Wall Street apre a ribasso a causa delle elezioni Trump-Clinton

Finalmente siamo giunti alla data attesa da tutto il mondo, ma la più attesa per il popolo americano, chiamato ad eleggere proprio oggi il suo nuovo Presidente.
Vista dunque l’importanza e l’incertezza sul candidato vincitore tra Trump e Hillary Clinton, dove la seconda, risulta leggermente in vantaggio rispetto al primo, Wall Street apre in leggero ribasso cedendo lo 0,15% con il Nasdaq a -0,25%.

Chi vincerà tra Trump e Clinton? Wall Street anticipa i sondaggi?

Se come si dice, i mercati sono anticipatori di eventi macro economici, allora c’è la possibilità che i sondaggi sbaglino e l’imminente vincitore sia Trump proprio perchè Wall Street ha aperto in calo.wall street

Come si giustifica ciò?

Semplicemente col fatto che Trump nei suoi comizi è piu volte andato contro il sistema economico finanziario statunitense, in particolare schierandosi contro la Federal Reserve, accusandola di avere troppo potere e di essere troppo politicizzata.
Ecco allora che i mercati temono una probabile vittoria di Trump e fanno capire agli investitori come non gradiscono questo evento.

L’interpretazione opposta di Wall Street a ribasso
Nonostante quanto detto, potremmo a che fare con un ‘interpretazione opposta. Ossia, sapendo i mercati che la Clinton vincerà e gradendo questo evento, si preparino alla netta salita accumulando potenziale con questa breve discesa giornaliera.

Non ci resta che rimanere sintonizzati stanotte e domattina per scoprire quale sarà l’esito del tutto.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY