Il titolo ASTM accelera al rialzo grazie ad utile e dividendo in crescita sui conti 2018

Partenza con il piede sull’acceleratore per il titolo ASTM, in rialzo dell’1,30% sul listino delle Mid Cap di Piazza Affari. Il titolo al momento della scrittura viene scambiato in area 23,15, dopo aver toccato un massimo intraday a 23,70 euro.

Le azioni del gruppo Autostrada Torino-Milano (ASTM) si sono impennate verso l’alto in concomitanza con la diffusione dei conti del 2018. Il management della società che fa parte del gruppo Gavio, che ha in concessione alcune tratte autostradali in Italia ed all’estero, ha annunciato che il bilancio dello scorso anno si è chiuso con ricavi pari a 1,7 miliardi di euro, in aumento del 19,5% rispetto al fatturato del 2017.

Positiva anche la gestione operativa, che ha fatto registrare un Ebitda Adjusted, al netto degli oneri non ricorrenti, in crescita del 7,2% rispetto al 2017, a 771 milioni di euro, evidenziando il relativo margine al 44,9%. In crescita del 7,7%, rispetto all’anno precedente, l’Ebit, assestatosi a 437,9 milioni di euro. L’utile netto ha invece mostrato in incremento dell’11,2% a/a, salendo a 166,5 milioni di euro; mentre l’indebitamento finanziario netto, al 31 Dicembre 2018, si è assestato a 1, 268 miliardi di euro, diminuendo rispetto ad 1,333 miliardi di euro di fine 2017.

Il CDA di ASTM proporrà in occasione della prossima assemblea degli azionisti, il pagamento di un dividendo unitario pari a 0,302 euro, in aggiunta all’acconto di 0,23 euro già distribuito in acconto. Il totale della cedola distribuita sui conti 2018, pertanto, ammonta complessivamente a 0,532 euro per azione, in crescita del 13,4%, rispetto a 0,469 euro per azione distribuito nel precedente esercizio. Il controvalore distribuito agli azionisti risulta pari a 48,7 milioni di euro.

Migliori piattaforme per fare trading azionario

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

Andamento azioni ASTM sul breve-medio periodo


Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, le quotazioni di ASTM, da circa tre settimane, si sono riportati su nuovi top dell’anno, nonché massimi da Agosto 2018, in prossimità di area 24 euro. L’andamento del titolo sembra un po’tirato, pertanto, per il proseguo del rialzo sarebbe necessario che le quotazioni rifiatassero un poco, scaricando l’ipercomprato di breve.

Sul brevissimo, infatti, il titolo sta scambiando tra le medie mobili a 10 e 25 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea rossa sul grafico), che transitano in area 23,20-22,90 euro. L’eventuale discesa sotto l’EMA 10 potrebbe provocare la discesa sul principale supporto multiday, rappresentato dalla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che passa in area 22 euro. La rottura di EMA 50, in chiusura giornaliera o peggio ancora settimanale, potrebbe causare un primo affondo in area 21 euro, con possibili estensioni al ribasso verso area 20 euro.

L’eventuale break-out di quota 24 euro, in chiusura daily o meglio ancora settimanale, potrebbe invece favorire un allungo in primo luogo a quota 25 euro, ed in seconda battuta verso area 26 euro.
⇒ CLICCA QUI PER INIZIARE A FARE SULLE PRINCIPALI AZIONI

Pattern di trading sul titolo Astm (AT.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading long si attiva in caso di allungo oltre 23,35€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 23,49 e 23,74 euro; stop loss in caso di discesa sotto 23,10€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 23,74€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 23,88€ e successivamente a 24,12€; stop loss in caso di ritorno sotto 23,35€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 24,12€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 24,27 e 24,51 euro, estesi a 24,76€; stop loss in caso di ritorno sotto 23,88€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 21,99€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 22,22€ ed in seconda battuta a 22,43€, estesi a 22,57€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 21,75€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 23,10€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 22,95 e 22,77 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 23,35€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 22,77€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 22,63€ e successivamente a 22,57€; stop loss in caso di ritorno sopra 23,10€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 22,57€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 22,43 e 22,22 euro, estesa a 21,99€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 22,95€ in close orario o daily. Suggeriti short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 24,76€ ,per sfruttare eventuali correzioni prima a 24,51€ e successivamente a 24,27€, estese a 24,12€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 25,02€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.
⇒ CLICCA QUI PER INIZIARE A FARE SULLE PRINCIPALI AZIONI

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY