Tre piattaforme di Trading Forex a confronto

trading-forex

Il Forex Trading si sta velocemente evolvendo, anche grazie al massiccio afflusso di investitori di ogni tipologia: da quelli che amano essere in prima linea nelle proprie scelte, a quelli che invece preferiscono assumere dei ruoli più passivi e con minori responsabilità. Questo fatto ha, a sua volta, portato ad una diversificazione della tipologia di brokers ai quali ci si può rivolgere per poter fare un trading sulle valute che sia più vicino alle proprie esigenze, personalità, stile ed anche aspettative.

In particolare con la piattaforma iForex, quella di eToro e quella di Plus 500, si può riuscire ad avere una panoramica abbastanza completa delle possibilità di scelta che oggi il mercato del trading può offrire.

Plus 500: bonus fissi e progressivi

La piattaforma che ha mantenuta la sua veste più classica e in linea con le proposte di tipo più tradizionale è Plus 500, che è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority, con la sede ufficiale a Londra.

Ciò che contraddistingue questa piattaforma dalle altre è l’ampia scelta di trading offerta, sia per tipologia di trading, dove spiccano i Cdf, che per la struttura a livelli in cui è organizzata, che consente un trading su diverse velocità, ma accessibile anche a differenti livelli di esperienza.

La leva finanziaria non è molto elevata, essendo da 1:50 (aspetto da valutare in funzione delle proprie strategie). Tra gli aspetti positivi vanno considerati:

  • il sistema di bonus, che parte da 25 euro perfettamente gratuiti che vengono accreditati subito dopo la registrazione, più il sistema di bonus crescente in funzione dei depositi (che tuttavia vanno richiesti utilizzando i codici bonus specifici);
  • la possibilità di usufruire di un conto demo illimitato;
  • la presenza della protezione dei cambi;
  • l’applicazione di commissioni nella media (a partire da 2 pips per le valute principali;
  • ampia scelta dei metodi di pagamento (comprese carte di credito o ricaricabili come la postepay);
  • la possibilità di fare trading da smartphone (Andoid o iPhone, scaricabili direttamente sul sito di Plus 500) e la versione web che consente l’accesso anche a chi ha Mac e usa Linux (non necessita di alcuna installazione sul pc).

Tra gli aspetti negativi invece vanno considerati:

  • la quasi totale assenza di strumenti di formazione (che non si adatta ai principianti che partono proprio da zero);
  • il sistema di contatti che è limitato alla sola e-mail, o, per i reclami, all’invio per posta tradizionale;
  • importo minimo per il forex sul conto deposito di 200 euro (importo minimo depositabile di 100 euro).

eToro: la prima community del Forex

La piattaforma di eToro (che opera in virtù dell’autorizzazione rilasciata dalla CySEC, autorità di vigilanza della borsa di Cipro) ha subito recentemente una vera e propria rivoluzione, che l’ha spinta più verso la configurazione dei broker di ultima generazione, organizzati più come delle vere e proprie community in cui la condivisione delle esperienze diventa il principale strumento di formazione. Quest’ultimo aspetto ha sempre rappresentato il cavallo di battaglia di eToro, con tantissimi strumenti che arrivano fino a vere e proprie forme di tutoraggio, su cui potevano contare i traders principianti. Oggi i neofiti possono contare anche sui consigli dei traders più esperti e capaci che possono entrare nella elite dei Guru.

In più viene proposta la doppia possibilità di fare forex trading di tipo tradizionale (ovvero definendo una strategia personale da mettere in atto sulla base delle proprie conoscenze), oppure sfruttando le orme dei traders più esperti attraverso il sistema del tracciamento delle loro operazioni: basterà decidere quale tipo di operazione si vuole imitare, stabilire l’importo e dare la conferma. Questo costituisce oggi uno degli elementi che contraddistingue principalmente eToro da altre piattaforme. Altri aspetti positivi sono:

  • la leva finanziaria che va da 1:400;
  • la possibilità di tradare da smartphone (sia Android che iPhone, che possono essere scaricati direttamente dal sito);
  • sistema di bonus e gestione del conto personalizzata grazie a task di esperti dedicati;
  • spread fissi;
  • deposito minimo di 50 euro;
  • possibilità di ottenere assistenza sia via e-mail che tramite chat live.

Gli aspetti invece negativi sono:

  • la presenza delle commissioni un po più alti della media (a partire da 3 pips per le valute principali);
  • la scelta di metodi di pagamento non troppo ampia (manca la postepay);
  • una maggiore difficoltà nel riuscire ad orientarsi nelle fasi iniziali.

eToro è inoltre accessibile da browser e non necessita di download.

iForex: la piattaforma download per professionisti

iForex (che opera con l’autorizzazione della commissione Securities and Exchange di Cipro), è invece strutturato su differenti livelli, a partire dalle tre tipologie di conto tra le quali si può scegliere: standard, premium o zero interessi, per i quali la differenza parte dal deposito minimo ammesso (pari a 100 euro per il primo e l’ultimo, rispetto ai 2 mila per il conto premium), ma riguarda anche il tipo di spread. Si tratta di una piattaforma che può essere utilizzata in due versioni: una che non richiede installazione (la ‘web-based version’, adatta a traders di livello fino a medio), e una invece con download (basta cliccare la ‘download version’ e l’installazione segue una procedura semi-automatica guidata)  adatta soprattutto ai trader professionisti, in quanto è dotata di una sola schermata che riassume tutti gli strumenti utili, scelti dal traders grazie ad un’estrema possibilità di personalizzazione.

Ci sono numerosi strumenti a disposizione dei traders (analisi fondamentali, notizie macro, grafici, ecc) e una discreta sezione di formazione con le nozioni di base. Tra gli aspetto positivi ci sono:

  • una leva da 1:400;
  • commissioni in linea con la media (a partire da 2 pips per le valute principali);
  • tutti i canali disponibili per assistenza o supporto (live chat, telefono e e-mail);
  • ampia personalizzazione;
  • non vengono utilizzati i tassi di margine;
  • stop loss al tasso di cambio scelto;
  • buona scelta dei metodi di pagamento tra cui scegliere (compresa la postepay).

Aspetti negativi sono riconducibili a:

  • una sezione per la formazione generica che non prevede contatti con professionisti;
  • un sistema di bonus legato solo alla registrazione di persone presentate;
  • le interfacce sono un po complesse da capire e non permettono un pieno utilizzo senza aver maturato una certa esperienza;
  • mancanza di un conto demo per fare esperienza;
  • non è disponibile una piattaforma per smartphone.

Ecco i link di ogni piattaforma: Plus500 | eToro | iForex (il tuo capitale è a rischio)