Trading oro con i CFD: come funziona, dove farlo

Come negoziare oro con i CFD? Come fare trading con i CFD su oro? Dove fare trading con i CFD su oro? Conviene fare trading su oro?

L’oro è il metallo prezioso per eccellenza. Fin dall’antichità, le popolazioni lo utilizzavano come simbolo di ricchezza e di pregio. Poi divenne un pregiato elemento di scambio per il commercio sotto forma di moneta.

L’oro è anche considerato un bene rifugio per eccellenza. Sul quale i trader si buttano quando i mercati finanziari sono turbolenti. O in fase di recessione. Non a caso, esiste una correlazione indiretta tra l’oro e le azioni. Ed è consigliabile avere entrambi questi asset per diversificare il proprio portafoglio titoli.

Già, perché l’oro è anche un asset per il trading online. E il modo migliore è fare trading tramite i CFD. Acronimo di Contract for difference, contratti finanziari che permettono di investire su un asset senza possederlo direttamente.

Vediamo dunque come fare trading su oro con i CFD.

Migliori piattaforme per fare trading sull’oro

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Oro perché prezioso

Perchè l’oro è così prezioso? Un elemento morbido, giallo, resistente alla corrosione. Il metallo più malleabile e duttile, che si verifica nelle vene e nei depositi alluvionali e recuperato mediante estrazione mineraria o mediante panning o scavo.

L’oro è un buon conduttore di calore ed elettricità, e non è influenzato dall’aria e dalla maggior parte dei reagenti. Un buon conduttore termico ed elettrico, l’oro è generalmente in lega per aumentare la sua forza, ed è usato come standard monetario internazionale, in gioielleria, per la decorazione e come rivestimento placcato su un’ampia varietà di componenti elettrici e meccanici.

Il termine carati descrive la quantità di oro presente: 24 carati è oro puro. Il numero atomico di questo elemento è 79 e il simbolo dell’elemento è Au.
⇒ CLICCA QUI PER INIZIARE A FARE TRADING SULL’ORO

Oro origini

Nel 2017, un gruppo internazionale di scienziati, tra cui José María González Jiménez e Ramón y Cajalan, in collaborazione con l’Università di Granada e altre università, mentre ricercava le origini dell’oro, stabilì storicamente che “arrivò sulla superficie terrestre dal più profondo del nostro pianeta”. Il manto terrestre, evidenziato dalle loro scoperte al Deseado Massif nella Patagonia argentina.

Si pensa che l’oro sia stato prodotto nella nucleosintesi delle supernova e dalla collisione delle stelle di neutroni e che sia stato presente nella polvere da cui il sistema solare si è formato.

Poiché la Terra era fusa quando fu formata, quasi tutto il presente d’oro nella prima Terra probabilmente affondò nel nucleo planetario. Pertanto, la maggior parte dell’oro che si trova nella crosta e nel mantello della Terra è stata pensata per essere stata rilasciata sulla Terra in seguito, da impatti di asteroidi durante il Tardo Bombardamento Pesante, circa 4 miliardi di anni fa.

Tradizionalmente, l’oro è pensato essere formato dal processo r (cattura rapida dei neutroni) nella nucleosintesi delle supernova. Ma più recentemente è stato suggerito che l’oro e altri elementi più pesanti del ferro possono anche essere prodotti in quantità dal processo r nella collisione di stelle di neutroni.

In entrambi i casi, gli spettrometri satellitari hanno rilevato indirettamente solo l’oro risultante: “non abbiamo prove spettroscopiche che [tali] elementi siano stati realmente prodotti”, ha scritto l’autore Stephan Rosswog.

Tuttavia, nell’agosto 2017, le firme di elementi pesanti, compreso l’oro, sono state osservate da rilevatori di onde gravitazionali e altri osservatori elettromagnetici nell’evento di fusione di stelle di neutroni GW170817.

Gli attuali modelli astrofisici suggeriscono che un singolo evento di fusione di stelle a neutroni generato tra 3 e 13 masse terrestri d’oro. L’asteroide che formò il cratere Vredefort 2.020 miliardi di anni fa è spesso accreditato con la semina del bacino Witwatersrand in Sud Africa con i più ricchi giacimenti d’oro su terra.

Tuttavia, le rocce del Witwatersrand con l’oro sono state depositate tra 700 e 950 milioni di anni prima dell’impatto di Vredefort. Queste rocce portanti l’oro inoltre erano state coperte da uno spesso strato di lava di Ventersdorp e dal Transvaal Supergroup di rocce prima che la meteora colpisse. Ciò che l’impatto di Vredefort ottenne, tuttavia, fu di distorcere il bacino del Witwatersrand in modo tale che le rocce portanti l’oro fossero portate all’attuale superficie di erosione a Johannesburg, sul Witwatersrand, appena all’interno del bordo del cratere originale del diametro di 300 km causato dallo sciopero delle meteore.

La scoperta del deposito nel 1886 ha lanciato la Witwatersrand Gold Rush. Circa il 22% di tutto l’oro accertato che esiste oggi sulla Terra è stato estratto da queste rocce del Witwatersrand.

Oro estrazione

Il World Gold Council afferma che alla fine del 2017 “esistevano 187.200 tonnellate di scorte esistenti estratti”. Questo può essere rappresentato da un cubo con una lunghezza del bordo di circa 21 metri.

A $ 1,349 per oncia troy, 187,200 tonnellate di oro avrebbero un valore di $ 8,8 trilioni. Secondo l’indagine geologica degli Stati Uniti nel 2016, dall’inizio della civiltà sono stati prodotti circa 5.726.000.000 once (178.100 t) di oro, di cui l’85% rimane in uso.

Nel 2017, il più grande produttore di oro al mondo di gran lunga era la Cina con 440 tonnellate. Il secondo più grande produttore, l’Australia, ha estratto 300 tonnellate nello stesso anno, seguita dalla Russia con 255 tonnellate.
⇒ CLICCA QUI PER INIZIARE A FARE TRADING SULL’ORO

Oro utilizzi

Oltre che come moneta di scambio, l’oro ha diversi altri utilizzi:

a) Gioielli

A causa della morbidezza dell’oro puro (24k), di solito viene legato con metalli di base per alterarne la durezza e la duttilità, il punto di fusione, il colore e altre proprietà.

Le leghe di palladio-oro sono più costose di quelle che utilizzano il nichel. Le leghe d’oro bianco ad alto carato sono più resistenti alla corrosione rispetto all’argento o all’argento.

Entro il 2014, l’industria della gioielleria d’oro è aumentata nonostante il calo dei prezzi dell’oro. La domanda nel primo trimestre del 2014 ha spinto il fatturato a 23,7 miliardi di dollari secondo il rapporto del World Gold Council.

La lega d’oro viene utilizzata per unire i componenti di gioielli d’oro con saldature o brasature ad alta temperatura.

b) Elettronica

Solo il 10% del consumo mondiale di oro nuovo viene destinato all’industria, ma è l’uso più importante per i connettori elettrici non corrosivi nei computer e in altri dispositivi elettrici. Ad esempio, secondo il World Gold Council, 50 mg di oro, del valore di circa 50 centesimi. Ma dal momento che quasi un miliardo di telefoni cellulari sono stati prodotti ogni anno, un valore in oro di 50 centesimi in $ 500 milioni in oro proprio da questa applicazione.

Sebbene l’oro sia attaccato dal cloro libero, la sua buona conducibilità e la generale resistenza all’ossidazione e alla corrosione in altri ambienti (compresa la resistenza agli acidi non clorurati) ha portato al suo uso industriale diffuso, assicurando così una buona connessione. Ad esempio, l’oro viene utilizzato nei connettori di cavi elettronici più costosi, come cavi audio, video e USB.

Fili d’oro fini sono usati per collegare i dispositivi a semiconduttore ai loro pacchi attraverso un processo noto come “wire bonding”.

L’oro è altamente conduttivo per l’elettricità ed è stato utilizzato per il cablaggio elettrico in applicazioni ad alta energia (argento e rame sono più conduttivi per volume, ma oro ha il vantaggio della resistenza alla corrosione).

Si stima che il 16% dell’oro mondiale e il 22% dell’argento mondiale siano contenuti nella tecnologia elettronica in Giappone.

c) Medicina

Composti metallici e oro sono stati a lungo utilizzati per scopi medicinali. L’oro, come il metallo, è forse la medicina più comunemente somministrata (apparentemente dai praticanti sciamanici) e nota a Dioscoride. Nel medioevo, l’oro era spesso visto come una salute, nella convinzione che qualcosa è raro e bello. Persino alcuni esoteristi moderni e forme di medicina alternativa assegnano l’oro metallico al potere di guarigione.

Depressione, epilessia, emicrania e problemi ghiandolari come l’amenorrea e l’impotenza sono stati trattati. Ma soprattutto l’alcolismo.

Trading oro con CFD

Un’alternativa è usare i CFD per ottenere un’esposizione a leva sui metalli preziosi. Un CFD d’oro è un ordine teorico per acquistare o vendere una certa quantità di oro, e il profitto o la perdita sul CFD è determinato dalla variazione del prezzo dell’oro.

Poiché è un derivato, non devi mai occuparti di prendere possesso del metallo, ma puoi goderti tutti i profitti come se lo avessi. L’altro vantaggio è che ti costa una frazione dell’importo che ti serve per acquistare l’oro. I CFD dell’oro sono tra i più comunemente scambiati e quindi uno dei prodotti più liquidi che puoi scambiare e il vantaggio di questo è che lo spread è più stretto e dovresti essere in grado di entrare e uscire facilmente dalle posizioni indipendentemente dalla dimensione del commercio.

Tieni presente che l’oro è un mercato molto volatile e gli scambi giornalieri di $ 40 (equivalenti a mosse di 400 punti) sono comuni in un giorno di negoziazione. A seconda di come e dove scambiate, troverete variazioni sui CFD d’oro disponibili.

Ad esempio, puoi acquistare un CFD sul prezzo dell’oro a pronti, che è il prezzo attualmente quotato, oppure puoi scegliere di negoziare un CFD basato sul prezzo dei future sull’oro. In genere, ci sono dimensioni standard del contratto come 10 once o 100 once d’oro, e anche mini contratti a 1/10 della dimensione standard. Qualunque sia la dimensione del contratto CFD, il profitto (o la perdita) che si ottiene proviene direttamente da il cambiamento di valore di quella quantità di oro. Il margine o l’importo necessario per l’acquisto del contratto può essere pari al 3% del valore.

Ti verrà addebitato un interesse per ogni giorno in cui detieni il CFD, come se avessi preso in prestito i soldi dal broker per acquistare l’intera quantità. Se il prezzo scende, e hai una posizione lunga, puoi anche ricevere una chiamata di margine, che è un ordine dal tuo broker di inviare fondi per coprire le tue perdite fino ad oggi.

Trading oro con CFD esempio

Un esempio ti aiuterà a capire come funziona il trading CFD su oro. Supponiamo che l’oro sia quotato tra $ 1071 e $ 1071,50. Il secondo prezzo è il prezzo dell’offerta che si paga se si sta andando a lungo. Dato che sei in rialzo sull’oro, prendi un mini contratto per 10 once al prezzo dell’offerta, che rappresenta un valore in oro di $ 10.715. Se il margine è del 3%, ciò richiederebbe $ 321,45 nel tuo account. Una settimana dopo l’oro è quotato a $ 1094,50 a $ 1095.

Per chiudere il tuo contratto, vendi a $ 1094,50. Il valore dell’oro che hai controllato è aumentato da $ 10.715 a $ 10.945, ovvero $ 230. L’interesse a mantenere questa posizione per una settimana verrebbe tolto da tale importo, ma è comunque probabile che trarrai profitto dai tuoi guadagni oltre il 50% in una settimana. Facciamo un altro esempio. Supponiamo che l’oro sia scambiato a $ 1240 l’oncia e voi credete che l’oro inizi a salire. Potresti aprire un lungo “scambio di acquisti”.

Ogni contratto può essere di $ 10 (mini-contratto) o $ 100 (maxi-contratto) per un movimento di un dollaro in oro. Se l’oro si radunasse a $ 1,300 con un contratto da $ 10 (mini) potevi guadagnare un guadagno di $ 600, o con un contratto da $ 100 (maxi) potresti guadagnare $ 7,000 pro? T. Ovviamente se l’oro dovesse cadere di valore, si perderebbero le stesse quantità.
⇒ CLICCA QUI PER INIZIARE A FARE TRADING SULL’ORO

Trading oro con CFD fattori influenti

Come tutti gli asset, anche il trading su oro prepone la preparazione riguardo i fattori che lo influenzano.

Banche centrali

Le banche centrali posseggono grandi quantità di riserve di oro. E ciò è soprattutto dovuto dall’eredità dell’epoca in cui le valute si potevano scambiare con l’oro. Acquisti e vendite d’oro da parte degli istituti nazionali di credito possono ovviamente agire quali fattori di fluttuazione dei prezzi.

Correlazione inversa Oro e Dollaro Statunitense

Il modo classico di misurare il valore dell’oro è esprimendo il prezzo in dollari americani per ogni oncia di metallo, ad esempio $1200/oz (un’oncia equivale a 28 grammi). Il dollaro americano e il prezzo dell’oro hanno un rapporto inversamente proporzionale: quando il biglietto verde statunitense si apprezza, la quotazione dell’oro scende, poiché il dollaro aumenta il proprio potere d’acquisto. Il prezzo dell’oro scende anche quando aumenta il rendimento dei titoli di Stato.

Estrazione

Anche se il prezzo è crollato, la produzione ha toccato nuovi livelli record, oltre 3000 tonnellate nel 2014 rispetto alle 2400 tonnellate registrate nel 2008. Questo è in parte dovuto al fatto che le aziende minerarie stentano a tenere il passo con la domanda, soprattutto in relazione alla produzione passata.

Il più grande produttore al mondo è la Cina, che nel 2014 ha messo sul mercato il 15% della produzione globale, a cui si aggiunge un 20% minato in Africa e un 14% dalla Russia e Paesi vicini. Uno dei motivi per cui la Cina è diventata leader mondiale è la forte domanda popolare interna.

Domanda industriale

Sono quattro le aree che guidano la domanda di oro: l’oreficeria, la tecnologia, l’uso per investimenti e le richieste delle banche centrali.

L’oreficeria rappresenta la domanda ‘classica’ di oro, specialmente in India e in Cina. La domanda dal settore tecnologico continua ad aumentare, grazie alla possibilità di usare il metallo giallo come conduttore di elettricità. Ogni processore informatico richiede l’utilizzo dell’oro, creando una richiesta bassa, ma stabile.

Dove fare Trading oro con CFD

Dove fare trading su oro tramite CFD? Mediante i Broker che vantino regolare licenza da parte delle autorità preposte.

A nostro avviso, i migliori sono:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>

Trading Oro CFD alternative

Quali sono le migliori alternative al trading di oro tramite CFD?

a) Monete o lingotti

Il primo è l’acquisto materiale del bene, sia in forma di lingotti che di monete. Si tratta del metodo più antico, ma anche del più costoso poiché bisogna considerare i costi per la conservazione del bene. In genere si depositano nelle cassette delle banche e si paga un canone annuale.

b) ETF

Il secondo metodo è tramite un ETF (Exchange Traded Fund), un fondo indicizzato per la compravendita dell’oro. Questo strumento è congegnato per tracciare il prezzo dell’oro sui mercati globali. Ha il vantaggio di essere uno strumento liquido, con bassi costi transazionali. Per gli investitori privati, questo è forse il modo più semplice ed efficiente di acquisire esposizione sul mercato dell’oro.
⇒ CLICCA QUI PER INIZIARE A FARE TRADING SULL’ORO

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY