Uber vale 40 miliardi di dollari

Uber, la società che ha rivoluzionato il comparto dei trasporti privati minando alla base il comparto dei tassisti, avrebbe un valore di circa 40 miliardi di dollari e sarebbe vicina a ottenere nuove risorse finanziarie per 1 miliardo di dollari. Se confermato, il valore di Uber sarebbe pari a oltre il triplo rispetto a Hertz, società leader nel noleggio auto (che oggi vale circa 11 miliardi di dollari) e sarebbe quasi una volta e mezzo in più rispetto all’odierna capitalizzazione di Twitter, rendendo quindi la start up tra le assolute big internazionali.

Ma da dove deriva tale valore? Stando a quanto riporta Bloomberg, la stima deriverebbe dal fatto che la società californiana sta cercando ancora nuovi soci attraverso cui ottenere nuovi capitali freschi, per crescere ulteriormente. Un round di raccolta che segue quello da 1,2 miliardi di dollari ottenuto positivamente sei mesi fa, quando Uber venne valutata circa 17 miliardi dollari. Oggi il suo valore sarebbe invece più che raddoppiato, con ciò che ne consegue sul fronte degli stakeholders che hanno in mente di cavalcare questa esponenziale crescita.

Sempre secondo quanto ricorda Bloomberg citando fonti bene informate sulle trattative, in lizza per diventare investitori vi sarebbero T Rowe price Group e il fondo Fidelity, peraltro – quest’ultimo – già entrato in un precedente giro di raccolta di capitali. Scopo del round di finanziamenti invernali è abbastanza chiaro: cercare di stimolare ulteriormente la crescita internazionale, dopo che Uber, dal 2009 ad oggi, è già riuscita ad approdare in 220 città in tutto il mondo.

Ad ogni modo, non sono pochi coloro che ritengono che la quotazione pubblicata nelle ultime ore sarebbe particolarmente “esagerata”, ricordando come già la valutazione di 17 miliardi di dollari in estate fosse considerata sostanzialmente un record, e che pertanto i 40 miliardi odierni potrebbero essere una significativa sovra stima.

In ogni caso, non c’è da sorprendersi se in queste settimane la stampa internazionale si espone in modo così chiaro nell’elencare delle valutazioni monstre. Ultimo è il caso del produttore di smartphone Xiaomi (oggi tra i principali produttori di telefonia mobile del mondo, con stime di leadership globale – davanti a Apple e Samsung – tra 5 anni), che in Cina starebbe valutando una quotazione con valore fino a 50 miliardi di dollari…

  • Fabio_Prizzo

    Uber ha fatto tanto discutere, fatto sta che è un dato di fatto che se la gente lo utilizza, evidentemente è un servizio che le persone vogliono, tanto che si è diffuso in più di 200 città.
    Le tariffe economiche e l’app innovativa hanno fatto il resto.
    Personalmente ho iniziato ad usare Uber quando ancora era in una fase embrionale in Italia, e mi si è aperto un mondo…

    Chi volesse provare il servizio può farlo con ***20€ DI CREDITO UBER GRATIS*** inserendo all’iscrizione il codice AZ84P12 , che equivale ad un viaggio di media entità, considerate le tariffe.