Ripple: prezzo in caduta libera dopo massicce cessioni, poi risale

XRP, come noto il token alla base della Blockchain di Ripple, è aumentato vertiginosamente negli ultimi 30 giorni.

I token XP, la maggior parte dei quali sono controllati dalla società Ripple, sono infatti più che raddoppiati di valore nelle ultime settimane. Spinti da due forze:

  • il prezzo del bitcoin, che sta salendo vertiginosamente, attestandosi ormai sui valori di fine 2017
  • l’airdrop basato su XRP che sta per lanciare uno dei più importanti Exchange al Mondo: Coinbase

Quanto al primo punto, sappiamo bene quanto le criptovalute tendano a beneficiare dei rally del Bitcoin. Così quanto subiscano delle perdite se quest’ultimo fa registrare trend ribassisti.

Così, riguardo al secondo aspetto, l’Exchange Coinbase ha infatti annunciato che supporterà l’airdrop, previsto per il 12 dicembre, con coloro che possiedono XRP al fine di ottenere da Coinbase ulteriori token in un secondo momento.

“La quantità di token che riceverai dipende da quanti XRP avevi nel tuo account al momento dell’aidrop”, ha scritto in un post sul suo blog ufficiale Coinbase. Che ricordiamo essere uno dei più grandi Exchange di criptovalute al Mondo, dall’alto dei suoi circa 35 milioni di utenti.

Ad essere offerto è stato il token Spark, fornito con tanto di fattura fiscale

“Abbiamo in programma di distribuire l’airdrop dopo il lancio della rete Flare”, ha aggiunto Coinbase tramite Twitter. La rete Flare è progettata per portare funzionalità simili a Ethereum all’XRP Ledger con gettoni spark, la criptovaluta nativa della rete.

La distribuzione gratuita di circa 45 miliardi di gettoni spark è supportata da RippleX.

Altri importanti Exchange di criptovaluta, tra cui Binance con sede nelle Isole Cayman, Bithumb della Corea del Sud e Bitstamp con sede in Lussemburgo, pure hanno affermato che supporteranno l’airdrop.

L’entusiasmo per il giveaway è cresciuto nelle ultime settimane, con gli osservatori del mercato delle criptovalute che lo indicano come una spiegazione per il massiccio rally registrato a novembre da XRP.

“L’airdrop sta sovraccaricando il mercato rialzista XRP e facendo impazzire la condivisione mentale di una delle più grandi comunità crittografiche”, ha rivelato a Coindesk Jehan Chu, socio amministratore della società di investimento blockchain Kenetic Capital con sede a Hong Kong.

“Con il lancio imminente di Flare, una utility fork di smart contracts di XRP, la coppia tenterà di sfidare il dominio di Ethereum nella finanza decentralizzata e nelle applicazioni decentralizzate”.

Se volete investire sulle criptovalute, la soluzione più conveniente è quella dei contratti CFD. Con i broker regolamentati si può, infatti, negoziare sull'andamento del prezzo. Ad esempio OBRinvest (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin.Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Prezzo di Ripple ed Ethereum: cosa sta succedendo

Il prezzo di ethereum è salito del 300% negli ultimi 12 mesi in mezzo a una raffica di interesse per la finanza decentralizzata (DeFi), utilizzando la tecnologia crittografica per ricreare strumenti finanziari tradizionali come prestiti e assicurazioni con molti progetti DeFi costruiti sulla rete ethereum.

Analisi Prezzo Ripple del 17 Dicembre 2020

Chief di Ripple David Schwartz lancia allarme su danni provocati da immissioni token congelati

Ma c’è un allarme che preoccupa David Schwartz, chief di Ripple. Il quale ha twittato che la comunity della terza criptovaluta per market cap, potrebbe essere costretta a bruciare miliardi di token XRP nativi del protocollo tenuti in garanzia, al fine di prevenire il calo di prezzo che probabilmente si verificherebbe se i miliardi di token congelati invadessero il mercato.

Questa è stata la risposta che Schwartz ha lasciato ad un utente su Twitter. Il quale il 2 dicembre gli aveva chiesto: “Se i nodi, i validatori e la comunità in generale si unissero, sarebbe possibile bruciare i 50 miliardi di XRP che Ripple ha in deposito?”

Rispondendo al tweet, David Schwartz ha lasciato intendere che la regola della maggioranza avrebbe vinto in una tale decisione. “Sì. Non ci sarebbe nulla che Ripple possa fare per impedire che ciò accada. Le blockchain pubbliche sono molto democratiche. Se la maggioranza vuole un cambiamento delle regole, non c’è niente che la minoranza possa fare per fermarle”, ha commentato Schwartz in risposta.

Le vendite XRP di Ripple sono diminuite dopo che Ripple ha smesso di vendere token agli Exchange. Il conto di deposito a garanzia conteneva circa 48,9 miliardi di token all’inizio del 2020.

Poiché attualmente ci sono 45,3 miliardi di token in circolazione, un rilascio improvviso di una parte considerevole di quei token depositati potrebbe far crollare il prezzo di XRP.

Il prezzo del token è aumentato di oltre il 160% negli ultimi 12 mesi. Al momento della scrittura, viaggia su 0,42 centesimi di euro. Ma come vedremo, è in caduta libera proprio per i motivi che preoccupano Schwartz.

Vediamo quale è la quotazione attuale:

McCaleb ha venduto quasi 158 milioni di XRP

Il co-fondatore di Ripple Jed McCaleb ha venduto 157,9 milioni di XRP (incassando 86,8 milioni di dollari al momento della scrittura) sul mercato aperto dal 1 ° al 9 dicembre. L’ultima vendita di McCaleb è avvenuta poco dopo aver ricevuto un pagamento di 266,3 milioni di XRP, in cui ha successivamente venduto circa 30 milioni di XRP. Ciò ha provocato ovviamente un calo del prezzo di XRP del 6%, confermando le preoccupazioni succitate di Schwartz.

Jed McCaleb era un membro del team fondatore di Ripple ma ha lasciato il progetto nel 2013. Quando ha lasciato Ripple, ha annunciato pubblicamente che aveva diritto a 9 miliardi di XRP e che avrebbe venduto il suo XRP sul mercato aperto, oltre a donare parte di in beneficenza.

Nel momento in cui McCaleb ha fatto questo annuncio, ha anche menzionato che altri due co-fondatori di Ripple avevano diritto a un totale di 11 miliardi di XRP e che il team fondatore ha dato i restanti 80 miliardi di XRP alla società. Che all’epoca si chiamava OpenCoin ma ribattezzato Ripple il 26 settembre 2013.

Ciò che molte persone trovano ancora più preoccupante delle continue immissioni di McCaleb sul mercato, è la quantità di XRP che Ripple Inc. possiede e il modo in cui vendono XRP sul mercato aperto.

Ripple vende XRP per un valore di milioni di dollari ogni trimestre e ha affermato che se non vendessero XRP, la società non sarebbe redditizia. Secondo diverse fonti, Ripple Inc. detiene circa il 50% di tutto l’XRP in circolazione, cosa che molti individui considerano problematica.

Con Ripple Inc. che detiene quella che è quasi la maggioranza di XRP in circolazione e vende percentuali significative delle proprie partecipazioni sul mercato aperto ogni trimestre, quelle azioni dell’azienda sono destinate a danneggiare l’economia e il valore di mercato di XRP.

In quello che sembra essere uno sforzo per combattere gli effetti che Ripple Inc. sta avendo sul valore di XRP, Ripple Inc. ha iniziato a fare riacquisti XRP ogni trimestre e afferma che “Ripple sta acquistando – e potrebbe continuare ad acquistare – XRP al fine di sostenere mercati sani. “

Non è un caso che il prezzo di Ripple sia in caduta libera in questo mese di dicembre. Essendo partito da 0,56 centesimi di euro ed essendo ora a 0,41 centesimi di euro. Le massicce vendite degli XRP sono un problema per il prezzo del token Ripple.

Piattaforme per investire in Ripple

Qui sotto vi lasciamo con una serie di piattaforme regolamentate per investire in Ripple:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.