Tsipras rimpasto di governo per incentivare le privatizzazioni

Il premier ellenico Alexis Tsipras, visti i cali in questi ultimi giorni nei sondaggi nei suoi confronti, ha deciso di dar via al rimpasto di governo per avviare alcune procedure atte a rafforzare l’esecutivo.

Tsipras e il rimpasto di governo

Il rimpasto di governo è un cambiamento dei vari personaggi che presiedono ruoli politici dominanti. La parola rimpasto è di origine gergale, ma ormai viene utilizzata ufficialmente anche dai manuali di diritto costituzionale.tsipras Il rimpasto voluto da Tsipras ha lo scopo di voler privatizzare di più alcuni settori specifici, per ridare uno slancio all’economia greca. In tutto ciò però il premier greco ha fatto una mossa perfetta, non sbagliando a non rimuovere dalla sua posizione il ministro delle finanze, Euclide Tsakalotos, mantenendo così i patti con l’Ue e con i suoi creditori, senza scatenare timori di alcun tipo.

Tsipras e le privatizzazioni

Per contrastare quanto hanno accusato Tsipras di non volere in alcun modo privatizzare la sua cara Grecia, il premier ellenico ha deciso di andare a mettere come ministro dell’interno George Stathakis, che ha partecipato anche all’ultimo forum Ambrosetti sul lago di Como, incontro internazionale di discussione su temi principalmente economici che si tiene ogni anno dal 1975.

Queste mosse sono state volute da Tsipras per portare a termine il suo programma e cercare di riportare anche i titoli ellenici nel quantitative easing della Bce.