Twitter, chiude il bilancio in negativo per il decimo anno

Per il decimo anno consecutivo, Twitter, ha chiuso il bilancio in negativo. Nemmeno l’uso appassionato del neo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è stato in grado di attrarre nuovi inserzionisti.

Nel quarto trimestre del 2016 i ricavi sono aumentati solamente dell’1% pari a 717 milioni di dollari, mentre la perdita netta confrontata con l’anno precedete si è raddoppiata, è passata infatti da 90 a 167 milioni di dollari. In calo anche i nuovi iscritti a Twitter, rispetto al trimestre precedente si sono aggiunti solo 2 milioni in più.

Le sorti incerte di Twitter

Facebook conta 1,8 miliardi di iscritti, Tumblr 555 milioni e Instagram mezzo miliardo di utenti, Twitter rischia anche il sorpasso di Baidu il competitor cinese che ha già all’attivo 300 milioni di iscritti.

Il massimo storico del titolo in borsa di Twitter risale ormai al novembre 2013 con 73,82 dollari per azione, ma da allora la società ha perso circa l’80% del proprio valore passando dai 40 ai 12 miliardi di dollari.

Twitter sembra ormai essere un social network del passato se si pensa che tra pochi mesi entrerà in Borsa Snapchat, il quale viene considerato il social del futuro.

Nessun compratore per Twitter

Twitter è ufficialmente in vendita da 18 mesi ma ancora pare non esserci nessun compratore all’orizzonte, probabilmente stanno aspettando che il prezzo si abbassi la stima infatti si aggira tra i 10 ed i 18 miliardi di dollari.

LEAVE A REPLY