offre. Etoro ad esempio è l’unico che offre il servizio Social Trading, mediante il quale il broker può decidere di copiare le stesse scelte dei trader più esperti.

In tanti poi offrono le Notifiche di Trading, le quali sono indicazioni, precise e circostanziate, su situazioni di mercato particolarmente favorevoli; e funzionano quotidianamente tramite mail. Come una normalissima newsletter. Tali notifiche mettono a corrente il trader sulle notizie principali del mercato finanziario e ci sono broker che li offrono gratis, altri a pagamento. Il più accreditato è quello di 24option, che peraltro è pure gratuito. E ancora, altri servizi sono i corsi di formazione, da quelli e-learning offline a quelli di persona organizzati ogni anno nelle principali città italiane; oppure i webinar in diretta streaming, seminari web. Possono essere gratuiti, abbastanza economici (poche centinaia di euro) o anche cari, toccando anche i mille euro.

In linea di massima, comunque, i broker sul mercato più affidabili e popolari sono considerati:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>

Un altro servizio molto interessante è il Trading online demo. Di cui ci occupiamo più specificamente di seguito.

I conti demo sono offerti dai broker al fine di far svolgere trading online demo, senza quindi rischiare i propri soldi. Almeno inizialmente. E ciò è molto utile per i trader alle prime armi. In questo modo, le eventuali perdite, che per i meno esperti sono all’ordine del giorno, non sono reali. Certo, ciò implica che anche i profitti non lo siano. Pertanto, nel primo caso faremo un grande sospiro di sollievo. Nel secondo, di contro, ci mangeremo le mani. Certo, il trading online demo comporta una simulazione tecnica, ma non certo emozionale. E le emozioni pure negli investimenti contano. E non poco. Sapendo che il denaro è finto, farei lo stesso quella determinata scelta che mi ha fatto perdere o vincere? Ciò vuol dire che il trading online demo vale fino ad un certo punto. Essere bravi trader non significa solo aver acquisito delle tecniche di investimento efficaci, ma anche saper controllare la propria emotività.

D’altronde, il termine “demo” significa proprio “dimostrativo”. Quanti di noi hanno giocato alla demo di un videogame? Pochi minuti che ce lo hanno fatto assaggiare per invogliarci ad acquistarlo (a volte vengono inserite nei giochi le demo di altri arcade della stessa casa di produzione per invogliarli ad acquistarli e a mero scopo pubblicitario). Come per i CFD, pare proprio che la palma della piattaforma migliore per il trading online demo sia ancora Plus500.

Perché è importante il Trading online demo

Comunque, a parte i limiti legati all’emotività, possiamo dire che il Trading online demo è utile per i seguenti fattori:

  • Apprendere come funzionano tutte le azioni come stop loss, take profit, limit order, ecc.
  • Come funzionano i principali indicatori di analisi tecnica, come le Medie mobili, RSI, MACD
  • Comprendere come vanno applicate strategie di trading vincenti e così sperimentarne di nuove

Cos’è il conto demo forex

Il mercato forex è forse il più frequentato dai trader, anche da chi è alle prime armi. La maggior parte dei broker forex convenienti offre il trading mediante i succitati contratti CFD, di cui abbiamo in precedenza visto le principali caratteristiche. Tramite il trading online demo è possibile capire come funziona una piattaforma Forex. Questi i principali vantaggi di fare pratica con questa modalità:

  • si comprende meglio come funziona il forex
  • si possono sfruttare le piattaforme demo forex senza quindi dover versare la prima volta
  • si acquisisce confidenza con il software della piattaforma
  • si fa analisi tecnica sfruttando i grafici e gli indicatori tecnici

Naturalmente il trading online demo su Forex da solo non basta. Bisogna continuare a studiare, anche con gli strumenti di formazione che abbiamo elencato prima. Le due cose, teoria e pratica, devono andare di pari passo e si completano. Basarsi solo su una o sull’altra non aiuta di certo e rende la vostra preparazione insufficiente. Certo, il talento e le proprie doti innate fanno il resto.

Come iscriversi al trading online demo

Per attivare un conto demo per simulare il trading online, bisogna innanzitutto scegliere la piattaforma o broker. Meglio sempre scegliere quelle che lo offrono in maniera gratuita. Attivarlo è molto semplice. Sarà sufficiente compilare il form di registrazione con i propri dati reali e confermare la registrazione tramite la mail che ci arriverà cliccando al link che sarà al suo interno. Come facciamo generalmente per ogni genere di registrazione ad un sito. I broker prima citati offrono il trading online demo gratuitamente. Mentre altre piattaforme come quelle delle banche Fineco, Ing Direct o IWBank, hanno invece dei costi superiori e spesso sfruttando l’occasione per farsi nuovi clienti vincolando l’apertura di un conto a quella di un conto corrente.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY