Twitter: Google non conferma l’offerta

Nonostante Twitter sia uno tra i Social Network molto apprezzato dagli utenti, non è stato in grado di sostenere la concorrenza di altri come Instagram, Facebook ed il sempre più utilizzato Snapchat. Dopo un periodo in cui si vociferava la situazione di crisi che la società stava affrontando, recentemente ne è giunta la conferma ufficiale: Twitter è in vendita.

Tra i vari possibili acquirenti si è ristretto il campo ai tre colossi Disney, Google ed Apple, tuttavia fino a poco tempo fa non erano state rilasciate dichiarazioni.

Twitter in discesa a Wall Street

Nella mattinata di ieri, Twitter è disceso ulteriormente nel mercato di Wall Street con una perdita del 19%, probabilmente l’ulteriore calo del titolo è dipeso dalla voci che hanno lasciato ad intendere il ritiro di Google nella gara d’acquisto. twitter

A suggerire l’uscita di Google dalle trattative è il sito Recorde, il quale ha pubblicato un articolo in cui cita che “fonti vicine alle trattative confermerebbero le voci di corridoio”.

Dell’offerta da parte di Disney non risultano al momento né conferme né smentite, sempre secondo Recorde, un altro possibile acquirente è Saleforce la piattaforma cloud con a capo Marc Mainoff.

Saleforce valuta l’acquisizione di Twitter

Saleforce dopo la mancata acquisizione di Linkedin avvenuta qualche mese ed aggiudicatasi da Microsoft, sembra proprio intenzionata a non farsi scappare Twitter. Parrebbe essere disponibile infatti a comprare il sito di microblogging, offrendo un terzo del suo capitale ovvero 20 miliardi di dollari.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY