Widiba Carta Prepagata: Costi, Limiti e Recensioni

Cos’è la carta prepagata Widiba? Quali sono i costi della carta prepagata Widiba? Quali sono i limiti della carta prepagata Widiba? Quali sono le recensioni della carta prepagata Widiba? Quali sono le opinioni sulla carta prepagata Widiba? Come funziona la carta prepagata Widiba? La carta prepagata Widiba è una truffa? Widiba è una Banca affidabile?

In questo articolo risponderemo a queste ed altre domande riguardo la carta prepagata Widiba. Le carte prepagate sono ormai molto diffuse e si fanno preferire per la loro praticità e flessibilità. Tanto che ormai sul mercato ce ne sono tantissime.

Ovviamente, prima di sottoscrivere una carta, occorre capire bene come funziona e se la Banca che la emette è affidabile. Del resto, spesso non mancano cavilli di contratto che sfuggono al cliente e di recente sono tanti gli scandali che hanno riguardato anche banche storiche e rinomate.

Quindi, occorre informarsi molto prima di fare un passo del genere. Del resto, parliamo pur sempre dei nostri risparmi e quindi occorre andarci coi piedi di piombo onde ritrovarsi in spiacevoli situazioni.

Alla luce di ciò, vediamo se la carta prepagata emessa da Widiba conviene davvero per servizi offerti, trasparenza e affidabilità.

Clicca qui per ottenere la tua carta prepagata Widiba.

Banca Widiba dati

Partiamo dai dati del profilo della Banca Widiba. Come riportato sul sito ufficiale, ecco i dettagli della compagnia:

a) Sede legale e sede centrale

Via Messina 38, Torre D – 20154 Milano

b) Capitale azionario

€ 170.000.000, interamente versati

c) Registrata nel registro bancario

n. 5760 ABI 3442.1

d) Codice Fiscale, Partita IVA e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano

n. 08447330963 REA n. MI – 2040086

e) Parte del Gruppo Montepaschi – Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., iscritta all’Albo dei Gruppi Bancari

n. 5274

f) Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. – Socio unico

g) Banca iscritta nel Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi presso l’IVASS (Autorità italiana di vigilanza sulle assicurazioni), sezione D

n. D000495877.

h) Membro del Fondo di protezione dei depositi interbancari

i) Membro del Banking Ombudsman, del Banking and Financial Arbitration Body e della Consob Chamber of Conciliation and Arbitration

Banca Widiba chi è

Banca Widiba S.p.A. nasce l’8 novembre 2013 come banca online del gruppo Monte dei Paschi di Siena, suo socio unico. Mps definisce Widiba uno dei pilastri per il rilancio e il riposizionamento del modello di business del Gruppo.

Mps vi concentra i rami Area Sviluppo Banca Online, Servizio Promozione Finanziaria, Dipartimento Operativo Rete Promozione Finanziaria. La Banca gestisce quindi la consulenza patrimoniale per conto di Monte dei Paschi di Siena.

Inizialmente, Widiba conta 93 dipendenti e i 590 promotori finanziari.

Andrea Cardamone viene designato amministratore delegato.

Widiba cosa significa

Il nome Widiba deriva dalle iniziale di tre parole chiave “Wise, Dialog, Banking”. Che tradotte danno vita alla frase: “saggio dialogo attraverso l’internet banking”. A sceglierlo è stata una Community di 115mila persone.

Il nome è venuto fuori dopo un anno di scambi di idee con oltre 150.000 utenti, che hanno contribuito attivamente al suo sviluppo: dalla concezione e selezione del nome (WIse-DIalog-BAnk) alla presentazione di 3.500 idee che sono poi state trasformate in prodotti e servizi offerti ai suoi clienti.

Widiba storia

La storia di Widiba inizia nel settembre 2014, quando la piattaforma online viene ufficialmente lanciata. Con 145 prodotti e servizi attivabili.

Esordisce sul mercato il 18 settembre 2014, con un capitale di 100 milioni di euro. Successivamente versati in data 22 dicembre 2014.

Nel giro di un anno, contava 139mila clienti e 6,5 miliardi di euro di raccolta fondi. L’esercizio viene chiuso con un margine di interesse di 25 milioni, 9,7 milioni di commissioni nette e 34 milioni di margine d’intermediazione. Ma anche una perdita pari a 11 milioni. I dipendenti erano invece 163.

Nei primi sei mesi del 2016, ha raccolto 6,9 miliardi di euro. Mentre i clienti sono giunti a 150.000, mentre le perdite sono state ridotte a 4,8 milioni di euro.

Widiba vanta un CET1 al 46,74%. Ciò dovuto anche al fatto che nel primo anno di vita, non ha previsto mutui o finanziamenti.

Cosa che invece inizierà a fare da dicembre 2016, grazie ad una partnership con Findomestic Banca.

Widiba e le vicende giudiziarie di Monte dei Paschi di Siena

Quando si parla della Banca Widiba e dei suoi servizi, non si può non fare cenno alle vicende giudiziarie che hanno travolto la Banca che l’ha lanciata: Monte dei Paschi di Siena.

In data 30 luglio 2013, il pubblico ministero conclude le indagini che hanno indagato sul dissesto che l’acquisizione sovrapprezzo della Banca Antonveneta avrebbe causato a MPS.

Ciò ha comportato l’emissione di vari avvisi di garanzia. Tra cui all’ex presidente Giuseppe Mussari, l’ex direttore generale Antonio Vigni e a Gianluca Baldassarri. Ex capo dell’area finanza.

Oltre a MPS, viene indagata anche la banca americana JPMorgan Chase.

Un’altra inchiesta riguarda i contratti derivati Alexandria e Santorini, sottoscritti rispettivamente con la banca giapponese Nomura Holdings e la banca tedesca Deutsche Bank.

L’accusa ritiene che tali contratti non sarebbero stati rivelati né ai controllori interni né alle autorità di vigilanza. Ma che sono venute a galla solo nel 2012, con l’arrivo dei dirigenti Alessandro Profumo e Fabrizio Viola. Mentre Deutsche Bank era già sotto inchiesta nel proprio paese tedesco d’origine.

Nell’ottobre 2014 arrivano le prime condanne emesse dal Tribunale di Siena, mentre alcuni filoni d’inchiesta vengono trasferiti per competenza territoriale al Tribunale di Milano.

Nel 2017 invece, la Corte d’Appello di Firenze ha assolto Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri dall’accusa di ostacolo alla vigilanza in merito alla ristrutturazione del derivato Alexandria.

Sono poi altre le accuse e le inchieste ai danni dei vertici MPS per la gestione opaca del primo decennio degli anni 2000.

Tali vicende giudiziarie hanno ovviamente scandalizzato i più, visto che Monte dei Paschi di Siena è nata nel lontano 147. Inizialmente come Monte di Pietà per aiutare le classi disagiate senesi. Negli ultimi decenni, invece, si era trasformata in una facile erogatrice di denaro in tutta la regione Toscana e per le più disparate attività. Tanto da meritarsi l’appellativo di “grande mamma”.

La Banca Widiba è affidabile?

Alla luce delle cronache giudiziarie che hanno coinvolto la Banca madre, Monte dei Paschi di Siena, viene da chiedersi se Widiba sia una banca affidabile.

Ad oggi, possiamo dire che questa Banca online non sia stata toccata da vicende giudiziarie. Inoltre, abbiamo visto che gode dell’iscrizione di importanti registri. Come quello della Consob. Ed è anche Membro del Fondo di protezione dei depositi interbancari.

Widiba offre una piattaforma online completamente personalizzabile e una rete di oltre 600 promotori finanziari presenti in tutta Italia.

Widiba è una banca completa che combina una piattaforma tecnologica con la consulenza professionale dei suoi consulenti personali che ascoltano attentamente i nostri clienti e si occupano della costruzione di relazioni profonde e durature.

Banca Widiba carte

La banca online Widiba offre varie carte. Tutte aventi le seguenti caratteristiche generali:

  • 34 stili diversi per renderle il più possibile vicine alla propria personalità
  • ATM evoluti per versare contanti e assegni
  • Pagamenti possibili sia contactless che mobile
  • Alert tramite sms ad ogni pagamento eseguito
  • Richiesta assegni online

Carta prepagata Maxi Widiba caratteristiche

La Banca Widiba offre una carta prepagata chiamata Maxi. Queste le sue principali caratteristiche:

  • ricariche online gratis per sempre
  • possibilità di utilizzo pure all’estero
  • ricaricabile fino a 10mila euro pure mediante app

>>> Clicca qui per richiedere la carta Widiba.

Carta prepagata Maxi Widiba condizioni

Ecco invece le condizioni della Carta prepagata Maxi offerta dalla Banca Widiba al momento della scrittura:

  • Canone annuo pari a: 10 euro
  • Circuito internazionale previsto: Vita Electron
  • Limite importo ricaricabile fissato a: 10mila euro
  • Commissioni per le ricariche online: 0 euro
  • Possibilità di attivare un servizio alert mediante: Sms, Push, e-mail
  • Commissioni per il prelievo tramite: ATM del Gruppo Monte dei Paschi di Siena: 0 euro. Mentre all’estero hanno un costo di: 2€

Carta prepagata Maxi Widiba come si attiva

Come si attiva una carta prepagata Maxi della Banca Widiba? Occorre avere attivato il Conto Widiba. Per richiederla, entra in Widiba e digita Richiesta carte.

Successivamente, puoi scegliere un layout per la carta tra i tanti offerti dalla banca.

Carta prepagata Maxi Widiba tempi di consegna

Entro quando arriva la carta prepagata Maxi di Banca Widiba? La consegna avviene tramite corriere espresso entro 4/5 giorni lavorativi dalla richiesta. La spedizione delle carte è gratuita.

Carta prepagata Maxi Widiba furto e smarrimento

Come fare in caso di furto o smarrimento della carta prepagata Maxi emessa dalla Banca Widiba. Come per tutte le carte, in caso di smarrimento, furto o clonazione occorre bloccarla prima che venga utilizzata contro la vostra volontà.

Per farlo, occorre chiamare il Numero Verde 800 822 056 (+390260843768 se si chiama dall’estero). Un operatore si occuperà di bloccarla.

Carta prepagata Widiba recensioni e opinioni

Quali sono le recensioni della carta prepagata Widiba? Quali sono le opinioni sulla carta prepagata Widiba? Dati i tanti vantaggi che offre, come i bassi costi di gestione, i limiti di spesa alti e la flessibilità che va tutto a vantaggio di giovani, viaggiatori, disoccupati e protestati, gode largamente di recensioni e opinioni positive.

>>> Clicca qui per richiedere la carta Widiba.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY