Trading criptovalute con i CFD: perché conviene e vantaggi

Il trading online sta interessando sempre più persone anche grazie a loro: le criptovalute. I nuovi asset digitali, in realtà esistenti dal 2009, quando fu lanciato il primo tipo come oggi le conosciamo: il Bitcoin. Già, perché altri tentativi di criptovalute risalgono agli anni ‘90 o primi 2000. Ma finirono miseramente, tra illegalità e scarsa organizzazione del progetto.

Se però fino al 2016, le criptovalute erano soprattutto conosciute da Nerd o avventurieri del trading, nel 2017 arriva il boom: il Bitcoin si rende protagonista di una entusiasmante cavalcata. Arrivando a sfiorare a metà 2019 i 20mila dollari di valore.

Ed ecco che le criptovalute finiscono sulla bocca di tutti, anche grazie ai media mainstream che spiegano alla massa cosa sono e come funzionano. Così come funziona la tecnologia alla loro base: la Blockchain. Un registro virtuale formato a blocchi, che si muove attraverso il mining.

Dall’uscita del Bitcoin si contano nel giro di 10 anni oltre 1400 criptovalute comparse. Sebbene nella classifica per capitalizzazione di mercato, continui a primeggiare proprio la cripto lanciata dall’ancora oggi misterioso Satoshi Nakamoto.

Altre criptovalute solide ed interessanti sono Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash (fork del Bitcoin), Litecoin, Monero, Neo. Giusto per citare alcune delle criptovalute più rinomate.

Sebbene per molti possa sembrare un gioco, essendo asset digitali, il trading di criptovalute è molto difficile in quanto si tratta di asset dall’alta volatilità. Basta vedere cosa ha fatto Bitcoin nell’ultimo anno e mezzo dal momento della scrittura.

Nel 2018 ha praticamente segnato il percorso inverso rispetto al 2017, passando da 19mila dollari a 3mila dollari. Dando ossigeno alle teorie degli esperti che sostengono che sia solo una bolla speculativa. Un progetto destinato ad implodere.

Invece, a sorpresa, il Bitcoin dal 2019 ha ripreso la propria marcia, sebbene a ritmi più lenti. Attestandosi per diverso tempo sui 7-8mila dollari. Secondo diversi esperti, il Bitcoin tornerà a crescere, arrivando anche sui 100mila dollari.

Stessa sorte per le altcoin (le criptovalute alternative al Bitcoin). Basta qualche mese di trend rialzista per essere considerate le eredi scalzatrici sul trono del Bitcoin. Per poi deludere puntualmente le aspettative. E’ già toccato a Ethereum, Ripple, Monero, Neo. Chi sarà la prossima?

Questa premessa per avvertire che il trading sulle criptovalute non è certo cosa facile. E bisogna agire con prudenza. Un buon modo per farlo, ad esempio, sono i CFD. I Contract For Difference.

Di seguito vediamo cosa sono e perché conviene il trading di criptovalute tramite CFD.

Piattaforme CFD certificate per fare trading sulle Criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

Trading criptovalute con CFD, cosa sono Criptovalute

Cosa sono le criptovalute? Si tratta di una valuta digitale costruita con protocolli crittografici che rendono le transazioni sicure e difficili da falsificare. La caratteristica più importante di una criptovaluta è che non è controllata da alcuna autorità centrale: la natura decentralizzata della blockchain rende la criptovaluta teoricamente immune alle vecchie modalità di controllo e interferenza del governo.

Le criptovalute rendono più facile condurre qualsiasi transazione, perché i trasferimenti sono semplificati attraverso l’uso di chiavi pubbliche e private per motivi di sicurezza e privacy. Questi trasferimenti possono essere effettuati con costi minimi di elaborazione, consentendo agli utenti di evitare le forti tasse applicate dalle istituzioni finanziarie tradizionali. Questa introduzione spiega la cosa più importante delle criptovalute.

Le criptovalute oggi sono diventate un fenomeno globale noto alla maggior parte delle persone. Banche, governi e molte aziende sono consapevoli della sua importanza. Non a caso, diversi istituti di credito anche importanti, nonché Money transfer rinomati, hanno stretto accordi con la terza criptovaluta per capitalizzazione di mercato: Ripple. Nel più classico dei motti: se il nemico è più forte di te, fattelo amico.

La transazione è conosciuta quasi immediatamente dall’intera rete. Ma solo dopo un certo periodo di tempo viene confermato. La conferma è un concetto critico nelle criptovalute. Si potrebbe dire che le criptovalute sono tutte di conferma. Finché una transazione non è confermata, è in sospeso e può essere falsificata.

Diventa parte di una registrazione immutabile di transazioni storiche: della cosiddetta blockchain. Solo i minatori possono confermare le transazioni. Questo è il loro lavoro in una rete di criptovaluta. Prendono le transazioni, li timbrano come legittimi e li diffondono nella rete. Dopo che una transazione è stata confermata da un minatore, ogni nodo deve aggiungerlo al suo database. È diventato parte della blockchain.

Per questo lavoro, i minatori vengono ricompensati con un token della criptovaluta.

Il mining è molto oneroso, sia per i mezzi tecnologici che richiede, sia per l’energia elettrica che richiede. Di fatto, sono nate autentiche lobby per il mining, con sede nei paesi dove la corrente elettrica costa poco.

Trading criptovalute con CFD, cosa sono i CFD

Cosa sono i CFD? Acronimo di Contract for difference, traducibile in Contratti per differenza, sono strumenti finanziari che consentono di speculare sui prezzi in rialzo o in ribasso nei mercati finanziari internazionali. O su una svariata miriade di asset: azioni, indici azionari, materie prime, Forex, metalli preziosi e appunto criptovalute.

Uno dei vantaggi presentati dai CFD è che consentono l’acquisto o la vendita del bene sottostante senza possederlo direttamente. Ciò è un grande vantaggio ad esempio nel caso dell’oro, così non dovremo acquistare lingotti fisici. O nel caso di azioni, in quanto non diventeremo azionisti di una SPA.

E’ possibile acquistare o vendere diverse unità di un particolare prodotto se pensi che il prezzo salirà o scenderà. Per ogni punto per cui il prezzo dello strumento si muove in tuo favore, otterrai multipli del numero di unità che hai venduto o acquistato. Per ogni punto per cui il prezzo si muove in tuo sfavore, otterrai invece una perdita.

I CFD sono prodotti a leva. Cosa vuol dire? Che basta depositare solo una piccola percentuale del valore totale della negoziazione per aprire una posizione. Questa attività è detta “negoziazione a margine” (o requisito di margine).

Essa consente di amplificare i profitti così come le perdite, poiché queste si basano sull’intero valore della posizione CFD. Infatti, è bene ricordare che potresti perdere più del capitale versato.

Trading criptovalute con CFD perché conviene

Perchè conviene il trading di criptovalute con i CFD? I vantaggi, oltre a quelli sopra elencati quando abbiamo detto cosa sono i CFD, sono principalmente 2:

a) Liquidità

Se stiamo scambiando un Altcoin saremo costretti a tramutarlo in Bitcoin e poi prelevare da uno sportello automatico o da un Exchange.

Invece, un CFD può essere semplicemente prelevato tramite carta di credito richiedendo il prelievo dal broker con il quale si opera. Inoltre, si può prelevare in qualsiasi momento. Così da non rischiare eventuali perdite in caso di mercato al ribasso.

b) Sicurezza e regolamentazione

Difficilmente una piattaforma CFD è stata hackerata e i fondi sono stati rubati. A differenza degli Exchange, spesso vittima di Hacker. Se ne contano in media circa 3 l’anno e anche per cospicue cifre. Infatti, il suggerimento principale quando si usano gli Exchange, è quello di prelevare dal proprio Wallet le criptovalute in possesso. E di trasferirle su una sicura, offline o cosiddetta fredda.

Le piattaforme CFD sono inoltre soggette all’autorizzazione degli enti preposti al controllo dei mercati finanziari. In Italia abbiamo la Consob, mentre in Europa la più importante è la CySEC.

Ciò mette a riparo da truffe o attacchi hacker, in quanto il broker colpito è tenuto per legge a risarcire il cliente dovendo infatti preservare un fondo.

Trading criptovalute con CFD, migliori Broker

Quali sono i migliori Broker per il trading di criptovalute tramite CFD? I seguenti:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY