Snam sbarca negli Usa, pronta a rilevare il 33% del gasdotto Rover

Secondo quanto riportato da IlSole24Ore, Snam – acronimo di Società Nazionale Metanodotti, una società attiva nel trasporto, nello stoccaggio e rigassificazione del metano – starebbe per sbarcare negli Usa. In che modo? Rilevando il 33% del gasdotto Rover, di proprietà di Energy Transfer.

Malgrado abbia fatto registrare un rosso del 4,17% nell’ultimo trimestre, nel 2019 le azioni Snam avanzano del 23%.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker 24option. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Vediamo quali sono le ragioni di questo sbarco americano e i dettagli dell’operazione.

Perché Snam arriva negli Usa

Snam è una società con sede a San Donato milanese, già ben presente in Europa e con solide alleanze in Cina. La scelta di approdare in America è dovuta al fatto che il mercato presso cui vuole investire, ha una crescita stimata al 2% medio entro il 2030.

Il mercato americano appare molto interessante anche in virtù della progressiva riduzione nell’utilizzo del carbone. Sebbene il Presidente in carica, Donald Trump, sembra voler spingere verso la direzione opposta. Ritenuta da molti, specie gli ambientalisti, alquanto anacronistica e dannosa. Su tutti, a rendere meglio sembrerebbe il segmento del midstream (trasporto e stoccaggio), il quale appare, almeno nelle previsioni, quello che garantisce i margini maggiori.

Snam dettagli operazione acquisto Rover

Cerchiamo di capire in primis cosa sia il Rover, da non confondere con la sonda che la NASA spedisce su Marte. Il Rover, in questo caso, è un gasdotto con una capacità di oltre 30 miliardi di metri cubi l’anno. Che parte dai bacini di shale gas di Marcellus e Utica e, dopo aver percorso ben 1.100 Km, raggiunge il confinante Canada.

Peraltro, Energy Transfer risulta essere al momento l’unico operatore industriale dell’infrastruttura, visto che le quote restanti sono possedute da 2 fondi di private equity. Ossia Energy & Minerals Group, con il 35%, e Blackstone, con il 32%.

L’operazione di subentro di Snam nel progetto Rover dovrebbe concretizzarsi entro la fine del prossimo mese. Quando saranno depositate le offerte vincolanti. A quanto pare, la quota varrebbe circa 2 miliardi di dollari e in lizza ci sarebbe anche Dte Energy, società con sede in Michigan.

Snam chi è

Snam S.p.A. è una società italiana di infrastrutture per gas naturale. Al 31 dicembre 2018, aveva una capitalizzazione di mercato di € 12,6 miliardi.

Snam era originariamente una filiale della società energetica italiana Eni. Da allora è diventata una società indipendente, il cui maggiore azionista è CDP Reti, una holding controllata dallo stato italiano. L’utility opera in Italia e, attraverso società associate, in Austria, Francia e Regno Unito.

Snam è una delle principali società di gas regolamentate d’Europa, leader in Italia nel trasporto e stoccaggio del gas, mentre si colloca al terzo posto nella rigassificazione.

Snam storia

Snam è stata fondata il 30 ottobre 1941 a San Donato Milanese, in Lombardia, con il nome di Società Nazionale Metanodotti, e il 1 ° giugno 2001 ha cambiato il nome in Snam Rete Gas. È stato quotato alla Borsa Italiana dal 6 dicembre 2001.

Il 1 ° gennaio 2012, è stato ribattezzato con il nome originale di Snam.

Al momento della scrittura, la struttura societaria è così formata:

  • Snam Rete Gas S.p.A .: l’operatore del sistema di trasmissione del gas naturale
  • Stogit S.p.A.: stoccaggio di gas naturale
  • GNL Italia S.p.A.: per la rigassificazione di gas naturale liquefatto

Snam e l’importanza della sostenibilità

L’approccio di Snam alla sostenibilità si basa su Shared Value, un concetto elaborato da Michael E. Porter in collaborazione con Mark R. Kramer che esplora il legame tra un’azienda e il suo ambiente e la loro reciproca interdipendenza.

Al fine di creare valore condiviso, Snam promuove lo sviluppo sostenibile lungo l’intero processo di trasporto, spedizione, rigassificazione, stoccaggio e distribuzione. Nel 2009 la società ha aderito al Global Compact delle Nazioni Unite e dal 2006 ha pubblicato un relazione sulla sostenibilità in conformità con le linee guida della Global Reporting Initiative.

Inoltre, Snam opera nel quadro di riferimento della Dichiarazione universale dei diritti umani delle Nazioni Unite, delle Convenzioni fondamentali dell’OIL e delle Linee guida dell’OCSE sulle imprese multinazionali.

Il suo impegno nei confronti dell’ambiente si concentra sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e sulla salvaguardia biodiversità. Tra le sue iniziative sociali, Snam collabora con Legambiente e Federparchi e, nel 2012, si è unito alla Fondazione Sodalitas, che cerca di costruire ponti tra il mondo imprenditoriale in Italia e il settore non profit.

Snam in Borsa: la quotazione

Energy Transfer chi è

Conosciamo ora meglio la società che gestisce il gasdotto Rover. Energy Transfer Partners (ora legalmente Energy Transfer Operating L.P.) è una società impegnata nel trasporto di gas naturale e gasdotto propano. È organizzato nel Delaware e ha sede a Dallas, in Texas. È stata fondata nel 1995 da Ray Davis e Kelcy Warren, che rimane presidente e CEO.

Possiede una quota del 36,4% in Dakota Access, LLC, la società responsabile dello sviluppo della controversa Dakota Access Pipeline.

La società possiede il 100% dei diritti di distribuzione degli incentivi e 28.463.967 unità comuni in Sunoco LP e il 100% di Sunoco Logistics Partners Operations LP, il partner generale di USA Compression Partners LP.

Il 100% di Lake Charles LNG, che possiede un terminale di importazione di GNL e impianto di rigassificazione vicino a Lake Charles, Louisiana, 9.400 miglia di gasdotti di trasporto di gas naturale con circa 21 Bcf / giorno di capacità di trasporto e 3 impianti di stoccaggio di gas naturale nello stato del Texas e 12.200 miglia di gasdotti interstatali di gas naturale con circa 10,3 Bcf / giorno di capacità di trasporto.

Ancora, il 36,4% del gasdotto Dakota Access e il gasdotto di trasferimento di energia, il 60% del gasdotto Bayou Bridge, il 50% della trasmissione del gas in Florida. Il 100% del gasdotto del Transwestern, il 100% del Panhandle orientale, il 100% del il gasdotto Sea Robin e il 32,6% del gasdotto Rover.

Energy Transfer storia

La società è stata fondata da Kelcy Warren e Ray Davis nel 1995. Nel 2011 Energy Transfer Partners e Regency Energy Partners hanno acquistato le attività di fascia media di Castleton Commodities International per $ 2 miliardi.

Nell’ottobre 2012, Sunoco, Inc. è diventata una società interamente controllata dalla società. Ha acquisito gli interessi dei soci generali, il 100% dei diritti di distribuzione degli incentivi e una partecipazione limitata del 32,4% nella Sunoco Logistics Partners LP. Che gestisce un portafoglio geograficamente diversificato di gasdotti di petrolio greggio e di prodotti raffinati, terminando e acquisendo beni di marketing e di commercializzazione.

Nel 2012, la società ha acquisito la Southern Union Company.

Nell’agosto 2014, la società ha acquisito la Susser Holdings Corporation, che gestiva Stripes, una catena di oltre 580 negozi in Texas, New Mexico e Oklahoma, che sono stati rinominati con i nomi Sunoco e A-Plus.

Nel gennaio 2015, la società ha acquisito Regency Energy Partners per $ 11 miliardi.

Nell’ottobre 2018, la società è stata ribattezzata Energy Operating L.P. dopo essere stata acquisita da Energy Transfer Equity.

Migliori piattaforme per fare trading sul titolo Snam

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY