The News Spy è una truffa o fa guadagnare davvero? Recensioni e Opinioni

The News Spy è una truffa o fa guadagnare davvero? Recensioni e Opinioni

Cos’è The News Spy? Come funziona The News Spy? The News Spy è una truffa?

Il nome rievoca un film di spionaggio americano o un nuovo gruppo di Super eroi. Categoria cinematografica peraltro molto in voga negli ultimi tempi, forse perché ormai è l’unica che garantisce successi al botteghino.

Purtroppo però non è nulla di tutto questo. Si tratta della solita piattaforma di trading online che annuncia di poterti far diventare milionario nel giro di pochi giorni, mediante un sistema infallibile. Utilizzando peraltro anche Vip ricchi per convincerti che anche loro lo hanno provato e non lo hanno lasciato più (come dice lo spot di un detersivo).

Ancora una volta, per esempio, è stato utilizzato come testimonial l’imprenditore Flavio Briatore. Noto ai più per essere stato per anni il team manager di Formula Uno nelle fila della Benetton e di Renault, per il suo matrimonio (terminato nel 2017 dopo 9 anni) con la show girl Elisabetta Gregoraci e per le idee che esprime sulla politica italiana in Tv accolte da applausi, risate o critiche.

In realtà, come altri Vip, anche Flavio Briatore (e peraltro non per la prima volta), è stato coinvolto “a sua insaputa” (per dirla con un lessico diventato qualche anno fa un tormentone politico).

Vediamo comunque di seguito cos’è e come funziona The News Spy, se fa guadagnare davvero, quanto promette di far guadagnare, perché un altra piattaforma come eToro può essere considerato una alternativa migliore e se il trading sia in generale una truffa.

The News Spy truffa?

Il Broker The News Spy è una truffa? Arriviamo subito al sodo. Malgrado il fatto che non esista una sentenza passata in giudicato né la Consob si sia espressa a riguardo, i sospetti che si tratti di una truffa ci sono tutti.

Andando sul sito, si può vedere che include una sezione di registrazione e alcuni messaggi su un “software high-tech che consente di guadagnare come fanno i grandi trader”. Inoltre, è possibile vedere adesivi e loghi di siti di notizie accreditati come CNBC e Coin Desk come un modo per dare legittimità al tutto. Peccato però che questi siti non se lo siano filati di striscio.

Immancabile poi la solita testimonianza farlocca. Troviamo un certo “Dean S.” dagli Stati Uniti. Quest’uomo è in realtà un attore e il suo nome è David. Ha anche un sito web in cui cerca di insegnare trucchi di marketing,

Non mancano poi illustrazioni dove si cerca di spiegare bonariamente come funzioni il sistema e come faccia guadagnare. Questa illustrazione è un pessimo tentativo di esca, e sì sembra molto professionale e convincente, ma questo è esattamente ciò che lo rende molto più pericoloso

The News Spy cos’è

 

Cos’è The News Spy?The News Spy è promosso come un software che “scombussola” la scena del trading e come un sistema unico che genera denaro per te lavorando solo pochi minuti al giorno.

La realtà è che il sito appartiene a un’entità anonima, non esiste alcun tipo di persona reale che si prende il merito di questo sistema, non vi è alcun social media o profilo LinkedIn associato all’app, e non vi è alcun indirizzo fisico o qualche altro indizio che ci dica che il sito è legittimo.

The News Spy come funziona

Come funziona The News Spy? Nella realtà non esiste un vero codice o algoritmo di trading. Si tratta solo di alcuni parametri impostati sul trading casuale confezionati per apparire più attraenti.

Oltre ad essere una truffa economica potenziale, questo software comporta altri rischi. Come quelli di regalare i vostri dati sensibili a dei truffatori (dati anagrafici, mail, carte di credito), ma anche di aver visto il proprio dispositivo infettato da Spyware progettati per spiare le tue attività e venderti vari prodotti secondo i tuoi modelli di comportamento su internet.

Purtroppo denunciare queste persone risulta anche inutile. Sebbene vada fatto per rendere noto certe truffe alle autorità competenti. Infatti, in genere queste piattaforme hanno sede nei cosiddetti Paradisi fiscali, chiamati così proprio perché offrono protezione fiscale a quanti lì trasferiscono la sede della propria attività e il proprio conto corrente.

The News Spy opinioni e recensioni

Quali sono le recensioni su The News Spy? Quali sono le opinioni su The News Spy? Come sempre in questi casi, occorre separare quelle reali da quelle false in quanto foraggiate dal sito stesso.

Le prime, si contraddistinguono per il fatto che parlano di truffa, di soldi persi, di pentimento, di denunce inutili. Le seconde, invece, parlano entusiasti della piattaforma, di essersi arricchiti, di averci guadagnato e spingono gli altri ad iscriversi proponendo tanto di link. Essendo degli affiliati.

Si tratta di una truffa lunga quasi un secolo, da quando cioè un lucano emigrato negli Usa, Carlo Ponzi, ideò uno schema che prevedeva il coinvolgimento di nuove persone che devono versare una quota d’ingresso per entrare nel famigerato affare. La quale però in realtà serve solo per pagare chi già ne fa parte. In questo modo, il vero guadagno non è dato dalla vendita di beni o servizi, ma dalle quote di chi entra nel sistema convinto dell’affare. Prima o poi però il meccanismo crolla su se stesso. In Italia, peraltro, lo schema Ponzi è severamente vietato.

The News Spy e Flavio Briatore

Flavio Briatore davvero ha guadagnato con The News Spy? Come detto nell’incipit, è stato coinvolto a sua insaputa. Il tutto per dare una parvenza di verità al tutto. Negli Usa, invece, solitamente sono utilizzati i volti di Bill Gates o Warren Buffet. Il primo Guru della tecnologia, il secondo del trading.

Ma non solo Flavio Briatore. Le pubblicità citano anche Jovannotti, Barba d’Urso, Giorgio Armani, Paolo Bonolis e perfino il cantante Andrea Bocelli. Quindi personaggi provenienti dai più svariati settori.

Come fare trading seriamente con eToro

 

Quali sono le migliori alternative a The News Spy? Senza dubbio, possiamo tranquillamente citare il Broker eToro. Un Broker che negli anni ha visto sempre più crescere i suoi utenti, giunti ormai a quasi 11 milioni di unità.

Il motivo di tanto successo è presto detto. eToro ha lanciato negli anni sempre nuovi ed accattivanti servizi, oltre che offerte allettanti. Si pensi all’ultima: la possibilità per i cittadini dell’Unione europea di fare trading su azioni ed ETF senza commissioni.

Ma il vero successo di eToro lo si deve, oltre ai servizi in genere offerti dai Broker più rinomati (come ebook, webinar, Conto demo), anche a tre peculiari della piattaforma:

a) Social trading

Si tratta di una Community che riunisce gli utenti di eToro per ottenere consigli e scambiarsi opinioni e consigli tra utenti. Funge quindi da Forum, sebbene, rispetto ad essi, è più difficile incontrare profili Fake o persone che parlano di trading senza averne reale esperienza.

b) Copy trading

Chiamato sulla piattaforma CopyTrader con tanto di copyright, consente di copiare in maniera automatica i trader miglior. Così facendo, si potrà guadagnare pur essendo un neofita in fatto di trading. Ovviamente, anche i trader copiati ci guadagnano a loro volta.

I trader più esperti sono chiamati Popular trader e possono essere cercati tramite criteri di riferimento come l’asset di interesse, il profilo di rischio, il Paese di provenienza, il periodo di attività e soprattutto il numero di follower di cui gode.

c) CopyPortfolio

Permette di copiare interi panieri, selezionati in automatico da algoritmi supervisionati da un team di esperti.

Si divide in 2 tipologie:

a) Top Trader Copyportfolios, per copiare un insieme di trader con le prestazioni migliori

b) Market Copyportfolios, che riuniscono CFD di più asset che hanno in comune una strategia di mercato

eToro è altresì un Broker che guarda sempre al futuro. Non a caso, è tra i Broker rinomati quelli offre l’asset del momento: le criptovalute. E’ infatti possibile fare trading su Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Ripple, Neo, ZCash, ecc.

Per saperne di più su eToro visita il sito ufficiale.

Perché il trading non è una truffa

Sebbene ci siano molte piattaforme che cercano di fregare il prossimo, non bisogna credere che il trading sia qualcosa di pericoloso e una truffa esso stesso.

Infatti, occorre utilizzare Broker che abbiano regolare licenza da parte delle autorità preposte al controllo sui mercati finanziari. Il che mette a riparo i trader da truffe in quanto impongono delle regole alle società, come ad esempio i fondi di garanzia in caso di fallimento.

In Italia, l’autorità garante in materia è la Consob, mentre a livello europeo è considerata la più importante la CySEC, con sede a Cipro. Dove hanno sede molti Broker rinomati, in quanto prima questo Paese era un Paradiso fiscale. Per poi diventare un membro Ue ad inizio anni 2000. venendo quindi derubricata dalla Black list. Altri organi importanti sono la FCA in Gran Bretagna, la ASIC in Australia, la SEC negli Usa, ecc.

I Broker rinomati offrono una serie di servizi appannaggio dei trader:

  • Conto demo (per fare pratica senza perdere i soldi reali)
  • eBook (libri digitali sui quali studiare)
  • Webinar (seminari seguibili online)
  • Grafici (dove visualizzare lo storico degli asset)
  • Segnali di trading (suggerimenti da parte di esperti inviati via sms o via email)
  • Tanti asset su cui investire (indici azionari, azioni, criptovalute, materie prime, metalli preziosi, ecc.)
  • Leva finanziaria (per moltiplicare i propri fondi a disposizione)
  • Commissioni e spread convenienti (inevitabili in quando sono il modo per i Broker di guadagnare)

Quindi, il trading diventa una truffa solo quando si scelgono strumenti che lo sono. Ovvero quelle piattaforme che millantano guadagni facili, lauti ed immediati, senza spiegare come. Un po’ come The News spy.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY