Startup innovative, tutte le novità 2017

Nella nuova Legge di Bilancio 2017 sono presenti diverse novità per le startup innovative, sia per quanto riguarda gli investimenti sia per la fase di costituzione pari a zero con il nuovo anno. Fino al 2016 le agevolazioni erano di carattere temporaneo ma la nuova legge Fiscale le ha modificate in permanenti. Ecco una sintesi delle novità presenti nella Legge di Bilancio 2017.

sturtup

Startup innovative atto costitutivo ed agevolazioni

Le startup potranno redigere l’atto costitutivo senza pagare le imposte di bollo e i diritti di segreteria, iscrivendosi alla sezione speciale del Registro di Imprese, potranno inoltre apporre la firma digitale autenticata senza la presenza di intermediari.

Le attuali agevolazioni prevedono l’esonero del versamento del diritto annuale presso la Camera di Commercio di appartenenza e dei diritti di segreteria e imposta si bollo per gli adempimenti. A queste si aggiunge l’esonero dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria per l’atto costitutivo.

Aumento della detrazione

Salgono le percentuali relative alla detrazione di cui il 25% per le persone fisiche e del 27% per persone giuridiche, in caso di investimenti in startup innovative o sociali. Raddoppiato il limite massimo dell’investimento che passa quindi da 500.000 ad un milione di euro, inoltre è stata inserita un’agevolazione che concede un ingresso di soggiorno in Italia per gli investitori stranieri che contribuiranno al capitale d’impresa con un miliardo di euro, ridotto a 500 milioni se la startup è iscritta nel Registro delle Imprese.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY