Ripresa della Cina dopo il dato negativo di ieri della bilancio commerciale

Ripresa della Cina

Questa notte borse asiatiche in rialzo e in ripresa della Cina dopo il dato negativo comunicato proprio ieri sul saldo della bilancia commerciale. Il “chinese trade balance” va a misurare il valore generato da un determinato paese tra la somma algebrica dei beni importati ed esportati. Se il dato emerso, risulta superiore a quello atteso, dovremo aspettarci una crescita della moneta del paese in analisi.

A cosa è dovuta questa immediata ripresa della Cina mattutina?

Ovviamente nelle borse, i listini non si muovono per caso, hanno sempre una motivazione a priori che spinge in qualche direzione. Infatti stanotte alle 3.30 ora italiana, sono usciti dati positivi per la ripresa della Cina, riguardanti l’IPC e l’IPP, rispettivamente indice sui prezzi al consumo e alla produzione. In particolare quest’ultimo non risultava positivo da quattro anni, il che segnala un rintracciamento in un trend ribassista.Ripresa della Cina

Cos’è stato nello specifco a trainare la ripresa della Cina?

Secondo alcuni esperti di economia, i settori trainanti di questo successo sono stati quello del carbone e dell’acciaio, ma oltre a questi anche una ripresa dell’immobiliare e le spese delle infrastrutture, due ambiti in cui il governo cinese sembra aver investito molto nell’ultimo periodo.

Gli occhi oggi sono però puntati agli USA, alle 14.30 ore italiani per il primo dato sulle vendite al dettaglio dei beni essenziali e dall’indice sui prezzi alla produzione statunitense. In più il main event della giornata ci sarà alle 19.30 nostrane, in cui è fortemente atteso il discorso di Janet Yellen della Federal Reserve che potrebbe non escludere un aumento dei tassi per la fine di novembre.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY