Trust Wallet: cos’è e come funziona il portafoglio crypto

Se operi con le criptovalute e vuoi spostarle da un exchange o da una piattaforma hai bisogno di un wallet di criptovalute.

Nell’ultimo periodo molti exchange hanno subito attacchi e fallimenti facendo crescere l’attenzione degli utenti verso la tematica della custodia. Trust Wallet è un portafoglio digitale che consente di conservare criptovalute in modo semplice avendo la custodia delle proprie chiavi private.

Se non l’hai ancora letta ti consiglio di consultare la nostra guida sui wallet di criptovalute che spiega nel dettaglio il funzionamento base di un portafoglio crypto.

Trust Wallet fa parte della categoria dei cold wallet (freddi) ovvero consente di essere i proprietari delle proprie chiavi. Grazie ad una applicazione per smartphone è uno dei più semplici da utilizzare. E’ stato acquistato da Binance, l’exchange numero uno al mondo, ed è un wallet multi chain cioè consente di operare con varie criptovalute su varie blockchain.

Ma Trust Wallet è sicuro? Cerchiamo di capire in questa recensione su Trust Wallet se questo portafoglio è affidabile o soffre dei classici problemi dei wallet software.

Se volete investire sulle criptovalute, la soluzione più conveniente è quella dei contratti CFD. Con i broker regolamentati si può, infatti, negoziare sull'andamento del prezzo. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute.

Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Che cos’è Trust Wallet ?

Trust Wallet è un portafoglio di criptovalute che supporta più di 4,5 milioni di asset digitali ed è utilizzato da più di 25 milioni di utenti.

E’ quindi un wallet che funziona su oltre 65 blockchain (multi-chain) ed è uno dei più semplici da utilizzare, tanto da essere considerato uno dei migliori portafogli software per operare con le criptovalute.

Trust Wallet è disponibile come app per smartphone quindi in versione mobile per Android ed iOS, oltre che in versione desktop come estensione del browser.

Trust Wallet

Questo portafoglio è nato inizialmente come wallet su rete Ethereum (come Metamask), dunque in grado di supportare i token ERC20. Nel 2018 è stato acquisito da Binance e quindi nel tempo ha aggiunto il supporto a numerosi token e coin tra cui ovviamente quelli della BNB chain. Ora per esempio può anche essere utilizzato per Bitcoin.

Le funzioni principali di Trust Wallet sono le seguenti:

  • la custodia di criptovalute tramite wallet software integrati
  • lo scambio decentralizzato (swap)
  • lo staking di criptovalute
  • la possibilità di custodire NFT (non fungible tokens)
  • un marketplace per navigare nelle principali applicazioni decentralizzate Web3

Cerchiamo di vedere nel dettaglio come usare le singole funzionalità.

👍 Cosa èE’ un wallet non custodial di tipo software che consente di operare tramite applicazione mobile su varie blockchain.
✅ CaratteristicheFacile da usare / App mobile / Multi chain
💰TokenTWT
🥇Migliore piattaforma per fare trading su cryptoeToro
🥇Miglior exchange per comprare cryptoKraken

Migliori piattaforme per investire in criptovalute

Prima di vedere quelle che sono le caratteristiche principali di Trust Wallet vi segnaliamo alcune delle piattaforme certificate per investire sulle criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Trading Bitcoin, criptovalute

79% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

broker premiato
demo gratuita
Migliori spread del mercato
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificiale
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualità

Che cos’è un Wallet di criptovalute ?

Partiamo dalla definizione. Ci aiuterà a capire come funziona un portafoglio digitale e quali sono gli elementi fondamentali per la sicurezza.

Un wallet è un portafoglio digitale che ci permette di conservare criptovalute. Possiamo pensarlo proprio con un portafoglio che mettiamo in tasca, in questo caso conterrà valute digitali invece di euro in monete o banconote.

Grazie ad un wallet è possibile custodire Bitcoin o altre crypto, fare transazioni sulla blockchain ed interagire con le applicazioni. Se vogliamo usare le criptovalute dovremo per forza utilizzare questi portafogli digitali che sono protetti da funzioni di crittografia, ovvero sistemi di sicurezza in grado di proteggere il portafoglio da eventuali accessi non autorizzati.

Ogni wallet ha un indirizzo unico che rappresenta un identificatore univoco del portafoglio, proprio come può essere l’IBAN di un conto tradizionale.

Possiamo pensare quindi al wallet come il nostro conto corrente su cui ricevere denaro ed eseguire transazioni. In questo caso però ad essere scambiate saranno criptovalute e non valute tradizionali come Euro o Dollaro.

Come funziona Trust Wallet

Cerchiamo a questo punto di esplorare tutte le funzionalità messe a disposizione da Trust Wallet.

Trust Wallet download

Come prima cosa dobbiamo scaricare l’applicazione mobile per creare un nuovo wallet o importarlo se ne abbiamo già uno.

Il dowload è gratuito ed è disponibile sia sull’app store e quindi per iPhone, sia dal Play Store per gli utenti Android.

Una cosa che notiamo subito è la pulizia estrema dell’interfaccia, una caratteristica che rende Trust Wallet uno dei portafoglio più apprezzati in tema di semplicità.

Una volta scaricata l’applicazione la installiamo sul nostro smartphone.

Trust Wallet login e creazione nuovo wallet

Una volta scaricata l’app sul nostro smartphone vedremo questa schermata:

Trust Wallet: configurazione

in cui abbiamo due opzioni:

  • crea un nuovo wallet
  • ho già un wallet

Poichè non abbiamo creato un portafoglio scegliamo la prima opzione, accettiamo le informative sulla privacy e clicchiamo su “Continua”.

  1. Come prima cosa impostiamo un codice di sicurezza di 6 cifre che non dovremo mai scordare. Il passo successivo è quello della seed phrase o frase segreta, ovvero le 12 parole che dovremo memorizzare e che ci serviranno per ripristinare il wallet nel caso in cui il nostro account venga compromesso o se si rompe il pc.
  2. Accettiamo tutte le informative in cui ci dicono che se perdiamo queste 12 parole non potremo più recuperare le criptovalute e clicchiamo su “Continua”.
  3. A questo punto il sistema ci mostra le 12 parole segrete come vedete in questa schermata: [foto] abbiamo oscurato le parole chiave in quanto, come sapete, non bisogna mai darle a nessuno. E’ importante memorizzare l’ordine in cui vengono fornire queste parole. Se possibile evitate di fare screenshot del telefono ma trascrivetele su un foglio nell’ordine in cui le vedete sullo schermo, Conservate queste parole al sicuro in quanto saranno IMPORTANTISSIME nel caso in cui dovrete recuperare il wallet in caso di emergenza. Fatto questo clicchiamo su “Continua”.
  4. Ora è necessario verificare la seed phrase inserendo le parole nell’ordine in cui le abbiamo trascritte. E’ una procedura necessaria in tutti i wallet per assicurarsi che voi abbiate trascritto la frase di recupero in modo corretto.
  5. Cliccando su “Continua” il wallet è stato creato e viene lanciato un piccolo tutorial che ci spiega le funzioni base.

Trust Wallet: la dashboard

In questa sezione vedremo le funzioni principali che abbiamo a disposizione analizzando la schermata principale di Trust Wallet.

Come vedete in questa schermata abbbiamo varie sezioni:

Trust Wallet: la dashboard

Abbiamo come prima cosa il saldo del nostro portafoglio e poi subito sotto alcune funzioni che ci consentono di “Inviare” criptovalute, “Ricevere”, un pulsante “Compra” per acquitare e un pulsante “Scambia” per fare lo swap di token.

Se vogliamo comprare criptovalute possiamo utilizzare la sezione “Compra”, scegliamo il token che vogliamo acquistare ed inseriamo l’importo. Come vedete in questa schermata qui sotto, supponendo di voler comprare Ethereum possiamo utilizzare vari servizi esterni:

Trust Wallet: fornitori di pagamento

tra cui Moonpay, Ramp, Transak ed altri che vengono utilizzati anche da altri servizi e wallet.

Attenzione alle commissioni con carta di credito e con questi servizi che possono essere molto più alte rispetto al tradizionale acquisto tramite Exchange. Cè da dire che è comunque una modalità molto comoda ed adatta ai principianti anche se costosa.

Sotto invece vedete che ci sono due sezioni:

  • Tokens: mostra l’elenco delle criptovalute che abbiamo in portafoglio. All’inizio, poiché il wallet è vuoto, vedremo Bitcoin, Ethereum e i token della BNB chain. Se vogliamo aggiungere un token possiamo cliccare su “Add tokens”.
  • NFTs: ci mostra l’elenco degli NFT che abbiamo in portafoglio o che abbiamo acquistato su rete Ethereum

Ancora più in basso nella dashboard abbiamo 4 sezioni:

  • Wallet: è la schermata principale del portafoglio
  • Discover: mostra l’elenco delle applicazioni Defi più famose
  • Browser: mostra invece l’elenco dei collegamenti e della storia delle transazioni fatte
  • Impostazioni: in questa sezione è possibile accedere alle impostazioni del wallet, utilizzare i QR code per scannerizzare gli indirizzi, impostare avvisi personalizzati o utilizzare il servizio Wallet Connect che ci consente di utilizzare Trust Wallet in Dapps che non lo supportan

Fare staking su Trust Wallet

Vediamo ora come è fatta la sezione Discover che abbiamo citato in precedenza. Abbiamo una schermata simile:

Trust Wallet: discover

che mostra tutte le applicazioni ed i token supportati. All’inizio come vedete abbiamo una sezione in cui è possibile mettere in “Staking” le nostre coin con degli APR interessanti. Cliccando su vedi tutte vengono visualizzate tutte le coin su cui si può fare staking. Abbiamo una ampia scelta come Solana, Polkadot ma anche i token dell’ecosistema Cosmos come ATOM, OSMO ed EVMOS.

Supponiamo di voler mettere in staking EVMOS, clicchiamo sulla scheda:

Staking EVMOS su Trust Wallet

e poi sul pulsante Stake. Vedete alcune informazioni come l’APR offerto, il tempo di blocco ed un pulsante Stake per continuare.

Ciccando ancora su Stake, è possibile scegliere il validatore a cui delegare i nostri fondi per convalidare le transazioni.

Una volta terminate le operazioni le nostre coin saranno delegate al validatore scelto e possiamo fare l’un-stake dopo il tempo stabilito.

Controllate tutte le informazioni visualizzate sull’applicazione e confermate l’operazione per far partire lo staking.

Fare lo swap di token su Trust Wallet

In Trust Wallet è possibile fare poi lo swap di token e scambiare criptovalute in modo decentralizzato.

Come vedete in questa schermata di “Scambio”

Swap di token su Trust Wallet

si tratta di una operazione molto basilare che ci consente di fare uno swap molto semplice. E’ in pratica come fare lo scambio sugli exchange con le classiche operazioni “a mercato” in cui si scambia semplicemente sulla base del prezzo che i due token hanno in quel preciso momento.

Inseriamo la quantità del token da scambiare nel campo “Paghi”e in “Ottieni” vedremo l’equivalente che otteremmo dalla conversione.

E’ possibile scambiare varie token su blockchain diverse. Ad esempio possiamo scambiare la stablecoin USDC sia su rete Polygon che Avalanche più tante altre chain.

Se tutto è corretto possiamo cliccare sul pulsante “Scambio” per procedere con lo swap.

Conferma Swap su Trust Wallet

Ovviamente questa è una operazione semplice che in genere è destinata ai principianti, infatti non ci consente di inserire ordini più complessi come quelli “Limite” ad esempio che usiamo sugli exchange per comprare una criptovaluta ad un prezzo prefissato o al raggiungimento di determinate condizioni.

Browser: utilizzare le applicazioni Defi con Trust Wallet

Nella sezione Browser possiamo fare una ricerca ed interagire direttamente con le applicazioni decentralizzate.

In generale possiamo utilizzare due approcci:

  1. Connetterci direttamente con la Dapp in modo nativo con Trust Wallet
  2. Connetterci alla Dapp sfruttando WalletConnect

Come vedete in questa schermata abbiamo interagito con due applicazioni: Uniswap su rete Ethereum e PancakeSwap su rete Binance Chain.

Trust Wallet Browser

Nel primo caso abbiamo utilizzato WalletConnect per collegarci ed interagire con Uniswap. Poichè PancakeSwap, invece, supporta nativamente il Trust Wallet è possibile collegarlo direttamente.

In questo modo possiamo collegare il nostro portafoglio Trust Wallet alle applicazioni decentralizzate ed operare in Defi in modo molto semplice.

Trust Wallet è sicuro?

Il portafoglio Trust Wallet è considerato uno dei migliori wallet per operare con le criptovalute ed è sicuramente uno dei più semplici e versatili da usare.

E’ un wallet di tipo software dunque la migliore scelta rimane invece quella degli hardware wallet, tuttavia può essere considerato uno dei principali del mercato.

Rispetto ai wallet integrati negli exchange per utilizzarlo non abbiamo bisogno di fare le procedure di KYC quando si crea un nuovo account dunque non memorizza i dati degli utenti. Questo però varrà ancora per poco, infatti in Europa si discute già della normativa MiCA che dovrebbe portare all’identificazione delle transazioni verso i cold wallet.

Può essere considerato comunque uno dei più sicuri in quanto ricade nella categoria dei wallet non custodial e quindi bisognerà memorizzare la frase di recovery (12 parole da custodire) e preoccuparsi delle procedure di ripristino. Vedremo tra poco come fare il backup delle chiavi private per custodirle in sicurezza.

Naturalmente i software possono subire degli attacchi informatici sopratutto nel caso in cui il nostro PC dovesse essere compromesso o attaccato da virus. E’ quindi buona norma conservare la seed phrase o frase di backup in un un luogo separato dal PC in cui è installato Trust Wallet.

Questo serve per evitare la possibilità che il wallet venga violato e dunque di perdere le criptovalute.

Trust Wallet su PC: le estensioni Browser

Trust Wallet è un portafoglio che nasce come applicazione mobile e come cold wallet, dunque non esiste una applicazione desktop che funziona sul pc.

E’ possibile però utilizzare una estensione del browser che permette di accedere al portafoglio anche dal browser. Attualmente sono supportati Chrome, Brave, Opera e Microsoft Edge.

Per poter utilizzare le estensione è necessario importare il wallet all’interno dell’estensione e dunque questo diminuisce di molto la sicurezza.

Trust Wallet Token (TWT)

Trust Wallet fa parte di un progetto crypto più ampio che prevede tra le altre cose un token che è chiamato TWT.

Il Trust wallet token (TWT) non ha dei grandi utilizzi, ma nel bear market del 2022 è stato uno dei token che ha resistito meglio ai ribassi.

E’ infatti un utility token di tipo BEP-20 (i token della rete Binance Smart Chain) che fornisce degli incentivi agli utilizzatori di Trust Wallet. Tra i vantaggi alcuni sconti sugli acquisti di criptovalute con l’app per quanto riguarda le commissioni o la possibilità di votare le proposte di governance.

Il fallimento di molti exchange e fondi legati alle criptovalute ha fatto nascere una maggiore consapevolezza sugli aspetti legati alla custodia delle criptovalute. E così molti investitori in alcuni fasi hanno puntato sui token dei servizi legati alla custodia, tra cui anche TWT che ha ottenuto delle buone performances.

Ad oggi è possibile acquistare Trust Wallet Token su alcuni exchange come Binance e sulle applicazioni decentralizzate come PancakeSwap e SushiSwap.

Trust Wallet vs Metamask

Per concludere veniamo al confronto con un altro popolare wallet software che è Metamask.

MetaMask è un portafoglio per custodire criptovalute, il quale permette all’utente di interagire con applicazioni decentralizzate basate su Ethereum.

In questa tabella riepilogativa abbiamo cercando di evidenziare le differenze principali tra i due wallet:

CaratteristicheMetamaskTrust Wallet
💸 CostoGratuitoGratuito
👍 SicurezzaMedio / AltaMedio / Alta
🔗 Chain supportateEthereum token (ETH, AVAX, BNB, MATIC)
Bitcoin, BNB, ed Ethereum token
💻 Compatibile con Hardware Wallet (es: Ledger)SiNo
📱Applicazione mobileSiSi
✅ Open sourceSiSi
✅ Staking da appSiSi
✅ Supporto NFTSiSi

Trust Wallet: video

Per concludere questa panoramica su Trust Wallet vi lasciamo ad un video che abbiamo realizzato su questo portafoglio mobile.

Abbiamo provato le funzioni principali, dall’installazione e prima configurazione fino alle transazioni sulle applicazioni decentralizzate.

Ecco qui sotto il video tutorial su Trust Wallet:

Trust Wallet: tutorial sul miglior mobile wallet per criptovalute
Nell’ultimo periodo molti exchange hanno subito attacchi e fallimenti facendo crescere l’attenzione degli utenti verso la tematica della custodia. Trust Wall…
Trust Wallet: tutorial sul miglior mobile wallet per criptovalute

The video was uploaded on 30/12/2022.

You can view the video here.

The video lasts for 17 minutes and 44 seconds.

Trust Wallet: le domande frequenti

Che cos’è Trust Wallet?

E’ uno dei wallet software di tipo non custodial piu semplici del mercato. Funziona tramite una applicazione per smartphone e consente di detenere le proprie chiavi private.

Trust Wallet è un portafoglio sicuro?

Non esiste un portafoglio sicuro al 100%. I più sicuri rimangono gli hardware wallet, tuttavia Trust Wallet può essere considerato uno dei migliori portafogli software.

Trust Wallet funziona sul PC?

Trust Wallet nasce come applicazione per smartphone ma è possibile utilizzarlo anche come estensione per il browser sui principali software come Chrome, Edge e così via.

Conclusioni

Abbiamo visto le caratteristiche principali di Trust Wallet, uno dei portafogli di criptovalute più semplici da utilizzare.

E’ molto utilizzato in quanto dispone di una app mobile facile da utilizzare e di una grafica immediata che semplifica la gestione delle proprie criptovalute. Trust Wallet si adatta, infatti, molto bene ai principianti che possono comprare e vendere crypto direttamente dall’interfaccia del wallet senza uscire su exchange o altri siti.

Come sapete esistono molti progetti e blockchain che spesso comportano l’utilizzo di wallet proprietari. Trust Wallet è in grado di aggregare molte blockchain e dunque permette di utilizzare un unico wallet da utilizzare con le principali criprovalute.

Tra gli svantaggi dobbiamo segnalare il fatto di non supportare molte blockchain. Noterete infatti che non tutte le blockchain sono supportate e dunque questo può essere un limite per molti utenti, soprattutto considerando il fatto che molti concorrenti invece le supportano.

Inoltre è un wallet software che si collega ad Internet ed dunque soffre di tutti i limiti di questo tipo di portafogli, ovvero la possibilità di essere attaccati o essere vulnerabili.

E’ comunque una buona scelta per chi avere un wallet semplice da usare e con la custodia delle proprie chiavi.

Se non avete ancora un portafoglio crypto potete iniziare a costruirlo sfruttando i principali exchange oppure le piattaforme per negoziare sul prezzo. Qui sotto trovate alcuni esempi:

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.