Widiba Trading: cos’è, come funziona, opinioni

Cos’è il trading Widiba? Come funziona il trading Widiba? Quali sono le opinioni su trading Widiba? Quali sono le recensioni su trading Widiba?

In questo articolo rispondiamo a queste domande sul trading offerto dalla Banca Widiba.

Widiba chi è

Partiamo col vedere chi è la Banca Widiba S.p.A.

Essa è stata fondata l’8 novembre 2013, al fine di diventare la banca online del gruppo Monte dei Paschi di Siena, nota anche con l’acronimo MPS. Banca storica che figura anche come socio unico.

Peraltro, la Banca Widiba viene considerata dal gruppo stesso uno dei pilastri per il rilancio e il riposizionamento del modello di business del Gruppo.

Da Monte dei Paschi di Siena riceve i rami d’azienda Area Sviluppo Banca Online, Servizio Promozione Finanziaria, Dipartimento Operativo Rete Promozione Finanziaria. In totale, vanta 93 dipendenti e 590 promotori finanziari. Tutti controllati dal gruppo MPS stesso. Amministratore delegato è invece Andrea Cardamone

Fa il suo esordio sul mercato il 18 settembre 2014, con un capitale di 100 milioni di euro. Tutti versati il 22 dicembre 2014.

A fine 2015 contava 139mila clienti e 6,5 miliardi di raccolta. Ha chiuso il bilancio d’esercizio con un margine di interesse di 25 milioni, 9,7 milioni di commissioni nette e 34 milioni di margine d’intermediazione.

Il primo semestre 2016 ha visto salire la raccolta a 6,9 miliardi, i clienti a 150.000 unità e le perdite ridotte a 4,8 milioni.

A livello patrimoniale, Widiba è una delle istituzioni più solide del mercato, con un CET1 pari al 46,74%. Non avendo offerto, fino al 2015, mutui o finanziamenti ai suoi clienti.

A partire da fine 2016 ha iniziato a concedere mutui e prestiti personali mediante la partnership con Findomestic Banca.

⇒ CLICCA QUI APRIRE UN CONTO WIDIBA

Widiba cosa significa

Il nome Widiba è un acronimo di uno slogan inglese: “Wise, Dialog, Banking”. Che in italiano significa: “saggio dialogo attraverso l’internet banking”.

Monte dei Paschi di Siena chi è

Abbiamo detto che a fare capo alla banca è Monte dei Paschi di Siena.

Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. conosciuta come BMPS o semplicemente MPS, è una banca italiana. Tracciando la sua storia a un monte di pietà fondato nel 1472 (547 anni fa) e fondato nella sua forma attuale nel 1624 (394 anni fa), è la banca più antica o seconda più antica del mondo, a seconda della definizione, e la quarta più grande italiana banca commerciale e al dettaglio.

Nel 1995 la banca, allora conosciuta come Monte dei Paschi di Siena, è stata trasformata da una società per azioni a una società a responsabilità limitata denominata Banca Monte dei Paschi di Siena (Banca MPS). La Fondazione Monte dei Paschi di Siena è stata creata per continuare le funzioni di beneficenza della banca e per essere, fino al salvataggio del 2013, il suo maggiore azionista unico. Oggi Banca MPS conta circa 2000 filiali, 26.000 dipendenti e 5,1 milioni di clienti in Italia, oltre a filiali e attività commerciali all’estero.

Una controllata, MPS Capital Services, si occupa di corporate e investment banking.

Secondo una ricerca di Mediobanca e un comunicato stampa del Banco BPM, il Banco BPM ha superato BMPS come terza banca commerciale in termini di totale attivo al 31 dicembre 2016, dopo la formazione formale Banco BPM il 1 ° gennaio 2017.

Nel 2016-17, BMPS ha faticato per evitare un collasso, ed è stato nuovamente salvato dal governo italiano nel luglio 2017.

Fino al 2012 la maggioranza del capitale sociale della banca era in mano alla Fondazione Monte dei Paschi. Ma da quell’anno la Fondazione ha incominciato a dismettere e diluire, in seguito di aumenti di capitale, la propria partecipazione fino ad arrivare, nel 2016, a possedere solo circa l’1,5% del capitale.

Al 31 dicembre 2016, come risulta dal bilancio,[34] l’azionista di riferimento è diventato lo Stato Italiano attraverso la partecipazione del Ministero dell’economia e delle finanze.

Il 5 ottobre, Monte dei Paschi di Siena ha annunciato la vendita della sua controllata belga, Banca Monte Paschi Belgio (BMPB) ad una società partecipata da fondi gestiti da Warburg Pincus. Il prezzo di vendita è stato fissato in 42 milioni di euro, soggetto a un meccanismo di adeguamento.

Widiba è affidabile?

Sebbene la storia recente di MPS abbia fatto registrare qualche problema, possiamo però dire che Widiba possa essere considerata una piattaforma di trading sicura.

La società è iscritta all‘albo delle banche (n. 5760 ABI 3442.1), al registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi presso IVASS (sezione D n. D000495877) e al registro delle imprese di Milano (n. 08447330963 n. Numero REA MI – 2040086).

Widiba aderisce al fondo interbancario di tutela dei depositi e al Conciliatore Bancario, all’Arbitro Bancario Finanziario e alla Camera di Conciliazione e Arbitrato presso la CONSOB.

Ciò significa che non siamo dinanzi a quelle piattaforme che promettono la Luna, per poi far sparire pure i soldi investiti. Piattaforme con sede nei Paradisi fiscali, per cui è anche impossibile denunciarli. Non a caso, tali Broker non hanno la licenza degli organi preposti al controllo dei mercati finanziari.

Widiba Trading cos’è

La piattaforma di trading Widiba copre 22 mercati mondiali negoziabili online in tutte le valute.

E’ possibile fare trading su Azioni, obbligazioni, ETF, CW, Certificates. Vanta un Portafoglio virtuale per simulare ordini di acquisto e vendita. Offre grafici interattivi e personalizzabili, nonché Indici e quotazioni in tempo reale.

E ancora:

  • Watchlist e Azioni
  • portafoglio integrato con tutti gli strumenti finanziari
  • cross selling obbligazionario
  • ordini condizionati
  • stop loss e take profit
  • prestito titoli
  • monitor e alert ordini
  • quotazioni

Cosa sono le Watchlist? Si tratta di liste personalizzate che servono per tenere monitorati i titoli e gli strumenti finanziari di interesse.

⇒ CLICCA QUI APRIRE UN CONTO WIDIBA

Widiba trading commissioni e costi

Quali sono le commissioni del trading Widiba? Quali sono i costi in generale.

Come riporta il sito stesso, la piattaforma offre un profilo commissionale semplice. Ovvero lo 0,15% su tutti i mercati. Con un minimo di 10 euro e massimo di 15.

Tutti gli altri servizi sono gratuiti, ovvero:

  • Apertura Deposito Titoli
  • Spese custodia e amministrazione Titoli
  • Operazioni societarie
  • Estratto conto digitale
  • Canone mensile

Widiba trading come funziona

Come funziona il Trading Widiba? Come riporta sempre il sito ufficiale della piattaforma, essa offre le seguenti possibilità:

  • Tramite Pc e su app, smartwatch e smart TV
  • possibilità di comprare e vendere con un clic con la funzionalità Azioni
  • possibilità di acquistare i filtri per rendere il risultato delle ricerche sempre più efficace
  • possibilità di impostare stop loss e take profit
  • imposte un alert che aggiorna sull’andamento dei titoli
  • operare con il Portafoglio reale o simuli con quello virtuale
  • esecuzione degli ordini alle migliori condizioni possibili
  • inserire ordini automatici

Widiba trading opinioni e recensioni

Quali sono le opinioni sul trading Widiba? Quali sono le recensioni sul trading Widiba?

Stando a quanto dice il famoso sito di opinioni e recensioni Trustpilot, Widiba ha un punteggio scarso (1 sola stella). Molti utenti si sono lamentati sia dei disservizi della piattaforma che del conto corrente Widiba.

Inoltre, tra i commenti è stato spesso menzionato il fatto che questa piattaforma fa parte del gruppo Monte dei Paschi di Siena. Che dopo i fatti del 2016 ha perso un po’ di credibilità. In realtà, occorre però sottolineare che a fine 2018 tantissimi clienti di MPS sono stati inviati verso la controllata Widiba, senza possibilità di reclamo.

Un altro limite non di poco conto riscontrato nella piattaforma di trading Widiba è che manchino le criptovalute tra gli asset su cui investire. E ciò potrebbe far propendere molti trader ad indirizzarsi verso altri Broker.

⇒ CLICCA QUI PER INIZIARE CON WIDIBA
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY