Zcash Criptovaluta: cos’è, differenza con Bitcoin, come fare trading

Zcash Criptovaluta cos’è? Zcash criptovaluta come funziona? Come fare trading con Zcash criptovaluta? Zcash criptovaluta è una truffa? Quando si parla di criptovalute, si pensa subito e spesso solo al Bitcoin.

La prima moneta digitale lanciata nel 2009 e partorita da una idea di Satoshi Nakamoto, pseudonimo dietro cui si cela (o si celano) il suo ideatore. Il Bitcoin ha lanciato un nuovo modo di vedere il sistema economico. Ovvero che sia decentralizzato, dove ognuno pesa come gli altri, e che sia svincolato da poteri centrali che potrebbero influenzarlo. Come possono essere Stati nazionali e banche. Tuttavia, se questo ultimo presupposto è stato mantenuto, al punto che alcune tra le principali superpotenze ne sono ancora diffidenti come Usa, Cina e Russia, il primo è venuto a mancare in quanto il potere è finito per essere nelle mani di pochi miners.

Tuttavia, negli anni il Bitcoin ha fatto proseliti e ha dato il La ad un mondo di svariate criptovalute. Tra cui le più importanti sono Ethereum (che oltre ad essere una moneta digitale, è anche un sistema dove è possibile sottoscrivere smart contract); Ripple (sistema utilizzato per cambiare valute velocemente e a basso costo); Monero (molto amato soprattutto per la questione privacy); Litecoin (che offre blocchi molto rapidi); NEM (tecnologicamente molto avanzato); Bitcoin Cash (nato da un Hard Fork di Bitcoin). E appunto Zcash. Che passeremo al setaccio in questo articolo.

Sommario

ZCash criptovaluta cos’è

Cos’è ZCash? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo porci anche un’altra domanda: Come funziona ZCash? Lo Zcash nasce in principio come un fork del Bitcoin, con lo scopo principale di tutelare la privacy di chi svolge con esso le transazioni. ZCash offre infatti un anonimato totale, cosa che non fanno neanche le due criptovalute principali Bitcoin ed Ethereum. Infatti, se è pur vero che queste informazioni restano interne alla blockchain, è pur vero che queste monete sono cripto fino ad un certo punto, dato che gli altri nodi conoscono mittente e destinatario di una transazione.

Zcash criptovaluta invece non pubblica tutti i dettagli completi delle transazioni all’interno del registro pubblico (la blockchain) grazie ad alcuni accorgimenti:

  • Offuscamento del Mittente
  • Offuscamento della Transazione
  • Offuscamento del Destinatario

Pertanto, i due traslatori nonché quanto hanno traslato, resta nella segretezza.

Una prima sperimentazione dello Zcash è avvenuta nel 2003 per opera di alcuni ricercatori della Johns Hopkins University. La quale ha portato verso la creazione di una nuova tecnologia nota come zero knowledge proof per un maggiore anonimato sulle transazioni rispetto ai registri pubblici (blockchain) che caratterizzano le principali criptovalute. Solo nel 2016, è avvenuto il primo lancio della Zcash come moneta virtuale a tutti gli effetti.

ZCash come funziona

Come funziona ZCash? Come fa a garantire l’anonimato? Grazie alla Zero Knowledge Proof, che tradotto sta per “La dimostrazione a conoscenza zero”, la tecnologia alla base dello Zcash. Questa tecnologia consente allo Zcash di differenziarsi del tutto dalla concorrenza. La Zero Knowledge Proof permette di evitare la rivelazione di svariate informazioni altrimenti rese note. Tramite la Zero Knowledge Proof è possibile effettuare le transazioni che funzionano tramite lo Zcash, senza la necessità di verificare alcun dettaglio. Il fondatore e CEO dello Zcash Wilcox-O’Hearn è uno stesso sviluppatore dello Zcash, in collaborazione con la John Hopkins University.

Così Wilcox-O’Hearn descrisse in breve la differenza dello Zcash rispetto al Bitcoin:

Se i Bitcoin sono l’http dei soldi, lo Zcash può essere considerato l’https”.

Zcash è quindi una criptovaluta capace di rendere anonimo ciò che è contenuto all’interno di una transazione. Ciò vuol dire che tutte le informazioni di pagamento sono protette, ed il protocollo usa un sistema crittografico per validare l’identità. La tecnologia zero-knowledge utilizza la sigla Zk-Snark, e rappresenta uno dei massimi livelli della crittografia. Attraverso tale sistema è possibile infatti stilare un registro di tutte le transazioni al 100% sicuro, senza la necessità come detto che siano rivelati il destinatario, il ricevente e neppure il quantitativo inviato.

ZCash, a differenza del Bitcoin, consente agli utenti di decidere se inviare dei pagamenti pubblici (ovvero visibili a tutti) oppure privati, rendendo quindi la privacy del tutto selettiva. I pagamenti che vengono inviati tramite un indirizzo protetto verso uno invece trasparente, permettono di vedere il valore della transazione. Invece, se viene inviato un pagamento da un indirizzo trasparente verso un altro protetto, il valore translato risulta anonimo. Ma c’è una cosa che accomuna ZCash e Bitcoin: il tetto massimo di emissione fissato a 21 milioni di unità. Durante i primi 4 anni, il 20% delle monete viene trasferito al “premio dei fondatori” mediante un portafoglio di tipo multisignature.

Lo scopo dello Zcash è la fungibilità, vale a dire l’obiettivo di rimanere equamente intercambiabile. Ciò vuol dire che le unità di criptovalute devono essere scollegate dalla loro storia, per fare in modo che ogni unità possa essere scambiata con qualsiasi altra. Lo Zcash riesce pertanto a portare la fungibilità all’interno del mondo delle criptovalute, scollegando le monete “protette” dalla storia della blockchain.

La tecnologia zero-knowledge è chiamata zk-SNARK ed è stata ideata da esperti di crittografia. Senza dover mostrare pubblicamente nel registro la transazione, i metadati sono criptati e zk-SNARK è in grado di provare che nessuno stia barando o rubando.

Come fare mining ZCash

Come minare ZCash? Anche il mining dello ZCash è molto interessante, in quanto totalmente diverso rispetto al Bitcoin. Per quanto concerne quest’ultimo, durante gli anni la potenza computazionale per estrarre (mining) le criptomonete come il Bitcoin è sempre maggiore. La difficoltà di estrazione per cryptomonete come il Bitcoin è in continuo aumento. Pertanto, ciò vuol dire che negli anni serviranno macchinari sempre più potenti, costosi e dispendiosi in termini di energia elettrica. Infatti, anche per minare Bitcoin molte società stanno preferendo di recarsi nei Paesi dell’est Europa, dove la corrente elettrica costa molto meno.

Infatti, se si vuole fare mining di Bitcoin, occorre pensarci su due volte, in quanto si va incontro a costi molto importanti. Come la corrente elettrica e l’acquisto di macchinari potenti. Tanto è che secondo gli esperti per raggiungere la parità tra costi e ricavi ci possono volere anche svariati mesi.

Il mining di Zcash è strutturato in modo del tutto differente. I programmatori dello Zcash hanno infatti strutturato la criptovaluta per permettere praticamente a tutti di minare lo Zcash. E questo è il principio che inizialmente muoveva la nascita del Bitcoin. Poi venuto a mancare col tempo.

La capacità di estrazione dello Zcash dipende infatti dalla RAM (Random Access Memory) che è presente all’interno del proprio computer. Ciò sta a significare che ZCash può essere minato anche da computer meno potenti e dunque essere miners di ZCash possono farlo tutti.

ZCash valore

Qual è la quotazione dello ZCash? Il prezzo dello Zcash è cresciuto di molto nel corso del 2017. Nel 2016 il suo valore è risultato sottotono, mentre nel è passato da 50 dollari circa ai 270 dollari in soli 11 mesi, registrando quindi un incremento pari al 440% in meno di un anno. ZCash quindi ha seguito il trend positivo di tutte le criptovalute più importanti. Anzi, in alcuni casi è stato anche migliore. Nel momento in cui vi scriviamo, ZCash è quotata a 3,15 euro, con un aumento dell’8,35%.

Dove fare trading ZCash

Dove è possibile fare trading sullo ZCash? Naturalmente scegliendo sempre broker seri ed affidabili. Che abbiano queste caratteristiche:

  • Licenza CySEC (massima autorità europea sui mercati finanziari) e CONSOB (sul territorio italiano)
  • Conto demo per fare pratica quando si è agli inizi con soldi virtuali
  • Zero commissioni
  • Spread favorevoli
  • Assistenza clienti in italiano, facilmente raggiungibile e sempre disponibile
  • Grafici chiari
  • Formazione continua
  • Informazioni sul mercato del trading

I Broker che vantano queste caratteristiche sono:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial tradingTrading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

E’ consigliabile fare trading su ZCash tramite CFD, i contract for difference. Che consentono di speculare su un asset senza possederlo direttamente. I CFD consentono di speculare al rialzo o al ribasso. Cosa significa ciò? Che consentono di trarre un profitto sia quando il valore di Zcash sale, sia quando scende. I broker che offrono CFD non applicano commissioni, ma il loro profitto è generato solo da un minuscolo spread (differenza) tra il prezzo a cui è possibile vendere e quello a cui è possibile comprare il contratto. Da non confondere quindi con lo Spread che ci ha spaventati a cavallo del 2011 e del 2012.

Ultimo vantaggio, i CFD sono anche facili da usare. Tuttavia, consigliamo sempre di spratichirvi tramite un Conto demo. Così da non perdere i vostri soldi reali.

ZCash è una truffa?

E’ lecito chiedersi: ZCash è una truffa? Possiamo dire tranquillamente di no, in quanto è offerta da broker che godono della licenza di organi preposti al controllo sulla trasparenza e sulla tutela dei trader. Inoltre, scegliendo i CFD, si opta per uno strumento trasparente. Diverso è il caso di voler acquistare toker di ZCash, tramite piattaforme di exchange. In quanto si può incappare in autentiche truffe. E anche se gli Exchange di criptovalute siano trasparenti e in buona fede, in genere applicano commissioni così elevate che diventa difficile trarre profitti significativi, a meno che non si disponga di un capitale elevato. In questo caso, il problema da superare è che che si guadagna esclusivamente quando il valore della criptomoneta sale.

ZCash critiche

Una critica che viene mossa a ZCash è il fatto che il suo sistema che garantisce il totale anonimato possa essere preferito da persone con altri scopi. Si pensi al riciclaggio di denaro sporco, al finanziamento di organizzazioni terroristiche, alla compravendita illegale di armi. Il CEO Zooko Wilcox-O’Hearn e i programmatori che lavorano da anni allo ZCash si difendono da questa accusa affermando di aver creato questa criptovaluta con lo scopo di fornire un adeguato livello di privacy per le persone che vogliono effettuare le transazioni in maniera anonima e senza che lo sappiano tutti i nodi. Resta dunque alla coscienza di chi la usa farne un uso etico.

ZCash previsioni future

Conviene investire in ZCash? Quali sono le previsioni future su ZCash? Per molti, questa criptovaluta è ancora un mistero, in quanto è stata sottotono fino al 2016, per poi subire una impennata per tutto il corso del 2017. Seguendo come detto il trand di Bitcoin e delle altre criptovalute. Anzi, facendo pure meglio di alcune di esse. Ad oggi si piazza quinta a livello di volumi di transazioni, dietro solo Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin. Ma non possiamo dire come andrà di qui ai prossimi 5 anni. Certo, il fatto che garantisca il massimo della privacy lo rende molto appetibile ed interessante. Quindi è difficile che subisca un crollo o sparisca. Almeno che qualche Paese non lo metta fuorilegge proprio per evitare che sia usato per altri motivi poco leciti. Per tutelarsi, meglio acquistarli tramite CFD.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY