Tradex1 broker: truffa o piattaforma affidabile? Tutto quello che bisogna sapere

Cos’è Traderx1? Come funziona Traderx1? Traderx1 è una truffa? Domande lecite, alle quali daremo una risposta in questo articolo. Del resto, il trading online sta diventando uno strumento di guadagno sempre più diffuso, complici la disoccupazione, la precarietà del lavoro o i sogni di gloria alimentati da personaggi come Briatore o Gianluca Vacchi. Circondati da belle donne e weekend sugli Yacht. Ma il trading online è qualcosa di serio, rischioso, che va fatto su piattaforme sicure.

Questi Broker devono innanzitutto essere licenziati dagli organi preposti al controllo sui mercati finanziari (si pensi alla CONSOB in Italia e al CySec in Europa). Nonché offrire una serie di servizi appannaggio del trader iscritto (un conto demo per fare pratica, una assistenza clienti italiana e sempre raggiungibile, news continue sui fatti del mondo finanziario, formazione permanente con vari strumenti on e offline). Deve poi essere un Broker conveniente, cioè senza commissioni e Spread molto bassi. Alla fine dell’articolo elencheremo alcune piattaforme per il trading online che hanno queste caratteristiche.

Tutti aspetti da tener conto, del resto, stiamo parlando dei nostri soldi e non possiamo affidarli alla prima piattaforma che ci promette facili guadagni e magari ha una sede in Paradisi fiscali, e non si conosce neanche il nome dei suoi proprietari. Dunque Traderx1 è affidabile? Scopriamolo di seguito.

Sommario

Traderx1 è una truffa?

Partiamo proprio dalla domanda clou: Traderx1 è una truffa? Non possiamo rispondere con un Sì, perché non esistono sentenze passate in giudicato che lo dicano. Tuttavia, possiamo dire che Tradex1 non è certo una piattaforma affidabile. In primis, perché non è un broker regolamentato a livello europeo. Anzi, c’è di più: navigando sul sito web ufficiale di TradeX1 non riusciamo nemmeno a capire qual è il nome ufficiale della società che gestisce il sito. Si tratta di una mancanza gravissima, che rende Tradex1 un broker inaffidabile. Voi affidereste i vostri soldi ad una piattaforma di cui non conoscete la società che la gestisce? Sì è vero, il trading porta con sé dei rischi. Ma bisogna mitigarli non solo formandosi su ciò per cui si investono soldi, ma anche affidandosi a piattaforme serie. E, come vedremo nel paragrafo successivo, anche molti utenti non risparmiano critiche e diffidenza nei confronti di Tradex1.

TradeX1 opinioni e recensioni

Quali sono opinioni e recensioni su TradeX1? Facendo un giro su forum di cui si parla di trading e su gruppi Facebook creati appositamente per parlarne, si nota subito che le opinioni e le recensioni sono negative. In molti, ad esempio, lamentano di non riuscire neanche a prelevare i propri soldi. La procedura di prelievo, denunciano in molti, è lunga e farraginosa e, ancora peggio, pare che non funzioni neanche. Mentre sappiamo che un’altra caratteristica che deve avere un buon Broker sia quella di rendere prelievi e depositi agevoli, sicuri e veloci. E con varie modalità.

Resta da capire se questo problema sia frutto di una vera e propria scelta da parte dei suoi fondatori, o momentanei problemi tecnici. A quanto pare, però, vanno avanti da un po’. Molti utenti dicono anche di voler denunciare, ma il problema è che non si sa chi. Il sito web ufficiale non riporta alcun tipo di informazione utile, anche la proprietà del sito è nascosta. Su alcuni siti, c’è chi parla della proprietà del broker Tradex1 risiedente in un paradiso fiscale. Ovvero le Isole Vanuatu, uno sperduto arcipelago nel Pacifico. Dove magari questi misteriosi creatori della piattaforma prendono anche beatamente il sole alla faccia di chi ha creduto in loro.

Insomma, intentando causa si rischia di subire un danno oltre che la beffa. Spendere soldi in avvocati inutilmente. Specie se si finisce nelle mani di qualche disperato Azzeccagarbugli che pur di guadagnare qualcosa, vi illuderà che vincere la causa sia possibile.

Giusto per fare la differenza con qualche broker serio, possiamo paragonare ciò con quanto avviene con Markets.com. Nel caso estremo in cui ci fossero dei problemi – in realtà mai verificatisi nei suoi 10 anni di storia – si è sempre coperti fino a 20.000 euro di capitale dall’apposito fondo di garanzia.

Tradex1 e metodo Tradex stessa cosa?

Tradex1 e metodo Trade sono la stessa cosa? In effetti il nome è molto simile ma pare non ci siano relazioni tra la piattaforma che stiamo esaminando e il metodo Tradex, una truffa che ha colpito decine di migliaia di italiani con la solita promessa di guadagni facili. Per quanti non lo conoscessero (buon per loro), il metodo Trader è stato pubblicizzato in maniera ossessiva tramite email. Cliccando sul link presente all’interno della mail, si apre un video che spiega, con toni enfatici, come sia facile guadagnare tanti soldi con il trading grazie al metodo Tradex.

Il sistema è sempre lo stesso. Si promette a chi mette i propri soldi sulla piattaforma, che essa lavori al posto nostro, facendoci generare ampi profitti. Una sorta di albero delle monete millantato da Il Gatto e la Volpe al povero Pinocchio per sottrargli i soldi che aveva tra le mani. Regalatigli dal Mangiafuoco.

Traderx1 come funziona

La piattaforma Traderx1 è anche ben fatta e molto attraente. Promette di elargire servizi molto utili, come il supporto da parte di un team di esperti. Tali esperti al servizio dell’utente iscritto sulla piattaforma dovrebbero aiutarlo a fare trading su:

  • Oro
  • Argento
  • CFD
  • Forex
  • Petrolio
  • Indici
  • Materiale preziosi

Ma tutto resta sulla carta. Anzi, oltre a non guadagnare quanto promesso dalla pubblicità, l’utente che vuole uscirne non riesce neanche a rientrare, come detto, in possesso dei propri capitali immessi all’inizio. La piattaforma di Forex CFD del broker è stata progettata in modo tale che non sia proprio adatta ai trader principianti. Solo alcuni asset sono inclusi nelle 4 categorie principali che includono indici, scorte, merci e coppie di valute. Il Centro educativo on-line del broker opzioni binarie ha molti materiali didattici. Inoltre, i segnali Forex sembrano più uno specchietto per le allodole.

Chi è il proprietario di Traderx1?

Qual è la società che gestisce Traderx1? Un proprietario del marchio TradeX1 ci sarebbe: è la società chiamata Blue Seal LTD, con sede a Vantu House, 133 Santina Parade, Elluk, Port Vila, Efate, Vanuatu. Come detto, una piccola e splendida isola del Pacifico (cercate le immagini su Google per rendervene conto). Tuttavia, se si cerca chi è il proprietario del sito web, esso risulta schermato. E qui casca l’asino: un broker che maschera il suo indirizzo e la proprietà di un sito web è una frode ed è contro la legge europea. Vanuatu è, non a caso, un Paradiso fiscale. Più precisamente, Vanuatu si trova in Oceania, vale a dire nell’Oceano che bagna l’Australia e la Papua Nuova Guinea. Quindi, non di certo una società con sede a Malta, Cipro o a Londra. Sedi solite dei maggiori broker europei.

I vostri soldi potrebbero finire in un fondo di cui non si saprà più nulla, a godersi sole e male di questo paradiso sulla Terra.

Non esiste nessuna società quotata alla borsa di Londra che si chiami TradeX1 LTD. La licenza di IFCOMM non ha nessun valore in Europa. Inoltre, sia la CONSOB, che la FCA, l’ente di regolamentazione inglese, non conoscono la società che ne è alla base.

Traderx1, dove si trova Vanuatu?

Dove si trova Vanuatu? Sede di Traderx1? Forse, se vi state ponendo questa domanda, è perché non riuscite a ritornare in possesso dei vostri soldi e vorreste capire dove sono finiti. Vanuatu è un arcipelago che ha origine vulcanica: si trova circa a 1 750 km a est dell’Australia, 500 km a nord est della Nuova Caledonia, a ovest delle Figi e a sud delle Isole Salomone. Le isole che lo compongono furono denominate Nuove Ebridi durante il periodo coloniale.

Vanuatu è una repubblica parlamentare. Nel momento in cui vi scriviamo, il presidente è Tallis Obed Moses, in carica dal 6 luglio 2017. mentre il primo ministro è Charlot Salwai, in carica dall’11 febbraio 2016. In caso di truffa, almeno avete anche qualche nome contro cui imprecare. A completezza di informazioni, vi diciamo anche che le lingue ufficiali sono il bislama (vanuatuano), l’inglese e il francese. Almeno, se volete bestemmiare, potreste farlo in bislamese…

Traderx1 alternative

Quali sono le alternative a Traderx1? Nella speranza di avervi persuaso a non immettere i vostri soldi in questa piattaforma, ci sentiamo però anche di consigliarvi qualche Broker serio e affidabile dove invece fare trading in tutta sicurezza e con tanti servizi a misura di utente:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY