Scadenze fiscali mese di Febbraio 2019

Ricco è il calendario degli appuntamenti fiscali per il corrente mese di febbraio 2019.

Occhio agli appuntamenti con il Fisco: ecco la guida ed il calendario completo con tutte le date da non dimenticare!

11 febbraio ’19

Prima data da appuntarsi sulla propria organizer è l’11 febbraio: banche ed Istituti di Credito autorizzati ad emettere assegni circolari saranno chiamate a versare l’imposta di bollo dovuta sugli assegni circolari rilasciati in forma libera in circolazione alla fine del 4° trimestre 2018.

Stessa scadenza per la richiesta di attribuzione del credito d’imposta previsto dall’art. 21-bis del D.L. n. 83/2015 per i compensi corrisposti agli avvocati e/o agli arbitri nei procedimenti di negoziazione assistita e/o di arbitrato.

Questa spetta a tutti coloro che nell’anno 2018 hanno corrisposto il compenso agli avvocati che li hanno assistiti nel corso di uno o più procedimenti di negoziazione assistita ai sensi del Capo II del D.L. n. 132/2014 conclusi con successo.

15 febbraio 2019

Entro il 15 febbraio 2019 gli operatori finanziari indicati all’art. 7, sesto comma, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 605 (Banche, Poste Italiane S.p.a., gli Intermediari Finanziari, le Imprese di Investimento, gli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio, le Società di Gestione del Risparmio, nonché ogni altro Operatore Finanziario) dovranno procedere con la comunicazione integrativa annuale all’Anagrafe Tributaria-Sezione Archivio dei rapporti finanziari dei dati e delle informazioni sui rapporti di natura finanziaria intrattenuti nell’anno 2018 con i propri clienti e sulle operazioni extra conto.

Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 gennaio 2019, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve).

I soggetti Iva sono chiamati ad emettere e registrare le fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da Ddt o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione.

Tutti gli esercenti il commercio al minuto e assimilati e tutti coloro che operano nella grande distribuzione sono tenuti a procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale nel mese solare precedente.

Le Associazioni sportive dilettantistiche, le associazioni senza scopo di lucro e associazioni pro-loco devono annotare, anche con un’unica registrazione, l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali.

18 febbraio 2019

Tantissime le scadenze fiscali fissate per la data del 18 febbraio:

  • versamento dell’imposta sugli intrattenimenti relativi alle attività svolte con carattere di continuità nel mese precedente,
  • versamento della rata relativa al canone TV trattenuta ai pensionati,
  • versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin Tax) di cui all’art. 1, comma 491, della Legge n. 228/2012 dovuta sui trasferimenti della proprietà di azioni, di titoli rappresentativi di strumenti finanziari partecipativi effettuati nel mese di gennaio,
  • versamento dell’imposta sulle negoziazioni ad alta frequenza relative ad azioni e strumenti finanziari di cui all’art. 1, comma 495, della Legge n. 228/2012 (c.d. Tobin Tax) dovuta sugli ordini relativi agli strumenti finanziari derivati e valori mobiliari di cui all’art. 1, comma 492, della Legge n. 228/2012, effettuati fino al 31 dicembre dai soggetti deleganti,
  • versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia, su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale, su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto, su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale, su redditi derivanti da riscatti di polizze vita, su premi e vincite, su redditi di capitale diversi, su cessione titoli e valute e su rendite AVS corrisposte nel mese di gennaio,
  • liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente,
  • versamento dell’IVA dovuta dalle pubbliche amministrazioni non soggetti passivi IVA a seguito di “scissione dei pagamenti” (c.d. Split Payment),
  • versamento dell’IVA dovuta relativa al 4° trimestre 2018,
  • versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione,
  • versamento dell’imposta sostitutiva sugli utili delle azioni e dei titoli immessi nel sistema di deposito accentrato gestito dalla Monte Titoli S.p.a.,
  • versamento dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi dovuta dalle forme pensionistiche complementari.

20 febbraio 2019

Le imprese elettriche devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati di dettaglio relativi al canone TV addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese di gennaio.

25 febbraio 2019

Gli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono procedere con la presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE

28 febbraio 2019

Ultimo giorno per procedere al versamento della prima rata bimestrale dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale relativa alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2019.

In data 28 febbraio è fissata la scadenza per procedere con la comunicazione bimestrale all’Agenzia delle Entrate dei dati dei soggetti per i quali è cessata la trattenuta rateale del canone di abbonamento alla televisione.

Gli intermediari che erogano mutui agrari e fondiari sono tenuti a comunicare all’Anagrafe Tributaria i dati relativi alle quote di interessi passivi e relativi oneri accessori per mutui agrari e fondiari, ai sensi dell’art. 78, comma 25, della legge n. 413 del 1991.

Le Compagnie assicurative sono tenute a comunicare all’Anagrafe Tributaria i dati riferiti all’anno 2018: a) per tutti i soggetti del rapporto, i dati relativi ai premi di assicurazione detraibili, ai sensi dell’art. 78, comma 25, della legge n. 413 del 1991; b) i dati e le notizie, relativamente ai soggetti contraenti, dei contratti di assicurazione.

Enti, Casse e società di mutuo soccorso aventi esclusivamente fine assistenziale e i fondi integrativi del Servizio Sanitario Nazionale devono comunicare all’Anagrafe Tributaria i dati relativi alle spese sanitarie rimborsate nel 2018.

Infine, per i sostituti d’imposta scade il termine per effettuare il conguaglio tra le ritenute operate e l’imposta dovuta ai fini IRPEF sui redditi di lavoro dipendente e assimilati.

LEAVE A REPLY