Rivoluzione nei prestiti tra privati: BLender

La Piattaforma israeliana BLender è una novità indiscussa che rivoluzionerà i Prestiti tra i soggetti privati. Con il suo quartier generale a Milano al Fintech District il Country manager italiano Alessandro Floris ha annunciato che la piattaforma web è assolutamente innovativa e si distingue sul mercato dei finanziamenti per il suo approccio non canonico e non assimilabile a quello del canale bancario.

Un successo davvero rivoluzionario quello perseguito dalla Piattaforma BLender che opera sul mercato italiano, israeliano e lituano sulla base dell’esperienza maturata ed acquisita sul mercato mondiale.

La sua politica espansiva e di crescita a livello planetario consentono a BLender di conquistare sempre più le quote di mercato nel comparto creditizio e di instaurare una solida fiducia e Brand Reputation con i consumatori creditizi.

Un successo decretato dal modello di funzionamento della formula di business: il sistema P2P nel pieno rispetto della privacy e dell’anonimato. Questa guida mira ad approfondire il modello del prestito Peer to Peer, la formula di business, i vantaggi per i soggetti privati e le condizioni contrattuali sancite tra le parti.

 >>> CLICCA QUI PER IL TUO PREVENTIVO DI PRESTITO PERSONALIZZATO E GRATUITO <<<

Corporate Strategy e successo di BLender

La Piattaforma BLender detiene la licenza e-Money (EMI) a livello comunitario che gli consente di operare sul mercato comunitario per concedere prestiti, trasferire fondi tra i clienti e concedere l’uso della piattaforma ad altre società.

La società israeliana non ha filiali o elevate spese di gestione, il suo guadagno è costituito da una commissione chiara e trasparente e non da un margine sul tasso di interesse, come le Banche o le altre Società di finanziamento.

L’ambizioso piano di espansione porta BLender a puntare e consolidare la propria presenza in Europa ed in America Latina: si tratta di una vera rivoluzione senza precedenti destinata a cambiare le regole sul mercato di accesso al credito.

Piattaforma BLender: il successo della formula di business

Il successo rivoluzionario della Piattaforma israeliana BLender, come già anticipato, opera in base a modelli di Peer-to-Peer-Lending che, sullo scenario internazionale, hanno già dimostrato la loro efficacia in termini di riduzione dei margini di interesse, assicurando il pieno rispetto dell’anonimato tra le parti coinvolte.

Come funziona? Il segreto del successo di BLender è quello di effettuare un controllo veloce basato su fonti di informazioni creditizie incrociate di entrambe le parti, in particolare dei soggetti finanziati che devono onorare il debito contratto. Gli elementi raccolti consentono a BLender di avere un quadro preciso sul merito creditizio e sulla solvibilità di ciascun soggetto richiedente.

L’ingresso sul mercato italiano rappresenta una tappa strategica nel nostro piano di espansione a livello globale”, ha commentato Alessandro Floris, Country Manager di BLender, “La conoscenza degli strumenti di accesso al credito alternativi è ancora bassa in Italia: il comparto vale circa settanta milioni di euro (valori primo semestre 2017), ma il valore potenziale di questo settore è altissimo, basti pensare che nel Regno Unito vale alcuni miliardi di sterline”.

La vera Rivoluzione deve la sua chiave del successo al sistema del Prestito Peer to Peer che rappresenta una quota in crescita del mercato dei prestiti globale: senza intermediari e broker creditizi, la Piattaforma BLender consente di incrociare la domanda e l’offerta tra prestatori e prenditori di fondi.

La formula di business crea valore aggiunto per entrambe le parti (prestatori e prenditori), assicura la capacità di rimborso e di adempimento del soggetto prenditore di fondi nel rispetto dell’anonimato e della privacy.

BLender: i vantaggi

Come già anticipato, al centro del successo rivoluzionario del modello di business di BLender c’è la tutela delle persone, per questo la società dall’incontro tra la domanda e l’offerta creditizia riesce a garantire l’applicazione di tassi di interesse più elevati per chi presta i fondi e più bassi per i soggetti richiedenti prestito.

Tutto questo grazie all’ausilio di una piattaforma trasparente, estremamente funzionale, e tecnologicamente innovativa.

Grazie a BLender, i prestiti si ottengono e si finanziano online, in pochi minuti e le condizioni le stabiliscono gli utenti”, ecco la vera essenza e beneficio del laisser faire di BLender.

Se si ha bisogno di chiedere un prestito finanziario fino a 10.000 € e si presenta stipendio mensile di oltre 1.000 €, BLender mette in contatto il richiedente di fondi con persone disposte a prestare soldi ad un saggio di interesse equo e trasparente per entrambe le parti.

In sostanza, è lo stesso soggetto finanziato che decide il massimo saggio di interesse da applicare al capitale finanziario; inoltre, non servono garanti, la negoziazione avviene tutta online in modo veloce ed assolutamente trasparente.

L’unica cosa davvero importante per BLender è garantire a coloro che prestano i soldi la restituzione dell’obbligazione contratta da parte del finanziato. Non a caso BLender ha costituito un Fondo di Garanzia a favore dei prestatori, che verrà utilizzato nel caso in cui uno dei richiedenti abbia difficoltà a restituire il finanziamento ricevuto.

Per tale finalità, BLender si occupa di computare la solvibilità del finanziato e procedere con assegnare un “Credit Score” su ciascuna richiesta di finanziamento in modo rapido e semplice.

Nel caso in cui il soggetto richiedente di un prestito risulti idoneo dal punto di vista del merito creditizio, sulla piattaforma vengono presentati i termini e le condizioni richieste per il finanziamento a tutti i potenziali prestatori di credito.

Ecco la semplicità e la snellezza di tutto l’iter di accesso al mercato creditizio, senza vincoli ed interessi conflitto tra le parti, con l’ulteriore garanzia di proteggere la riservatezza dei dati trasmessi da entrambi.

Basata su un sistema cloud, la piattaforma tecnologica è facilmente accessibile da tutti i device e coniuga l’innovazione con l’estrema semplicità di utilizzo per i suoi utenti.

Prestito BLender: le condizioni contrattuali

La durata del prestito erogato attraverso la piattaforma BLender non può eccedere i 36 mesi e viene data piena facoltà e libertà di stabilire la durata complessiva del finanziamento e del piano di ammortamento.

Una volta che il finanziamento è stato approvato da entrambe le parti, il capitale finanziario viene trasferito sul conto e le rate di rimborso sono addebitate alle scadenze stabilite contrattualmente.

Dopo aver completato la richiesta del finanziamento, il soggetto finanziato riceve il report relativo all’importo dei pagamenti dovuti mensilmente in modo tale da monitorare costantemente la propria situazione debitoria.

 >>> CLICCA QUI PER IL TUO PREVENTIVO DI PRESTITO PERSONALIZZATO E GRATUITO <<<

Prestito BLender: una simulazione

A titolo meramente esemplificativo, si riporta una simulazione di una richiesta prestito mediante l’utilizzo della Piattaforma BLender, la quale mette a disposizione degli utenti un tool di calcolo molto interessante che consente di calcolare il piano di ammortamento.

Basta inserire i dati: importo del prestito, durata finanziamento, importo restituzione rata mensile ed il gioco è fatto!

Esempio:

  • Prestito per un totale di €10000 (€10450 incluse spese e commissioni di elaborazione pratica)
  • Durata prestito: 36 mesi
  • Interesse annuo applicato: 10.40 %
  • Restituzione mensile fissa: €339.16.

Ecco il modo sicuro, veloce e trasparente per ottenere un prestito senza doversi rivolgere più al canale bancario e finanziario. Grazie all’innovazione tecnologica BLender ha un tasso frodi quasi nullo.

LEAVE A REPLY