Situazione ancora molto pericolosa: parla il guru che predisse la crisi del 2008

Il Central Banking Journal ha intervistato Raghuram Rajan, governatore della Banca centrale Indiana e, soprattutto, “guru” finanziario che predisse la crisi del 2008 quando era ex capoeconomista del Fondo Monetario Internazionale. Secondo Rajan non solamente la crisi iniziata nel 2008 non si sarebbe ancora affievolita, ma esisterebbero seri rischi di peggioramento. “C’è una forte possibilità che si apra una nuova crisi mentre il mondo è meno capace di far fronte ai suoi costi” – ha dichiarato Rajan.

Non solo. Secondo Rajan “qualcuno fra i nostri macroeconomisti non si sta accorgendo che è in atto un complessivo rafforzamento dei rischi“. Insomma, così come nel 2008, molti stanno sottovalutando i pericoli (reali) esistenti oggi nella finanza globale. “I problemi non vengono tanto dalla crescita del credito, che è relativamente tiepida sui mercati industriali pur essendo più forte sui mercati emergenti, quanto dai prezzi degli asset legati ai rischi finanziari. Le crisi finanziarie non sono prevedibili: i rischi crescono finchè non colpiscono duro“.

Chi è Raghuram Rajan

La notorietà internazionale di Rajan si deve a un intervento molto critico, nel 2005, concretizzatosi nel paper “Lo sviluppo del settore finanziario ha reso il mondo più a rischio?”. In quell’occasione l’economista sosteneva come il varo di nuovi prodotti finanziari avrebbe reso il mondo più fragile, e che i banchieri erano incoraggiati ad assumere rischi che generavano rischi ancora peggiori in cambio di ritorni che avevano bassa possibilità di remunerazione, ma ottimi bonus.

A quelle critiche fecero seguito riscontri poco benevoli nei confronti di Rajan. Riscontri che dopo quanto accaduto nel 2008 cambiarono radicalmente (in meglio), tanto che nel 2009 il Wall Street Journal ammise che Rajan era “un profeta. Da quel momento, Rajan fu intervistato dai migliori giornali del mondo, e chiamato a intervenire agli appuntamenti più importanti.

Dal mese di settembre dello scorso 2013 Rajan occupa l’incarico di governatore della Banca centrale Indiana, dopo aver ricoperto per un anno il ruolo di consigliere capo economista del governo del Paese. È del 2010 il libro “How hidden fractures still threaten the world economy”, con il quale il “guru” ha vinto il premio Financial Times – Goldmah Sachs come migliore libro di economia del 2010.