Vacanze all’estero, quanto costa prelevare e pagare con le carte?

Il periodo delle vacanze è oramai entrato nel pieno della sua intensità e, con esso, anche la voglia di fare un po’ di shopping oltre confine. Ma siamo sicuri di conoscere esattamente quanto costi poter prelevare e pagare all’estero con le proprie carte?

Per cercare di rispondere a questo interessante quesito, SosTariffe.it ha compiuto un significativo approfondimento con il quale ha analizzato le commissioni per il prelievo di contanti e per il pagamento tramite carta, scoprendo altresì che il bancomat associato a un conto corrente online può offrire un risparmio del 45,5% rispetto al conto tradizionale e del 96% rispetto alle carte di credito.

Costi

Per quanto concerne, in particolare, i costi, SosTariffe.it ha scoperto che l’operazione di prelievo di 200 euro una tantum da sportello ATM ha un costo medio nell’area euro di 0,70 euro per quanto attiene le carte associate ai conti online, 10,5 euro per i conti tradizionali e 6,73 euro per le carte di credito. Il costo scende a 0,57 euro per quanto concerne i prelievi di importi maggiori (500 euro) per le bancomat associate a conti online, rimane a 1,05 euro per le carte bancomat associate a conti tradizionali, e sale a 16,10 euro (essendo fondamentalmente proporzionale all’importo erogato) per le carte di credito. Rimane invece confermata, in area euro, la gratuità delle operazioni di pagamento presso esercizi commerciali.

Se dall’area euro ci si sposta in quella extra-moneta unica, il discorso varia sensibilmente. In questo caso la differenza di convenienza tra le carte associate ai conti online e quelle associate ai conti tradizionali si assottiglia notevolmente, fino a (quasi) azzerarsi. Ne è una dimostrazione che il costo medio di un prelievo di 200 euro una tantum effettuato da sportello ATM è pari a 3,61 euro, contro i 3,75 euro del conto tradizionale, mentre il prelievo di 500 euro ha un costo di 5,38 euro per le carte associate a conti online, e 5,36 euro per i conti tradizionali. Costo estremamente salato, invece, per i prelevamenti effettuati con carte di credito, con un costo di 10,15 euro per i prelievi di 200 euro una tantum e di 27,78 euro per i prelievi di 500 euro.

Risparmio

Insomma, dagli studi effettuati emerge come il risparmio maggiore si ottenga utilizzando le carte associate a un conto online, ma come tale convenienza – per lo meno, rispetto alle carte associate ai conti tradizionali – sia più ridotta se le operazioni vengono compiute fuori dai confini dell’eurozona. Per i pagamenti, inoltre, non vi è alcun dubbio: meglio utilizzare i bancomat rispetto alle carte di credito, considerato che le carte di debito hanno dei costi praticamente azzerati in area euro.

Per quanto concerne infine l’utilizzo delle carte all’estero, ricordiamo che è buona norma cercare di informarsi sul livello di accettabilità di tali strumenti transazionali, e che – in caso di smarrimento, furto o scippo – è necessario presentare immediata denuncia, e darne comunicazione al servizio clienti della propria banca (a tal fine, prima della partenza, annotate tutti i numeri utili da telefonare dall’estero).