Simulatore pensione Inps: ecco come funziona

Un nuovo servizio telematico lanciato il primo maggio 2015

simulatore inps
L'interfaccia del simulatore Inps

Superata una certa età anagrafica, scatta inevitabilmente l’ansia ”da pensione”. Quanto percepirò? Si chiedono prima o poi un po’ tutti. Le norme in materia cambiano costantemente, ormai con una cadenza annuale, per il tentativo dei governi che si susseguono di garantire al sistema previdenziale di non implodere.

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha lanciato dal primo maggio 2015, un servizio telematico grazie al quale possiamo calcolare quanto percepiremo di pensione. Un vero e proprio simulatore per il calcolo della pensione disponibile sul sito dell’ente, il quale si basa su due fattori: la contribuzione versata all’INPS e i parametri macroeconomici che incidono sull’età pensionabile e sull’importo della pensione.

Questo strumento, chiamato La mia pensione, ma ribattezzato Busta arancione per il logo che lo rappresenta, può risultare utile anche per effettuare scelte che integrino la pensione: versamenti volontari, totalizzazione o ricongiunzione contributi, iscrizione a formule pensionistiche integrative, ecc.

simulatore INPS La mia pensione
Il simbolo del simulatore Inps

Sommario

Come accedere al simulatore Inps

Come detto, tale servizio è disponibile dal primo maggio sul sito dell’Inps. Ciò che serve è essere in possesso del codice PIN ordinario, il quale può essere richiesto online, attraverso la procedura di richiesta PIN sempre sul sito Inps. Oppure contattando il numero verde gratuito da rete fissa 803 164, o dal cellulare lo 06 164164. Quest’ultimo, a pagamento secondo il proprio piano tariffario.

Come funziona il simulatore Inps

Il simulatore Inps offre la possibilità di verificare vari dati personali: l’importo dei contributi versati; segnalare eventuali mancanze attraverso il servizio di segnalazione contributiva; conoscere quando a quale età si avrà diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata; calcolare l’importo pensionistico “a moneta costante”, a prescindere dall’inflazione; ottenere una stima sulla differenza sulla prima rata di pensione e l’ultimo stipendio percepito (il cosiddetto tasso di sostituzione, che ci dirà quanto eventualmente perderemo). Il simulatore, mediante l’aria “La mia pensione”, consente all’utente di confrontare scenari futuri diversi, ad esempio ”giocando” sull’importo della retribuzione, sulla data del pensionamento, così da vedere quanto percepirà di volta in volta in base al cambiare delle condizioni.

simulatore inps
L’interfaccia del simulatore Inps

Chi può interagire con il simulatore Inps

Attualmente possono accedere al simulatore Inps questi contribuenti: i soggetti con contribuzione versata al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, Lavoratori Autonomi, Gestione separata e Gestione Dirigenti aziende industriali. Invece, per gli altri dipendenti pubblici e per i lavoratori con contribuzione versata agli altri Fondi e Gestioni Inps, il simulatore ‘La mia pensione’ sarà accessibile entro questo 2016.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY