Euro recupera terreno su Dollaro dopo calo di 3 Figure dai Top di Periodo in Area 1,235

Il cross EUR-USD ha trovato base in area 1,205 dopo aver corretto di 3 figure dai massimi di periodo toccati poco più di una settimana fa a quota 1,235.

La moneta unica europea ha perso un po’di smalto in rapporto col biglietto verde, con gli investitori che hanno preferito rifugiarsi momentaneamente nella divisa statunitense, rivelatasi sempre un buon paracadute nei momenti incerti dei mercati.

Il sentiment sugli asset con alti rendimenti come le azioni, si è recentemente guastato a causa della nuova fiammata di contagi da Covid-19 che sta interessando tutti i Paesi del mondo.

L’Euro si è inoltre indebolito dopo che dalla lettura delle minute dell’ultimo meeting della BCE, tenutosi lo scorso 10 Dicembre, è emerso che l’istituto centrale guidato da Christine Lagarde prevede un rallentamento degli acquisti mensili bond dell’Eurozona.

Dal contenuto dei verbali della Banca Centrale Europea si legge che considerate le condizioni favorevoli del momento non per forza sarà necessario utilizzare l’intero ammontare messo a disposizione dal Pepp (Pandemic Emergency Purchase Programme). Il consiglio direttivo aveva iniziato a discutere del Pepp partendo dalla somma di 750 miliardi di euro per poi ridurla ai 500 miliardi aggiuntivi effettivamente varati. Si procederà quindi a monitorare costantemente le condizioni di mercato, aggiustando “ il tiro “ ogni qualvolta sarà necessario farlo.

Da ulteriori dettagli della riunione dell’istituto centrale con sede a Francoforte è emerso che l’eccesso di liquidità gravita attorno alla soglia dei 3.500 miliardi di euro.

La Lagarde ha inoltre dichiarato che: “l’incertezza sta scemando e che sebbene la pandemia presenti sfide nel medio termine, la prospettiva generale non è cambiata“.

Sotto l’aspetto macro, Eurostat ha reso noto che a Novembre il saldo della bilancia commerciale destagionalizzata dell’Eurozona ha evidenziato un surplus di 25,1 miliardi di euro, in lieve calo rispetto ai +25,2 miliardi di euro registrati ad Ottobre (dato corretto da + 25,9 miliardi di euro). Superate le aspettative degli analisti che invece avevano pronosticato un avanzo di 22 miliardi di euro.

Negli USA l’attenzione è orientata sul passaggio di consegne dalla vecchia amministrazione Trump a quella del neopresidente Biden, che si avvarrà dell’esperienza dell’ex numero 1 della FED, Janet Yellen, nominata Segretario del Tesoro. La Yellen ha già fatto sapere che la sua amministrazione non contrasterà un tasso di cambio orientato dal mercato, una scelta diametralmente opposta a quella della precedente amministrazione ed in particolare con la tesi di Trump che spesso si era espresso contro l’apprezzamento del biglietto verde.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading forex è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker etoro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento Cross Eur-Usd sul Breve-Medio Periodo

Grafico Euro Dollaro - 21 Gennaio 2021

Come in evidenza sul grafico giornaliero, in alto, il cambio Euro-Dollaro ha rimbalzato dall’importante supporto tecnico rappresentato dalla media mobile a 50 periodi (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico).

Le quotazioni in questo momento fanno segnare un rialzo dello 0,45%, a circa 1,213, e stanno per testare nuovamente gli ex sostegni di brevissimo, identificati nelle medie mobili a 25 e 10 giorni (rispettivamente la linea mediana e la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che si sono sovrapposte in area 1,215-1,216.

L’eventuale recupero sopra i livelli appena segnalati potrebbe favorire un nuovo test dei recenti massimi in area 1,23-1,235, previo allungo sopra la resistenza dinamica che si è formata in area 1,22.

Un’eventuale nuova discesa sotto EMA 50, confermata anche nelle sedute successive, invece, potrebbe causare ulteriori flessioni con target in area 1,18.

Per approfondimenti: Fare forex trading, la guida.