Come fare un telegramma: guida alle modalità, ai costi e alle procedure

Devi inviare una comunicazione urgente al destinatario? Hai necessità che il messaggio sia ricevuto il giorno stesso dell’invio? Scopri il servizio della spedizione di un telegramma: sicuro, veloce e tracciabile, il telegramma può essere inviato tutti i giorni dell’anno, sette giorni su sette.

Sembra che sia quasi un servizio poco fruito dagli utenti, invece, il telegramma assolve ad una rilevantissima funzione specie se si vuole inviare una comunicazione assolutamente urgente e veloce, senza troppe attese (per esprimere le condoglianze nel caso di lutto o per esprimere le felicitazioni, in caso di anniversario, laurea e matrimonio). Vediamo in questa guida come fare ad inoltrare un telegramma, quali sono le modalità di spedizione e quanto costa.

Come fare un telegramma: modalità di spedizione

Una volta che si è deciso il contenuto testuale e la comunicazione da redigere, non si deve fare altro che optare per la modalità di spedizione.

Le modalità di spedizione del telegramma sono davvero diverse e possono permettere di scegliere in base alle diverse esigenze e disponibilità di tempo dei mittenti di recarsi presso un ufficio postale tradizionale o di effettuare l’invio telematico. Se, poi, non si ha la possibilità di muoversi dal proprio domicilio, è data la possibilità di inoltrare il telegramma via telefono.

Per inoltrare un telegramma online, Poste Italiane consente di inviare comunicazioni urgenti in tempi rapidi, in Italia e all’estero. L’invio del Telegramma Online è garantito dal rapporto di trasmissione che Poste Italiane rilascia al momento dell’inoltro telematico.

Ecco come inviare un Telegramma via web: basta collegarsi al sito https://www.poste.it/gamma/telegrammi.html e registrare i dati personali se non si dispone di un account.

A questo punto occorre recarsi nella sezione telegrammi ed optare se utilizzare un testo predefinito tra quelli indicati, oppure se personalizzare il messaggio.

Il costo del servizio fruibile online dipende dal numero di parole inserite nel testo da inviare; il pagamento del servizio viene effettuato con addebito su Postepay, carta di credito o sul conto corrente postale.

Il telegramma verrà recapitato il giorno successivo all’invio in forma cartacea al destinatario: si tratta di un servizio che può essere utilizzato 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Il mittente riceve il rapporto di trasmissione via email contenente:

  • il dettaglio del mittente e del destinatario
  • la data di accettazione
  • il numero identificativo
  • il testo del Telegramma

Nel caso in cui si voglia inviare un Telegramma telefonicamente si dovrà contattare il 186 da un cellulare TIM oppure da un numero di telefono fisso.

Questo servizio è disponibile tutti i giorni, festivi compresi, dalle 7.00 alle 23.00 su tutto il territorio nazionale. Il pagamento dell’invio del telegramma verrà computato ed addebitato direttamente sulla SIM prepagata TIM (se chiamate da cellulare) oppure addebitato in bolletta alla fine del mese (se si chiama da telefono fisso).

Nel caso in cui si volesse inviare un telegramma dall’ufficio postale, basterà recarsi presso un qualsiasi Ufficio Postale ubicato sul territorio nazionale: si deve comunicare all’operatore tutti i dati del destinatario e il testo che si deve avere intenzione di inoltrare al destinatario.

Il prezzo del servizio potrà variare in base alla lunghezza del testo ed il pagamento sarà perfezionato in filiale con contanti o altri metodi di pagamento.

Questa modalità di spedizione è vincolata agli orari di apertura dell’Ufficio Postale di riferimento e ciò può essere un “punto di sfavore” rispetto alle altre modalità (via web o telefono).

Come redigere il messaggio di un Telegramma

Per quanto concerne il contenuto e la forma del messaggio di un Telegramma, deve essere breve e conciso: è un buon consiglio scrivere un contenuto in poche e semplici righe in uno stile semplice, pulito, sobrio e formale.

Preferire sempre uno stile trasparente senza troppi “fronzoli”, evitando periodi complessi e troppo lunghi, il messaggio contenuto nel telegramma deve essere trasparente ed arrivare al “cuore” del soggetto destinatario.

Di solito, un telegramma si inoltra soprattutto per i lutti o i lieti eventi, come gli anniversari; ovviamente, a seconda dell’evento si dovrà optare per due tipologie di registri.

Per un telegramma di condoglianze, occorre utilizzare frasi come: “Questa perdita mi rattrista molto. Ti sono vicino nel dolore”, “Condoglianze sentite”, “Il suo ricordo ci accompagnerà per sempre”, “Esprimiamo le più sincere condoglianze per questo profondo momento di lutto”.

Per questo evento così drammatico relativo alla perdita di una persona, è davvero difficile trovare le giuste parole per esprimere la propria vicinanza alle persone che hanno perso il proprio caro.

Per redigere un telegramma di felicitazioni (matrimonio, anniversario, battesimo, laurea…) si può optare per queste frasi ed espressioni “gioviali”: “Congratulazioni per il lieto evento, vi auguro tanta gioia e felicità” “Felicitazioni agli sposi, che i nostri auguri vi giungano con tutto l’affetto che meritate”,“Vi auguro tanta felicità per l’inizio della vostra vita insieme”.

A conclusione del telegramma, occorre sottoscrivere ed apporre la firma del mittente, in modo tale da far conoscere al soggetto destinatario chi ha inoltrato il messaggio.

Costi del servizio di inoltro del Telegramma

Per quanto concerne gli oneri economici, il servizio Telegramma non ha costi esosi:

  • per i telegrammi nazionali inviati da ufficio postale, telefono, web o via App, il servizio ha un costo che parte dai 5,20 euro;
  • per i telegrammi internazionali inviati da ufficio postale, telefono, web e App, il servizio ha un onere che parte dalla tariffa di 7,20 euro.

LEAVE A REPLY