SpectroCoin: opinioni, come funziona, carta prepagata, alternative

Cos’è SpectroCoin? Quali sono le opinioni su SpectroCoin? Come funziona SpectroCoin? Le criptovalute fino a qualche anno fa venivano viste come qualcosa di futuristico, roba da Nerd, uno strumento difficile da comprendere. Ma lo straordinario successo registrato dal Bitcoin nel 2017 ha accelerato i tempi, ponendo le criptovalute sulla bocca di tutti. Anche in virtù del fatto che il successo del Bitcoin trascina anche altre criptovalute importanti. In primis Ethereum, ma anche Ripple, Litecoin, Monero, NEM, Bitcoin Cash.

E così sempre più persone si chiedono come possono guadagnare con queste futuristiche e avveniristiche criptovalute. Gli strumenti sono sostanzialmente due: o cambiarli tramite Exchange o fare trading tramite piattaforme online chiamate Broker. In entrambi i casi, comunque, bisogna mettersi in mani sicure, in quanto le truffe sono all’ordine del giorno. Meglio diffidare di quelle piattaforme le cui società gestori hanno sede nei Paradisi fiscali. O di quelle che promettono facili guadagni in maniera automatizzata. In questa sede vi parliamo di Spectrocoin e di tutte le notizie che potrebbero interessarvi prima di usarlo.

SpectroCoin viene definito un Wallet & Exchange. Vanta un’interfaccia estremamente facile da usare e una forte attenzione alla sicurezza degli utenti iscritti. Ha sede legale a Londra, e già ciò pone a riparo gli iscritti da frodi in quanto in Gran Bretagna vige il controllo della FAD, organo di vigilanza sui mercati finanziari. Il corrispettivo britannico della nostra CONSOB o della cipriota CySEC. Tra i vari servizi offerti, occorre menzionate la possibilità di richiedere una debit card che sia collegata col proprio conto. Si parlerà in tal caso della SpectroCoin Card.

Sommario

Exchange di criptovalute cos’è

Prima di vedere cos’è e come funziona SpectroCoin, vediamo cos’è un Exchange di criptovalute. Si tratta di un sistema virtuale e digitale di cambio valute e funziona proprio come quello tradizionale. Con l’unica differenza che tratta anche le monete digitali tra le valute tradizionali ed è completamente digitale.

Del resto, le criptomonete sono nate con lo scopo di migliorare le transazioni in Internet e sviluppare un mezzo di pagamento alternativo alle monete e valute FIAT tradizionali (euro, dollaro, sterlina, e le valute dei Paesi che accettano le criptovalute). Il tutto ovviamente in ottemperanza alle norme antiriciclaggio in vigore.

Come funzionano gli Exchange di criptovalute? Essi applicano allo stato attuale delle commissioni di transazione più basse di sempre, tanto ad arrivare ad esempio solo a quota 0,20% di costi di transazione. Gli exchange di criptovalute prevedono anche importanti misure di sicurezza, le quali, in virtù degli attacchi Hacker sempre dietro l’angolo, sono diventate importanti. E la sicurezza è l’elemento principale da valutare assieme alle condizioni economiche. Onde evitare di collergarsi ad una piattaforma un bel giorno e ritrovarsi senza più una criptovaluta. Le misure di sicurezza adattate dagli Exchange di criptovalute sono:

  • doppio fattore
  • altert via sms
  • e-mail criptate e protette
  • wallet (portafoglio elettronico) gestibile anche tramite app per mobile e tablet

Onde evitare di incappare in qualche truffa, anche perché gli Exchange a differenza dei Broker (le piattaforme che servono per il trading online) non sono regolamentati e non sono obbligati ad avere regolare licenza, bisogna valutare 3 aspetti:

  • commissioni: devono essere basse e rese note all’utente con chiarezza
  • la sicurezza: la piattaforma deve avere un sistema adeguato di sicurezza contro gli attacchi Hacker
  • reputazione: informarsi su quanti utenti iscritti un Exchange vanta e come si parla di lui sui Forum (attenzione però agli utenti falsi, pagati per fare false recensioni)

Alla fine dell’articolo elencheremo altri Exchange interessanti oltre a SpectroCoin. Ecco intanto le migliori piattaforme per fare trading di criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial tradingTrading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

SpectroCoin cos’è

Cos’è SpectroCoin? Si tratta di un noto portafoglio (wallet) di Bitcoin ed altre Criptomonete, sicuramente uno dei migliori. Oltre ad essere il più usato e sicuro, offre anche una piacevole fruibilità, e funge sia da wallet che da EXCHANGE criptovalute. Il servizio offre anche una carta prepagata che consente a chi la possiede, di prelevare in valuta locale convertendo in tempo reale i bitcoin. Inoltre, può anche essere usata per prelevare tramite qualunque altro tipo di bancomat.

Vantaggiosi poi i costi, relativamente bassi, in quanto l’unico costo da sostenere è di 1 EUR al mese come canone per il possedimento della carta. Anche l’utilizzo di quest’ultima è vantaggioso, essendo disponibile per le seguenti valute più importanti e diffuse nel mondo:

  • dollari
  • sterline
  • euro

SpectroCoin app

SpectroCoin può essere usata anche comodamente da mobile, sia smartphone che tablet, essendo prevista una app per tutti i principali sistemi operativi: Windows, ma sopratutto Android (sistema operativo montato, secondo recenti statistiche, sul 94% degli smartphone) o iOS (sistema operativo di Mac e iPhone).

SpectroCoin, cos’è Bankera

Tramite SpectroCoin è possibile eseguire versamenti sul proprio conto tramite i trasferimenti bancari SEPA. SpectroCoin è pure scelto come wallet da Bankera (la futura banca delle crypto), che rappresenta una delle ICO più apprezzate del momento, la quale consente di comprare, conservare e scambiare i propri token posseduti. Tenete conto che per investire su Bankera l’unico metodo è aprire un conto su SpectroCoin. E ciò la renderà per forza di cose ancora più importante, necessariamente affidabile e sicura.

Tramite SpectroCoin il team Bankera vuole creare una infrastruttura simile a quella di una banca tradizionale con tutti i suoi privilegi, quindi una regolamentazione ufficiale e una sua carta prepagata. Cosicché i suoi clienti potranno richiedere prestiti, effettuare depositi, ma con tassi di interesse inferiori rispetto alle comuni banche. E il suffisso “bank” non è un caso.

Al suo interno sarà possibile depositare anche altre criptovalute di ogni tipo. C’è stata una preico che da lì si è potuto creare un assestamento del prezzo del token che poi sarà definitivo in tempi successivi.

Tramite Spectrocoin sarà possibile ricevere un quantitativo settimanale di bankera o altre valute, in base all’acquisto di bankera fatto in passato, così da dare un forte vantaggio a chi ha permesso la distribuzione per primo. Così, in base ai token acquistati avremo una percentuale di Ethereum o altre criptovalute maggiore assegnate dall’exchange. In pratica, più avremo comprato, più ci verrà ridistribuito. Per partecipare è necessario avere ovviamente un account Spectrocoin.

Sul wallet unico di Bankera BNK è possibile acquistare sia bitcoin che anche altre valute ed è possibile depositare in euro, bitcoin, ether, e molte altre criptovalute. Attraverso il WALLET/Exchange Spectrocoin si possono trasferire tutte le nostre valute al suo interno e da lì puoi comprare bankera o altre valute semplicemente da un’unica piattaforma. E’ possibile acquistare anche tramite bonifico bancario ed è un’ottima alternativa tra gli exchange in giro.

SpectroCoin come registrarsi

Come effettuare una registrazione su SpectroCoin? Vediamolo di seguito passo passo:

  • Collegarsi al sito: www.spectrocoin.com
  • Cliccare sul pulsante in alto a destra su “Sign-Up”
  • Inserire il proprio indirizzo email e scegliere una password
  • Confermare i dati, riscrivendo email
  • Accettare i termini e le condizioni e cliccare sul RECAPTCHA, il sistema che si assicura che tu non sia un bot facendo inserire una parola

Dopo aver fatto questa procedura, attendere l’arrivo della mail. Se dopo qualche ora ancora deve arrivare, controllare in Spam. Dovremo aprire la mail e ci basterà cliccare sul link nella email che consentirà di attivare il conto. Proprio come ci capita di fare quando ci registriamo a qualsiasi sito.

SpectroCoin come versare sul conto

Tutti i dati personali e di pagamento dovranno essere inseriti e soltanto nel momento in cui si intenderà eseguire delle transazioni. Al fine di facilitare la registrazione, anche SpectroCoin, come ormai tanti siti, offre la possibilità di effettuare la registrazione one-click tramite Facebook. Pertanto, ci basterà cliccare sul bottone “Sign in with Facebook”al fine di creare automaticamente un conto. In tanti non amano questa modalità per la questione privacy, in quanto su Facebook c’è un po’ tutta la nostra vita. Al limite, si può rendere inaccessibili alcuni dati, come mail e amici.

Solo dopo esserti registrato si potrà accedere automaticamente alla sezione “Account“. Quando si vuole effettuare un deposito tutto quello che occorre fare è cliccare sulla tab “Deposit”.

Ora, Cliccare su “Deposit EUR or Other Currency” e si potrà decidere quanto importo versare al fine di acquistare le diverse criptovalute.

Quali metodi di pagamento ho a disposizione per versare deposito su SpectroCoin? Ho in pratica 3 opzioni:

  1. Bonifico bancario da Conto Corrente
  2. Carta di Credito (Visa, Mastercard, Maestro)
  3. E-Wallet (Skrill, Neteller, Payneer, PerfectMoney)

SpectroCoin, come acquistare Bitcoin, Ethereum ed altre criptovalute

Come acquistare criptovalute tramite SpectroCoin? Su questo Exchange è possibile facilmente acquistare Bitcoin, ma anche Ethereum e Dash, e la ICO Bankera. Basterà eseguire la succitata procedura di registrazione, cliccare nel menù in alto DEPOSIT e scegliere Deposit Eur or other currency (se vogliamo utilizzare altre criptovalute). E’ così possibile scegliere di effettuare depositi direttamente attraverso bitcoin, dash, ethereum come anche attraverso altre criptovalute. Oltre a prendere in considerazione la possibilità di effettuare depositi con carte di credito, bonifico, oppure Skrill ed altre opzioni.

Per caricare con carta di credito, occorre però armarsi di pazienza, dato che l’operazione richiede un pò di tempo al fine di verificare la carta. Ecco perché ti consigliamo di utilizzare il classico bonifico o anche semplicemente attendere con pazienza la verifica della carta, inviando i documenti che saranno richiesti dalla piattaforma.

Supponiamo di aver effettuato un bonifico e che ci è stato accreditato il denaro su Spectrocoin. Ora, bisogna cliccare sul menu in alto su EXCHANGE. A questo punto avremo ottenuto i nostri sospirati bitcoin, o la moneta che abbiamo scambiato.

SpectroCoin, come prelevare Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute

Come prelevare Bitcoin, Ethereum ed altre criptovalute su SpectroCoin? Supponiamo di aver acquistato Bitcoin, e ora vogliamo monetizzare o spendere i nostri Bitcoin. Quindi è possibile ordinare la carta che sarà collegata al nostro conto bitcoin su SpectroCoin e in questo modo prelevare su qualsiasi sportello bancomat, o anche effettuare qualsiasi tipo di acquisto online. Ma sarà anche possibile effettuare acquisti nei negozi fisici e così via. Proprio come facciamo con le normali carte prepagata, di debito o di credito. Un vantaggio, questo, che nessun altro Exchange ha, visto che con gli altri bisogna depositarli su un Wallet e da lì metterli sul nostro conto ordinario.

Ecco dunque come spendere i nostri Bitcoin, Ether o altre criptovalute in modo semplice, concreto e pratico grazie a SpectroCoin. Basterà cliccare nel menù in alto CARDS. Il costo per ordinare la nostra carta Spectrocoin è di 8 euro. Sarà possibile usufruire con l’aggiunta di 50 centesimi della possibilità di attivare la carta virtuale. Ecco quindi che si potrà scegliere la valuta della nostra carta tra Euro, Dollaro o Sterlina. Attenzione, la carta di debito Spectrocoin funziona solo se associata ai propri bitcoin posseduti sul nostro account Spectrocoin.

SpectroCoin carta costi e come funziona

Come funziona la carta SpectroCoin? Quali sono i costi della carta SpectroCoin? Una volta richiesta la carta prepagata di Spectrocoin al costo di soli 8 euro verrà spedita a casa in circa 3-4 settimane.

Se invece si vogliono accelerare i tempi, sarà possibile richiedere la carta in 4-5 giorni al costo di 69 euro. Il costo mensile è pari a 1 euro al mese. Solo nel caso in cui il bilancio della carta è pari a zero non sarà addebitato nulla. Al contrario, invece, per prelevare da uno sportello bancomat, il costo sarà di 2,25 euro ad ogni prelievo se sarà effettuato nella valuta scelta.

Facciamo un esempio: se la valuta della nostra SpectroCoin card è in Euro e preleviamo in Italia o un altro Paese appartenente all’Eurozona, il costo sarà di 2,25 euro. Al di fuori di questi Paesi, il costo sarà di 2,75 euro. Tutto sommato, comunque, la differenza è di soli 50 centesimi. Ben altra cosa rispetto ai costi che in genere richiedono le banche quando siamo all’estero, talvolta anche di 2 euro di commissione per prelievo.

Oltre che sul proprio conto SpectroCoin, sarà possibile collegare la carta anche al proprio conto bancario, Skrill, Okpay, Perfectmoney e Payeer.

Facciamo un riepilogo della carta SpectroCoin:

  • Costo della carta: 8 euro reale, 1,5 euro virtuale
  • Consegna a mezzo posta: gratis (in 3-4 settimane)
  • Commissioni sui prelievi nazionali: 2,25 €
  • Commissioni sui prelievi internazionali: 2,75 €
  • Costo mensile per il servizio: 1 €
  • Costo se inutilizzata: Zero
  • Pagamenti online: Illimitati
  • Prelievo ATM singolo : 1.000 €
  • Prelievo ATM giornaliero massimo: 2.000 €
  • Massimo 2u ricariche giornaliere
  • 5 transazioni ATM massime al giorno

SpectroCoin quali criptovalute

Quali criptovalute sono disponibili su SpectroCoin? Le seguenti (al momento in cui scriviamo):

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Dash
  • Nem

E’ anche presente Bankera (BNK) anche se al momento è ancora una ICO. Cos’è una ICO? Una raccolta fondi (stile crowfonding) per realizzare un progetto. Dietro le ICO possono anche nascondersi truffe o progetti improvvisati, in quanto le ICO non danno alcuna garanzia agli investitori. In virtù di ciò sono definite White paper. Il corrispettivo in italiano di cambiali in bianco. Sono già tanti e troppi gli esempi di ICO finire male nel giro di poco tempo. Ma ci sono anche casi di grandi successi, come Ethereum, diventata la rivale del Bitcoin e da anni seconda criptovaluta per volume di capitalizzazione.

Al fine di riceverle, basterà cliccare sul menù in alto WALLETS e poi dopo sulla crypto che vuoi ricevere. Al contrario, per inviarle basterà cliccare invece dal menù in alto WITHDRAW e scegliere ad esempio Withdraw Bitcoin se vogliamo inviare Bitcoin (withdraw Ethereum per Ethereum e così via).

SpectroCoin opinioni e recensioni

Quali sono le opinioni e recensioni su SpectroCoin? Sicuramente tutte largamente positive. Spectrocoin può essere considerato come uno tra i migliori portafogli bitcoin, se non il migliore, per i servizi e la sicurezza che offre. Su tutti, il vantaggio di disporre di una carta prepagata utile la fine di poter spendere i bitcoin facilmente.

Ricaricare carta SpectroCoin con Bitcoin

Come ricaricare la carta Spectrocoin con i bitcoin? Dato che i bitcoin sono la criptovaluta più gettonata occupiamoci specificamente di come ricaricare la prepagata SpectroCin con i bitcoin:

  • copiare l’indirizzo bitcoin e l’importo nel proprio wallet
  • scannerizzare il QR code

Una volta che il pagamento è completato, la finestra si aggiorna automaticamente. L’operazione può richiedere qualche minuto durante il quale non devi chiudere la finestra, il sistema convertirà automaticamente i bitcoin nella valuta d’uso (nel nostro caso gli Euro)

A transazione conclusa si riceverà la conferma che il deposito è stato processato. Il tempo necessario per l’accredito dipende dal carico della blockchain Bitcoin e può richiedere anche un’ora o più, per cui non bisogna preoccuparsi se non li si vede arrivare.

SpectroCoin alternative

L’Exchange SpectroCoin non vi ha convinto, al punto da starvi chiedendo: quali sono le alternative a SpectroCoin? Vediamo di seguito i migliori Exchange alternativi a SpectroCoin:

1. Livecoin

Livecoin è nato nel 2013 dalla società DELTA E-COMMERCE LTD di Londra. Mentre i loro server hanno sede a Metairie, Louisiana, Stati Uniti. Livecoin non ha un mercato specifico di riferimento dato dato che punta ad espandersi su più fronti ed è altresì concentrato sull’implementazione della compravendita e del trading di altcoin.

Livecoin può essere considerato uno degli exchange più popolari, dato che è uno tra i pochi al momento che consente la compravendita di token coin OTN di IQ Option.

1. Coinbase

Coinbase è probabilmente l’Exchange più usato al Mondo, dato che vanta quasi 13 milioni di utenti nel momento in cui scriviamo. Dislocati su 32 Paesi diversi, tra cui il nostro. Fondato nel giugno 2012, si presenta come un portafoglio di valute digitali con una piattaforma in cui i trader e i consumatori possono negoziare le principali criptovalute come Bitcoin, Ethereum e Litecoin. Ma non solo.

La sede di Coinbase è a San Francisco, California. I numeri di Coinbase sono di tutto rispetto:

  • 12,6 milioni di utenti
  • 0 miliardi di dollari in transazioni effettuate
  • oltre 20 miliardi di dollari di cryptomonete.
  • oltre 39,700,000 portafogli attivi
  • 47,000 negozianti
  • 11,000 sviluppatori di applicazioni

Coinbase è attivo nell’offrire i propri servizi in oltre 30 Stati e in tantissime lingue. Prevede un portafoglio o wallet anche per app per il mobile; una archiviazione offline; una copertura assicurativa dei propri depositi nei suoi server. Consente altresì di negoziare il cambio tra crypto valute e le monete fiat tradizionali. In primis il dollaro americano, quasi sempre presente nel Forex, ma anche il dollaro canadese, il dollaro australiano, il dollaro di Singapore, la Sterlina inglese e l’Euro.

Coinbase prevede una bassa commissione e i depositi ed i prelievi di criptovalute sono tutti gratuiti e senza commissioni. Nel 2016, l’Agenzia delle entrate americana ha obbligato Coinbase a fornire i dati dei propri utenti iscritti. Cosa che ne rafforza sicuramente il controllo e quindi la sicurezza.

2. Bittrex

Bittrex è uno degli exchange di criptovalute storici. Consente di negoziare con 910 coppie di valute. Esso offre, sia a privati che ad aziende, la possibilità di acquistare e vendere criptovalute come anche token digitali all’avanguardia. Avendo sede a Las Vegas, risponde alla regolamentazione americana. Bittrex negli anni è diventato il punto di riferimento per tantissimi trader che richiedono un’esecuzione immediata, con portafogli stabili e anche migliori condizioni di trading se non anche pratiche di sicurezza del settore.

La commissione è dello 0,25% peraltro non legata al volume. E’ possibile così effettuare un prelievo massimo di 3 bitcoin al giorno dietro verifica dell’account. Inoltre, è possibile prelevare fino a 100 bitcoin al giorno una volta approvata l’identità del trader mediante documento di identità. Bittrex prevede da un lato l’exchange di una marea di criptovalute (più di 190) ma dall’altro anche il fatto che non sia possibile fare cambi con le valute tradizionali. Prevede però anche un trading con algoritmi. Bittrex è un exchange molto sicuro, dato che prevede l’autenticazione a 2 fattori molto importante grazie ai quali è possibile attuare tutte le più recenti protezioni contro gli attacchi informatici. Oltretutto, consente di mantenere il proprio anonimato in quanto, non abilitando lo scambio con monete FIAT, non richiede per forza le proprie generalità o conti bancari in chiaro.

3. Kraken

Kraken ha sede a San Francisco, USA. Consente lo scambio con 16 criptovalute, tra cui Euro, Yen, USD, CAD. Rispetto al precedente, prevede anche il cambio con valute fiat. Fondato nel 2011 dall’omonima società, Kraken ad oggi rappresenta la più grande borsa Bitcoin in termini di volume e liquidità in euro. Kraken è continuamente valutato come uno dei migliori exchange di Bitcoin, considerato sicuro da parte dei media indipendenti, al punto che è stata la prima piattaforma Bitcoin ad avere il prezzo e il volume di trading visualizzati sul Terminale Bloomberg.

Kraken è stato il primo a passare a un audit proof-of-reserve criptograficamente verificabile, ed è un partner della prima banca di criptovaluta. Questo Exchange vanta centinaia di migliaia di trader, ed è il fiduciario nominato dal tribunale del governo di Tokyo e la Banca Fidor della BaFin tedesca. E’ possibile scambiare ben 59 coppie valutarie. Riguardo alle commissioni, esse dipendono dalla tipologia di coppie di valute che si utilizzano o dal volume delle transazioni. Ma comunque non superano lo 0,26%. ponendosi quindi in linea con le migliori offerte in merito.

E’ possibile effettuare depositi e prelievi di fondi direttamente utilizzando un wallet di criptovalute o tramite bonifico bancario. Su questo Exchange è previsto un limite di prelievo giornaliero pari a 25mila dollari di moneta fiat o di 50mila dollari in criptovalute.

4. Changelly

Changelly permette pure di fare trading su Monero, Dash, Bytecoin e molte altre criptomonete. E’ possibile anche comprarle tramite dollari americani o Euro. In tal caso, si applicano commissioni di cambio fisse allo 0,5% per transazione. Quest’ultimo punto rappresenta un importante svantaggio, che la rende meno preferibile rispetto ad altre.

5. Gemini

Gemini ha sede negli USA e offre i suoi servizi in ben 46 Paesi, tra cui anche UK, Singapore, Corea e Hong Kong. Tra i vantaggi ci troviamo il fatto che applica le Commissioni per prelievo e deposito fisse dello 0,25% per ciascuna transazione. Tra gli svantaggi, il fatto che prevede limitate valute FIAT come dollaro USA e Bitcoin e Ethereum.

6. Cryptopia

Crytopia ha sede in Nuova Zelanda. Prevede la possibilità di depositare, scambiare e ritirare tante criptovalute. Tuttavia ha il grosso limite di non consentire lo scambio tra valute direttamente, ma occorre passare sempre per la moneta neozelandese: il dollaro neozelandese (NZD). Quindi, bisogna prima convertire i dollari neozelandesi in cripto, traslarli in NZD e poi scambiarli con le valute che si preferisce. A parte questo grosso limite, che forse sarà in futuro pure ovviato, tramite Crytopia è possibile acquistare e vendere qualsiasi cosa, a chiunque, in qualsiasi parte del mondo in cambio di criptovaluta. E’ altresì possibile effettuare vendite tramite asta o quotazioni pubbliche.

7. Poloniex

E chiudiamo la nostra carrellata degli Exchange migliori alternativi a SpectroCoin con Poloniex. Ha sede nel Delaware, negli USA. Vanta 365 coppie di valute, mentre il cambio con le valute fiat non è disponibile. Può essere tranquillamente considerato l’exchange più grande in assoluto negli Usa, ed il primo al mondo nello scambio di Bitcoin. Le commissioni possono infatti dipendere dal volume delle transazioni in Bitcoin, che non dovrebbero superare lo 0,25% per coloro che eseguono un acquisto.

E’ possibile effettuare il deposito dei fondi solo tramite il proprio wallet di criptovaluta. Non occorre verificare il proprio account per effettuare una operazione, sebbene in tal caso il tetto massimo di prelievi sarà solo di duemila dollari. Invece, per chi ha bisogno di prelievi ben più corposi, allora si può proseguire con la verifica del proprio account. Vale a dire, inviando i propri documenti. In tal caso, infatti, il tetto sale a 25mila dollari giornalieri. Poloniex è un Exchange molto apprezzato per chi vuole anche fare trading con le criptovalute e per gli utenti che vogliono comprare o vendere una grande quantità di criptovalute e non desiderano avere problemi di liquidità.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY