Tether lancia la sua stablecoin USDT su Near Protocol

Near Protocol rappresenta uno dei progetti più interessanti nel settore delle criptovalute.

Nelle ultime settimane, il prezzo del suo token NEAR, sta volando a causa delle news positive che arrivano da Nearcon, la conferenza sull’aggiornamento dei progetti che si sta tenendo in questi giorni dall’11 al 14 Settembre a Lisbona. Inoltre è arrivata proprio ieri la notizia dello sbarco di USDT, la stablecoin di Tether sul Network di Near.

Near Network fornisce una blockchain in grado di eseguire smart contract in modo scalabile grazie al suo elevato throughput che può arrivare in media alle 100.000 TPS (transazioni per secondo). La Near Foundation ha, recentemente annunciato, di poter andare oltre arrivando a più di 300.000 TPS, un aspeto che la renderebbe ideale per supportare moltissime applicazioni.

Vediamo allora cosa succedendo e cosa sta accadendo nel mondo delle stablecoin in questo bear market.

Tether lancia USDT su Near Protocol

Naer Protocol è una delle blockchain più interessanti. Il suo token NEAR sta crescendo sempre di più in adozione e quote di mercato. E’ possibile anche comprare NEAR su piattaforme regolamentata come eToro (clicca qui per attivare un conto demo gratuito).

E’ una piattaforma con funzione innovative come il Copy Trading, che permette di copiare le posizioni di altri trader automaticamente. Per aprire un conto reale bastano 50€ per iniziare subito, oltre al conto demo gratuito.

Per saperne di più sulle criptovalute su eToro vai qui sul sito ufficiale.

L’annuncio di Tether: USDT Su Near

Tether Operations Limited (“Tether”) è la società che si occupa dell’emissione della più importante stablecoin, ovvero USDT.

Con un tweet sul suo profilo ufficiale, Tether annuncia lo sbarco di USDT anche su rete NEAR avviando così una partnership molto importante:

La rete Near oggi è in grado di supportare più di 700 progetti e dunque un ottimo ecosistema per il lancio di una nuova versione di USDT.

Questo accordo consente a Near di entrare nell’elenco dei progetti che potranno offrire interessanti applicazioni nella Defi. Come sappiamo, infatti, per poter avere successo i protocolli Defi devono avere liquidità, applicazioni utili e la possibilità di utilizzare stablecoin.

Il CTO di Tether, Paolo Ardoino, si dice entusiasta e commenta così l’annuncio:

“Siamo veramente felici di lanciare USD₮ sulla rete NEAR, offrendo alla sua comunità l’accesso alla prima, più stabile e affidabile stablecoin nello spazio dei token digitali”

e poi aggiunge:

“L’ecosistema NEAR ha registrato una crescita storica quest’anno e crediamo che Tether sarà essenziale per aiutarle questa blockchain a continuare nella sua crescita”.

Dunque un ottimo accordo per entrambe le parti che conferma due certezze:

  • Tether è la più importante stablecoin del mercato
  • Near è destinato (a meno di sorprese) ad essere uno degli ecosistemi più adottati in futuro

Near Network sta registrando una grande crescita ed è inoltre una blockchain carbon neutral, un aspetto su cui si sta insistendo molto in questo periodo. Anche l’Europa sta cercando di imporre le sue regole e regolamentazioni, si parla da tempo di criteri ESG e dell’introduzione delle CDBC.

Insomma siamo in un periodo storico in cui probabilmente vedremo le stablecoin evolversi.

Cosa sta succedendo alle stablecoin in Bear Market?

Il mondo delle stablecoin è in fermento. Da una parte abbiamo l’Europa che spinge per le sue valute digitali, dall’altra i progetti crypto che stanno cercando di imporre le loro stablecoin come base per tutto il settore.

Chi la spunterà? E’ evidente che le regolamentazioni si rendono ormai necessarie, dopo quello che è successo nel 2022 con il crollo dell’ecosistema Terra Luna ed il fallimento di fondi e progetti Cefi come Celsius.

Tether è quella che sembra muoversi meglio di tutte. Anche Binance sta cercando di rosicchiare quote di mercato imponendo l’adozione della sua stablecoin BUSD sull’exchange. Ne abbiamo parlato qualche giorno fa in questo articolo in cui abbiamo spiegato che Binance convertirà automaticamente le posizioni di trading di USDC ed altre stablecoin in BUSD.

E Tether non viene menzionata. Binance stessa ha confermato che non ha (“per ora”) intenzione di applicare il suo Binance Auto Convert a Tether (USDT) ma in futuro potrebbe cambiare.

Come vedete qui:

Tether è leader ancora del mercato e probabilmente BUSD vuole insidiare la posizione di USDC, la stablecoin di Circle per essere protagonista nella Defi del futuro.

Near Protocol è uno degli altri progetti interessanti che offre una piattaforma molto efficiente dal punto di vista delle transazioni al secondo. Tutto questo è reso possibile dalla proof of stake e dalle soluzioni di sharding.

Nel 2021 Near Protocol ha ottenuto la certificazione carbon neutral dalla società South Pole, una azienda che si occupa di progetti a basse emissioni di carbonio.

Ecco il riepilogo delle principali caratteristiche

👍 BlockchainNear Protocol
✅ CaratteristicheThresholded Proof of Stake / Scalabilità / Sharding di nuova generazione
💰TokenNEAR
🥇Migliore piattaforma per fare trading su NEAReToro
🥇Miglior exchange per comprare NEARBinance

Near mira a creare una infrastruttura per l’innovazione: una blockchain pubblica adatta agli sviluppatori, di tipo proof-of-stake e che sia green.

E’ quindi una piattaforma decentralizzata progettata per rendere le app utilizzabili sul web. La rete funziona su un meccanismo di consenso Proof-of-Stake (PoS) chiamato Nightshade, che offre scalabilità e tariffe stabili.

Per approfondimenti vi invitiamo anche a consultare un video sul nostro canale YouTube che spiega il funzionamento di Near oltre ai principali progetti:

Near Protocol: blockchain, wallet e progetti Defi
Near Protocol è una blockchain decentralizzata di tipo layer-1 che consente lo sviluppo di app scalabili tramite un nuovo meccanismo di sharding che si chia…
Near Protocol: blockchain, wallet e progetti Defi

The video was uploaded on 25/5/2022.

You can view the video here.

The video lasts for 40 minutes and 47 seconds.

Conclusioni

Abbiamo visto le ultime notizie positive per il mondo Near Protocol e la partnership avviata con Tether per il lancio di USDT sulla sua rete. Naturalmente seguiremo in prima linea lo sviluppo del progetto e l’andamento del prezzo del suo token.

Con Near diventano 14 le blockchain che supportano la stablecoin Tether (USDT) che rimane ancora la più capitalizzata con circa 67,7 miliardi di dollari

Naturalmente le previsioni degli analisti non devono essere considerate come un consiglo finanziario, ognuno deve fare le proprie valutazioni in tema di investimenti.

Se volete fare trading sulle principali criptovalute vi consigliamo il broker eToro che consente anche fare social trading e disporre di strumenti di trading professionali.

Apri subito il tuo account demo su eToro cliccando qui.