TradeBNP Broker opinioni: è una truffa o fa guadagnare davvero?

Cos’è TradeBNP Broker? Come funziona TradeBNP? TradeBNP è una truffa? TradeBNP fa guadagnare davvero? Quali sono le opinioni su TradeBNP? Quali sono le recensioni su TradeBNP? TrsdeBNP è collegato alla Banca francese Paribas?

Se ti stai ponendo queste domande, probabilmente sei incappato in qualche pubblicità che ti mostra le promesse entusiasmanti di questo Broker. E fai bene a porle, in quanto, quando si tratta di investire nel trading, bisogna avere gli occhi aperti e accertarsi di non finire in una rete di truffe.

Le quali sono sempre dietro l’angolo, in quanto i truffatori sanno bene che in molti intraprendono la strada del trading nella speranza di ottenere facili guadagni.

Peccato per loro però che il trading sia una cosa seria, complicata. Che fa guadagnare solo se si è formati a dovere, si conosce l’asset su cui si intende investire e il meccanismo dei mercati finanziari.

Occorre poi scegliere un Broker che abbia regolare licenza, il che significa, che operi nella legalità. E sia sottoposto alle leggi in favore dei clienti.

E’ il caso del Broker TradeBNP? Scopriamolo di seguito.

Migliori piattaforme per fare trading (regolamentati)

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

TradeBNP è collegato con la Banca francese?

Partiamo da questa domanda, visto che riteniamo che sia forse quella che ci si pone per prima quando leggiamo il suo nome. Il nome trae facilmente in inganno ma occorre subito dire che non è collegato alla famosa banca francese, che ha la stessa abbreviazione nel suo nome. In realtà, il nome è anche simile ad un Broker truffa: TradeDAX. Il che non è incoraggiante.

Tornando alla banca francese di cui accennavamo prima, parliamo infatti di BNP Paribas S.A. Un gruppo bancario internazionale francese. È l’ottava banca più grande al mondo per patrimonio totale e attualmente opera in 77 paesi. E’ frutto della fusione tra Banque Nationale de Paris (BNP) e Paribas nel 2000, ma ha una identità aziendale che risale alla sua prima fondazione nel 1848 come banca nazionale. È una delle tre principali banche francesi internazionali, insieme a Société Générale e Crédit Agricole.

Vanta oltre 30 milioni di clienti nei suoi tre mercati nazionali, Francia, Belgio e Italia attraverso diversi marchi come BNL e Fortis. BNP Paribas è il più grande gruppo bancario francese e la più grande banca dell’Eurozona. Ha scalato i vertici dei colossi bancari dopo la crisi finanziaria mondiale del 2008. Arrivando a raggiungere la Top 5.

Peccato però che questo Broker non abbia niente a che fare con essa, malgrado il nome.

TradeBNP cos’è

Cos’è TradeBMP? TradeBNP è un broker forex non regolamentato, che ha una presentazione molto sciatta. Fondamentalmente copiata da un’altra società (o da più società) e cucito insieme per creare l’illusione di un broker.

Dice di avere regolare licenza da parte della FCA, ma, come vedremo, non c’è alcun numero di registro. Il che, sommato al fatto che abbia il nome simile a quello della famosa banca francese, fa credere che questa azienda non abbia intenzioni oneste.

Mentre non possiamo affermare chiaramente che si tratta di truffa, ha tutti i requisiti per esserlo. Se inizi a fare trading con una società del genere, il tuo investimento sarà molto più rischioso di tutta la volatilità del mercato.

TradeBMP come funziona

Come funziona TradeBMP? Ecco i servizi che offre:

Trading MT4

TradeBNP supporta una delle migliori piattaforme per il forex trading: MetaTrader4. È qualcosa a cui probabilmente sono abituati i trader, in quanto molto popolare. E rimasta tale anche dopo l’uscita della sua versione successiva. Essa offre grafici ben fatti, è leggero sull’hardware, supporta indicatori personalizzati e strategie di trading automatizzate, ha una versione desktop, mobile e web.

Molte opzioni di pagamento

TradeBNP accetta depositi in molti modi. L’elenco, indicato sul sito Web, include: bonifico bancario, carta di credito, PayPal, OK Pay, Qiwi e persino Bitcoin. L’offerta è decente, anche se mancano alcuni dei principali portafogli quando si tratta di trading, come Skrill e Neteller.

Elevata leva fornita

Sappiamo che questo può essere abbastanza controverso. Molti studi hanno indicato che l’abuso di un elevato rapporto di leva è uno dei principali fattori che contribuiscono alle perdite di nuovi trader. Eppure, è una necessità per il forex trading efficace.

Questo Broker offre una Leva finanziaria fino a 1: 400.

Broker TradeBNP è una truffa?

Broker TradeBNP è una truffa? Non esiste ancora una sentenza passata in giudicato, ma suggeriamo di starci lontano. Infatti, è gestito da una Società non regolamentata. Accenna casualmente di essere regolata dalla FCA (acronimo di Financials Conduct Authority, autorità inglese, corrispondente alla nostra Consob) in prima pagina, ma non fornisce un numero di riferimento. Cercando nel registro della FCA si trovano solo entità diverse associate a BNP Paribas, che non hanno a che fare con questo broker.

Essere registrati presso un organo di controllo sui mercati finanziari, come FCA, fanno sì che i fondi depositati dai clienti devono essere conservati nei cosiddetti conti separati. Questi termini bancari, garantiscono che la società non sarà in grado di rubare il tuo investimento e offrire solo un ambiente di trading di moneta cartacea.

Inoltre, tutti i broker regolamentati FCA fanno parte del Financial Services Compensation Scheme (FSCS). Questo è un sistema che protegge i commercianti nel caso in cui l’azienda, con cui commerciano, diventi insolvente.

Nell’aprile 2013 la FSA è stata divisa in due agenzie distinte: la già citata FCA e la Prudential Regulation Authority (PRA), che è responsabile della supervisione di grandi organizzazioni finanziarie come banche e compagnie assicurative.

I broker Forex rientrano nell’ambito della FCA, che protegge i consumatori e gli investitori, garantendo uno stato stabile e sostenibile dell’industria finanziaria del Regno Unito e promuovendo una sana concorrenza tra i fornitori di servizi. Per raggiungere questo obiettivo, alla FCA sono stati assegnati poteri normativi, investigativi e di applicazione. I fornitori di servizi finanziari autorizzati dalla FCA sono molto apprezzati dalla comunità di forex trading, in quanto il cane da guardia finanziario del Regno Unito applica severi requisiti e standard.

Per acquisire una licenza dall’agenzia di sorveglianza finanziaria del Regno Unito, le società di intermediazione devono detenere e mantenere attivi netti tangibili pari a € 730.000.

Inoltre, i patrimoni dei clienti dovrebbero essere tenuti in conti bancari separati, separati dai fondi operativi della società, e gli intermediari devono segnalare le transazioni , fornire una protezione del saldo negativo e soddisfare molti altri requisiti. Soprattutto, la regolamentazione finanziaria nel Regno Unito prevede un sistema di compensazione.

Tutte le società con licenza FCA sono coperte dal Financial Services Compensation Scheme (FSCS) e in caso di insolvenza, vi è una copertura massima di compensazione di £ 85.000 a persona.

I Termini e le Condizioni forniti da TradeBNP stabiliscono che tutte le controversie saranno risolte in base alla legge di Vanuatu, che suona molto più credibile. Non menzionano il fatto di essere associati alla Vanuatu Financial Services Commission (VFSC), che pur non essendo credibile come le istituzioni dei paesi sviluppati, è ancora preferibile a nulla. Questo sembra essere un broker completamente non regolamentato.

Gli spread, che TradeBNP afferma di offrire, sono molto diversi per i diversi tipi di account. I livelli fissi previsti per i primi due livelli non sono competitivi con il resto del settore. D’altra parte quelli per gli investitori più grandi sono incredibilmente buoni.

TradeBNP non accetta tutti i Paesi. Inoltre, hanno implementato un meccanismo di rilevamento IP per applicare questa regola.

L’intero sito Web di TradeBNP sembra essere stato copiato da altri broker. Non c’è niente di sbagliato nel trovare da qualche parte ispirazioni per il design, ma il modo in cui “riempiono gli spazi vuoti” è cruciale. Diverse sezioni si contraddicono a vicenda. Mentre quello regolamentare è di gran lunga il più importante, non è affatto l’unico.

Indipendentemente dal fatto che il requisito minimo sia $ 500 per il tipo di conto “Iniziale” o $ 200 indicato sulla home page, ci sono broker in cui si può iniziare con un investimento molto più piccolo.

Si pensi a eToro, che richiede addirittura un deposito minimo. Eppure, stiamo parlando di un Broker regolamentato.

Altro punto sospettoso è che c’è una quantità massima di denaro che puoi prelevare da TradeBNP. Nel momento in cui desideri ritirare tutte le tue vincite, il tuo account è bloccato. Il motivo è che non hai letto i termini e le condizioni. Questo è normalmente il punto in cui la maggior parte delle truffe dei broker sospetti inizia. Nel momento in cui vuoi ritirare i tuoi soldi. Potrebbero essere legittimi e davvero permetterti di fare trading. Ma recuperare i tuoi soldi nel tuo account è difficile, se non impossibile.

Ci sono invece broker seri come 24option e Plus500 che hanno depositi minimi e condizioni ideali per fare trading. E stiamo parlando di piattaforme che esistono da anni e sono regolamentate e certificate.

TradeBNP opinioni e recensioni

Quali sono le opinioni su TradeBNP? Quali sono le recensioni su TradeBNP? In generale, parlano tutte di truffa subita. Di pia illusione di guadagnare ma poi non mantiene le promesse che fa.

Per questi e per tutti i motivi detti in precedenza, meglio starci alla larga e non farsi ingannare da quel vago riferimento alla famosa Banca francese e alla FCA britannica.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY