Strike annuncia l’integrazione Shopify per i pagamenti Bitcoin

Durante la Bitcoin Conference 2022 di Miami, che si sta tenendo in questi giorni, il CEO di Strike Jack Mallers ha annunciato una novità importantissima per Bitcoin, ovvero l’integrazione dei pagamenti Bitcoin in collaborazione con Shopify.

Due colossi, uno dei pagamenti quale Strike e l’altro dell’ecommerce Shopify si muovono insieme per supportare ancora di più Bitcoin. Strike, per chi non la conoscesse, è una piattaforma di pagamenti basata su Bitcoin Lightning Network.

Questo metodi di pagamento permetterà di accettare negli Stati Uniti pagamenti in criptovalute e scambiarli in modo istantaneo in dollari (USD) per essere inviati ai commercianti.Si tratta di una notizia molto importante per Bitcoin.

Vediamo in cosa consiste questa novità molto importante per Bitcoin.

Shopify Integrazione con Strike

Per investire su Bitcoin è possibile usare ad esempio la piattaforma regolamentata di eToro (clicca qui per attivare un conto demo gratuito).

E’ un broker che può essere utilizzato anche sfruttando la funzionalità di Copy Trading, cosa che permette di copiare le posizioni di altri trader automaticamente. Per attivare un conto sono poi sufficienti 50€ per iniziare subito, oltre al conto demo gratuito.

Per saperne di più sulle criptovalute su eToro vai qui sul sito ufficiale.

Cos’è Lightning Network?

Lightning Network è un protocollo di pagamento che consente transazioni veloci tra i nodi di una rete blockchain. Viene impiegato oggi per risolvere il problema della scalabilità di Bitcoin.

È dotato di un sistema peer-to-peer per effettuare micropagamenti di criptovaluta attraverso una rete di canali di pagamento bidirezionali senza delegare la custodia dei fondi.

Il normale utilizzo del Lightning Network consiste nell’aprire un canale di pagamento impegnando una transazione di finanziamento sulla relativa blockchain di base (livello 1). Seguita dall’effettuazione di un numero qualsiasi di transazioni Lightning Network che aggiornano la distribuzione provvisoria dei fondi del canale senza trasmetterli al blockchain.

Seguita ancora opzionalmente dalla chiusura del canale di pagamento trasmettendo la versione finale della transazione di regolamento per distribuire i fondi del canale.

E’ una soluzione è stata adottata in El Salvador, dove Bitcoin è diventata moneta a corso legale e quindi offre la possibilità di pagare in modo veloce in Bitcoin.

Chi è Strike?

Strike è una applicazione che consente di inviare e ricevere pagamenti ovunque, con costi irrisori e in modo istantaneo senza costi aggiuntivi né nascosti.

Funziona sulla rete Bitcoin che è uno degli standard di pagamento più aperto e globale possibile. Strike crede ad una nuova economia digitale, un sistema finanziario in grado di sfruttare la rete aperta di Bitcoin per offrire agli utenti una soluzione di pagamento peer to peer affidabile e sicura.

Strike e la partnership con Shopify per i pagamenti

Arriva dunque una collaborazione tra Strike per supportare i pagamenti in Bitcoin grazie a Shopify Payments. Il CEO di Strike ha dichiarato:

“Siamo orgogliosi di collaborare con Shopify per offrire ai commercianti un modo più economico e veloce per accettare dollari americani utilizzando la tecnologia Bitcoin”.

Si perché Bitcoin non è solo una valuta digitale, ma è una Tecnologia, una tecnologia rivoluzionaria. E a permettere tutto questo sarà proprio Lightning Network, ovvero una rete globale di pagamenti in grado di trasferire fondi velocemente a costi bassi.

Una notizia questa che apre ancora di più all’adozione di massa di Bitcoin.

L’integrazione con Shopify consentirà infatti a chi usa la piattaforma di ricevere pagamenti in crypto tramite LN e poi potrà convertirli in dollari americani oppure conservare Bitcoin.

Pagamenti anche nei negozi fisici: McDonald’s, Wallmart, CVS

L’intervento dell’eccentrico Jack Mallers ha acceso il pubblico di Miami sopratutto quando ha annunciato che questo nuovo metodo di pagamento potrà essere accettato in alcuni negozi fisici.

Grazie a lightning network e alla collaborazione tra Shopify e Strike sarà possibile utilizzare questo metodo anche in molti negozi fisici, come ad esempio le catene di abbigliamento o i negozi di alimentari.

Il CEO di Strike cita tra gli applausi marchi noti come McDonalds, Wallmart, Whole Foods e tanti altri. Volete pagare in punti accumulati da una catena? Si può fare. La visione del sistema di pagamenti di Strike è universale.

Non è importante se si scambia Bitcoin in dollari o altro, l’importante è che ci sia un network per supportare tutto questo. E la rete Bitcoin con Lightning Network permette tutto questo.

Strike vuole perciò modernizzare i pagamenti tradizionali andando a competere con i colossi dei pagamenti come VISA, garantendo ai merchant pagamenti veloci, sicuri e con commissioni più basse.

E a doversi fare carico delle procedure di KYC ovvero di riconoscimento dell’utente dovranno essere i merchant stessi.

Insomma una rivoluzione che farà bene non solo a Bitcoin, ma all’intero settore.

Conclusioni

Continueremo ad occuparci di tutti gli aggiornamenti sulle criptovalute gli ultimi aggiornamenti con le previsioni sul prezzo. Naturalmente seguiremo in prima linea lo sviluppo di Bitcoin e vi terremo aggiornati sulle novità più importanti della Bitcoin Conference 2022 di Miami.

Naturalmente le previsioni degli analisti non devono essere considerate come un consiglo finanziario, ognuno deve fare le proprie valutazioni in tema di investimenti.

Se volete fare trading sulle principali criptovalute vi consigliamo il broker eToro che consente anche fare social trading e disporre di strumenti di trading professionali.

Apri subito il tuo account demo su eToro cliccando qui.