Salvatore Ferragamo: conviene comprare le azioni per il 2017?

Salvatore Ferragamo SpA è un noto brand di lusso italiano fondata a Firenze nel fondata nel 1927 da Salvatore Ferragamo, stilista calzaturiere campano che, dopo essere emigrato negli Stati Uniti, rientra in Italia per aprire il suo famoso “Calzaturificio Ferragamo & C.”.

La maison fiorentina, nel corso del tempo è riuscita a creare una vera e propria fortuna; la sua produzione è oggi attiva nella creazione, produzione e vendita di calzature, pelletteria, abbigliamento, accessori, e profumi. Il brand è presente in oltre 90 paesi tramite una rete di oltre 680 negozi monomarca.

Attenzione all’unicità e all’esclusività, realizzate coniugando stile, creatività e innovazione con la qualità e l’artigianalità tipiche del Made in Italy, sono le caratteristiche che contraddistinguono da sempre i prodotti del Gruppo.

Con circa 4.000 dipendenti e una rete di oltre 680 punti vendita mono-marca al 31 dicembre 2016, la Salvatore Ferragamo SpA è presente in Italia e nel mondo attraverso società che consentono di presidiare il mercato europeo, americano e asiatico.

Nel 2011 l’azienda viene quotata in borsa e immette sul mercato il 48% delle azioni (il restante rimane in mano alla famiglia Ferragamo attraverso la holding Palazzo Feroni Finanziaria S.p.A); ad oggi, la società è quotata nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Oggi, Salvatore Ferragamo SpA è uno dei principali operatori mondiali del settore della moda di lusso. In questa guida, oltre a fare un’analisi economico-finanziaria relativa al Bilancio 2016, approvato in data 27 aprile 2017, cerchiamo di capire se le azioni della nota griffe fiorentina sono da acquistare nel 2017.

Salvatore Ferragamo SpA: Approvazione del Bilancio 2016, ottimi risultati contabili

In data 27 aprile 2017, l’Assemblea degli azionisti della Salvatore Ferragamo SpA, si è riunita in sede ordinaria e in unica convocazione, sotto la Presidenza di Ferruccio Ferragamo per approvare il Bilancio d’esercizio dell’anno fiscale chiuso in data 31 dicembre 2016.

Il Consiglio di amministrazione della Ferragamo SpA è così composto:

  • Ferruccio Ferragamo, Presidente
  • Eraldo Poletto, Amministratore Delegato
  • Giovanna Ferragamo, Vice Presidente
  • Fulvia Ferragamo
  • Leonardo Ferragamo
  • Francesco Caretti
  • Diego Paternò Castello di San Giuliano
  • Peter Woo Kwong Ching
  • Piero Antinori
  • Umberto Tombari
  • Marzio Saà
  • Chiara Ambrosetti
  • Lidia Fiori

Come si evince dal Report economico-finanziario, il Bilancio Consolidato del Gruppo societario ha chiuso con Ricavi Totali pari ad Euro 1.438 milioni (+1% rispetto al 2015), un EBITDA pari ad Euro 324 milioni (stabile rispetto al 2015), un EBIT pari ad Euro 261 milioni (-1% rispetto al 2015) ed un Utile Netto del Periodo pari ad Euro 198 milioni (+14% rispetto al 2015). E’ stato approvato in data 27 aprile 2017 anche la distribuzione di un dividendo pari ad Euro 0,46 per azione (in linea con quanto corrisposto nell’esercizio precedente), con stacco della cedola in data 22 maggio 2017, record date 23 maggio 2017 e pagamento dal 24 maggio 2017.

L’Assemblea ha, inoltre, rinnovato l’autorizzazione al Consiglio di Amministrazione all’acquisto di azioni ordinarie Salvatore Ferragamo del valore nominale di Euro 0,10 ciascuna, fino ad un numero massimo che non sia complessivamente superiore all’1% (pari a n. 1.687.900 azioni ordinarie) del capitale sociale della Società.

Performance Titolo della Salvatore Ferragamo SpA: quali trend per il corrente anno?

Dall’inizio del 2017 ad oggi le azioni Salvatore Ferragamo hanno registrato un guadagno: il corso azionario del titolo Ferragamo ha inaugurato il 2017 a quota 22,98 ed ad oggi scambia oltre quota 24 euro per azione, per esattezza a 24,94 euro per share (+0,93%) al 16 giugno 2017. Le performance sul titolo sono veramente ottime: anche gli analisti, a seguito dell’approvazione del Bilancio d’esercizio 2016, si sono espressi sulle potenzialità della quotazione. Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno confermato il prezzo obiettivo a 29 euro per azione e così, pure, Equita Sim si è espressa in merito alle potenzialità delle azioni Salvatore Ferragamo, il cui target price potrebbe variare da 27,7 a 27,5 euro per azione.

Nel corso nell’anno 2016 la performance del corso azionario della Salvatore Ferragamo SpA (4 gennaio-31 dicembre 2016) è stata così rilevabile e riassumibile:

  • Prezzo ufficiale al 30 dicembre 2016 in Euro 22,59371
  • Prezzo minimo al 27 giugno 2016 in Euro 17,26
  • Prezzo massimo al 5 ottobre 2016 in Euro 23,17
  • Capitalizzazione borsistica al 31 dicembre 2016 in Euro 3.813.592.311
  • N° azioni che compongono al 31 dicembre 2016 il capitale sociale 168.790.000
  • N° azioni in circolazione (free float) 43.221.440

Corporate Strategy & Outlook prospettivo della Salvatore Ferragamo SpA

A supporto della tesi che le azioni della Salvatore Ferragamo SpA siano da acquistare per il corrente anno 2017 è anche la strategia aziendale che la Maison fiorentina intende perseguire:

  • l’obiettivo strategico è volto al rafforzamento della propria posizione competitiva tra i leader nel mercato mondiale del lusso,
  • fare leva sulla propria creatività, glamour, eccellenza artigianale italiana, heritage nel comparto calzature e accessori, al fine di creare valore per gli azionisti attraverso una crescita sostenibile e profittevole,
  • consolidamento del proprio posizionamento nel mercato del lusso, rafforzando il contenuto di eleganza classica e glamour con uno stile contemporaneo e al passo coi tempi,
  • mantenere la propria posizione nel segmento del lusso assoluto a livello globale, enfatizzando la specifica centralità nella sua offerta della qualità “Made in Italy”,
  • espansione della struttura distributiva nei mercati emergenti e ottimizzazione della performance di vendita retail e wholesale a livello globale.

LEAVE A REPLY